Virus dell’Herpes simplex

INDICE


L’herpes simplex è un virus che causa un’infezione che colpisce soprattutto la bocca o la zona genitale.


Cause dell’infezione da virus dell’Herpes simplex
Ci sono diversi ceppi di virus herpes simplex:
Il tipo 1 (HSV-1) è associato alle infezioni di labbra, bocca e viso. Questo tipo di Herpes simplex è quello che infetta la gente più spesso e generalmente si sviluppa nell’infanzia.
HSV-1 provoca spesso ferite (lesioni) all’interno della bocca, come l’herpes labiale o le infezioni dell’occhio (soprattutto la congiuntiva e la cornea).
Può anche dare un infezione della membrana del cervello (meningo-encefalite). Si trasmette tramite il contatto con la saliva infetta.

Il virus herpes simplex di tipo 2 o herpes genitale (HSV-2) è sessualmente trasmissibile.
Tra i segni e i sintomi ci sono ulcere genitali e piaghe.
Tuttavia, alcune persone con HSV-2 non avvertono sintomi.

Un’infezione del dito, chiamata giradito erpetico è un’altra forma di infezione da Herpes simplex.
Di solito colpisce gli operatori sanitari che sono esposti alla saliva durante gli interventi chirurgici o mentre lavorano (dentisti).
A volte, anche i bambini piccoli possono ammalarsi.
L’HSV può infettare un feto e causare anomalie.
Una madre che è infettata con HSV può trasmettere il virus al neonato durante il parto vaginale, soprattutto se la madre ha un’infezione attiva al momento del parto, ma anche se è asintomatica.
È possibile che il virus si trasmetta anche se non ci sono sintomi o ferite visibili.
L’HSV non è mai eliminato dall’organismo, ma rimane latente e si può riattivare causando i sintomi.

Gli 8 tipi Herpes virus

I virus sono identificati con numeri da 1 a 8 (HHV1 – HHV8).

Virus 1
In genere l’Herpes Virus 1 (HSV1) è la causa dell’herpes labiale intorno alla bocca. L’HSV1 può anche provocare un infezione nella zona genitale che causa l’herpes genitale, il contagio di solito avviene con il contatto orale-genitale, come durante alcuni tipi di rapporti sessuali.
Generalmente colpisce le labbra e le membrane mucose della bocca. Un’infezione da herpes può verificarsi sulle guance o nel naso, ma l’herpes facciale è molto raro.
Le infezioni HSV1 sono contagiose e solitamente sono diffuse dal contatto pelle-a-pelle con una persona infetta attraverso piccole lesioni cutanee o dalle mucose. Il virus HSV1 si può diffondere con più probabilità attraverso gli oggetti condivisi come gli utensili che servono per mangiare, i rasoi e gli asciugamani usati da una persona con un focolaio attivo.

Virus 2
In genere l’herpes virus umano di tipo 2 (HSV2) provoca l’herpes genitale, cioè un’infezione a trasmissione sessuale.
Tuttavia, può anche causare l’herpes labiale nella zona del viso. Come l’HSV1, l’infezione HSV2 è contagiosa e si diffonde con il contatto pelle-a-pelle. La principale via di trasmissione è il contatto sessuale, dato che il virus non sopravvive molto a lungo di fuori dal corpo.

Virus 3

Herpes,Zoster,fuoco,S.,Antonio,piaghe,croste
Herpes Zoster o fuoco di S. Antonio

Il Virus della varicella o Herpes Zoster può causare la varicella e un’infezione che si chiama Herpes Zoster o fuoco di S. Antonio. L’herpes Zoster si verifica quando si riattiva il virus dormiente della varicella dopo un iniziale attacco.
L’Herpes Zoster infetta le cellule della pelle e le cellule nervose. Questo virus può ripresentarsi anche lungo il percorso delle fibre nervose, provocando delle vesciche dove il nervo finisce sulla pelle.
Le vescicole dell’herpes Zoster seguono il decorso del nervo, se colpiscono lo sciatico si possono trovare lungo la gamba, ma se interessano altri nervi si possono vedere sul braccio, sul seno, sul piede ecc.
Il fuoco di S. Antonio è generalmente molto più grave di una recidiva di herpes simplex perché spesso colpisce un intero gruppo di cellule nervose.
Generalmente, le vesciche hanno una disposizione simile ad una fascia, si verificano su un lato del corpo e sono spesso accompagnate da prurito, formicolio o dolore lancinante.
La guarigione di solito avviene in 3-4 settimane, ma possono rimanere le cicatrici. La nevralgia posterpetica è una complicanza dell’herpes zoster dove il dolore associato all’infezione può persistere per mesi e persino anni. La maggior parte delle persone che soffrono di herpes zoster una volta non ha recidive.


