Setto nasale deviato

INDICE

Il setto nasale deviato è una patologia in cui il setto nasale è storto e ostacola la respirazione.
Anatomicamente, il setto nasale separa le due fosse nasali e comprende due ossa e una cartilagine quadrangolare.

In condizioni normali, il setto nasale è situato al centro e separa le fosse nasali in maniera simmetriche. Invece, in un setto deviato, la parte superiore della cartilagine è spostata a sinistra o a destra, in modo anormale.
Si può verificare una deviazione a “esse” italica, cioè la parte superiore del setto è spostata da una parte e quella inferiore nel lato opposto.

La maggior parte delle persone hanno il setto nasale leggermente deviato.

Le stime indicano che l’80 % delle persone ha un disallineamento del setto nasale.
Solo i più gravi squilibri causano problemi di respirazione e necessitano di una terapia.


 

Le cause del setto nasale deviato

Queste sono le principali cause di una deviazione del setto nasale:

  • Congenito, cioè dalla nascita
  • In seguito ad un infortunio al naso: si può verificare una frattura quando si pratica uno sport di contatto, combattendo o negli incidenti stradali
  • Alcune persone pensano che sniffare cocaina provochi la deviazione del setto nasale, ma in realtà può causare la perforazione.


 

Come si manifesta il setto nasale deviato? I sintomi

La maggior parte delle deformità settali è asintomatica, difficilmente il paziente si accorge di avere il setto nasale deviato. Tuttavia, alcune deviazioni del setto nasale possono provocare i seguenti segni e sintomi:

  • Occlusione in una o entrambe le narici – Rende difficile la respirazione attraverso la narice chiusa: ciò è più evidente quando si ha un raffreddore, un’infezione delle vie respiratorie superiori o un allergia. Il paziente ha sempre la sensazione di naso chiuso o congestione.
  • Sangue dal naso (o epistassi) – La superficie del setto nasale deviato può diventare secca, aumentando il rischio di epistassi.
  • Dolore in viso – Nonostante i numerosi dibattiti sulle possibili cause nasali di mal di testa,una severa deviazione del setto nasale che preme contro la parete nasale interna è considerata una causa di dolore facciale dallo stesso lato.
  • Respirazione rumorosa nel sonno – Tra i possibili disturbi, il rumore dal naso si verifica nei lattanti e bambini con un setto deviato o con un gonfiore dei tessuti all’interno del naso.
  • Consapevolezza del ciclo nasale – Il ciclo nasale è un fenomeno in cui prima si verifica l’ostruzione di un lato del naso, poi la stessa cosa avviene anche nell’altro lato. Questo fenomeno è fisiologico, ma può indicare la presenza di un’ostruzione nasale importante.
  • Dormire sempre sullo stesso lato – Alcune persone preferiscono dormire su un determinato lato per ottimizzare la respirazione nasale durante la notte: questo è l’effetto di un setto nasale deviato che restringe una narice.
  • Apnea notturna – La deviazione del setto è un fattore di rischio per l’apnea notturna, inoltre il paziente spesso russa.
  • Bocca secca – la secchezza si verifica soprattutto al mattino al risveglio.
  • Infezioni respiratorie – il paziente può essere predisposto alla faringite, laringite, mal di gola (con muco), sinusite, bronchite.
  • Occhiaie o borse sotto gli occhi.
  • Alcune persone pensano che la deviazione del setto provoca vertigini, acufeni o perdita dell’udito, in realtà non è direttamente collegato a questi sintomi.


 

Diagnosi del setto nasale deviato

Per diagnosticare un setto nasale deviato il medico esamina innanzitutto le narici con uno speculum nasale: il medico controlla il posizionamento del setto e la dimensione delle narici.
Oltre all’esame obiettivo è altrettanto importante per il medico fare alcune domande in anamnesi, ad esempio chiede al paziente come dorme, se russa, se ha problemi di sinusite o se ha difficoltà respiratorie.
Il medico può prescrivere una TAC o una Risonanza magnetica con il liquido di contrasto prima di effettuare l’intervento chirurgico.


 

Cosa fare? La terapia del setto nasale deviato

Un setto nasale storto è piuttosto frequente, ma non è necessaria una terapia se non provoca problemi di respirazione.

Quando operare?
Se il medico nota che un setto nasale deviato provoca dei sintomi, ad esempio una sinusite cronica, un’ostruzione delle vie aeree o una frequente epistassi, è necessaria una terapia.
Prima di prendere in considerazione la terapia chirurgica, il medico somministra dei farmaci che aiutano il paziente con i problemi respiratori:

Ci sono alcuni rimedi naturali che aiutano a respirare meglio, ma non correggono il setto.

Se questi farmaci non sono in grado di ridurre i sintomi, è necessaria un’operazione chirurgica denominata setto-plastica, per correggere il setto deviato.
Per questo intervento chirurgico il paziente dev’essere sottoposto ad anestesia locale o generale.

Nella settoplastica, il chirurgo incide il setto nasale e lo raddrizza. Per questo scopo è necessaria la rimozione della cartilagine in eccesso e dell’osso che sta causando il decentramento del setto, ma in altri casi si toglie il setto, si raddrizza e si reinserisce nel naso. Dopo aver raddrizzato il setto, il medico utilizza stecche, suture o piccoli tubicini per saldarlo nella giusta posizione fino alla guarigione completa.
Se il setto nasale deviato è l’unica causa della sinusite cronica, la settoplastica elimina questo problema, in altri casi la sinusite cronica continua ed è necessaria la terapia chirurgica dei seni per aprire e pulire direttamente i seni paranasali.

