Muco dal naso

INDICE

Il muco dal naso non è sempre chiaro, può essere giallo, verde oppure potrebbe avere una colorazione rossastra, arancione o marroncina.
Cosa significano questi colori?

Il muco è una secrezione dalle mucose che può uscire dai seguenti organi:

  • Narici
  • Orecchie
  • Bocca
  • Zona genitale
  • Ano.

Lo scopo principale è quello di proteggere l’organismo da microrganismi nocivi.
Nelle donne, la consistenza del muco indica le fasi del ciclo mestruale e si usa per stabilire il periodo più fertile e più sterile durante il ciclo. È possibile rilevare un problema di salute guardando la tabella del colore del muco.


 

Colori del muco

La conoscenza del colore del muco è molto importante poiché si può utilizzare come uno strumento diagnostico. Dà indizi importanti su una malattia.

Muco chiaro o trasparente: il muco chiaro e acquoso (liquido) è considerato normale e sano. Questo mostra che i seni nasali sono sani e funzionano correttamente. A volte, quando una persona ha un naso gocciolante a causa di un’allergia o irritazione si producono grandi quantità di muco chiaro e gocciolante.

Muco bianco denso: il muco bianco o torbido indica una congestione o del muco bloccato. Quando il muco chiaro rimane intrappolato nei seni, diventa denso e asciutto. Quando il muco si asciuga, diventa di colore bianco o opaco.
A volte questo indica qualche problema gastrointestinale come quelli che si verificano dopo aver bevuto il latte.

Altre cause sono:

Muco verde: il muco verde rappresenta un tipo di infezione batterica grave che può contenere del pus. Di solito il muco verde indica un’infezione cronica dei seni.

Muco rosa/rosso: il muco rosso significa che è misto a sangue, a causa di alcune lesioni alla pelle all’interno del naso. Il muco rosa può essere il risultato di striature o tracce di sangue (una quantità minima) nel muco, ma indica anche dei disturbi dei bronchi (per esempio l’asma).

Muco marrone: il muco marrone può indicare del sangue essiccato rilasciato dal naso e dai seni, ma nella maggior parte dei casi è dovuto alla respirazione in un ambiente pieno di fumo, polvere o inquinamento atmosferico. Alcuni farmaci e la bronchite cronica possono provocare la produzione di muco marrone.

Muco nero: il muco nero è considerato grave ed è spesso dovuto ad infezioni fungine e alla muffa dei seni nasali.
I filamenti neri nel muco possono essere la conseguenza dell’inquinamento atmosferico, fumo di prodotti col tabacco e uso di cocaina o oppio.


 

Che cosa significa il muco giallo?

Spesso un cambiamento di colore nel muco dice che c’è qualche patologia sottostante e la presenza di microni (come batteri, virus o funghi). Ad esempio, quando si soffre di raffreddore, uno dei primi segni è un’abbondante perdita chiara e acquosa (naso che cola).
Ma dopo pochi giorni un raffreddore non curato può causare una secrezione nasale gialla o verdastra (infezione batterica).

Muco dal naso,rinite allergica

Spesso il muco giallo è il segno di un’invasione batterica e indica anche che il sistema immunitario sta combattendo contro i batteri. Spesso il muco giallo è anche denso. Di solito questo provoca un’ostruzione nasale e difficoltà respiratoria.

Cause del muco giallo
Quando si verifica un’infezione batterica, il muco diventa giallo e ci sono molte malattie che possono provocare questa situazione:

Infezioni virali: quando un virus invade il corpo, il sistema immunitario è troppo occupato ad eliminare il virus e diventa vulnerabile ad altre infezioni.
Il raffreddore o l’influenza non curati sono la causa più frequente di sinusite batterica, spesso causano anche la tosse.
In questo caso il muco può essere anche scuro (per esempio blu o nero), di cattivo odore e il paziente lo nota soprattutto la mattina.
Un ascesso dentale che drena il pus in un seno nasale può causare la formazione di muco maleodorante.
Allergie: quando si soffre di qualsiasi malattia allergica come un’allergia alimentare o la rinite allergica (raffreddore da fieno), si è predisposti alle infezioni (indicate dal muco giallo). L’infiammazione e la produzione eccessiva di muco dovute alle allergie creano un terreno fertile per i batteri.
In rari casi il muco dal naso provocato da un allergia è perenne o continuo.
Cibo: alcuni alimenti possono provocare dei cambiamenti nel colore del muco (coloranti artificiali o naturali che si trovano negli alimenti).
Farmaci: ci sono molti farmaci che possono cambiare il colore del muco normale in giallo.
Mal di gola: un mal di gola dovuto a un raffreddore/influenza (virus) o alle tonsille gonfie (si vede più frequentemente nei bambini) può predisporre una persona a un’infezione batterica e al muco giallo.
Infezioni delle vie respiratorie superiori: la bronchite, la polmonite ed altre infezioni respiratorie possono anche causare la produzione di muco giallo che indica un’infezione batterica.
Candida Albicans: un’infezione da lievito del naso e della gola può anche causare delle secrezioni gialle.
Polipi nasali: spesso una massa non-cancerosa (benigna) di un polipo nasale blocca il naso e i seni, creando uno terreno fertile per i batteri. Il muco giallo è presente come un segno di quell’infezione.


 

Muco dal nasoPerché produco così tanto muco?