Virus 4
Il virus dell’Herpes 4 è conosciuto anche come il virus di Epstein Barr che è la principale causa di mononucleosi infettiva o malattia del bacio.
La mononucleosi è un’infezione contagiosa che si trasmette attraverso la saliva. La trasmissione del virus avviene con la tosse, gli starnuti o la condivisione di posate e bicchieri con una persona infetta.
Virus 5
Il citomegalovirus (CMV) può non causare alcun sintomo alle persone con sistema immunitario sano. Il virus può essere trasmesso sessualmente e può provocare problemi ai neonati, per esempio può causare l’epatite.
Il CMV può essere trasmesso attraverso il contatto sessuale, l’allattamento, le trasfusioni di sangue e i trapianti di organi. L’infezione da CMV è una delle complicanze dell’AIDS.
I sintomi del citomegalovirus sono: diarrea, gravi problemi di vista, infezioni dello stomaco oppure dell’intestino e anche la morte.

Virus 6
Il virus dell’herpes umano 6 provoca l’exanthema subitum o sesta malattia e di solito colpisce i bambini piccoli.
I sintomi sono la febbre alta e un eruzione cutanea (roseola), ma può causare anche convulsioni.
La terapia per i virus non esiste, ma si possono alleviare i sintomi, per esempio in caso di sovrainfezioni batteriche il medico può prescrivere degli antibiotici.

Virus 7
Il virus dell’Herpes 7 è molto simile al virus HHV6, colpisce quasi tutti i bambini entro i 3 anni.
Il virus HHV7 può causare roseola, ma non è chiaro quali altri sintomi possa provocare.
La trasmissione avviene con la saliva.

Virus 8
Il virus HHV8 è stato recentemente isolato nel Sarcoma di Kaposi (KS), un tumore che si manifesta di solito nella cute, nelle mucose e nell’apparato gastrointestinale.
Il KS colpisce le persone che soffrono di AIDS, è molto raro che interessi altre persone.
Il sarcoma di Kaposi forma tumori violacei sulla pelle e altri tessuti di alcune persone con AIDS.
È molto difficile da trattare con i farmaci. L’HHV8 può anche causare altri tumori, tra cui alcuni i linfomi (neoplasie dei linfonodi) associati all’AIDS.
Il fatto che questi tumori sono causati da un virus può spiegare perché colpiscono le persone con AIDS quando il sistema immunitario è compromesso.

 

Sintomi dell’Herpes simplex

Sintomi dell’Herpes orale

Virus dell'Herpes simplex
Virus dell’Herpes simplex

Di solito l’herpes orale (herpes labialis) è causato dal virus dell’herpes simplex 1 (HSV-1), ma può anche essere causato dal tipo 2.
L’infezione orale primaria (iniziale) può essere molto dolorosa, soprattutto nei bambini piccoli.
Le vesciche si formano sulle labbra e a volte sulla lingua, raramente arrivano al naso o agli occhi.
Quando le vesciche si rompono rimangono delle piaghe aperte dolorose che sviluppano una membrana giallastra prima di guarire.
Le piaghe scompaiono in 2 settimane.
Si può notare un aumento della salivazione e l’alito cattivo.
Raramente, l’infezione può essere accompagnata da difficoltà nella deglutizione, brividi, dolori muscolari o perdita dell’udito.
Nei bambini, l’infezione si verifica di solito dentro la bocca. Negli adolescenti, l’infezione primaria è più frequente nella parte superiore della gola e può causare dolori.
Durante la gravidanza è possibile avere una recidiva di Herpes labiale, di solito non è un pericolo per il bambino perché se la mamma lo trasmette al bambino, gli passa anche gli anticorpi per curarlo.
Se si assumono delle medicine, si possono spalmare solo le pomate localmente per non causare dei danni al bambino.

Sintomi di Herpes genitale
Per i pazienti con sintomi, il primo focolaio di solito avviene intorno alla zona genitale 1-2 settimane dopo l’esposizione sessuale al virus.
I primi segni sono una sensazione di formicolio nelle zone colpite (ad esempio, genitali, ano, glutei e cosce) e dei gruppi di vesciche rosse.
Nelle successive 2-3 settimane, le bolle possono rompersi creando alcune piaghe aperte dolorose.
Le lesioni alla fine si asciugano e sono sostituite da una crosta.
Le croste guariscono rapidamente senza lasciare una cicatrice. Le vesciche in zone umide guariscono più lentamente rispetto ad altre zone.
Le lesioni a volte possono dare prurito che diminuisce mentre si guarire.
Circa il 40% degli uomini e il 70% delle donne hanno altri sintomi con il focolaio iniziale di herpes genitale, come ad esempio disturbi influenzali, mal di testa, dolori muscolari, febbre e gonfiore delle ghiandole.
(Le ghiandole possono gonfiarsi nella zona dell’inguine e del collo). Alcuni pazienti possono avere difficoltà a urinare, e le donne potrebbero notare perdite vaginali.
Durante la gravidanza, se la mamma ha una riattivazione dell’Herpes genitale è possibile contagiare il bambino nel momento del parto, quindi bisogna parlare con il medico per valutare l’assunzione di farmaci antivirali.

