Rimedi per il dolore al piede

INDICE


 

Cosa fare? Rimedi per il dolore al piede

Una corretta valutazione e diagnosi per il dolore al piede è essenziale per scegliere il trattamento più adatto.

Un buon orientamento generale è quello di confrontare il lato dolorante con quello sano.

Le lesioni si possono presentare come una protuberanza o un avallamento in una zona particolare oppure ci può essere una sensazione di “crack”.

dolore,piede,diagnosi,trattamento, valutazione,sano
Anatomia del piede
Sebastian-Kaulitzki/fotolia.com

La causa, l’intensità del dolore e il tipo (acuto o sordo) indicano la gravità della lesione.
Il dolore si può avvertire:

  • Durante l’attività,
  • Prima e dopo l’allenamento, ma non influisce sulle prestazioni,
  • Prima, durante e dopo le attività sportive, può ostacolare l’attività,
  • Il dolore può essere così grave che è impossibile continuare l’allenamento o la gara.


Il medico fa alcune domande per capire com’è iniziato il disturbo.
Bisogna raccontare al medico come e quando è iniziato il fastidio, come si manifesta, quando si sente, che cosa migliora o peggiora i sintomi.
Se è necessario, un esame fisico approfondito può aiutare a valutare eventuali altre lesioni.
Lo specialista deve esaminare i piedi a riposo, durante il movimento e quando si appoggia il peso sopra.
Il piede e l’arco plantare devono essere controllati per individuare eventuali deformità, zone rigide o differenze nelle ossa del piede.

Il medico deve esaminare il funzionamento dei muscoli del piede. Questi test consistono nell’opporre resistenza contro la forza impressa dallo specialista oppure eseguire tutti i movimenti del piede.
Tra i test fisici che il dottore può chiedere ci sono: rimanere fermo in piedi, camminare sulla punta dei piedi o sui talloni, correre e saltare.
Per essere sicuro che non ci sono delle lesioni, lo specialista controlla anche i nervi del piede.
La radiografia, la risonanza magnetica e la scintigrafia ossea del piede possono essere effettuate per capire se ci sono anomalie dell’osso o dei tessuti molli.


 

Qual è il trattamento per il dolore al piede?

Una volta che la gravità e la causa del dolore al piede sono state identificate, ci sono diversi rimedi utili che si possono effettuare.


 

Rimedi casalinghi per il dolore al piede

La terapia dev’essere diretta alla causa specifica del dolore.
Quando si inizia a sentire dolore nel piede, si può iniziare la cura con dei rimedi casalinghi: riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione (protocollo R.I.C.E.).
I farmaci da banco possono essere utilizzati anche per ridurre il fastidio.


Spesso, il riposo permette ai tessuti di guarire e previene ulteriori danni alla zona interessata.
Le stampelle dovrebbero essere utilizzate in caso di difficoltà ad appoggiare il peso sul piede.
L’uso appropriato delle cavigliere e dei tutori disponibili per la caviglia e per il piede possono dare riposo, comfort e supporto all’area interessata.
Le ultime ricerche hanno mostrato che il Kinesio-taping è utile per ridurre il gonfiore.
Il ghiaccio dovrebbe essere applicato non più di 20 minuti. I cubetti possono essere messi in un sacchetto di plastica e avvolti in un asciugamano.
Gli impacchi di ghiaccio non sono raccomandati perché sono troppo freddi. Nel caso in cui il freddo provoca molto fastidio, bisogna smettere immediatamente di applicarlo.
La compressione e l’elevazione aiutano a prevenire i piedi e le caviglie gonfie.

 

Terapia medica per il dolore al piede

Ci sono due tipi di medicinali da banco che possono alleviare il dolore e l’edema al piede.

L’acetaminofene (Efferalgan) contribuirà a ridurre il dolore, mentre gli anti-infiammatori non steroidei, come l’aspirina, l’ibuprofen(Brufen) o il naprossene (Aleve, Anaprox, ecc) possono diminuire il dolore e l’infiammazione. Bisogna stare attenti quando si assumono questi farmaci perché il dosaggio non dovrebbe superare la quantità prescritta.
Un rimedio popolare per risolvere la fascite plantare è rotolare una pallina da golf o da tennis sul terreno con la parte inferiore del piede.

infiltrazione,cortisone,piede,iniezione,dolore,infiammazione
Infiltrazione di cortisione nel piede
Gresei/bigstockphoto.com

In caso di borsite calcaneare o infiammazione articolare, lo specialista può effettuare un infiltrazione di cortisone.

Le vesciche si formano in seguito allo sfregamento. A volte si formano delle zone in cui la pelle si gonfia di liquido e dovrebbero essere curate immediatamente con un bendaggio o qualcosa che riduca l’attrito.
Se queste aree della pelle diventano una vescica e non si rompono, il medico può drenare questa formazione facendo una puntura con un ago pulito per farla sgocciolare, la pelle agisce come una benda naturale e non dev’essere tagliata via.
Se la pelle sopra la vescica è rotta, dovrebbe essere pelata e l’area dev’essere trattata come una ferita aperta.
Le vesciche dovrebbero essere coperte con una benda prima di tornare all’attività; nei casi più semplici, un cerotto può risolvere il problema.
Se la bolla è grande, un imbottitura a forma di ciambella, un cuscinetto in gel o un cerotto per vesciche si dovrebbe applicare per proteggere la zona e permettere la guarigione.
Per evitare la formazione di vesciche in futuro, si consiglia di spalmare la vaselina sull’area interessata.

Un infezione batterica o un’unghia incarnita sono trattate con farmaci antibiotici.

La frattura di un osso si cura con l’immobilizzazione e la magneto terapia che serve per ridurre i tempi per la formazione del callo osseo.
In caso di frattura scomposta grave, l’ortopedico può consigliare l’intervento chirurgico per saldare i frammenti dell’osso.

Se c’è un infiammazione dei muscoli, delle articolazioni o dei tendini, il personale sanitario qualificato può utilizzare elettromedicali come gli ultrasuoni, l’elettroterapia (TENS, ecc.), Laser terapia, Tecar terapia e/o terapie manuali per ridurre il dolore, aumentare la circolazione sanguigna nell’area e permettere la guarigione.
Si dovrebbero sostituire le attività che aggravano il dolore e l’indolenzimento.
La corsa provoca tanti microtraumi continui con il terreno.


L’uso della bicicletta, l’ellittica, la cyclette, il nuoto e lo sci hanno un impatto minimo e consentono di mantenere e migliorare la forma fisica.


 

Prevenzione per il dolore al piede

Si consigliano scarpe nuove o la sostituzione delle suole attuali.
Bisogna utilizzare sempre calzature adeguate, allacciate e prima si deve mettere una calza per rimuovere l’attrito e la compressione.
I supporti supplementari che si mettono nelle scarpe come le tallonette in silicone o i supporti per la volta plantare aiutano a mantenere il piede nella posizione corretta.
I plantari correttivi e quelli da banco possono anche migliorare l’appoggio del piede.

Rimedi per il dolore al piede
Rimedi per il dolore al piede

Le scarpe da ginnastica perdono le proprietà elastiche delle suole con il tempo e l’utilizzo. Una buona regola è di cambiare scarpe ogni sei mesi o più spesso se sono molto usurate. La sostituzione periodica delle suole può aumentare l’assorbimento di energia e dare più supporto al piede.


 

Rinforzo muscolare per il dolore al piede

Il fisioterapista può consigliare degli esercizi per aumentare la forza e la stabilità del piede.
Lo stretching serve per aumentare la flessibilità e migliorare la lunghezza di un muscolo.
La flessibilità rende un muscolo più elastico e quindi calano le probabilità di avere uno strappo o uno stiramento.
In alcuni casi, la chirurgia può essere necessaria.


 

Valutazione biomeccanica

Il movimento del corpo è alterato quando si subisce un infortunio, per esempio si zoppica.
Un fisioterapista può valutare queste modifiche e consigliare le correzioni più adatte.
Le alterazioni del movimento prolungate possono provocare modifiche meccaniche secondarie che causano dolore e sono più difficili da correggere.
Con il tempo, se una persona zoppica può peggiorare la situazione.


La corsa a piedi nudi o utilizzando scarpe da running particolari può essere utile per correggere i problemi meccanici a certi runner (podisti).

 

Leggi anche: Le cause di dolore al piede  –  I sintomi di dolore al piede  –  Il dolore dei nervi del piede