Dolori al basso ventre

INDICE


Il dolore all’addome inferiore (o al basso ventre) è un disturbo frequente che si può localizzare al centro, sul fianco sinistro o sul fianco destro.

Può essere il sintomo di un problema lieve e temporaneo, ma non si può sottovalutare perché in certi casi è provocato da una malattia grave.
dolore addome,addominale,basso,utero,ovaie,intestino
In questa pagina si spiegano le cause più frequenti di dolore al centro dell’addome basso.

Cause del dolore al basso ventre

Negli adulti le cause più frequenti sono:

  • Sindrome dell’intestino irritabile – una malattia in cui il muscolo della parete intestinale tende ad andare in spasmo (si contrae), il dolore è spesso alleviato quando si va in bagno.
  • Morbo di Crohn – una malattia cronica che provoca l’infiammazione della parete interna del sistema digestivo.
  • Un’infezione delle vie urinarie che ogni tanto torna (solitamente si sente una sensazione di bruciore quando si urina)
  • Stitichezza
  • Dolore mestruale – i crampi muscolari dolorosi nelle donne che sono legati al ciclo mestruale.

 

Le cause più comuni nei bambini sono:

  • Stitichezza
  • Un’infezione del tratto urinario che ogni tanto si ripresenta
  • Ansia

Diagnosi dei dolori al basso ventre

Caratteristiche, sintomi e segni di dolore

Le seguenti informazioni della storia clinica del paziente sono importanti per aiutare il medico a determinare la causa del dolore al basso ventre:

L’inizio del dolore
Ad esempio, il dolore addominale che si accende improvvisamente suggerisce un evento improvviso, ad esempio un ischemia al colon (l’interruzione dell’apporto di sangue) o l’ostruzione del dotto biliare da un calcolo (Colica biliare).
Con il termine addome acuto si indicano un insieme di segni e sintomi gravi nella regione addominale con esordio improvviso.

La localizzazione del dolore
L’appendicite in genere provoca dolore al centro dell’addome e poi si sposta all’addome inferiore destro che è la localizzazione anatomica dell’appendice.
La diverticolite provoca in genere dolore nel basso addome sinistro dove si trovano più diverticoli.

Appendicite,perforazione,peritonite,infezione

Il modello del dolore
Il blocco intestinale provoca inizialmente ondate di crampi addominali dolorosi dovuti alle contrazioni e alla distensione dei muscoli dell’intestino.
Il dolore che somiglia ai crampi suggerisce vigorose contrazioni dell’intestino.

Il dolore intestinale si può sentire anche a distanza, può irradiarsi ai glutei, all’inguine e alle cosce fino al ginocchio.

La durata del dolore
Il dolore della sindrome dell’intestino irritabile in genere va e viene, ma può durare per anni o decenni.
Una colica biliare non dura più di alcune ore.
Ci può essere un periodo di settimane o mesi durante il quale il dolore è peggiore seguito da periodi di dolore più lieve.

Il dolore funzionale può avere lo stesso tipo di variabilità.

Cosa peggiora i dolori al basso ventre ?

Il dolore causato dall’infiammazione (appendicite, diverticolite) in genere è aggravato da starnuti, tosse o qualsiasi movimento in cui avviene una contrazione degli addominali.

Diverticolite,colon,diverticoli

Cosa allevia i dolori al basso ventre?

Il dolore della sindrome dell’intestino irritabile e la stipsi sono spesso alleviati temporaneamente dall’evacuazione e possono essere associati alle alterazioni dell’alvo.
Il dolore che risveglia i pazienti dal sonno è probabile che sia dovuto a cause non funzionali.

Dolore addominale basso negli uomini

Ci sono 3 apparati che possono dare dolore nel basso ventre maschile.
Il tratto gastrointestinale negli uomini e nelle donne è fondamentalmente lo stesso. Sono strutture situate nel basso addome e comprendono l’intestino tenue e crasso, l’appendice e il retto.
Per quanto riguarda il sistema urinario, è composto da reni, ureteri, vescica urinaria e uretra
Il sistema riproduttivo maschile comprende la prostata e le vescicole seminali.

Altre strutture nel basso addome sono nervi e vasi sanguigni come l’aorta addominale. A volte gli organi che non si trovano nell’addome inferiore possono causare dolore riferito in questa zona.
I muscoli della parete addominale possono essere danneggiati e quindi provocano crampi addominali inferiori negli uomini.

