Gola infiammata

Cosa significa la gola infiammata?
La gola infiammata è un disturbo che provoca dolore, prurito o irritazione alla gola. La persona può avere difficoltà a deglutire il cibo e i liquidi.
Nella maggior parte dei casi il dolore peggiora quando si prova a ingoiare.

Il dolore alla gola è il sintomo principale del mal di gola.

Il mal di gola si verifica nelle persone di ogni età; il rischio di avere la malattia è maggiore nei bambini, nei fumatori, e nelle persone con un sistema immunitario compromesso.

Gola infiammata

Cause della gola infiammata

Spesso il mal di gola è un sintomo di un’infezione batterica o virale, come del raffreddore.
I tipi di batteri e virus che possono causare la gola infiammata più frequentemente sono i seguenti:

  • Rinovirus, coronavirus e virus parainfluenzali (normalmente causano il raffreddore). Questi agenti patogeni sono responsabili del 25% di tutti i mal di gola
  • Streptococco. Lo streptococco del gruppo A causa il 10% dei casi di gola infiammata negli adulti e quasi il 33% nei bambini; anche i gruppi C e G si possono provocare una gola infiammatissima.

Altri batteri e virus sono responsabili del 5% dei mal di gola.
Essi sono i seguenti:

  • Virus dell’influenza A e B
  • Adenovirus (può causare congiuntivite, un’infezione nell’occhio)
  • Herpes virus simplex tipo 1 (causa herpes labiale)
  • Virus Epstein – Barr (causa febbre ghiandolare)
  • Ci sono molti altri, più rari, batteri e virus che sono ciascuna responsabile di meno dell’1% di mal di gola.

Funghi
Alcuni casi di faringite sono causati da infezione da fungo come la Candida e provocano il mughetto in bocca.

Quando si ha un’infezione si possono sviluppare due tipi di gola infiammata:

 

Cause non-infettive di gola infiammata

Il mal di gola può avere cause non infettive:

  • Irritazione causata dal fumo di sigaretta o dall’alcool, la gola infiammata può durare per mesi o per sempre (finché non si smette)
  • Irritazione da sondino naso-gastrico (passato dal naso e nello stomaco per dare alimenti liquidi quando non si possono mangiare cibi solidi)
  • Anche dopo il vomito, la gola può rimanere irritata e infiammata.
  • Sindrome di Stevens-Johnson: una grave reazione acuta da ipersensibilità ad un farmaco, un vaccino, un’infezione virale o batterica
  • Malattia di Kawasaki: una malattia rara che si verifica nei bimbi con meno di 5 anni di età
  • Allergie, come la febbre da fieno (una reazione allergica a pollini o spore)
  • Alcune malattie del sangue: la leucemia (cancro del midollo osseo) o l’anemia aplastica (il midollo osseo non produce abbastanza globuli), mucosite orale (infiammazione dello strato del tessuto che riveste la bocca), radioterapia e chemioterapia (trattamenti contro il cancro)
  • Una gola infiammata che dura più di una settimana è spesso causata da sostanze irritanti o da una lesione:
  • Irritazione della gola per l’umidità, fumo, inquinamento atmosferico e uso eccessivo della voce.
  • Respirare con la bocca quando si ha il naso chiuso o un’allergia .
  • Reflusso gastroesofageo: patologia che provoca la risalita dei succhi gastrici lungo l’esofago verso la bocca. Sebbene il reflusso si verifica spesso con bruciore di stomaco, un sapore acido in bocca, o la tosse, a volte un mal di gola è l’unico sintomo.
  • Sindrome da stanchezza cronica, un disturbo che causa stanchezza estrema.

 

Gola infiammata persistente

Un mal di gola persistente (che dura tre o quattro settimane) può essere il sintomo di una patologia più grave:

Febbre ghiandolare
Da 15 a 25 anni si può avere la febbre ghiandolare. La patologia è nota anche come mononucleosi infettiva. Questa infezione virale causa dei sintomi che possono durare fino a sei settimane.

Cancro
Un mal di gola cronico può essere un sintomo di alcuni tipi di cancro, come il tumore alla gola. Questo tipo di cancro è raro e si verifica nelle persone con più di 50 anni.

