Lacrimazione eccessiva

INDICE

Lacrimazione eccessiva agli occhi significa avere troppe lacrime che scendono dagli occhi.
Le lacrime aiutano a mantenere umida la superficie dell’occhio, inoltre portano via le particelle e i corpi estranei dell’occhio.
La lacrimazione agli occhi si può verificare a qualsiasi età, ma è più frequente nei bambini piccoli e nelle persone con più di 60 anni.

Si può verificare in uno o entrambi gli occhi.


 

Da dove proviene il fluido degli occhi?

La lacrimazione è una funzione del film lacrimale ed è una componente necessaria per la salute dell’occhio.
I fluidi nell’occhio sono costituiti principalmente da muco sottile e acquoso prodotto dalla congiuntiva e dalle ghiandole di Meibomio.
Il liquido prodotto aiuta a lubrificare gli occhi quando si battono le ciglia.


 

Quali sono le cause della lacrimazione eccessiva?

  • Le emozioni possono far piangere;
  • Tutto ciò che irrita l’occhio può causare eccessiva lacrimazione, è un riflesso protettivo per portare via dall’occhio le sostanze irritanti come: cipolla, fumo, peperoncino;
  • Un pezzo di sporcizia o sabbia che rimane incastrato nell’occhio;
  • Le ciglia che crescono verso l’interno dell’occhio possono causare irritazione. Questo disturbo si chiama entropion;
  • Alterazioni del film lacrimale, ad esempio, il contenuto di lipidi (grassi) nelle lacrime può essere alterato.
    La conseguenza è che il film lacrimale potrebbe non essere in grado di spargersi uniformemente sulla parte anteriore dell’occhio.
  • L’abrasione corneale è una lesione sulla superficie della cornea (la struttura trasparente a forma di cupola nella parte anteriore dell’occhio);
  • La congiuntivite è un’infiammazione dello strato trasparente che ricopre la sclera (il bianco dell’occhio) e le palpebre causando occhi rossi e dolore.
    Le perdite causate dalla congiuntivite virale sono chiare e acquose, ma possono contenere del muco giallo chiaro o bianco.
    Le lacrime da congiuntivite batterica sono più dense e simili al pus (purulente), di solito hanno un colore giallo, verde o grigio.
  • Le perdite degli occhi provocate dalla congiuntivite allergica sono acquose.
  • La blefarite è un disturbo cronico delle palpebre caratterizzato dall’infiammazione dei follicoli delle ciglia.
    La conseguenza è una produzione anomala di sebo dalle ghiandole di Meibomio sul bordo interno delle palpebre.
    I sintomi dell’infiammazione delle ghiandole di Meibonio sono lacrime schiumose, croste sulle palpebre, perdite di pus giallo o verde, dolore agli occhi e irritazione.
    La blefarite può provocare una lacrimazione intensa al mattino.
  • L’irite è l’infiammazione dell’iride, la parte colorata dell’occhio che circonda la pupilla.
  • Un difetto nel drenaggio delle lacrime. Le lacrime possono essere bloccate invece che essere riassorbite.
  • La causa più frequente di lacrimazione abbondante negli adulti è un blocco nel dotto lacrimale.
    Questo si verifica probabilmente per una lieve infiammazione persistente.
    In caso di ostruzione del dotto lacrimale non c’è solo lacrimazione degli occhi, ma le lacrime stagnanti all’interno del dotto si possono infettare.
    Se il sacco lacrimale è infettato provoca delle lacrime appiccicose sull’occhio.
    A volte il dotto lacrimale non è completamente bloccato, ma è troppo stretto per drenare tutte le lacrime.
  • Alcuni bambini nascono con un dotto lacrimale che non è completamente aperto. Questo problema è frequente e di solito si risolve entro poche settimane senza terapie perché i dotti si aprono completamente.

Cause più rare
Raramente può esserci un’ostruzione all’interno dei canalicoli o all’ingresso canaliculi nell’angolo interno dell’occhio. Ciò può essere causato da un’infiammazione o fibrosi.
Raramente, un polipo nel naso può bloccare le lacrime dall’uscita dei dotti lacrimali.
Le malattie tiroidee sono cause rare di lacrimazione.


 

Tipi di lacrime (o perdite) degli occhi

Lacrime dense verdi o grigie
Le perdite verdi o grigie negli occhi possono rappresentare un’infezione oculare causata da batteri. La congiuntivite batterica può causare il blocco della palpebra al risveglio.


Perdite di muco giallo
Le lacrime giallastre con un piccolo nodulo sulla palpebra possono essere causate da un orzaiolo.
Le ghiandole della palpebra si possono infettare e perdere muco.

Lacrime acquose e purulente
La dacriocistite è un’infezione del sistema di drenaggio nasolacrimale che provoca la formazione di una palla di muco bianco o giallo.
Chi soffre di dacriocistite avverte dolore in viso, arrossamento e gonfiore intorno alla palpebra vicino al naso.
Si possono notare anche delle perdite che escono da un buco piccolo nella palpebra.
Questa malattia può diventare grave se non si prendono subito gli antibiotici.

