Linfonodi ingrossati

Cosa sono i linfonodi ingrossati?

Il linfonodo ingrossato si verifica quando una ghiandola linfatica diventa gonfia e infiammata.
 

INDICE

 
I linfonodi sono delle piccole masse a forma di fagiolo:

  • Costituite da tessuto linfatico,
  • Rivestite da tessuto connettivo.

Il sistema linfatico si diffonde in tutto l’organismo, quindi i linfonodi sono localizzati ovunque nel corpo:

  • Collo,
  • Zona addominale,
  • Ascelle,
  • Torace,
  • Inguine,
  • Ginocchio.

Sono più abbondanti:

  • Dietro la clavicola,
  • Nelle ascelle,
  • Nella regione inguinale.

A volte, i linfonodi ingrossati durano pochi giorni, ma possono durare anche per mesi o anni in base alla patologia di cui si soffre.
Il medico specialista che se ne occupa è l’endocrinologo, ma dopo aver individuato una causa bisogna rivolgersi al medico che si occupa di quella malattia.

 

Cause dei linfonodi ingrossati


I linfonodi normali hanno le dimensioni di un pisello e si sentono sotto alla pelle soprattutto quando diventano grandi come biglie o di più.

Di solito, una semplice infezione (generalmente virale) come il raffreddore può causare i linfonodi ingrossati.
Tuttavia, anche le infezioni batteriche e parassitarie possono causare un gonfiore ai linfonodi.

Le infezioni che si verificano frequentemente nei bambini e negli adolescenti sono:

Altri tipi di infezione:

Malattie del sistema immunitario:

  • Infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV) che provoca l’AIDS;
  • L’artrite reumatoide è una malattia autoimmune cronica che colpisce i tessuti sinoviali delle articolazioni;
  • Il lupus è una malattia infiammatoria cronica che colpisce:
    • I polmoni,
    • Il cuore,
    • Le cellule del sangue,
    • I reni,
    • La pelle,
    • Le articolazioni.

Diversi tipi di tumore:

  • La leucemia è un tumore maligno che origina nel midollo osseo e colpisce le cellule del sangue: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine;
  • Il linfoma è un tumore del tessuto linfatico;
  • Metastasi di altri tumori, in particolare:

Cause rare

  • L’utilizzo di farmaci come la fenitoina prescritta per alcuni tipi di convulsioni (epilessia),
  • Il vaccino contro alcune malattie come la malaria,
  • La sarcoidosi è una malattia cronica che provoca la formazione di noduli:
    • Nelle ghiandole linfatiche e salivari,
    • Nei polmoni,
    • Nel fegato,
  • La malattia di Kawasaki,
  • Le malattie da accumulo:
    • Malattia di Gaucher
    • Malattia di Niemann-Pick
    • Malattia di Tangier

In generale, l’ingrossamento delle ghiandole linfatiche causato dalle infezioni si sviluppa più velocemente rispetto a quello causato dai tumori come la leucemia e il linfoma.
Lo stress e l’ansia non causano i linfonodi gonfi e infiammati.

 

Sintomi che accompagnano i linfonodi ingrossati

Solitamente, quando si palpano i linfonodi ingrossati si può sentire:

  • Dolore,
  • Intorpidimento.

Altri segni che si possono manifestare sono:

  • Segni d’infezione alle vie respiratorie superiori come:
  • Ingrossamento delle ghiandole linfatiche in tutto il corpo che indica:
    • Un’infezione come la mononucleosi ,
    • AIDS,
    • Disturbi del sistema immunitario come l’artrite reumatoide o il lupus.
  • Pelle rossa sopra i linfonodi.
  • Gonfiore degli arti (per esempio le gambe) che indica un blocco del sistema linfatico a causa di un linfonodo ingrossato. Questo si verifica troppo in profondità sotto alla pelle per essere sentito.
  • Rapida crescita dei linfonodi che diventano fissi e induriti, può essere un segno di tumore.

