Cause degli acufeni all’orecchio

INDICE

Gli acufeni alle orecchie sono dei ronzii che si sentono anche in assenza di rumore.
C’è un tipo specifico di acufene, caratterizzato da un suono a scatti, come uno schiocco che rimbomba nelle orecchie.

Spesso questo suono è ritmico e si può sentire di continuo o a intervalli regolari.
Generalmente è il suono del flusso sanguigno che è amplificato a causa di alcuni motivi.

Le orecchie diventano molto sensibili e possono sentire il sangue che scorre. In altre parole, sentono le pulsazioni.
Da qui il nome acufene ‘pulsante’.

Gli acufeni colpiscono soprattutto gli adulti e gli anziani, è molto raro nei bambini.
Lo specialista a cui rivolgersi è l’otorino.

 

Tipi di acufene

Si può sentire il ronzio in una o in entrambe le orecchie. L’acufene può essere soggettivo o oggettivo.
In caso di acufeni oggettivi, un paziente sente chiaramente il ronzio.
Le persone che sono nelle vicinanze di una persona colpita possono sentire il suono emesso dalle orecchie.
Se gli acufeni sono soggettivi, solo la persona interessata può sentire questi suoni.


 

Cause più frequenti dell’acufene pulsante

L’acufene pulsante è anche definito acufene oggettivo.
Questo perché a differenza degli altri acufeni, il suono sentito dalla persona che soffre di acufene può essere sentito anche da altre persone con l’uso di strumenti adeguati.
Si può dedurre la causa dell’acufene pulsante effettuando una risonanza magnetica o una TAC.
Si consigliano le terapie a seconda delle cause identificate. Alcune delle cause più probabili sono menzionate di seguito.

Pressione sanguigna alta
L’ipertensione o pressione sanguigna alta è una causa frequente degli acufeni pulsanti. Quando una persona ha una pressione sanguigna alta, la forza con cui il sangue scorre attraverso i vasi sanguigni è alta.
Quindi il suono che il sangue fa mentre scorre attraverso il corpo (combinato con altre situazioni) può causare il ronzio nell’orecchio di una persona.
A causa dell’aumento del flusso sanguigno, le donne in gravidanza sono predisposte agli acufeni alle orecchie.

Arterie compresse
A volte, le arterie all’interno del corpo possono essere schiacciate.
Se questo si verifica nelle arterie che si trovano nella zona vicina alle orecchie, collo e testa, il sangue che scorre attraverso queste arterie comincia a fluire con qualche disturbo.
Questo problema provoca un rumore intermittente (fluttuante) o continuo nell’orecchio.

L’artrosi cervicale può causare la formazione di osteofiti (spine ossee) che possono comprimere le arterie vertebrali, riducendo il flusso di sangue che arriva al cervello.
Tra le conseguenze ci sono le vertigini e gli acufeni.

Artrosi cervicale,vertigini

Effusione nell’orecchio medio
Nell’orecchio, la porzione centrale dovrebbe rimanere piena di aria.
Se per qualche motivo (come un’infiammazione, infezione o disfunzione della tromba di Eustachio) si accumula del liquido all’interno dell’orecchio medio (idrope), potrebbe causare un acufene pulsante.
Assieme al suono ritmico, si può anche soffrire di dolore e di capacità uditiva ridotta.
Si può curare questa malattia con dei farmaci o un’operazione chirurgica.


Spasmi muscolari
Gli spasmi muscolari all’interno dell’orecchio possono anche causare un ticchettio regolare nell’orecchio.
C’è un muscolo piccolo nel palato molle che è attaccato all’ossicolo interno nell’orecchio dei mammiferi.
Se questo muscolo ha degli spasmi, ci sono delle possibilità di un suono rimbombante prodotto nell’orecchio.

Soffio venoso
La vena giugulare è la vena più grande del collo umano.
Questa vena passa attraverso la sezione centrale dell’orecchio.
Nelle persone che soffrono di problemi alla tiroide, anemia o anche in alcune donne incinte, può aumentare il flusso di sangue attraverso la vena giugulare.
Quando c’è un flusso di sangue agitato attraverso la vena giugulare, potrebbe causare un acufene pulsante.

 

Carotidi,giugulare,colonna cervicale

 

Sinusite e infiammazione dei seni nasali
I disturbi dei seni nasali e paranasali sono un’altra causa dell’acufene pulsante.
La sinusite è una malattia che colpisce la cavità nasale e le orecchie di una persona.
I farmaci per la sinusite, generalmente sono degli antibiotici forti.
Quando la persona prende questi antibiotici, si verifica un deposito eccessivo di muco nell’orecchio interno.
Bisogna drenare questo eccesso di muco attraverso la tromba di Eustachio.
Tuttavia non si può perché diventa troppo denso.
Ciò provoca il rimbombo del sangue che scorre dentro e intorno all’orecchio, di solito è bilaterale, ma può essere anche monolaterale (in un solo orecchio)

Accumulo di cerume
Se non si rimuove correttamente e regolarmente il cerume, esso può bloccare l’arrivo dei suoni al cervello provocando dei suoni a scatti all’interno di un orecchio.

Inquinamento acustico
L’esposizione a musica a volume alto e rumori può aumentare il rischio di acufene.

Farmaci
L’uso di alcuni antibiotici, diuretici, antidepressivi e farmaci antitumorali potrebbe essere un fattore che contribuisce ai suoni anormali nelle orecchie.

Lesioni a testa/collo
Un trauma alla testa o al collo potrebbe influenzare la parte del cervello o dei nervi associata all’udito, rendendo una persona predisposta ai problemi alle orecchie.

Malattie che possono causare gli acufeni:

  • Sindrome di Meniere
  • Otosclerosi (nella maggioranza dei casi)
  • Disturbi all’articolazione temporo-mandibolare
  • Neuroma acustico
  • Pressione sanguigna anormale
  • Fibromialgia
  • Malattie del cuore o dei vasi sanguigni
  • Problemi di tiroide
  • Interazioni anormali tra le reti neurali ecc.


 

Altre cause

  • Il ronzio nell’orecchio può essere dovuto anche a infezioni dell’orecchio, in cui la coclea dell’orecchio si può danneggiare.
  • L’acufene può essere dovuto a traumi sulla testa, disturbi neurologici, sclerosi multipla, labirintite e qualsiasi lesione o infezione dei seni.
  • In caso di labirintite, ci sono degli attacchi di vertigini e acufeni improvvisi
  • Alcuni studi hanno dimostrato che i disturbi metabolici come i problemi alla tiroide o il deficit della vitamina B12 possono causare l’acufene.
  • Gli acufeni possono essere dovuti ai problemi psicologici come depressione, ansia e stress.
  • Può anche essere una conseguenza dell’invecchiamento. La capacità uditiva è alterata naturalmente a causa dell’invecchiamento.


 

Acufeni e vertigini

Molte volte si soffre di una sensazione di vertigini assieme al ronzio nell’orecchio.
I problemi nel funzionamento del labirinto vestibolare (un organo dell’orecchio interno) sono i responsabili delle vertigini.

Il labirinto vestibolare è composto da canali piccoli che contengono sensori e fluidi.
Con questi sensori si monitora la rotazione della testa.
L’utricolo e il sacculo sono parti dell’orecchio interno che contengono gli otoconi, che sono delle particelle piccole.
Queste sono collegate ai sensori che aiutano a monitorare il movimento avanti e indietro del corpo.
I danni causati a qualsiasi di queste parti provocano le vertigini e in alcuni casi il ronzio nelle orecchie.

 


 

Cause degli acufeni all’orecchioDiagnosi degli acufeni

I dottori e le altre persone possono sentire il rumore sibilante presente nell’acufene pulsante con l’aiuto di un dispositivo appropriato.
Questo è il motivo per cui è noto anche come acufene oggettivo.
L’altra forma di acufene (in cui solo il paziente sente il suono mentre le altre persone non possono) si chiama acufene soggettivo. Inizialmente, il medico effettua un esame fisico della testa e del collo.
Si controllano i nervi in queste zone.
In seguito, si effettua un esame dell’udito e in base al tipo di acufene, il medico può eseguire una TAC, un’angiografia e una risonanza magnetica.
In alcuni casi, si effettua anche la rachicentesi per controllare la pressione del fluido nel cranio e soprattutto nel midollo spinale.
Per escludere la possibilità di problemi alla tiroide (ghiandola iperattiva) si può effettuare un test di funzione tiroidea, mentre può essere necessario un emocromo per verificare la presenza dell’anemia.


 

Rimedi naturali per gli acufeni all’orecchio

I rimedi indicati di seguito si possono utilizzare a casa:

Mettere l’estratto dell’albero di capelvenere nelle orecchie è uno dei rimedi frequentemente utilizzati.
La quantità di questo estratto da usare in una volta dovrebbe essere di 20-30 mg.
Una persona dovrebbe evitare di mangiare roba come alimenti trasformati, cibi contenenti grassi saturi, zucchero e sale.
La dieta regolare dovrebbe contenere molta frutta, verdura, alghe e aglio.
Bisognerebbe inserire nella dieta anche gli alimenti che contengono quantità elevate di vitamine A, B ed E, colina, magnesio, zinco ecc.
Le bevande come tè, caffè e alcool e i cibi dolci aggravano il problema.
Una persona dovrebbe anche fare degli esercizi regolarmente per prevenire questa malattia.
Ci sono tante terapie alternative che hanno aiutato alcuni pazienti, ma non ci sono evidenze scientifiche, per esempio l’agopuntura, la medicina tradizionale cinese, la pranoterapia, la terapia cranio-sacrale e gli integratori di ginkgo biloba.


 

Cure naturali per gli acufeni

Ci sono alcune erbe che si utilizzano da secoli per gestire questa malattia. Queste comprendono:

  • Semi di sesamo
  • Actaea racemosa
  • Radice di bardana maggiore
  • Idraste
  • Foglie e fiori di biancospino
  • Pervinca
  • Spinaci
  • Tè di semi di fieno greco
  • Olio di ricino
  • Succo di cipolla.

Altri rimedi a base di erbe comprendono:

  • Tè di vischio
  • Equiseto
  • Succo di aglio orsino
  • Fiore della passione.

Tuttavia, si consiglia di consultare un medico prima di iniziare con una qualsiasi delle terapie a base di erbe.

A parte i rimedi indicati sopra, si possono seguire dei consigli molto semplici per mantenere le orecchie sane, come inalare del vapore, soffiare il naso quando si soffre di raffreddore per rilasciare le ostruzioni e fare dei gargarismi con l’acqua calda per due volte al giorno.
Nel caso di ostruzioni gravi all’orecchio, i medici consigliano dei decongestionanti come la pseudoefedrina.