Cattivo odore intimo

INDICE

Il cattivo odore intimo può avere diverse cause, si può sentire negli uomini, nelle donne e anche nelle bimbe.

Odore di pesce nella zona intima femminile
Forse l’odore intimo descritto più frequentemente dalle donne è l’odore di pesce.
La puzza di pesce è causata da uno squilibrio del pH vaginale.
I medici dicono che nella zona vaginale, appena si riducono i batteri dell’acido lattico crescono dei batteri e degli organismi nocivi.
Questi batteri hanno un odore naturale che insieme alle perdite vaginali puzza di pesce.
La vaginosi batterica è la causa più frequente di un odore di pesce proveniente dalla vagina.
Può essere curata facilmente con rimedi casalinghi, integratori o contattando il medico.


 

Cattivo odore vaginale e perdite

Quando l’odore intimo è accompagnato da perdite gialle o biancastre, prurito, bruciore e irritazione della vagina e delle labbra è molto probabile che ci sia un’infezione.
L’odore può variare da persona a persona e di solito è più lieve rispetto all’irritazione causata dalle perdite.
Se ci sono perdite di sangue, l’infezione potrebbe essere passata dalla vagina agli organi riproduttivi e bisogna recarsi dal medico.
Inoltre, l’odore intimo che non va via con le creme antifungine e anti-batteriche o con i rimedi casalinghi può essere dovuto a una malattia sessualmente trasmissibile come la tricomoniasi o la clamidia.
Se è presente una malattia sessualmente trasmissibile, il partner potrebbe non mostrare alcun sintomo, ma la patologia necessita di essere curata per prevenire un’altra infezione.

 

Cattivo odore nella zona genitale dopo un rapporto sessuale

Molte persone hanno un problema con l’odore cattivo nella vagina dopo il rapporto.
Questo si verifica se l’uomo eiacula dentro la donna.
Il pH dello sperma insieme alle secrezioni supplementari durante il rapporto sessuale possono creare diversi odori forti. Alcune donne sono allergiche allo sperma del partner e questo può causare l’infezione da batteri o da lievito delle vie urinarie.

Uno dei motivi per cui il problema diventa rilevante dopo i rapporti sessuali è che il movimento naturale durante il rapporto spinge i batteri negli organi riproduttivi.
Quando si verifica questo problema, si dovrebbe chiedere al partner di eiaculare all’esterno o usare il preservativo.
Tuttavia, molte donne hanno una reazione negativa col lattice e i prodotti chimici sui preservativi.
Quando si sente l’odore dopo i rapporti sessuali, bisogna lavare semplicemente la vagina con acqua tiepida e sapone neutro.
Per rafforzare la flora benefica si potrebbero prendere dei probiotici o si può mangiare lo yogurt quotidianamente.


 

Cattivo odore vaginale durante la gravidanza

Circa 9 donne su 10 soffrono per un insolito odore intimo durante la gravidanza.
Questo è causato esclusivamente dalla secrezione degli ormoni e delle ghiandole sudoripare sebacee nella zona vaginale che durante la gravidanza lavorano troppo.
Inoltre, se il corpo manca di vitamine e minerali perché sono assorbiti dal bambino, il pH della vagina può avere degli scompensi.

 

Infezione batterica nelle donne

Ci sono molte infezioni batteriche nelle donne che colpiscono gli organi riproduttivi.
Nelle donne l’infezione batterica presenta un rischio serio per la salute per coloro che non cercano l’aiuto medico.
Si può soffrire di infertilità se l’infezione batterica si diffonde negli organi riproduttivi interni di una donna.
Alcune di queste infezioni sono:


 

Sintomi dell’infezione batterica nelle donne

I sintomi dell’infezione batterica nelle donne sono:

  1. Prurito nella vagina
  2. Sensazione di bruciore intimo
  3. Irritazione della zona vaginale
  4. Dolore nella vagina
  5. Arrossamento nelle parti interne delle labbra vaginali
  6. Aspetto ruvido della mucosa vaginale
  7. Gonfiore nella vulva e nelle parti interne della vagina
  8. Perdite acquose, cremose, grigiastre, verdi o giallastre dalla vagina
  9. Odore maleodorante o di pesce dalle secrezioni della vagina
  10. Dolore durante il rapporto sessuale
  11. Emorragia dalla vagina dopo i rapporti sessuali
  12. Dolori al basso ventre