Cause di dolori al basso ventre basso negli uomini
Le malattie che fanno soffrire più frequentemente gli uomini sono:

In genere c’è un rischio medio per l’appendicite, il blocco intestinale, la gastroenterite, la sindrome dell’intestino irritabile e e le infezioni renali del tratto urinario superiore.
La malattia infiammatoria pelvica e le infezioni della vescica non si presentano nei maschi.
In caso di dolore addominale inferiore improvviso e grave negli uomini, bisogna considerare l’ernia inguinale e la pancreatite acuta.


La terapia per i dolori al basso ventre negli uomini
Bisogna determinare la causa della sofferenza addominale inferiore prima di iniziare una cura.
I disturbi come il meteorismo o l’irritazione intestinale possono essere facilmente gestiti con i farmaci giusti e l’assunzione dei liquidi persi.
In casi di infezione, si possono somministrare gli antibiotici.
Tuttavia le malattie più gravi come l’appendicite, l’aneurisma addominale, i calcoli ai reni, le ernie e il gonfiore alla prostata hanno bisogno di cure mediche immediate.

aneurisma,aorta addominale

Dolori al basso ventre nelle donne

Tutte le donne hanno dolore nel basso addome ogni tanto. Di solito i dolori mestruali si verificano nella settimana che precede le mestruazioni.
Le strutture più colpite sono il sistema urinario (vescica o reni), intestinale o riproduttivo (utero, tube di Falloppio e ovaie).

Tipo di dolore derivante dal sistema urinario
Le infezioni urinarie sono comuni e causano sintomi come bruciore quando si urina e minzione più frequente.
L’infezione si può diffondere ai reni (pielonefrite) e può provocare malessere, febbre e mal di schiena.
In caso di dolore molto forte che si estende dalla schiena verso il basso all’inguine, bisogna considerare i calcoli renali.

I tumori all’apparato urinario non sono frequenti e il medico certamente prende in considerazione la durata dei sintomi prima.

Il tipo di dolore che deriva da una malattia che colpisce l’intestino
La stitichezza e la diarrea possono provocare dolore che di solito è descritto come una colica.
Questo significa che va e viene ad ondate.

Il gonfiore addominale è un altro sintomo frequente dovuto ad un disturbo intestinale.
Molte persone soffrono di sindrome dell’intestino irritabile (IBS), che può dare diarrea, stitichezza e pancia gonfia.

 

Basso ventre,vescica,utero,retto,pubeDolore che proviene dagli organi genitali
Il dolore può provenire dall’utero, dalle tube di Falloppio o dalle ovaie.
Il dolore che si sente più verso un lato può essere tipico dell’ovaio.
Il dolore proveniente dall’utero spesso peggiora durante il ciclo ed è chiamato dismenorrea.
Attenzione, i dolori mestruali sono molto frequenti, ma non sono la norma, una donna sana non dovrebbe averli.
Alcune malattie che colpiscono il sistema riproduttivo possono anche causare dolore durante i rapporti sessuali (dispareunia).

Dolore post-ovulazione
L’ovulazione può causare un dolore lieve che può essere a destra o a sinistra dell’addome inferiore. È il segno che l’ovaio ha liberato l’uovo.
Il dolore è gestibile e spesso non serve una terapia.

Quali problemi gravi possono causare dolori al basso ventre durante la gravidanza?

Gravidanza ectopica
Una gravidanza extrauterina si verifica quando un uovo fecondato si impianta fuori dall’utero, in genere in una delle tube di Falloppio.
All’inizio della gravidanza può causare crampi e altri sintomi.
Se non curata, una gravidanza extrauterina può essere pericolosa.
Chiamare il medico immediatamente se si ha uno qualsiasi dei seguenti sintomi: dolore addominale o pelvico, spotting vaginale o sanguinamento (può essere rosso o marrone, abbondante o scarso, continuo o intermittente), dolore che peggiora durante l’attività fisica, durante l’evacuazione o tossendo.

Gravidanza ectopica,extrauterina

Aborto spontaneo
L’aborto spontaneo è la perdita di una gravidanza nelle prime 20 settimane.
Lo spotting o sanguinamento vaginale è generalmente il primo sintomo, seguito da dolore addominale poche ore o alcuni giorni dopo.
Il sanguinamento può essere leggero o pesante.
Il dolore può essere persistente o può somigliare ai crampi, può essere lieve o forte e si può sentire più come lombalgia o pressione pelvica.

