Sintomi dell’esaurimento nervoso e rimedi

L’esaurimento nervoso è un processo graduale in cui una persona si stacca dal lavoro e altre relazioni significative a causa di uno stress prolungato o uno sforzo fisico, mentale ed emotivo.

Il risultato è la riduzione della produttività, cinismo, confusione, la sensazione di non avere più nulla da dare.

1. Esaurimento fisico, mentale ed emotivo. Forse l’individuo continua a lavorare oppure ad andare a scuola, ma spesso trascorre la serata sdraiato sul divano, mangiando cibi pronti e guardando la televisione.
Si cerca di evitare le responsabilità perché si pensa di non avere autorità o di non essere in grado di pianificare la propria vita.


2. Cinismo e insensibilità. Come reazione alla prolungata sensazione di insicurezza o vulnerabilità, alcune persone sviluppano un atteggiamento negativo di mancanza di sentimenti e critica verso gli altri.
Nel breve periodo la strategia funziona spesso. Si diventa sufficientemente odiosi e le altre persone iniziano a evitarti.
Ma questa corazza esterna può diventare una strategia difficile e controproducente.

3. Fallimento, impotenza e crisi. Essere schiavi in un ambiente familiare, segna spesso la fase finale.
La situazione può essere complicata da gestire sia lasciando la famiglia sia continuando a vivere con i parenti più stretti.
L’esaurimento nervoso é come cercare di correre una maratona senza fermarsi, alla massima velocità.
Non si può sempre correre, il corpo si arrende prima o poi e anche la mente.

 

Segni e sintomi di esaurimento

Ecco i primi sintomi di esaurimento nervoso:
1. Alti livelli di stress o di ansia. Sensazione di essere frequentemente in bilico e con l’adrenalina che scorre lungo il corpo.
2. Mancanza di impegno. Non ti senti motivato al lavoro. Difficoltà a concentrarsi o rimanere attento anche per un breve periodo.
3. Cinismo. L’individuo ha solo sentimenti di risentimento o di distacco. È possibile notare avere un atteggiamento più negativo e cinico. La sensazione è quella di essere facilmente irritabile e sulla difensiva o una dipendenza dagli altri.
Quando l’individuo sente molto risentimento verso gli altri, le possibilità sono che non si riesce a soddisfare le esigenze o si sta sviluppando un esaurimento nervoso.
4. Mangiare mentre si svolge un altra attività. Si mangiano i pasti davanti a un computer, la televisione o mentre si viaggia (in auto, in piedi, ecc.)

5. Non dormire abbastanza. Le ore minime di sonno raccomandate sono sette-otto per ogni notte, quando si dorme meno per un periodo prolungato, si rischia di un certo livello di esaurimento.
6. Bassa energia e stanchezza. Sei stanco. Non solo sonnolenza e stanchezza, ma emotivamente affaticato. L’individuo si può sentire esausto alla fine della giornata, senza energia per fare esercizi e sport o anche per interagire con gli altri, si desidera solo sdraiarsi e guardare la TV o riposare in un altro modo.

7. Non avere mai abbastanza tempo. La persona con esaurimento nervoso ha sempre fretta e non ha mai abbastanza tempo per tutte le attività che sta cercando di svolgere ogni giorno.
8. Eccessiva preoccupazione e alto livello di auto-critica. Non si riesce a uscire dalla condizione mentale in cui l’individuo con esaurimento nervoso rimane senza preoccupazioni e pensieri, perché quando passano, ne compaiono di nuovi.
La voce critica nella testa è molto forte, dice che bisogna fare sempre di più, lavorare di più e non importano i risultati ottenuti, non si fa mai abbastanza.
9. Malattia fisica. Inizialmente, i sintomi fisici possono essere lievi. Si può provare mal di testa, un raffreddore persistente, mal di stomaco o spesso un sistema immunitario debole. Quando i sintomi precoci sono ignorati, il corpo può sviluppare dei problemi e ricevere una diagnosi più grave.
10. Paralisi dei sentimenti. Si possono avere dei comportamenti da dipendenza. Inizialmente, questo può presentarsi come un’eccessiva dipendenza dalla caffeina e/o dallo zucchero per stare svegli e concentrati quando c’è poca energia.
Con la progressione del disturbo, una maggiore dipendenza dai farmaci, alcol, cibi pronti o da fast food oppure guardare la televisione più del solito può essere un sintomo di esaurimento.
11. Inefficacia e inefficienza. A causa della mancanza dei risultati personali, si percepisce un calo della produttività e si ritiene di spendere troppa energia al lavoro senza vedere i risultati sperati.
12. Mancanza di ferie.
– Vacanza. L’individuo non ricorda l’ultima volta che ha dedicato un solo giorno solo per rilassarsi e non fare nulla.
Spesso la persona con esaurimento nervoso non é andata in vacanza per sei o anche dodici mesi.
– Lavorare tutto il giorno. Si può avere la tendenza a concentrarsi sul lavoro senza soste. Un altra cosa che può capitare é non fermarsi nemmeno per bere un bicchiere d’acqua, sgranchirsi le gambe, fare una passeggiata o chiamare un amico, almeno una volta ogni 90-120 minuti, si potrebbe sviluppare troppo stress.
– Attività piacevoli. L’individuo esaurito non ha svolto nemmeno un’attività rigenerante nell’ultima settimana (per esempio massaggi, un trattamento benessere, un bagno, cucinare, leggere un libro semplicemente per piacere, andare a fare un’escursione, ecc.).
13. Non effettuare abbastanza esercizio fisico. Non si dedica abbastanza tempo all’esercizio fisico o altre attività sportive come si vorrebbe.
14. Mancanza di contatto con la natura. La persona che soffre di esaurimento passa troppo tempo in ufficio, in macchina o in casa e non esce all’aria aperta.

