Orecchie tappate

INDICE

Le orecchie tappate possono essere molto fastidiose e a volte provocano dei sintomi gravi.


Se la persona ha una sensazione costante di essere sott’acqua o se dell’acqua è schizzata nelle orecchie, allora molto probabilmente soffre di un orecchio tappato o otturato.
Il medico che si occupa di questo disturbo è l’otorino.


 
Cause delle orecchie tappate

Ci sono molte cause di un orecchio tappato e queste possono essere lievi o gravi come segue:

Accumulo di cerume: molto spesso, una delle cause delle orecchie otturate è semplicemente un tappo di cerume. Quindi se non si puliscono le orecchie regolarmente, è probabile sentire i suoni attutiti e delle voci non chiare. Un accumulo di cerume può causare anche un dolore alle orecchie lieve.

La sensazione di orecchie tappate può durare molti mesi o anni, ma appena si toglie il tappo, l’udito ritorna normale subito.

Catarro Tubarico: si tratta dell’accumulo di catarro nelle Tube di Eustachio.
A causa di questa congestione si può sviluppare un’infiammazione e un’infezione batterica.
Tra i sintomi ci sono anche il mal d’orecchio, acufeni (ronzii o fischio nelle orecchie) e vertigini o giramenti di testa.
La terapia prevede i farmaci antinfiammatori non steroidei e i cortisonici per via orale (Bentelan) o mediante aerosol.

Acqua nelle orecchie: una malattia conosciuta anche come otite esterna oppure orecchio del nuotatore.
Quando l’acqua si infiltra nell’orecchio a causa del nuoto o dopo una doccia, è probabile che causi la sensazione delle orecchie tappate.

Tuffo: l’aumento di pressione che si verifica durante un tuffo può causare le orecchie tappate perché danneggia in maniera temporanea o irreversibile la struttura interna dell’orecchio e il timpano.

Infezione dell’orecchio (otite): è probabile che una delle cause possa essere un otite all’orecchio che di solito appare a seguito di un raffreddore o un altra infezione delle vie respiratorie. Questo è il caso in cui l’orecchio medio è bloccato a causa dell’accumulo di muco.
Tra gli altri sintomi c’è il mal d’orecchio, il dolore alla tempia, mal di gola e tosse grassa.

Rumori forti: quando si sente improvvisamente un rumore forte o si è esposti a rumori forti per un periodo prolungato, uno degli effetti è un orecchio otturato. Questa situazione potrebbe anche provocare una perdita dell’udito temporanea.
Quando si va a dormire dopo una serata in discoteca, l’orecchio è tappato e si sente un ronzio per alcune ore, ma la mattina successiva questo sintomo è sparito.

Cambiamenti di pressione e altitudine: quando si viaggia su un aereo o quando si è su quote più elevate come colline e montagne, le orecchie iniziano ad essere tappate.

Crescita ossea nelle orecchie: una malattia frequente nei nuotatori, la crescita anomala di una protuberanza di osso dell’orecchio esterno (otosclerosi) può provocare le orecchie tappate seguite da una perdita graduale della capacità uditiva. Questa crescita può anche causare un’emorragia dell’orecchio e un’infezione successiva.

Sindrome di Meniere: la sindrome di Meniere è una malattia caratterizzata da sensazione di avere le orecchie tappate, vertigini, nausea, suoni ovattati e perdita progressiva dell’udito.

Brufoli: Un brufolo nell’orecchio può provocare l’orecchio tappato.

Tumore: Il tumore della faringe può causare la sensazione di orecchio tappato.

Gravidanza: le donne in gravidanza sentono spesso l’orecchio tappato al mattino, la causa può essere la variazione della pressione sanguigna o gli sbalzi ormonali che provocano il gonfiore a livello della mucosa nasale o dei turbinati.


 

Sintomi dell’orecchio tappato

Una sensazione di orecchio ovattato è il sintomo più evidente.
Alcune persone hanno la sensazione di un fluido che si versa nelle orecchie.
Tra i sintomi c’è anche un dolore lieve o intenso.
Più dell’85% dei bambini soffre di dolore all’orecchio a causa dell’orecchio tappato.
Alcune persone dicono di sentire il battito cardiaco nell’orecchio o la voce che rimbomba.
In caso di infezione, il paziente può avere anche i linfonodi del collo ingrossati.


 

Cosa fare? Terapia e rimedi per l’orecchio otturato

Rimozione del cerume
Il cerume serve come barriera per l’acqua e la polvere, tra cui gli agenti infettivi come batteri e funghi.
Tuttavia, un accumulo in eccesso di cerume provoca blocchi, dolore e fastidio nell’orecchio e può causare anche una lieve sordità.
Alcune delle opzioni disponibili per la rimozione del cerume a casa sono elencate sotto.