 

Cause dei linfonodi inguinali ingrossati

I linfonodi pelvici si possono gonfiare o ingrossare soprattutto a causa di lesioni e infezioni. I vari fattori che possono provocare i linfonodi ingrossati sono elencati di seguito.

Infezioni. le cause più frequenti del gonfiore ai linfonodi inguinali sono le infezioni:

  • Batteriche,
  • Virali,
  • Fungine,
  • Parassitarie.

Sono localizzate soprattutto:

  • All’inguine,
  • Ai genitali,
  • Ai piedi,
  • Alle gambe.

Infezioni sessualmente trasmissibili. Le malattie sessualmente trasmissibili possono provocare un rigonfiamento dei linfonodi e fanno male.
Tra le più comuni ci sono:

Lesioni. Le ferite e i traumi alle gambe, alla zona inguinale o al piede possono colpire i linfonodi.

Tumore. Un tumore al sistema linfatico è chiamato linfoma e può interessare i linfonodi nell’inguine.
Se i linfociti subiscono alcune alterazioni maligne e iniziano a moltiplicarsi rapidamente possono generare dei tumori maligni che ingrandiscono i linfonodi.
Tutti i tipi di tumore maligni possono metastatizzare ai linfonodi, i più frequenti sono il:

Idrocele. Gli idroceli sono delle sacche piene di liquido presenti nello scroto. Si sviluppano frequentemente nei neonati, quando il tubo da cui discendono i testicoli verso lo scroto non si chiude. Questo porta al drenaggio del liquido dall’addome allo scroto che provoca gonfiore anche ai linfonodi.

Ernia inguinale. L’ernia inguinale è una protuberanza del tessuto molle dell’intestino attraverso una parte debole nella parete addominale. Oltre al gonfiore nei linfonodi, i sintomi frequenti possono essere:

  • Inguine gonfio,
  • Una sensazione di bruciore,
  • Dolori al basso ventre,
  • Debolezza e pressione nella parte interessata.

 

Cause dei linfonodi dell’orecchio ingrossati

Il gonfiore dei linfonodi dietro all’orecchio può essere associato a un’infezione:

  • Agli occhi,
  • Alle vie respiratorie superiori,
  • Al cuoio capelluto.

Le infezioni all’orecchio possono essere un’altra causa di linfonodi ingrossati nella regione intorno alle orecchie e al collo. A volte, anche una lesione ai linfonodi può provocare un gonfiore.

I linfonodi si possono gonfiare a causa di malattie come:

Questi disturbi possono causare molti linfonodi gonfi, più frequentemente quelli:

  • Laterocervicali (su entrambi i lati del collo),
  • Sotto la mandibola,
  • Dietro le orecchie.

La rosolia è causata dal rubeovirus ed è caratterizzata dalla produzione di un eritema rosso o rosa che appare sul viso e poi si diffonde:

  • Al petto,
  • Alle braccia,
  • Alle gambe.

Oltre alle macchie sulla pelle, questa infezione virale può causare lo sviluppo dei linfonodi gonfi e dolenti:

  • Dietro alle orecchie,
  • Sulla parte posteriore del collo,
  • Alla base del cranio.

 


Cause dei linfonodi occipitali ingrossati (dietro la nuca)

Le ghiandole linfatiche occipitali o linfonodi (1-3 di numero) sono una parte del sistema linfatico. Questo sistema funziona come unità di sostegno del sistema immunitario.

Il gonfiore si verifica raramente a causa del cancro.

possono essere responsabili del gonfiore:

In questi casi si dovrebbe controllare la dimensione del linfonodo.
È molto importante stabilire se è più grande di un pollice e se sta ancora crescendo. Si dovrebbe parlare con un medico se il gonfiore dura più di un mese ed è accompagnato da:

 