 

Quali sono i sintomi della gola infiammata?

I sintomi del mal di gola sono diversi e variano a seconda della patologia che la provoca.

Oltre al dolore alla gola e all’ugola, l’infiammazione può causare:

  • Difficoltà a deglutire (raramente difficoltà a respirare), se i neonati hanno la gola infiammata smettono di bere il latte. Dato che il neonato non parla, per capire che sintomi ha bisogna osservare la gola e premere sulle parti del corpo che possono provocare dolore, per esempio il collo.
  • Gola irritata, secca o dolorante
  • Gola rossa con placche bianche
  • Linfonodi ingrossati (ghiandole del collo gonfie)
  • Febbre
  • Brividi
  • Perdita di appetito
  • Nausea
  • Malessere generale

 

 

Cosa fare per l’infiammazione alla gola? La terapia

Il trattamento per il mal di gola dipende dalla causa che provoca la patologia.

Cosa prendere? La terapia farmacologica per la gola infiammata

Antinfiammatori
Uno dei trattamenti più efficaci per la gola infiammata sono i FANS da banco (antinfiammatori non steroidei), per esempio il ketoprofene (Oki).
Queste medicine agiscono come antidolorifici e antinfiammatori.

Medicinali antidolorifici
Il mal di gola si cura con antidolorifici da banco, come il paracetamolo (tachipirina). Questi principi attivi riducono la temperatura corporea (febbre).

Si consiglia di non prendere l’aspirina, il Vivin C o l’ibuprofene quando si ha:

I bambini con meno di 16 anni non devono mai prendere l’aspirina.

Farmaci,antibiotico,mal di golaSe il mal di gola non passa dopo una settimana, il medico può prescrivere dei farmaci cortisonici in pastiglia (per esempio il bentelan), mentre l’aerosol non è indicato perché agisce soprattutto sulle basse vie respiratorie (per la polmonite, bronchite, tracheite, ecc).

Antibiotico
L’antibiotico non si consiglia per curare il mal di gola.
Tra i più prescritti c’è l’amoxicillina (Augmentin, Zimox)
La maggior parte delle volte, la gola infiammata non è causata da batteri.
Quando il mal di gola è provocato da virus, gli antibiotici non sono efficaci.

Tonsillectomia
La tonsillectomia è un’operazione chirurgica per rimuovere le tonsille.
Quando un bambino ha frequenti infezioni delle tonsille si può eseguire una tonsillectomia.

 

Rimedi naturali per la gola infiammata

Indipendentemente dalla causa, quando si sente male alla gola è meglio un prodotto o una cura naturale rispetto ad un farmaco, soprattutto in gravidanza e allattamento.
Alcuni dei migliori trattamenti sono rimedi casalinghi.

Caramelle e spray
Sciogliere una caramella in bocca aumenta la produzione di saliva e mantiene la gola umida. Esistono diverse varietà ma le migliori sono le caramelle dure. Per avere maggior beneficio, le caramelle a base di mentolo o eucalipto sono più efficaci.

Gli spray da banco hanno un effetto simile alle caramelle. Essi non curano il mal di gola ma alleviano il dolore temporaneamente. Generalmente uno dei principi attivi è il fenolo, un antisettico locale che ha proprietà antibatteriche.

Sciroppo per la tosse
Lo sciroppo per la tosse da banco può alleviare i sintomi.
Lo sciroppo di lumaca ha un’azione lenitiva sulla gola, scioglie il catarro e può ridurre il dolore.

Marshmallow
La linfa dalla pianta marshmallow si usa da centinaia di anni (sotto forma di té) per curare tosse, raffreddore e mal di gola.
Anche le caramelle gommose marshmallow si possono mangiare e hanno un lieve effetto lenitivo per la gola infiammata.