Uso di ammorbidenti del cerume
L’olio d’oliva, l’olio per bambini, l’olio minerale e la glicerina aiutano la rimozione del cerume ammorbidendo questa sostanza.
Anche gli agenti chimici come l’acqua ossigenata e il perossido di carbammide provocano l’ammorbidimento del cerume e rappresentano un metodo efficace per la rimozione del cerume.
Le gocce per l’orecchio contenenti queste sostanze sono disponibili in farmacia.
Debrox è un prodotto ammorbidente per il cerume molto conosciuto.
Tutto ciò che si deve fare è sdraiarsi su un fianco e mettere 3-4 gocce di olio nell’orecchio otturato utilizzando un applicatore appropriato.
Risciacquare l’orecchio dopo un po’ di tempo per eliminare il cerume disciolto e i detriti accumulati.

 

Orecchio,anatomia,timpano

Lavaggio dell’orecchio
È una procedura utilizzata quando si verifica un accumulo persistente di cerume o quando la tecnica semplice dell’ammorbidimento e del risciacquo non è efficace.
Si inietta dell’acqua calda o salina sterile attraverso l’orecchio con una siringa a bulbo.
Per il lavaggio dell’orecchio a casa, si può usare un kit specializzato per la rimozione del cerume che contiene degli agenti ammorbidenti e una siringa a bulbo.
Anche le siringhe per l’orecchio sono disponibili in commercio.
Bisogna seguire la procedura semplice descritta nel kit.
Il primo passo prevede l’ammorbidimento del cerume usando la soluzione data nel kit per il periodo di tempo specificato.
Quindi utilizzare la siringa a bulbo per risciacquare l’orecchio.
Si può anche optare per una procedura di irrigazione dell’orecchio professionale.
In questa procedura, si rilascia dell’acqua calda sotto pressione controllata con l’uso di un’attrezzatura specializzata.
La forza applicata delicatamente provoca l’ammorbidimento del cerume che fuoriesce con l’acqua.

Si può versare qualche goccia di acqua ossigenata con una concentrazione del 4% nell’orecchio per ammorbidire il cerume.
Con un batuffolo all’esterno dell’orecchio si asciuga il cerume e il liquido che escono.

Liberare il blocco
Raffreddore, sinusite e l’allergia provocano un blocco della tromba di Eustachio e possono causare un accumulo di fluidi nell’orecchio medio.
Tale accumulo di fluido può provocare altre infezioni seguite da un’infiammazione e un peggioramento del blocco. Alcune terapie e rimedi per queste situazioni sono descritti di seguito.

Inalazione di vapore per il catarro
L’inalazione di vapore è il metodo più vecchio conosciuto per eliminare la congestione nasale e dell’orecchio.
Riempire una bacinella con acqua calda.
Mettere un asciugamano sopra la testa e inalare il vapore. Aiuta il movimento del catarro che blocca i seni e dà sollievo.
Nel caso di otite media e accumulo di pus, il vapore accelera il drenaggio del pus e dei detriti.

otite media,infezione,mal d'orecchi

Decongestionanti
Si potrebbero usare i decongestionanti orali e/o gli spray decongestionanti nasali per eliminare la congestione nei seni nasali.
Questi riducono la produzione di catarro e quindi la congestione e il fastidio nel naso e nelle orecchie.
Il medico può consigliare un mucolitico come l’Acetilcisteina (Fluimucil).

Antibiotici
Nel caso di un’infezione alle orecchie, si possono prendere delle gocce di antibiotico per l’orecchio e dei farmaci per via orale. Questi aiutano a controllare l’infezione e a drenare il pus.

timpano,martello,incudine,staffa,orecchio medioAlleviare il barotrauma
Durante un viaggio ad alta quota o durante le immersioni subacquee e attività simili, i cambiamenti nella pressione atmosferica provocano una differenza di pressione tra il lato interno ed esterno del timpano.
Questa situazione è definita barotrauma e causa una sensazione di blocco e può anche causare mal d’orecchio e vertigini. Per avere sollievo da questa sensazione di intasamento, si può:

  • Sbadigliare frequentemente e deglutire sonoramente aiutano l’apertura della tromba di Eustachio e di conseguenza il flusso d’aria dentro e fuori dall’orecchio medio. Questo pareggia la pressione all’interno e all’esterno dell’orecchio.
  • Masticare una gomma o succhiare le caramelle per aumentare i movimenti muscolari che aiutano a bilanciare la pressione.
  • Stappare semplicemente le orecchie. Chiudere la bocca e le narici e cercare di espirare fortemente. Questo forza l’apertura del blocco che può essere identificata dal suono schioccante.

Microaspirazione
Quando si soffre continuamente di orecchio tappato e questi rimedi non danno sollievo, si può effettuare una procedura di microaspirazione.
Come dice il nome, prevede la rimozione di cerume, fluidi o corpi estranei dall’orecchio mediante un’aspirazione lieve.
Questo si può fare a casa utilizzando un kit disponibile in commercio o in una clinica dove un esperto esegue la procedura utilizzando un microscopio e un’attrezzatura specializzata per l’aspirazione.

 


 

Rimedi casalinghi per il tappo di cerume

A seconda dell’intensità della sensazione dell’orecchio tappato, si può ricorrere ad alcuni rimedi casalinghi per la cura.
È importante sapere che l’effetto di ciascun rimedio può essere diverso e nessuno di questi rimedi casalinghi serve come sostituto per la terapia effettiva che può essere necessaria per questa situazione.
Inoltre non bisogna provare a curare questa situazione tramite questi rimedi se è molto grave, quando si soffre di un dolore insopportabile alle orecchie o quando si vede del pus o sangue che esce dall’orecchio.
In questo caso bisogna visitare immediatamente uno specialista.