Parto prematuro
Il travaglio pretermine (noto anche come parto prematuro) si verifica se le contrazioni dilatano il collo dell’utero prima della 37esima settimana di gravidanza.
Chiamare il medico o l’ostetrica immediatamente se si verificano i seguenti sintomi nel secondo o terzo trimestre (prima della 37esima settimana):
1. Un aumento della secrezione vaginale o una modifica nel tipo di perdite (se diventa acquoso, simile a muco o sanguinante – anche se è solo rosa o tinto con il sangue),
2. Dolore addominale,
3. Crampi mestruali con una frequenza di almeno quattro contrazioni in un’ora (anche se non fanno male),
4. Un aumento della pressione nella zona pelvica,
5. Mal di schiena, soprattutto se in precedenza non si soffriva di dolore lombare.

Distacco placentare,gravidanza,uteroDistacco placentare
Il distacco placentare è una malattia pericolosa, in cui la placenta si separa dall’utero, parzialmente o completamente, prima della nascita del bambino.
I sintomi sono variabili.
Un distacco della placenta a volte può causare un’emorragia improvvisa ed evidente, ma in altri casi si potrebbe avere solo un piccolo sanguinamento o spotting.
Oppure si potrebbe vedere un fluido insanguinato quando si rompono le acque.
Si potrebbe avere indolenzimento dell’utero, mal di schiena o contrazioni frequenti, oppure l’utero potrebbe contrarsi e rimanere duro – come un crampo o una contrazione che non va via.
Si potrebbe anche notare una diminuzione dell’attività del bambino.

Preeclampsia
La preeclampsia è una malattia grave della gravidanza che provoca alterazioni dei vasi sanguigni e può interessare diversi organi, compreso il fegato, i reni, il cervello e la placenta.
Per la diagnosi di preeclampsia bisogna avere la pressione alta, proteine nelle urine, viso e mani gonfie dopo 20 settimane di gravidanza.
I sintomi sono gonfiore in viso e occhiaie intorno agli occhi, lieve gonfiore alle mani ed eccessivo o improvviso edema delle caviglie o dei piedi.
In caso di preeclampsia grave, ci può essere dolore intenso nella parte superiore dell’addome, un forte mal di testa, disturbi visivi (ad esempio, vista offuscata), nausea e vomito.


Infezioni delle vie urinarie
Essere incinta favorisce le infezioni del tratto urinario di tutti i tipi, comprese le infezioni renali.
I sintomi di un’infezione della vescica sono:

  • Dolore,
  • Bruciore durante la minzione,
  • Fastidio pelvico o dolore addominale più basso (spesso appena sopra l’osso pubico),
  • Una voglia incontrollabile o frequente di fare pipì, anche quando c’è pochissima urina nella vescica,
  • Urina torbida, maleodorante o con perdite di sangue.

Attenzione perché un’infezione della vescica non curata può portare a un’infezione renale e al parto prematuro.
I segni che l’infezione si è diffusa ai reni e che necessità di cure immediate sono:

  • Febbre alta,
  • Brividi o sudorazione,
  • Dolore nella parte bassa della schiena o nel fianco appena sotto le costole, su uno o entrambi i lati (ed eventualmente nella parte centrale dell’addome),
  • Nausea e vomito; eventualmente pus o sangue nelle urine.


Crampi addominali

Crampi addominali a causa del meteorismo
I crampi all’addome sono spesso dovuti al meteorismo e al gonfiore.
Questo è un disturbo molto frequente che può essere imbarazzante, ma si cura facilmente con dei farmaci, per esempio il buscopan o il Duspatal.

Improvvise coliche con diarrea
Se i crampi allo stomaco sono iniziati da poco ed è presente anche la diarrea, la causa è probabilmente un virus intestinale.
Questo significa che c’è un’infezione virale o batterica dello stomaco e dell’intestino.
Si dovrebbe stare meglio anche senza terapia dopo pochi giorni.

I crampi allo stomaco e la diarrea gravi (per esempio, se causano febbre o brividi) potrebbero essere provocati da un’infezione grave come un’intossicazione alimentare.

Se i crampi allo stomaco e la diarrea continuano per molto tempo, si può avere una malattia cronica come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS).