Antistaminici naturali

INDICE


Gli antistaminici naturali per l’allergia sono ottimi perché possono prevenire la malattia.

Ci sono tante possibili sostanze naturali che possono alleviare e prevenire i sintomi.

Antistaminici naturali
Francois-du-Plessis-Fotolia.com.jpg

Le terapie antistaminiche attendono i sintomi dell’allergia e lanciano l’attacco all’istamina appena aumenta oltre la soglia.

La medicina naturale giunge in anticipo, quindi la cura dovrebbe iniziare almeno due mesi prima rispetto all’insorgenza classica dei sintomi, scegliendo in modo accurato fra i rimedi più indicati.
Riconoscere il rimedio più adatto è semplice e quando si trova, bisogna iniziare fin da gennaio per arrivare preparati alla primavera.
La seconda meravigliosa opportunità è l’assenza di effetti collaterali. L’antistaminico provoca sonnolenza e deconcentrazione.
Il cortisone è efficace ma deve essere utilizzato con parsimonia poichè l’uso prolungato crea scompensi al sistema immunitario, oltre ai grandi effetti collaterali come ritenzione idrica e stanchezza.
Ci sono piante che contengono dei principi attivi che bloccano la liberazione dell’istamina o i suoi effetti.
Gli studi mostrano, per esempio, che alcuni flavonoidi sono potenti stabilizzatori della membrana dei mastociti e contrastano quindi la liberazione di istamina da queste cellule; esistono principi attivi naturali che bloccano l’azione dell’istamina legandosi sui suoi recettori (antagonisti).
Tra le piante ricche di flavonoidi stabilizzatori dei mastociti ci sono il Ginkgo biloba, Cardo mariano, Arnica montana e Ribes nigrum, mentre Fumaria officinalis, la Glycyrrhiza glabra e la Plantago major contengono sostanze con effetti antistaminici.

Gli integratori e i rimedi naturali si possono trovare in farmacia o in erboristeria.

Antistaminici naturali più utilizzati

Tra le possibilità, ci sono alcune erbe che si usano spesso, per esempio:

Ribes nigrum. È considerato il miglior antinfiammatorio e antiallergico che esista in fitoterapia, infatti è considerato un cortisonico naturale. Si utilizza da sempre contro le infiammazioni di origine infettiva o autoimmune (cutanee e respiratorie).
Il ribes nigrum stimola la corteccia surrenale e riesce ad attivare i meccanismi antinfiammatori dell’organismo.
Questa sostanza riduce la produzione di immunoglobuline E (IgE) che provocano la risposta allergica e regola la reazione del corpo con un’azione su alcune cellule del sistema immunitario.
Il ribes nigrum riduce anche il rilascio di istamina da parte dei mastociti.

Viburnum lantana. Queta erba ha un’azione rapida e immediata in caso di sintomi acuti.
Le sue gemme si utilizzano spesso come rimedio nell’asma allergica, soprattutto nelle forme cronicizzate poiché dilata i bronchi ed ha un effetto antiallergico.
Si usa spesso per potenziare l’azione dei farmaci dilatatori bronchiali, come il salbutamolo o altre sostanze simili.
Si consiglia, se possibile, di iniziare la cura almeno un paio di mesi prima rispetto al momento in cui compaiono gli allergeni (per esempio i pollini).

Plantago major. Ottima soprattutto nelle allergie respiratorie, in caso di naso chiuso e infiammazione delle vie respiratorie superiori (laringite, faringite, ecc.).
La sua azione è l’inibizioe dell’istamina e di altre sostanze che causano l’infiammazione.

 


Viola tricolor. Particolarmente adatta nelle allergie cutanee per le proprietà antinfiammatorie, anti-arrossamento e antiallergica

Echinacea un rimedio che si usa spesso per il raffreddore e i sintomi influenzali, ma che in caso di allergie primaverili può aiutare moltissimo a liberare il naso e le vie respitatorie.


Cumino (Cuminum cyminum L.) è una piccola pianta annuale della famiglia delle Apiaceae dell’Egitto ma si coltiva in Asia e nell’Europa meridionale.
I suoi semi sono stati utilizzati sempre come spezia perché hanno proprietà simili ad altre piante della stessa famiglia (Anice, Finocchio, e Cumino nero).
Sono delle sostanza aromatizzanti gradevoli e hanno questi effetti:

  • Aiutano nella digestione,;
  • Favoriscono l’eliminare dei gas che si trovano nel tubo digerente e causano eruttazioni, meteorismo e flatulenza;
  • Hanno un’azione antibiotica lieve;
  • Riducono gli spasmi muscolari;
  • Hanno un effetto antidolorifico.

Sono anche ricchi di vitamine (B1, B2, B3, B6, C, K, folati) e sali minerali (calcio, ferro, sodio, fosforo, magnesio, potassio, managnese e selenio).

Recentemente è stato scoperto che un olio ricco di acido linoleico e acido gamma-linolenico ha delle proprietà antinfiammatorie e antiallergiche.
Queste sostanze sono in grado di regolare la risposta immunitaria agendo su alcune sostanze che causano l’infiammazione (prostaglandine) e stabilizzano le membrane delle cellule più esposte agli allergeni.

La Vitamina C e la Vitamina A sono di supporto.

La Vitamina C ha un’azione è fondamentale per il sistema immunitario. L’efficacia aumenta quando è accompagnata dai bioflavonoid e alle altre vitamine. Le vitamine A ed E aumentano l’attività antiossidante .

La Vitamina A ha una funzione particolarmente utile in caso di allergia perché protegge le mucose. Tutti gli organi con le mucose hanno dei benefici, in particolar modo le vie respiratorie e la pelle.