 

Cause dell’urina maleodorante

Infezione del tratto urinario
Questa è un’infezione batterica che può colpire qualsiasi parte dell’apparato urinario, ma solitamente le zone più infettate sono la vescica e l’uretra.
L’infiammazione della vescica accompagnata dall’infezione del tratto urinario è chiamata cistite.
L’infezione delle vie urinarie è più frequente nelle donne a causa della struttura anatomica.
In questo caso, l’odore intimo è acido.

Vaginite
Le donne che si lamentano dell’urina maleodorante potrebbero soffrire di vaginite, una malattia che provoca l’infiammazione all’interno della vagina.
La vaginite è solitamente il risultato di un’infezione batterica o fungina (lieviti).
Sebbene questi microrganismi siano già presenti nella vagina, i problemi cominciano quando il numero supera una certa soglia.

Prostatite
Negli uomini il cattivo odore dell’urina è dovuto spesso alla prostatite, una malattia caratterizzata dall’infiammazione della ghiandola prostatica. Questa ghiandola a forma di noce si trova solo nei maschi appena sotto la vescica e svolge un lavoro importante per mantenere la qualità dello sperma.

Calcoli renali
La presenza di calcoli renali può provocare la produzione di urina torbida e maleodorante.
Può essere un problema sia maschile che femminile.
Si formano dei depositi cristallini nei reni a causa di anomalie nella composizione dell’urina.

Tumore dell’endometrio
Il tumore de”utero può causare diversi sintomi, tra cui:

  1. Perdite di sangue,
  2. Dolori al basso ventre,
  3. Cattivo odore intimo,
  4. Perdita di peso inspiegabile.

Gravidanza
Molte volte si osserva che le donne in gravidanza soffrono di “urine maleodoranti”. Il motivo principale è un’infezione delle vie urinarie.

Altre cause

  • Disidratazione
  • Bevande
  • Farmaci
  • Problemi al fegato
  • Fenilchetonuria (malattia metabolica caratterizzata da un alto contenuto di fenilpiruvato nelle urine)
  • Diabete
  • Cibo
  • Eccessiva sudorazione, soprattutto nelle persone obese in cui l’interno coscia di una gamba è sempre a contatto con l’altra a causa del tessuto adiposo in eccesso.


 

Perdite maleodoranti dopo il ciclo mestruale

Perdite bianche e maleodoranti
Ci sono poche possibilità che le secrezioni bianche o trasparenti con un odore cattivo (dopo le mestruazioni) siano dovute a un’infezione da lievito o alla candida vaginale (causato dalla candida albicans).
Questo accade quando un cambiamento ormonale abbassa le difese dei batteri naturali nella vagina e permette alla Candida di proliferare.
Bisogna semplicemente andare dal ginecologo e prendere il farmaco prescritto.

Clamidia,infezione,sintomiPerdite biancastre e grigiastre che odorano di pesce
Se le perdite odorano di pesce e sono bianche o grigie, potrebbe essere una vaginosi batterica.
Il batterio che causa più spesso questa infezione è la gardnerella vaginalis.
In questo caso, fare una visita dal medico e prendere il farmaco necessario. Se le perdite maleodoranti a fine ciclo mestruale sono accompagnate da una sensazione di bruciore nella vagina, potrebbe essere un’infezione da clamidia.

Perdite verdastre e maleodoranti
Quando si verificano delle perdite di colore verde e l’odore è forte, c’è la possibilità di avere la tricomoniasi (causata dal trichomonas vaginalis). È un infezione amebica che può essere innocua.

Perdite verdi e giallastre dall’odore cattivo
Quando si notano delle perdite giallo-verdastre e maleodoranti che sono schiumose, si potrebbe soffrire di gonorrea (causata dal batterio gonococco). Nelle donne è un’infezione grave perché i batteri si fanno strada lentamente e costantemente verso le tube di falloppio.