Solitamente, la settoplastica dura  circa 60-90 minuti, l’intero intervento si effettua attraverso le narici.
La maggior parte delle persone torna a casa il giorno stesso dell’intervento, inoltre è necessaria una settimana per recuperare da una settoplastica, mentre per la guarigione completa serve un mese.
La settoplastica non modifica l’aspetto esterno del naso e non elimina un eventuale “gobba”.

In alcuni casi,per rimodellare il naso si effettua un intervento chirurgico chiamato rinoplastica invece della settoplastica.
La rinoplastica prevede una modificazione dell’osso e della cartilagine del naso per cambiarne la forma, la dimensione o entrambi.

Il costo dell’intervento chirurgico dipende dalla complessità della tecnica eseguita, in generale è compreso tra i 2200 e gli 8000 €.
Spesso i pazienti vogliono sapere se la voce nasale ritorna normale dopo l’intervento, ma in realtà non cambia.


 

Effetti collaterali della settoplastica

Gli effetti collaterali della settoplastica sono in genere temporanei, tra questi ci sono:

  • Dolore al naso o fastidio, specialmente nella parte anteriore
  • Un’ostruzione nasale che può durare fino a sei settimane
  • Perdite di fluido acquoso e macchiato di sangue dal naso
  • Formazione di croste nel naso.


 

Complicanze della settoplastica

Queste complicanze si verificano durante o dopo la procedura chirurgica e sono facilmente correlate anche all’anestesia locale o regionale svolta sul paziente.
Le principali complicanze della settoplastica sono:

  • Grave emorragia al naso – Solitamente questo si verifica nelle prime ore dopo l’operazione chirurgica o nei cinque/dieci giorni seguenti. In questa situazione il chirurgo inserisce dei tamponi nel naso, o diventa necessaria un’altra operazione chirurgica
  • Infezione al naso, anche grave – Se il paziente dopo l’intervento chirurgico ha dolore e un naso ostruito, è necessaria una visita dal medico di base il prima possibile.
  • Perforazione del setto nasale – Di solito non causa problemi, ma si può sentire un fischio nel passaggio di aria dentro e all’esterno del naso. Per correggere questo difetto si fa una nuova operazione chirurgica.
  • Cambiamento della forma del naso – È insolita, si corregge con un’ulteriore intervento chirurgico.
  • Intorpidimento dei denti dell’arcata superiore – Il nervo che raccoglie la sensibilità dai denti dell’arcata superiore si trova vicino al setto nasale: in questo intervento chirurgico si può lesionare in maniera parziale o completa.


 

Setto nasale deviatoRecupero post-intervento per il setto nasale deviato e prognosi

Dopo l’anestesia locale sono necessarie alcune ore prima di recuperare la sensibilità al naso

Se la settoplastica si effettua in anestesia locale, solitamente il paziente è in grado di tornare a casa quando si sente pronto.
Se l’operazione chirurgica è fatta in anestesia generale o in sedazione, è necessario un accompagnatore per portare a casa il paziente.
La sedazione e l’anestesia generale riducono temporaneamente la coordinazione e l’abilità di ragionamento, quindi non si deve guidare, bere alcool, usare macchinari o firmare documenti legali fino a 24 ore dopo l’intervento chirurgico

Il riposo è necessario fino alla fine degli effetti dell’anestesia, per eventuali ulteriori fastidi o dolori il paziente prende antidolorifici al bisogno dopo aver consultato il proprio medico.
Il paziente non è in grado di respirare attraverso il naso se ha delle medicazioni al suo interno o se il naso è ingrossato, quindi respira attraverso la bocca per un paio di giorni fino alla rimozione delle medicazioni, dopo il gonfiore diminuisce.

Solitamente nella terapia chirurgica del setto nasale deviato i punti utilizzati nelle suture si riassorbono in circa sei settimane
Il paziente ha alcune medicazioni nel naso durante la notte successiva all’intervento, le infermiere o il chirurgo le tolgono prima che ritorni a casa
È possibile avere la febbre i primi giorni dopo l’intervento.
Il paziente mantiene le stecche di plastica nel naso per circa una settimana dopo l’operazione, poi bisogna tornare in ospedale per la rimozione.

L’intervento chirurgico di riduzione dei turbinati
Il turbinato (conosciuto anche come conca nasale) è una struttura ossea che sporge nella cavità nasale.
Il turbinato serve per il riscaldamento e l’umidificazione dell’aria inalata.

L’ostruzione nasale provocata dall’ipertrofia dei turbinati si cura con la terapia chirurgica: in questo tipo di intervento chirurgico si rimuove la crescita eccessiva del turbinato, in ogni caso si evita la sua rimozione completa che potrebbe provocare un naso secco e irritabile.
Quest’operazione chirurgica si esegue in diversi modi, tuttavia il tipo di intervento chirurgico che comporta la resezione parziale dell’osso dà i migliori risultati.
Il periodo di convalescenza è di circa 2-3 giorni.
In caso di setto nasale deviato lievemente, si possono tagliare e asportare delle parti di mucosa con il laser CO2 che ha meno controindicazioni rispetto alla chirurgia tradizionale.

Le complicanze o conseguenze causate da questo intervento chirurgico sono elencate di seguito:

  • Resezione eccessiva dei turbinati che provoca il cosiddetto “naso secco”,
  • Il sanguinamento provocato da questa procedura chirurgica si interrompe in diverse settimane,
  • Se la resezione dei turbinati non è eseguita correttamente, rimane l’ostruzione nella cavità nasale ed è necessario un nuovo intervento chirurgico.