Anche quando una persona è sana, il corpo è una macchina che produce circa 1-1,5 litri di muco ogni giorno, è più evidente di mattina, infatti spesso al risveglio bisogna soffiarsi il naso.
La maggior parte di questo muco scende giù per la gola senza che la persona se ne accorga.

Tuttavia, ci sono delle volte in cui si nota il muco – anche se la produzione di muco non aumenta, ma perché cambia la consistenza.
Alcune persone hanno un muco più spesso e appiccicoso di quello degli altri.

Generalmente la produzione di muco del corpo aumenta notevolmente a causa del raffreddore, allergia o contatto con qualcosa di irritante.
In gravidanza si può verificare un disturbo chiamato rinite gravidica a causa dell’aumento degli ormoni nel sangue (estrogeni e progesterone) che provocano un ingrossamento della mucosa nasale.


 

Come ridurre le secrezioni nasali

In generale, si dovrebbe essere in grado di ridurre le secrezioni nasali a casa.

Diluire il muco
Il muco deve essere sottile, non appiccicoso o spesso.
Il muco denso e appiccicoso può causare dei problemi di respirazione e potrebbe aumentare il rischio di alcune complicazioni, come le infezioni dell’orecchio (otite media o esterna).
Un modo per diluire il muco è bere molti liquidi.
Si può anche utilizzare uno spray nasale salino o accendere un umidificatore per aggiungere dell’acqua all’aria.
Non utilizzare uno spray decongestionante nasale per più di tre giorni di fila, a meno che il medico non abbia detto di fare così.

Antistaminici
Gli antistaminici sono dei farmaci che prevengono i sintomi delle allergie. Alcuni antistaminici possono causare una forte sonnolenza. Quando si prendono questi medicinali, controllare sempre l’etichetta riguardo alle raccomandazioni sull’impiego di macchinari pesanti o l’esecuzione di altre attività.
Gli antistaminici possono anche reagire con altri farmaci.
Prima di prendere gli antistaminici bisogna parlare col medico, soprattutto quando si prendono già dei miorilassanti, sonniferi o sedativi.


 

Rimedi naturali per il muco dal naso

Tè allo zenzero
Lo zenzero si usa per insaporire molte ricette.
Ma è anche un antinfiammatorio naturale ottimo per curare molti disturbi.
Ha proprietà antibiotiche che aiutano ad eliminare le infezioni. Il tè allo zenzero è un rimedio alle erbe per il naso chiuso, si consiglia anche di inalare il vapore.

Affrontare il raffreddore e l’influenza
Se un raffreddore o un’influenza causano la secrezione nasale, non ci sono molte terapie disponibili.
Bisognerebbe riposare molto e bere tanta acqua.
Se i sintomi influenzali sono gravi, il medico potrebbe prescrivere un farmaco antivirale.
Questo può ridurre il tempo necessario per la guarigione.

Doccia bollente
Questo è un rimedio immediato. Fare una doccia bollente e continuare ad inalare il vapore caldo fino a quando si sta meglio.
Questo non solo libera il naso, ma calma anche i nervi e rilassa la persona.
Questo rimedio è particolarmente efficace quando si effettua prima di andare a letto. Nel caso si abbia la febbre, evitare questo rimedio.


 

Muco dal naso in un neonato

È complicato soffiare il naso ad un neonato, in questo caso, se c’è una congestione nasale importante si può fare l’aspirazione con un aspiratore.

Olio di eucalipto
Quando si è sul posto di lavoro o si è fuori di casa e si ha un naso chiuso, si può spruzzare qualche goccia di olio di eucalipto su un fazzoletto.
Ogni volta che si sente il naso intasato, si consiglia di annusare il fazzoletto per avere un sollievo immediato dalla congestione.

È possibile aggiungere qualche goccia di olio di eucalipto sulla federa del cuscino. L’odore aiuta a liberare il naso ostruito durante il sonno.
Si può utilizzare anche l’olio di lavanda e il Tea Tree Oil, ma quello di eucalipto è il migliore.


 

Rimedi omeopatici per il muco dal naso

L’omeopatia considera tutti i sintomi della malattia prima della prescrizione di un farmaco.
Un rimedio omeopatico per il naso chiuso è abbastanza benefico.
Quando si ha una perdita di muco giallo e denso, si può prendere la pulsatilla.
Bisogna scaldare la lozione di pulsatilla, riempire una siringa e versare la lozione nel naso.
Si può ripetere l’assunzione della pulsatilla per 4-5 volte al giorno.


 

Prevenire le secrezioni nasali

Purtroppo non si possono prevenire tutte le secrezioni nasali.
Tuttavia è possibile prevenire le malattie che causano una secrezione nasale eccessiva.
Per evitare le secrezioni nasali come conseguenza del raffreddore o dell’influenza, lavare spesso le mani affinché siano prive di germi e batteri.

Utilizzare un fazzoletto quando si soffia il naso e buttare immediatamente i fazzoletti usati.
Bisognerebbe lavare le mani dopo aver soffiato il naso.
Per essere protetti efficacemente contro l’influenza il medico consiglia il vaccino antinfluenzale ogni anno.

Se le allergie sono la causa della secrezione, si dovrebbero evitare i materiali che causano i sintomi.
Tenere un diario quotidiano delle attività che si svolgono potrebbe essere utile per identificare gli allergeni.
Evitare il fumo. Questo può aiutare a mantenere le vie nasali libere da irritazioni e infiammazioni.