Per un orecchio tappato lievemente, seguire alcuni di questi rimedi per avere sollievo.
Mettere poche gocce di olio di oliva caldo nell’orecchio.
Si potrebbe fare questo immergendo un batuffolo di cotone nell’olio d’oliva e mettendo il batuffolo nell’orecchio per circa dieci-quindici minuti.
Se l’accumulo di cerume è la causa della congestione dell’orecchio, l’olio d’oliva ammorbidisce il cerume e rende più facile il drenaggio.
Se un raffreddore causato da un colpo d’aria è il motivo per cui si soffre di orecchie tappate, il rimedio è quello di pulire completamente i seni nasali.
A volte, un semplice sbadiglio è il rimedio migliore.
Indurre uno sbadiglio e continuare a sbadigliare fino a che la situazione migliora.

Tra le soluzioni si può posizionare un asciugamano caldo e umido sull’orecchio interessato, al mare si può fare la stessa cosa con un sasso caldo.
Il calore generato dall’asciugamano ammorbidisce il cerume e aiuta la rimozione.
Rimuovere delicatamente il cerume con un asciugamano caldo e pulito, evitare il cotton fioc perché potrebbe spingere il cerume ancora più all’interno.

L’atto della deglutizione è un altro rimedio molto semplice per curare l’irritazione dovuta all’orecchio tappato.

Per il tappo di cerume e l’orecchio del nuotatore (in cui l’acqua causa un otturamento delle orecchie), utilizzare una soluzione con una goccia di alcool isopropilico e una goccia di aceto bianco.
Versare la soluzione nell’orecchio.
Questo rimedio serve per asciugare l’acqua e per impedire la crescita dei batteri che possono causare un otite.


 

Alcuni divieti in caso di orecchie tappate

Evitare una rimozione non necessaria del cerume.
Usare i cotton fioc solo per pulire l’orecchio esterno. Non tentare di inserire i cotton fioc in profondità o con forza nell’orecchio. Tale azione spinge il cerume contro il timpano piuttosto che aiutare la rimozione.
Evitare di utilizzare i coni di cera. Non c’è una prova sostanziale che siano efficaci e c’è il rischio di ustioni e danni a orecchio, viso o anche ai capelli.
Non usare procedure di irrigazione e microaspirazione Orecchie tappatenel caso di un timpano rotto o perforato e di una lesione all’orecchio.
È meglio sentire il parere medico prima di ricorrere a tali metodi.
Nel caso di un inserimento accidentale di corpi estranei nell’orecchio, non tentare di rimuovere questi oggetti a casa.
Questi tentativi possono spingere l’oggetto più in profondità nell’orecchio.
Anche se la persona riesce a rimuovere gli oggetti, c’è il rischio di un infortunio.
Quando si subisce un intervento di chirurgia all’orecchio, non ignorare i segni minori come il mal d’orecchi e l’intasamento. Usare solo i rimedi consigliati dal medico.


 

Rimedi della nonna per eliminare l’acqua nell’orecchio

Agitare l’orecchio
Piegare la testa da un lato, mettere il dito indice nell’orecchio e muovere il dito. Ciò consente all’acqua in eccesso di uscire. Ripetere la stessa cosa per l’altro orecchio.

Piegare la testa e saltare
Questo è uno dei rimedi efficaci per l’acqua nell’orecchio, soprattutto se l’acqua si è infiltrata nelle orecchie recentemente.
Molte persone utilizzano questo rimedio dopo un immersione in piscina o al mare.
Stare sulla gamba destra e piegare la testa verso il lato destro. Saltare 8 volte.
La gravità e il salto spingono l’acqua fuori dall’orecchio.
Allo stesso modo ripetere il tutto per il lato sinistro.

Peretta aspirante
È possibile acquistare le perette aspiranti in qualsiasi sanitaria.
Queste perette sono generalmente utilizzate per i neonati o i bambini.
Tuttavia, possono anche aiutare ad eliminare l’acqua dalle orecchie.
Piegare la testa da un lato e su quel lato bisogna inserire la peretta e aspirare l’acqua.
Non inserire la punta della peretta troppo in profondità.

Asciugacapelli
Prendere un asciugacapelli e impostare la temperatura più bassa. Controllare il calore dell’aria sul polso. Tenere l’asciugacapelli a una distanza equivalente a un braccio e soffiare sull’orecchio colpito per 30 secondi.

Strofinare dell’alcool
Strofinare un fazzoletto bagnato con l’alcool dentro all’orecchio interessato può aiutare. L’alcool provoca l’evaporazione dell’acqua non necessaria nell’orecchio e uccide i germi che causano l’infezione.

Aceto
Mettere due gocce di aceto nelle orecchie colpite. Ripetere questo rimedio ogni due ore, finché le orecchie stanno meglio.