Dolore al coccige

INDICE

Il dolore al coccige (o coccigodinia) è un sintomo che si sente tra i due glutei, sotto l’osso sacro.
Il coccige è un osso di forma triangolare situato alla fine della colonna vertebrale.
Esso è composto da 3 a 5 segmenti di osso e sono uniti insieme con articolazioni e legamenti.


 

Il dolore al coccige durante la gravidanza

Durante la gravidanza le donne lamentano mal di schiena nell’area del coccige.
Alcune future mamme soffrono di problemi al coccige prima di rimanere incinta.
Esse hanno un’idea sul tipo di male e sull’intensità del dolore che sentiranno durante la gestazione.

Le donne incinta percepiscono il male al coccige perché il bambino si appoggia contro la parte bassa della schiena mettendo pressione sull’osso.
Anche durante il travaglio, mentre il bimbo attraversa il canale del parto si può lesionare il coccige.

Le donne con una famigliarità di problemi ossei al coccige si dovrebbero sottoporre a esami e a trattamenti prima pianificare il concepimento.
È importante che la ragazza non sia incinta per effettuare alcune prove e trattamenti, altrimenti si possono causare lesioni al bambino nell’utero materno.
È importante informare il ginecologo e l’ostetrica o qualsiasi altro professionista sanitario coinvolto nel parto se ci sono problemi al coccige all’inizio, o quando si sviluppa dolore nell’osso durante la gravidanza.


 

Dolore al coccige in posizione seduta

Esistono molti fattori che causano dolore al coccige in posizione seduta. La causa più frequente è la caduta sulle natiche.
Questo infortunio è d’impatto per il coccige e fa molto male.
Il dolore causato da lesioni del coccige si chiama coccigodinia acuta.
La coccigodinia cronica si manifesta nelle seguenti situazioni:
1. Gravidanza difficile,
2. Traumi ripetuti alle ultime vertebre,
3. Ripetute sollecitazioni causate da attività ripetitive come canottaggio, postura errata, posizione seduta prolungata.
4. Il dolore del coccige che compare in posizione seduta può essere causato anche da un rapporto sessuale anale.
5. Alcuni disturbi dell’ano come le emorroidi e le ragadi anali.
I sintomi peggiorano durante il ciclo.


Raramente si verifica un tumore osseo a livello del coccige o dell’osso sacro.

La malformazione del coccige è la causa primaria di questo male. Gli speroni ossei sul coccige sono un’altra causa frequente di dolore.
Un disturbo del sacro provoca dolore riferito nella zona coccigea.
Infine, il dolore coccigeo si può manifestare a causa di:
1. Tensioni muscolari,
2. Schiacciamento nervoso,
3. Danno ai nervi,
4. Lussazione del coccige.


 

Ciste pilonidale

Se presente, la ciste pilonidale si trova vicino al coccige nella parte superiore della fessura delle natiche.

Cause
La causa della cisti pilonidale (o fistola sacro-coccigea) non è nota.
Una teoria suggerisce che questa struttura sia il risultato dell’allargamento e della rottura di un follicolo pilifero.
C’è una formazione cistica intorno ad un follicolo rotto.
Tra i sintomi c’è il dolore o bruciore al coccige.

Cisti pilonidale,gluteo,sacro

Trattamento per la ciste pilonidale
Il trattamento dà buon esito nel 50-60% dei casi. Se la ciste pilonidale si infetta, è necessaria una procedura chirurgica. Si rimuove la ciste, il pus, i peli e altri detriti.

Ci sono due opzioni per il trattamento chirurgico:

  • Con la “ferita aperta”,
  • Con la “ferita chiusa”.

Nella procedura chirurgia della “ferita aperta”, il solco d’incisione chirurgico non si sutura ma si tratta con gel.
Questa tecnica impiega più tempo per la guarigione, ma riduce al minimo il rischio di infezioni ricorrenti della ciste pilonidale.
Nella procedura di intervento chirurgico della “ferita chiusa”, si suturano tutte le incisioni nel campo operatorio dopo aver pulito i tratti della ciste.
Questa metodica ha un periodo minore per la guarigione, ma c’è un elevato rischio di recidiva.


 

Le lesioni del coccige

Una caduta sul coccige è una delle cause più frequenti di lesione nell’uomo e nella donna.
Una caduta o scivolata all’indietro sulla zona delle natiche o sopra una superficie molto dura come il pavimento scivoloso o il ghiaccio provoca un grave trauma sul coccige.
Un colpo sulla regione coccigea può causare una frattura del coccige o una lussazione.
Questo accade negli sport di contatto come calcio, rugby e basket.
Le lesioni del coccige nei bambini sono causate spesso da tali attività.
La rottura del coccige durante il parto può avere molte cause.
Quando il bambino passa attraverso il canale del parto, se la testa preme sul coccige della madre durante il parto può ledere la struttura.


 

Sintomi della frattura al coccige

Il coccige rotto provoca molti segni. Il più importante è il dolore improvviso e lancinante a livello del coccige.

  • Il sintomo più evidente di una contusione al coccige è il dolore tra i glutei.
  • Tutte le posture (seduta, in piedi e camminando) provocano male.
    Il paziente sente dolore anche di notte a letto.
    Ogni movimento causa fastidio nella zona del coccige, soprattutto quando la persona si siede o si alza.
    Dopo i primi 2/3 giorni i sintomi si riducono e quando il paziente è fermo non sente male.
    A volte il dolore si sposta dalla zona del coccige alle gambe. Si sente male agli arti inferiori.
  • Tra le altre zone in cui si può sentire un male irradiato c’è anche la prostata.

