Occhi gonfi

INDICE


Avere gli occhi gonfi significa che c’è del liquido in eccesso (o edema) nel tessuto connettivo intorno all’occhio, soprattutto nelle palpebre.
Le borse sotto gli occhi (o gonfiore sotto gli occhi) sono frequenti quando si invecchia.
Con l’invecchiamento, i tessuti intorno agli occhi si indeboliscono, soprattutto alcuni muscoli che sostengono le palpebre.

Il grasso che dà supporto agli occhi può migrare in avanti nelle palpebre inferiori, la conseguenza è che sembrano gonfi.
Il liquido si può accumulare anche nello spazio sotto agli occhi, assumendo un aspetto gonfio.


 

Cause degli occhi gonfi

Ci sono numerose cause per gli occhi gonfi, alcune non sono pericolose, altre possono causare la perdita della vista.

Allergie
Le reazioni allergiche negli occhi si verificano quando il sistema immunitario ha una reazione esagerata verso una sostanza estranea, chiamata allergene.
Il polline, la polvere, i peli di animali, alcune gocce per gli occhi e il liquido per le lenti a contatto sono tra gli allergeni più comuni dell’occhio.
Una reazione allergica al trucco è un altro noto colpevole degli occhi gonfi.
Le allergie all’occhio si sviluppano quando le cellule degli occhi rilasciano “mediatori” chimici per proteggere contro gli allergeni a cui si è sensibili.
Il più frequente è l’istamina che provoca:

  • La dilatazione dei vasi sanguigni degli occhi,
  • Il gonfiore,
  • Prurito alle membrane mucose,
  • Occhi rossi,
  • Lacrimazione dell’occhio.

Congiuntivite
Chiamato anche “occhio rosa”, la congiuntivite è l’infiammazione della congiuntiva, cioè il rivestimento chiaro della superficie dell’occhio.
Ci sono diversi tipi di congiuntivite: allergica, batterica e virale. Tutti possono provocare il gonfiore degli occhi oltre ad altri sintomi come lacrimazione eccessiva, rossore e prurito.

Orzaiolo
Di solito appare come una protuberanza gonfia e rossastra ai margini di una palpebra.
L’orzaiolo è causato da un’infezione batterica e dall’infiammazione della ghiandola di meibomian.
Quando queste ghiandole sebacee si bloccano, il sintomo tipico è il gonfiore delle palpebre.
Un orzaiolo in genere è doloroso al tatto.

Calazio
Un Calazio è causato dal blocco di una ghiandola di Meibomio, all’inizio si forma un orzaiolo, poi si sviluppa una cisti sebacea dura.
Un’altra differenza è che l’orzaiolo si verifica sul bordo di una palpebra mentre il Calazio non si sviluppa sul bordo della palpebra.
Sia l’orzaiolo che il calazio causano gonfiore delle palpebre e dolore nella zona interessata.

Lesioni agli occhi
Qualsiasi contusione alla zona degli occhi (conosciuto come occhio nero) e i traumi causati dagli interventi di chirurgia estetica (Blefaroplastica o chirurgia delle palpebre) possono scatenare infiammazione e occhi gonfi.
Quando si fa la diagnosi dell’occhio nero bisogna considerare che l’ematoma tende a scendere per la forza di gravità.
Un trauma sulla fronte vicino all’attaccatura dei capelli può causare un ematoma che dopo 3 giorni si trova al livello degli occhi.
Per questo motivo bisogna specificare al medico il punto del trauma perché c’è il rischio di confondersi con l’area gonfia e arrossata.

Piangere
Gli occhi gonfi per il pianto sono dovuti a due fattori:
1. le lacrime contengono molto sodio, questa sostanza tende a irritare e causare infiammazione;
2. generalmente quando si piange si tende a strofinarsi gli occhi, in questo modo si aumenta l’infiammazione.

Indossare lenti a contatto
La cura impropria delle lenti a contatto, per esempio indossare lenti sporche, nuotare con le lenti o tenere le lenti in un contenitore sporco, può causare un’infezione agli occhi e le palpebre gonfie.
Utilizzando lenti danneggiate si possono irritare gli occhi e causare il gonfiore.