 

Rimedi casalinghi per la gola infiammata

• Il miele è una buona cura naturale contro il mal di gola. Ha proprietà antibatteriche e accelera la guarigione. Il miele agisce come un ipertonico osmotico (estrae l’acqua fuori dal tessuto infiammato). Ciò riduce il gonfiore e il dolore. Si devono aggiungere diversi cucchiaini in una tazza di acqua calda o in una tisana.
• Tra i rimedi della nonna, la limonata calda con miele può alleviare il dolore. Unire il succo di un limone con dell’acqua calda.
• La propoli è una sostanza creata dalle api che serve come antibiotico naturale, si trova sotto forma di liquido o di spray.
• L’olmo contiene delle mucillagini che rivestono la gola e alleviano il dolore. Far riposare 1 cucchiaino di corteccia interna in 2 tazze di acqua bollenti e bere l’estratto.
• Prendere la vitamina C tre volte al giorno. Se la gola infiammata è causata da un raffreddore, l’influenza o dallo streptococco, la vitamina C aiuta il sistema immunitario a combattere le infezioni. Ridurre la dose quando si sviluppa la diarrea, mangiare molte arance e mandarini è meglio che assumere un integratore.
• Echinacea. Le proprietà antibatteriche e antivirali di questa erba accelerano la guarigione.
• L’aglio essiccato ha proprietà antibatteriche e antisettiche.
• Evitare il peperoncino che può peggiorare l’irritazione alla gola.
• Barretta di zinco. In uno studio recentemente pubblicato, i pazienti che hanno mangiato una barretta contenente 13 milligrammi di zinco ogni due ore sono guariti dal mal di gola virale tre\quattro giorni più velocemente. Non tutti sanno che prendere troppo zinco può compromettere il sistema immunitario. Si consiglia di non assumere le pastiglie per lunghi periodi.

Gola,faringe,laringe,epiglottide• Per avere un sollievo rapido dalla gola infiammata si consigliano dei gargarismi con acqua salata. Il sale agisce come un antisettico e la soluzione è ipertonica (quindi estrae l’acqua dalle mucose della gola e riduce l’infiammazione) e aiuta ad eliminare il catarro. Sciogliere un cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida, eseguire i gargarismi e sputare. Ripetere fino a quattro volte al giorno.
• In alternativa, fare i gargarismi con una soluzione a base di bicarbonato di sodio. Sciogliere un cucchiaino di bicarbonato di sodio in un bicchiere di acqua tiepida.
• Aumentare l’umidità nella camera da letto. L’aggiunta di vapore acqueo nell’aria aiuta a mantenere l’aria umida e a impedire che la mucosa della gola diventi troppo secca. Chi non possiede un umidificatore può posizionare una ciotola d’acqua sul termosifone ogni notte.
Smettere di fumare. Il fumo di sigaretta è molto irritante per la mucosa orale. Respirare col naso, piuttosto che con la bocca. Tra i metodi naturali, respirare dal naso è un modo per umidificare l’aria che si respira.
• Cambiare lo spazzolino da denti. I batteri si depositano sulle setole e quando si feriscono le gengive possono infettare.
• Rinforzare il sistema immunitario durante la stagione fredda con delle vitamine. Integrare la dieta con vitamine C ed E, minerali, zinco e magnesio. In cucinare usare aglio, zenzero e cipolla: questi cibi rinforzano il sistema immunitario.

 

Meglio il caldo o il freddo per la gola infiammata?

L’infiammazione acuta si può ridurre con il freddo per evitare il peggioramento del gonfiore, ma quando la gola è già gonfia e infiammata il freddo non serve.
Il gelato o una bevanda fredda possono dare sollievo momentaneo, ma non favoriscono la guarigione.
Quando il corpo si vuole difendere dalle infezioni reagisce provocando la febbre, cioè un innalzamento della temperatura.
In queste condizioni, le cellule riescono a difendersi meglio perché aumentano il metabolismo.
Si consiglia di bere una bevanda abbastanza calda e non zuccherata ogni tanto, per esempio un infuso di zenzero o il té verde.

 

Quanto dura? La prognosi della gola infiammata

Di solito, la gola infiammata a causa di un infezione dura 5/7 giorni, anche senza farmaci e rimedi.
In caso di irritazione da fumo o reflusso gastroesofageo può diventare un problema cronico.