Il dolore acuto si sente al tatto sulla zona interessata.
Tra le attività che aumentano il dolore ci sono:
1. I rapporti sessuali,
2. La defecazione (evacuazione).

Un altro sintomo è il gonfiore della zona interessata. Il danno al coccige è grave quando è presente l’infiammazione.
Nella maggioranza dei casi in cui il coccige subisce una ferita diventa resistente. L’infiammazione del coccige causa stitichezza.
Si avverte stitichezza e fastidio addominale.


 

A chi rivolgersi per il dolore al coccige? La diagnosi 

Si deve consultare un ortopedico e si devono effettuare degli esami diagnostici per identificare la patologia.
Un coccige rotto causa forte dolore e sensibilità alterata nella zona dove si trova la lesione.
Qualsiasi trauma può dare esiti di frattura.
Diventa difficile mantenere la posizione seduta per lunghi periodi (specialmente su superfici morbide) o compiere attività che danno una pressione sul coccige.Il dolore peggiora durante l’evacuazione, sia quelli peristaltici involontari sia quelli forzati.
Per le donne, i rapporti sessuali possono diventare dolorosi.
I sintomi della rottura di coccige sono dolori lancinanti nelle gambe che si possono irradiare ai piedi.


 

Cosa fare? La terapia farmacologica per il dolore del coccige

Un paio di settimane sono necessarie per placare il dolore e per la guarigione del livido.
Si possono assumere dei farmaci antinfiammatori da banco oppure si possono spalmare delle pomate come il diclofenac (Voltaren) per ridurre i sintomi.
Si ricorda che queste compresse hanno un effetto temporaneo.
Quando si interrompe l’assunzione di queste pastiglie, è possibile che il dolore ritorni.

Fisioterapia
La terapia del calore include l’uso di macchine come la diatermia (o tecar terapia) che aiuta a ridurre il dolore.
La fisioterapia è limitata nella risoluzione del problema, mentre l’osteopatia può risolvere eventuali contratture muscolari e blocchi articolari.

In rarissimi casi, il chirurgo rimuove il coccige chirurgicamente.

Frattura del coccige,intervento chirurgico


 

Rimedi naturali per il dolore al coccige

Si dovrebbe evitare di dormire su letti con materasso morbido e spugnoso perché si può aggravare il dolore.

Si consiglia di dormire su superfici dure.
Tra le cure naturali, applicare un impacco di ghiaccio sulla zona colpita dà sollievo dal dolore.
Si consiglia di posizionare il ghiaccio sulla zona per 20-30 minuti ogni 3 ore.
Questi trattamenti alleviano il dolore e il fastidio.
L’utilizzo di impacchi di ghiaccio rende la zona meno sensibile. In questo modo si allevia il dolore.

La dieta deve essere ricca e varia, sopratutto di fibra e fluidi.
Ciò contribuisce a dare i giusti nutrienti al corpo, accelerando il processo di guarigione.
Bisogna evitare la stitichezza che può peggiorare l’infiammazione.

Si deve evitare la posizione seduta per lunghi periodi.
Si dovrebbe provare a stare seduti su una sola natica alla volta, alternandole per ridurre il dolore.
Applicare il ghiaccio sul coccige dà sollievo immediato dal dolore.

Anche gli esercizi di respirazione e le docce di acqua calda possono essere utili.
Infine, bisogna utilizzare delle scarpe comode e le signore dovrebbero evitare i tacchi.

Dolore al coccigeSedie ergonomiche
Per le persone con un lavoro d’ufficio che stanno sedute alla scrivania per molte ore è molto difficile evitare la postura seduta.
Si dovrebbe acquistare una sedia ergonomica ben progettata con un’apertura in prossimità del coccige.
La sedia ha una cavità dove si posiziona il coccige e non si applica una pressione sull’osso ferito quando si sta seduti.
Il seggiolino della bicicletta o della moto fa male al coccige, ma si possono provare dei sellini particolari più confortevoli.

Cuscino coccigeo
Per ridurre la pressione sulla schiena si può procurare un cuscino per il coccige. Ci sono diversi tipi di cuscini disponibili nei negozi come la ciambella e i cuscini a cuneo.

Parto vaginale o cesareo?
Le donne incinte che soffrono di dolore al coccige possono effettuare il parto vaginale, non devono scegliere il cesareo solo perché il parto attraverso il canale vaginale mette più pressione sul coccige.


 

Quanto dura il dolore al coccige? Tempo di recupero

Il tempo di recupero per le lesioni del coccige è molto vario e spesso non si recupera completamente in un anno. La posizione di quest’osso complica il processo di guarigione.
Una contusione lieve guarisce in un arco di tempo di 4-6 settimane dall’incidente.
La guarigione di un trauma al coccige impiega meno tempo rispetto a quella di un coccige fratturato.
Il tempo per il recupero di una frattura è di circa 8 settimane.
Il tempo di guarigione è maggiore nei casi in cui la ferita è grave.

Nella maggior parte dei casi i tempi per una guarigione completa da tutti i disturbi durano 3 mesi.
La ricalcificazione completa della struttura ossea è molto lunga e dura un periodo di tempo superiore ad un anno.

In casi estremi, i medici asportano chirurgicamente alcune parti dell’osso o l’intero coccige.
L’intervento chirurgico dovrebbe risolvere il dolore.
Il processo riabilitativo per tornare alla normalità necessita di più di un anno di tempo.