Blefarite
La blefarite è l’infiammazione delle palpebre, di solito è causata dal malfunzionamento delle ghiandole sebacee nelle palpebre che si vuotano vicino alla base delle ciglia.
La blefarite è caratterizzata da palpebre gonfie e doloranti.

Cellulite orbitale
Questa è un’infezione batterica rara ma grave dei tessuti che circondano l’occhio che provoca gonfiore doloroso della palpebra superiore e inferiore, del sopracciglio e delle guance.
Altri sintomi sono gli occhi sporgenti, perdita della vista, febbre e dolore agli occhi durante i movimenti oculari.
La cellulite orbitale è un’emergenza medica e spesso serve un trattamento con antibiotici per impedire che il nervo ottico si danneggi, la perdita permanente della vista (cecità) e altre complicazioni gravi.
Se l’infezione è limitata al tessuto morbido delle palpebre si chiama cellulite pre-settale. Questo disturbo è meno grave della cellulite orbitale e spesso può essere trattato con un farmaco topico senza ricovero.

Herpes oculare
Trasmessa dal comune virus herpes simplex, l’herpes oculare talvolta provoca la cheratite (‘infiammazione della cornea) e a volte la fibrosi.
I sintomi dell’herpes all’occhio possono essere simili alla congiuntivite, tuttavia ci possono essere piaghe dolorose sulla palpebra, vista offuscata e occhi gonfi che possono essere così gravi da causareuna riduzione della vista.
I tipi di herpes all’occhio variano da un’infezione lieve ad un problema di salute dell’occhio più serio che si potrebbe tradurre in un trapianto di cornea o addirittura nella perdita della vista.


 

Morbo di Basedow – Graves

Occhi gonfi
Occhi gonfi

L’ipertiroidismo causato dal morbo di Basedow – Graves deriva da una tiroide iperattiva, è spesso associato a gonfiore delle palpebre e occhi sporgenti, oltre a vista doppia e palpebre cadenti (ptosi).
Il gonfiore è peggiore al mattino perché a letto manca la forza di gravità che sposta verso il basso il liquido degli occhi.
Dopo 5 minuti da quando il paziente si alza, il gonfiore e il fastidio agli occhi diminuiscono.


 

Sole e vento
Troppo sole può causare un eritema solare in viso che gonfia zigomi, naso, fronte e anche gli occhi.
Il vento può irritare gli occhi perché li secca e deposita della polvere e della sabbia sulla cornea.


 

Sintomi degli occhi gonfi
Ulteriori sintomi che possono essere presenti quando gli occhi sono gonfi o infiammati sono:
1. Fastidio
2. Vista offuscata
3. Rossore all’interno o intorno all’occhio

4. Perdite dall’occhio
5. Dolore agli occhi
6. Prurito o sensazione di bruciore agli occhi
7. Difficoltà nella vista, vista doppia
8. Sensazione di corpo estraneo nell’occhio


 

Diagnosi degli occhi gonfi

A volte il gonfiore è un effetto collaterale di un’altra malattia.
Se si effettua la terapia per la malattia sottostante, si può aiutare a curare gli occhi gonfi.
Qui ci sono alcune malattie che spesso causano gonfiore agli occhi:

  • Gravidanza,
  • Variazioni ormonali legati al ciclo mestruale,
  • Dermatite (pelle sensibile che si gonfia probabilmente per il contatto con sostanze irritanti),
  • Allergia,
  • Mononucleosi (gli occhi gonfi possono essere un sintomo precoce di infezione),
  • Farmaci (gonfiori o ritenzione idrica potrebbe essere un effetto collaterale di certi antibiotici),
  • Malattie gravi.


 

Rimedi naturali per gli occhi gonfi

Non sottovalutare l’acqua.
Lavare il viso con l’acqua fredda al risveglio per ridurre il gonfiore, poi bere un paio di bicchieri per idratare il corpo.
1. Rimuovere il trucco utilizzando tamponi di cotone e soluzioni struccanti per gli occhi.
Il trucco che finisce nei dotti lacrimali causa l’infiammazione ed eventualmente un’infezione finché non si toglie.

2. Immergere un pannetto o batuffoli di cotone in acqua fredda.
Applicare sul viso per 5-10 minuti.

3. Cucchiai
Due cucchiai da tè sono solo gli utensili giusti per aiutare temporaneamente gli occhi a ridurre il gonfiore.
Mettere 4 o 6 cucchiai nel frigo. Per sgonfiare i bulbi oculari si consiglia di sdraiarsi, chiudere gli occhi e mettere un cucchiaio (lato concavo verso il basso) su ogni occhio. Appena il cucchiaio si scalda, sostituirlo con uno freddo dal frigo.

4. Si può tenere una maschera gel o un impacco di ghiaccio nel congelatore. Applicare sugli occhi per 10 minuti.
Attenzione a non tenere mai il ghiaccio a contatto con la pelle perché provoca ustioni.
Il ghiaccio si deve avvolgere in un pannetto di lana.

5. Un rimedio naturale efficace consiste nell’applicare sugli occhi una bustina di camomilla fredda, menta, ginseng o tè nero perché rendono la pelle liscia e tirata.

6. Tenere la testa ad un livello più alto quando si dorme.
È normale avere gli occhi gonfi al risveglio.
Per ridurlo, si può provare a mettere un cuscino extra durante il sonno, così il liquido scende verso il cuore durante la notte.
Se si dorme sulla pancia, è meglio cambiare posizione e stare sulla schiena.
Se si dorme su un lato è possibile notare che l’occhio che sta in basso diventa più gonfio dell’altro poiché questa posizione permette al fluido di accumularsi in quella zona.
Un alternativa è alzare la parte del letto su cui si appoggia la testa mettendo due oggetti sotto i piedi del letto.

7. Inzuppare due fette di cetriolo o di patate in una tinozza di ghiaccio e metterla sopra agli occhi per 10 minuti.
Le sostanze astringenti naturali stringono la pelle intorno agli occhi.

8. Le farmacie vendono dei pannetti per gli occhi pretrattati che contengono sostanze antinfiammatorie.
Attaccare i cerotti sotto gli occhi e lasciarli per 15 minuti.

9. Conservare la crema per gli occhi in frigo e tamponare sopra e sotto le palpebre.

10. Spruzzare l’acqua di rose sul viso e sugli occhi per contrarre i muscoli dell’epidermide.


 

Dieta e alimentazione per gli occhi gonfi

Il sale, le patatine fritte, la pizza con i peperoni e altri alimenti molto salati e saporiti possono gonfiare gli occhi.
Per risolvere il problema degli occhi gonfi bisogna sciogliere 1/2 cucchiaino di sale in 1 litro di acqua tiepida. Immergere due batuffoli di cotone o dei cuscinetti facciali nella soluzione, poi sdraiarsi e applicare i cuscinetti alle palpebre.
Riposare in questa posizione per almeno dieci minuti mantenendo i cuscinetti sopra agli occhi. La mattina successiva al risveglio gli occhi dovrebbero essere sgonfi.

Fragola
Chi ha gli occhi gonfi potrebbe utilizzare le fragole per risolvere il problema in pochi minuti.
L’acido alfa-idrossi presente nelle fragole può rendere la pelle più liscia e giovane.
Allo stesso tempo può anche ridurre il gonfiore dell’occhio.

Per ridurre il gonfiore degli occhi, tenere le fragole in frigorifero per mezz’ora.
Successivamente bisogna rimuovere le punte delle fragole fredde e tagliarle a pezzetti spessi.
Dopo ci si sdraia e si posizionano le fette sugli occhi per alcuni minuti.
Una volta tolte le fragole, si noteranno dei miglioramenti.

Bere meno alcool
L’alcool porta alla ritenzione di liquidi in viso, inoltre può causare disidratazione.
Limitare l’assunzione di alcool a 1 o 2 bevande alla volta, 1 o 2 volte alla settimana.
Bere più di causerà il cedimento della pelle intorno agli occhi.