Diagnosi dell’infezione da virus dell’Herpes simplex
Molte volte, i medici possono dire se c’è un’infezione da HSV semplicemente osservando le labbra. Tuttavia, alcuni test possono essere prescritti per essere sicuri della diagnosi.
Questi test sono:

  • Esami del sangue per gli anticorpi dell’HSV (sierologia)
  • Test di immunofluorescenza diretta (DFA) delle cellule prelevate da una vescica
  • Coltura virale delle vesciche


Trattamento e farmaci per il virus dell’Herpes simplex
Alcuni casi sono lievi e possono non aver bisogno di terapie.
Le persone con focolai gravi o prolungati, con problemi al sistema immunitario o con frequenti recidive potranno beneficiare di farmaci antivirali come l’aciclovir (Zovirax) e famciclovir (Famvir).
Le persone con gravi o frequenti recidive di herpes orale o genitale possono scegliere di continuare a prendere farmaci antivirali per ridurre la frequenza e la gravità delle recidive.
Herpes zoster,vescicole,croste,pelleIl cortisone non è un rimedio indicato per curare l’Herpes virus.
Le cure naturali comprendono la fisioterapia che può aiutare in caso di Herpes Zoster (tipo 3), infatti la Laser terapia riduce i tempi di cicatrizzazione delle piaghe aperte e la formazione delle croste.

Rimedi naturali contro l’infezione da virus dell’Herpes simplex

Uno dei rimedi casalinghi più efficaci per l’herpes labiale è versare delle gocce di limone su un batuffolo di cotone e tenerlo a contatto con le vescicole da Herpes.
Per disinfettare si può anche spalmare un po’ di dentifricio sulle labbra.


L’applicazione di miele direttamente sulla zona colpita da herpes può ridurre i tempi di guarigione e i sintomi.
Tra le pomate efficaci per ridurre il tempo di guarigione c’è la crema con l’estratto di melissa.
Il gel di tea tree oil è un altro trattamento topico per guarire prima dall’Herpes virus.

Quanto dura l’infezione da virus dell’Herpes simplex?

Le lesioni orali o genitali da herpes simplex guariscono da sole in 7-10 giorni. L’infezione può essere grave e durare di più nei pazienti con un sistema immunitario compormesso.
Quando si verifica un’infezione, il virus si diffonde alle cellule nervose e rimane nel corpo per il resto della vita di una persona. Può tornare di tanto in tanto e causare sintomi o vesciche.
Le recidive possono essere scatenate da luce solare eccessiva, febbre, stress, una malattia acuta, farmaci o patologie che indeboliscono il sistema immunitario (come il cancro, HIV/AIDS o l’assunzione di cortisone).

Quando è contagiosa l’infezione da virus dell’Herpes simplex?


Il contagio è sempre possibile, anche nelle fasi asintomatiche, ma è molto più probabile passare il virus ad un altra persona nel periodo in cui ci sono le vesciche aperte.

Possibili complicanze dell’infezione da virus dell’Herpes simplex

  • Dermatite erpetiforme (herpes diffuso attraverso la pelle)
  • Encefalite
  • Infezione dell’occhio (herpes oculare) – Cheratite
  • Infezione della trachea
  • Meningite
  • Polmonite
  • Prolungata e grave infezione in individui immunodepressi


Prevenzione
La prevenzione dell’HSV è difficile perché la gente può diffondere il virus anche quando non ha alcun sintomo di un focolaio attivo.
Evitando il contatto diretto con una lesione aperta si abbassa il rischio di infezione.
Comportamenti sessuali sicuri, compreso l’uso di preservativi, riducono il rischio di infezione.
Le persone con lesioni attive di HSV dovrebbero evitare il contatto con i neonati, i bambini con eczema o persone con sistemi immunitari depressi perché questi gruppi sono più a rischio-
Per diminuire il rischio di infettare i neonati, un parto cesareo (taglio cesareo) è raccomandato alle donne incinte che hanno un’infezione da HSV attiva al momento della consegna.

Riferimenti
Whitley RJ. Infezioni da virus herpes simplex. In: Goldman L, Ausiello D, eds. Cecil medicina. 23a ed. Philadelphia, Pa: Saunders Elsevier. 2007: chap 397.