Linfonodi ingrossati
Linfonodi ingrossati

Linfoma

  • Le cellule B, le cellule T e NK sono i tipi di cellule linfatiche o linfociti presenti nel corpo umano.
  • Queste cellule hanno un ruolo di protezione del corpo contro gli agenti patogeni: virus, batteri ecc.
  • I linfociti B producono gli anticorpi che si attaccano ai microorganismi e alle cellule anomale.
  • Questa unione porta all’esposizione in superficie di antigeni che permettono il riconoscimento da parte dei linfociti T, i quali eliminano il complesso anticorpo + microrganismo.
  • Il linfoma è un tumore delle cellule linfatiche. Si verifica quando i linfociti B, Te NK  iniziano a dividersi (proliferare) in maniera incontrollata.
  • Queste cellule invadono:
    • I linfonodi occipitali
    • Gli altri organi del corpo che formano il sistema linfatico  (milza, timo, midollo osseo),
  • I linfociti si accumulano e generano una massa tumorale.
  • Le cellule cancerose metastatizzano raramente da questi linfonodi ad altri organi del corpo.
    Tuttavia, si possono spostare dal linfonodo occipitale anormale a uno dei due linfonodi rimanenti.

 

Cause di ingrossamento dei linfonodi sottomandibolari

Infezioni più frequenti:

Queste infezioni possono provocare un gonfiore nelle ghiandole vicino alla mascella.

Altre infezioni frequenti:

Disturbi del sistema immunitario:

  • L’artrite reumatoide,
  • L’AIDS,
  • Il lupus che colpisce i polmoni, cuore, reni, pelle, articolazioni, ecc.,
  • La leucemia,
  • Il linfoma,
  • Tumore alla tiroide, altri tipi di tumore possono provocare un gonfiore ai linfonodi nel collo.

Effetti collaterali: il mal di gola e l’ingrossamento delle ghiandole sotto alla mascella possono essere la conseguenza degli effetti collaterali di alcuni farmaci come:

Gozzo: il gozzo alla tiroide è causato da una carenza di iodio e può provocare la tiroide gonfia in gola.
Il gonfiore è abbastanza evidente e la malattia si può diagnosticare facilmente.

Altre malatie: le cause del gonfiore ai linfonodi possono essere:

  • L’ipertiroidismo,
  • Le malattie metaboliche,
  • L’allergia,
  • Un tumore,
  • Un’infezione alla bocca, testa o collo.

 


Linfonodi ascellari gonfi

I linfonodi ingrossati si possono verificare sotto l’ascella a causa di:

  • Lesioni o ferite infette:
    • Del braccio,
    • Della mano,
    • Del petto
  • Infezioni batteriche,
  • Infezione da Citomegalovirus,
  • Vaccinazioni contro il vaiolo e anti-TBC
  • Tubercolosi,
  • Metastasi del carcinoma alla mammella.

 

Linfonodi gonfi nel bambino

Le cause più frequenti dei linfonodi ingrossati nei bambini sono:

  • Malattie virali come la varicella, la parotite e il morbillo;
  • Mal di gola causato da un’infezione batterica;
  • Reazione allergica;
  • Infezioni all’interno dell’orecchio;
  • Infezione dentale;
  • Mononucleosi;
  • Effetti collaterali di certi farmaci e vaccinazioni.

 

 

Diagnosi dei linfonodi ingrossati

Visita medica
Il medico effettua la palpazione della zona interessata e verifica che:

  • Il gonfiore ai linfonodi superficiali è visibile come una massa nella regione interessata.
  • I linfonodi sono dolenti al tatto. Solitamente, sono morbidi e si spostano facilmente.
  • La pelle nella regione dei linfonodi ingrossati si può gonfiare, arrossare ed essere calda al tatto.

Se il medico lo ritiene necessario può prescrivere ulteriori esami per escludere altre formazioni come:

  • Cisti sebacea,
  • Lipoma.

Esami di laboratorio

Esami strumentali per immagini

 


Quando preoccuparsi?

In alcuni casi un linfonodo può essere:

  • Gonfio per almeno 2 settimane,
  • Duro al tatto,
  • Non dolente.

In questi casi serve un’ulteriore valutazione medica perché può essere provocato dal cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code