Perdite marroni e maleodoranti
Molto probabilmente la perdita marrone è dovuta al sangue vecchio. C’è la possibilità di avere un odore cattivo a causa dei batteri. Ci sono molti prodotti per l’igiene intima femminile disponibili sul mercato che si possono provare per avere dei benefici.

Ovulazione
Le perdite durante il periodo dell’ovulazione non dovrebbero avere un cattivo odore, in questo caso bisogna parlare con il medico.
Molte donne credono o sperano che il cattivo odore sia il sintomo di gravidanza, invece non è così.

Perdite dopo il parto
La donna potrebbe avere delle perdite dopo il parto che contengono materiale placentare e sangue.
Queste secrezioni possono provocare un cattivo odore, ma dopo pochi giorni passano da sole.

 

Gravidanza,donna incintaCause dell’urina che odora di ammoniaca

Altre cause possibili
A parte le cause menzionate sopra, l’urina maleodorante può essere provocata da:

  • Alcuni disturbi metabolici
  • Malattie sessualmente trasmissibili
  • L’abitudine di trattenere le urine
  • L’assunzione di alcuni farmaci e integratori come quelli della vitamina B6.


 

Cattivo odore intimo nelle bambine

Irritazione
L’irritazione intima può causare l’odore cattivo e altri sintomi.
Questa forma non infettiva di vaginite può essere provocata da saponi profumati, detergenti o ammorbidenti.
In alcune bambine può essere una reazione allergica a queste sostanze chimiche.
Oltre a un odore insolito, la bimba può avere prurito, bruciore o perdite.
Altri motivi che possono causare un’irritazione vaginale sono lavare la zona intima con troppo sapone o sciacquare la bambina in maniera inadeguata.

 

Batteri
La vaginosi batterica (un’infezione causata dai batteri) è un disturbo frequente per le femmine.
Colpisce principalmente le donne in età fertile, ma può infettare anche i bambini.
Come i lieviti, i batteri si trovano nella vagina per natura.

Quando i batteri crescono troppo si verifica un’infezione.
Il risultato può essere un odore di pesce nella vagina insieme a delle perdite.
Le secrezioni vaginali sono spesso fini e simili a latte.
Possono essere anche dense e di colore grigio.
Una bambina può diffondere i batteri dall’ano alla vagina quando si pulisce partendo dai glutei per finire nel basso ventre, anziché il contrario.
Come i lieviti, i batteri proliferano in ambienti caldi e umidi.
Una bambina che sta imparando ad usare il vasino potrebbe indossare della biancheria intima non assorbente o potrebbe rimanere con la biancheria intima sporca per molto tempo.
In una bambina, altre cause frequenti della vaginosi batterica sono mettere un giocattolo o un tessuto nella vagina oppure grattare con le mani sporche.


 

Cosa fare? Rimedi naturali per il cattivo odore intimo

Yogurt
Un altro buon ingrediente che si può usare per togliere l’odore intimo è lo yogurt. Lo yogurt è ricco di lactobacillus, che aiuta a ripristinare il livello normale del pH vaginale.

Aglio
Questo rimedio naturale è utile per le proprietà antifungine presenti nell’aglio che aiutano a combattere le infezioni da lievito e a debellare i batteri cattivi.

Tea tree oil
Il tea tree oil contiene forti proprietà antifungine e antisettiche, perciò può essere utilizzato per togliere il cattivo odore intimo.

Aceto
L’aceto è un antibatterico naturale che si può usare anche per prevenire le infezioni e per migliorare l’igiene intima.
Si dovrebbe versare un bicchiere d’aceto nella vasca ed effettuare delle lavande vaginali.

Bicarbonato
Alcune donne migliorano con degli sciacqui con acqua e bicarbonato.

Dieta e alimentazione
Ci sono diverse soluzioni per il cattivo odore intimo, ma l’alimentazione è fondamentale in caso di infezione.
Gli zuccheri e i dolci favoriscono la crescita di funghi e batteri, quindi si consiglia di evitare questi cibi.
Bisogna mangiare tanta verdura ed evitare i latticini che possono creare problemi all’intestino.