Bocca secca

INDICE

La bocca secca è la sensazione che non c’è abbastanza saliva in bocca.

Tutti possiamo avere una bocca asciutta ogni tanto se si è nervosi, arrabbiati o sotto stress.
Una bocca asciutta tutti i giorni o la maggior parte del tempo può essere fastidiosa e può portare a gravi problemi di salute.
Può anche essere il sintomo di alcune malattie.
Il termine medico per bocca asciutta è xerostomia.
La saliva aiuta a prevenire la carie limitando la crescita batterica e lava via le particelle di cibo.
La saliva aumenta la capacità di gusto e aiuta ad inghiottire. Inoltre, gli enzimi nella saliva iniziano la digestione.

Quali sono i segni e i sintomi della bocca secca (xerostomia)?

Un sintomo è qualcosa che solo il paziente percepisce e descrive, mentre il segno è qualcosa che notano anche le altre persone, ad esempio il medico.
Per esempio, la sonnolenza è un sintomo, mentre le pupille dilatate sono un segno.

Tra i segni e i sintomi della xerostomia si trovano:

  • Alito cattivo
  • Cheilite – infiammazione e fessurazioni delle labbra
  • Labbra screpolate
  • Screpolature e fessurazioni della mucosa orale (parete interna delle guance e delle labbra)
  • Infezioni fungine in bocca, come il mughetto (candida)
  • Senso del gusto alterato
  • Il rossetto tende ad attaccarsi ai denti
  • Malattie gengivali più frequenti
  • Più placca e carie
  • Problemi di deglutizione e masticazione – in particolare gli alimenti particolarmente secchi e friabili come crackers o cereali.
  • Problemi utilizzando la protesi – problemi con il mantenimento della protesi e formazione di piaghe.
  • Mal di gola
  • Saliva appiccicosa e filante
  • La pelle agli angoli della bocca si può fissurare o essere dolente

Cause della bocca secca

La bocca asciutta ha numerose cause, tra cui:

Effetto collaterale di alcuni farmaci
La bocca secca è un effetto collaterale frequente di molte medicine con prescrizione e da banco, compresi i farmaci utilizzati per trattare:

La bocca secca può essere un effetto collaterale dei miorilassanti e dei sedativi.

Effetto collaterale di determinate malattie e infezioni
La secchezza della bocca può essere un effetto collaterale di alcune malattie, tra cui

L’ictus e il morbo di Alzheimer possono causare una percezione di secchezza della bocca, anche se le ghiandole salivari funzionano normalmente. Russare respirando con la bocca aperta può favorire la bocca asciutta.

Terapia per i tumori e per il cancro
Effetto collaterale di alcuni trattamenti medici. I danni alle ghiandole salivari (le ghiandole che producono la saliva) possono essere causati dalla radioterapia per il trattamento della testa e del collo oppure dalla chemioterapia per il cancro. In questo modo si riduce la quantità di saliva prodotta.

Invecchiamento
Invecchiare non è un fattore di rischio per la bocca asciutta di per sé.
Tuttavia, di solito le persone anziane prendono dei farmaci che possono causare secchezza delle fauci.
Inoltre, le persone anziane hanno più probabilità di avere altre malattie che possono causare la bocca secca.
In menopausa c’è una minor produzione di saliva perché calano gli ormoni estrogeni.

 

Bocca secca
Bocca secca

Danni ai nervi
Un infortunio o un intervento chirurgico che provoca danni ai nervi alla zona del collo e della testa può provocare xerostomia.

Gravidanza
Nei primi mesi di gravidanza, una donna incinta può sentire la bocca asciutta, anche se beve più del solito.

Fumo di sigaretta o sigari
Fumare o masticare tabacco può aumentare la secchezza della bocca.

 

Bocca asciutta al mattino

Al risveglio è più facile avere la bocca secca e impastata perché di notte il corpo produce meno saliva, inoltre se si dorme con la bocca aperta si asciuga la poca saliva presente.

 

Bocca secca quando si parla o si corre

Le attività come la corsa o parlare sono effettuate con la bocca aperta e quindi è normale avere la bocca asciutta.
Si consiglia di tenere una bottiglietta d’acqua vicino se si fanno delle conferenze, soprattutto sul palco perché le situazioni più emozionanti possono influire sulla salivazione.

 

Diagnosi della bocca secca

Per determinare se si soffre di secchezza della bocca, il medico o il dentista probabilmente esaminano la bocca e controllano la storia clinica.
A volte, per identificare la causa servono degli esami del sangue, esami strumentali per immagini come la Risonanza magnetica o la scintigrafia delle ghiandole salivari o altri esami che misurano la quantità di saliva che si produce (scialometria).
Per il diabete bisogna controllare la glicemia nel sangue.