Lacrime bianche
Le lacrime bianche possono essere causate dalla congiuntivite allergica.
Le allergie all’occhio possono dare molto fastidio.

Lacrime acquose con muco
Un eccesso di lacrime acquose mescolate con una piccola quantità di muco possono essere causate da un virus.
La congiuntivite virale causa diversi sintomi tra cui il gonfiore della palpebra, vista appannata, occhi rossi e una sensazione di corpo estraneo.


 

Lacrimazione eccessiva
Lacrimazione eccessiva

Sintomi di lacrimazione agli occhi

Il sintomo principale della lacrimazione agli occhi è la produzione di lacrime senza che ci sia una causa.
Gli occhi possono lacrimare di più quando si rimane all’esterno, soprattutto se c’è vento o freddo.

Tra gli altri sintomi si trovano:
1. Muco, croste o una sensazione appiccicosa negli occhi;
2. Dolore o gonfiore all’angolo interno dell’occhio vicino al naso;
3. Bordi delle palpebre rossi e dolorosi.


 

Diagnosi dell’eccessiva lacrimazione

Un dotto lacrimale ostruito è diagnosticato con una serie di esami, tra cui:

  1. Esame fisico – compresa la storia clinica.
  2. Esame oftalmico – per verificare altre possibili cause.
  3. Un test per verificare il drenaggio delle lacrime – ad esempio, si versa un fluido speciale nell’apertura del condotto lacrimale colpito.
  4. Radiografia o TAC – nella zona del dotto lacrimale.


 

Terapia per la lacrimazione eccessiva

Il tipo di trattamento da effettuare dipende dalla causa della lacrimazione.
Se i sintomi sono lievi, potrebbe non essere necessario alcun trattamento.
I bambini che nascono con condotti lacrimali ostruiti non hanno bisogno di terapie.

► In caso di allergie, gli antistaminici possono aiutare.
Il test di Schirmer è molto utile per determinare la qualità e la quantità di lacrime.
Per quanto riguarda il trattamento degli occhi asciutti per insufficiente lacrimazione, l’uso di lubrificanti o lenti a contatto speciali potrebbe aiutare.
Chi ha gli occhi secchi dovrebbe proteggere gli occhi in condizioni atmosferiche con poca umidità.
L’esposizione al sole e al vento può aggravare i sintomi.

► Le infezioni come congiuntivite e blefarite possono essere trattate con gli antibiotici. Gli impacchi caldi potrebbero aiutare e dare sollievo.


 

lacrimazione eccessiva,ghiandole lacrimali,occhio

Dotti ostruiti nei Bambini

La maggior parte dei casi di dotti lacrimali ostruiti si risolve nei primi mesi di vita del neonato, ma ai primi segni di un dotto lacrimale ostruito bisogna andare dall’oculista per escludere un problema più serio.

► In caso di canale lacrimale parzialmente bloccato, l’oculista può inserire un endoscopio per allargare il canale.
A volte, un piccolo intervento chirurgico potrebbe essere necessario per aprire il blocco in modo da facilitare il corretto drenaggio delle lacrime.

► A volte il chirurgo inserisce uno stent per dilatare il dotto lacrimale.
Si inserisce un piccolo palloncino e si gonfia all’interno del condotto lacrimale per risolvere il blocco.

► L’operazione chirurgica può essere effettuata per correggere le anomalie della palpebra come l’ectropion (rivolta verso l’esterno) o l’entropion (rivolta verso l’interno).


 

Rimedi naturali per la lacrimazione eccessiva

L’area intorno all’occhio e alle palpebre dev’essere pulita e senza croste.
Se si posiziona un impacco caldo sulla palpebra per pochi minuti, si possono alleviare i sintomi.
Immergere un asciugamano in acqua calda (non bollente) per fare l’impacco. Un impacco freddo contribuirà a ridurre il gonfiore nelle palpebre.

Se la lacrimazione degli occhi è dovuta all’esposizione a sostanze irritanti ambientali come fumo, polvere o sostanze chimiche, si può curare facilmente con delle lacrime artificiali.
Si consiglia di indossare gli occhiali da sole prima di uscire all’aperto, soprattutto se c’è molto vento e sole.


 

Operazione chirurgica per la lacrimazione eccessiva

Se i dotti lacrimali sono bloccati e le altre terapie non funzionano, l’oculista può effettuare un intervento per sbloccare i canali lacrimali e allargare il dotto lacrimale che termina nel naso.
L’operazione è denominata una dacriocistorinostomia o DCR.
Questo intervento si può effettuare in anestesia locale o generale.

Potrebbe essere necessaria una radiografia speciale dei dotti lacrimali prima dell’intervento per stabilire dove si trova esattamente il blocco.