Terapia per la bocca secca

Saliva artificiale
Il medico può prescrivere uno spray o un gel che agisce come sostituto della saliva. Ogni dose dura solo poco tempo, quindi bisogna applicarla frequentemente.

Stimolanti della saliva
In alcuni casi di bocca secca, le ghiandole salivari sono influenzate solo in parte e possono essere stimolate a produrre più saliva.
I chewing gum senza zucchero possono aiutare ad aumentare la produzione e il flusso di saliva.
La pilocarpina è un farmaco che può stimolare le ghiandole salivari per creare più saliva. Può essere prescritto se altri provvedimenti non hanno aiutato molto.
Solitamente la pilocarpina funziona bene e velocemente nella maggior parte delle persone con bocca asciutta causata dall’effetto collaterale di un farmaco.

La pilocarpina non è molto efficace nel trattamento delle persone la cui bocca asciutta è causata dalla radioterapia. Un’opzione terapeutica per queste persone può essere un’operazione che sposta la ghiandola salivare su un lato per essere più protetta dalla radioterapia.
La pilocarpina può causare effetti collaterali in alcune persone, come la sudorazione, vertigini, naso che cola, vista offuscata e frequenti viaggi per urinare.
Gli effetti collaterali diventano meno fastidiosi con il tempo quando il corpo si abitua.
Così, un medico può suggerire una dose bassa all’inizio e prenderla per un po’ fino a che gli effetti collaterali si riducono.
La dose può essere aumentata gradualmente con l’obiettivo di ottenere il massimo beneficio, ma mantenendo al minimo gli effetti collaterali.
La pilocarpina non deve essere utilizzata normalmente se si soffre di asma, broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), bradicardia (frequenza cardiaca lenta), ostruzione delle viscere o glaucoma da chiusura dell’angolo.

Modifiche dello stile di vita e rimedi naturali per la bocca secca

Quando la causa del problema non può essere determinata o non può essere risolta, i seguenti suggerimenti possono aiutare migliorare i sintomi di secchezza della bocca e mantenere i denti sani:

  • Masticare gomme senza zucchero o succhiare caramelle senza zucchero dure, anche se questo rimedio può causare altri problemi di salute perché questi prodotti contengono aspartame e altri dolcificanti o additivi.
  • Mangiare dei cibi che stimolano la salivazione, i più indicati sono gli agrumi: limone, arance e pompelmo.
  • Se non ci sono controindicazioni, il digiuno può aiutare a risolvere le malattie che provocano la bocca secca.
  • Limitare l’assunzione di caffeina. La caffeina può rendere la bocca asciutta.
  • Evitare caramelle e cibi zuccherati o acidi perché aumentano il rischio di carie ai denti.
  • Non utilizzare un collutorio contenente alcool perché l’alcol può causare una maggiore secchezza.
  • Smettere di fumare o di masticare il tabacco.
  • Sorseggiare l’acqua o succhiare il ghiaccio durante la giornata per inumidire la bocca o bere acqua durante i pasti per aiutare la masticazione e la deglutizione.
  • Cercare sostituti della saliva da banco. Ci sono dei prodotti contenenti carbossimetilcellulosa o idrossietilcellulosa, come il colluttorio Biotene.
  • Evitare l’uso di antistaminici da banco e decongestionanti perché possono peggiorare i sintomi.
  • Respirare attraverso il naso, non con la bocca.
  • Aggiungere l’umidità all’aria durante la notte con un umidificatore da camera.
    Articoli utili correlati

2 thoughts on “Bocca secca

  1. Antonella,
    innanzitutto tornerei dal dentista che ti ha messo il ponte per verificare se ci sono complicazioni.
    Potrebbe esserci un infezione da qualche parte, ma i sintomi potrebbero non avere nessun legame con l’intervento che ha fatto il dentista.
    Si tratta di sintomi troppo generici che possono essere causati da tanti disturbi.

  2. buongiorno…ho da poco dovuto mettere un ponte inferiore dei denti incisivi e altri, da allora ho iniziato a notare una poca salivazione con cattivo odore dell’alito…sono disperata anche perché stando in un ufficio ho sempre paura di fare brutta figura…da quando ho questo ponte si sono formate anche delle piccole piaghe sulle guance interne e altrettanto sulle gengive,, pulisco per bene il ponte ogni qualvolta mangi e faccio gli sciacqui con acqua calda e bicarbonato………per fare ditemi se c’è un rimedio per contrastare specialmente l’alitosi…..grazie Antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code