 

Trattamento e prevenzione dell’esaurimento

Ridurre lo Stress
Se la tensione emotiva non è affrontata correttamente, gli alti livelli di stress possono provocare l’esaurimento e dei problemi di salute gravi. Qui ci sono alcuni metodi per ridurre lo stress.
Praticare la meditazione. La meditazione dà molti benefici per la salute tra cui un aumento della concentrazione, calo del livello di stress e un senso generale di benessere e felicità. L’obiettivo della meditazione è mettere a fuoco il 100% della concentrazione su una cosa, come il respiro o una candela accesa in camera. In questo modo può aiutare a tranquillizzare la mente e ridurre i livelli di stress. Effettuando regolarmente la meditazione solo 20 minuti al giorno, ha dimostrato di diminuire i livelli di stress.
Esercizi e attività fisica. Molti lavoratori svolgono molto esercizio fisico quotidiano perché lavorano costantemente in piedi e fanno esercizi di sollevamento. Ma questo tipo di esercizio non è rilassante come una camminata nel parco, praticare il kayak al lago o pedalare in bicicletta. L’esercizio fisico dovrebbe essere buono per il corpo, mente e spirito.

Sana alimentazione. Molte persone non considerano importante una vita sana e una dieta ben equilibrata e nutriente. A causa degli orari di lavoro (per esempio chi effettua i turni) e i lunghi turni di lavoro, i lavoratori comprano frequentemente il cibo fuori, nei distributori automatici o mangiano degli snack zuccherati, grassi o cibi trasformati regolarmente.
Invece, è fondamentale mangiare molta frutta e verdura, ingerire abbastanza proteine, soprattutto alcuni pesci come il salmone che contiene molti acidi grassi Omega-3.

 

Come prevenire l’esaurimento

Se l’individuo riconosce i segni premonitori di un esaurimento imminente, ricordare che può solo peggiorare senza un azione per risolvere il problema. Ma quando si fa qualcosa per ritornare in equilibrio, si può prevenire la trasformazione da esaurimento a totale perdita di energia.

Consigli per la prevenzione dell’esaurimento.
Iniziate la giornata con un rituale rilassante. Piuttosto che saltare fuori dal letto appena svegli, trascorrere almeno quindici minuti meditando o avvicinarsi alla natura.
Lo stile di vita sedentario e stressante che conducono tanti non è per niente salutare.
Dato che l’uomo è un animale (anche se ha un cervello più sviluppato degli altri) non può pensare di vivere come un robot, ma ogni tanto dovrebbe tornare alle origini e condurre uno stile di vita più naturale, all’aperto, in luoghi lontani dalla città, per esempio al lago, in montagna o al parco.

Seguire un’alimentazione sana, lo sport e dormire correttamente
Quando si mangia bene, si effettua attività fisica regolare e si riposa abbastanza, l’energia per affrontare il lavoro e gli impegni personali e familiari è sufficiente.

Impostare dei limiti. Non sovraccaricare troppo il corpo e la mente. Imparare a dire “no” alle richieste di tempo. Se questo sembra difficile, ricordare che dire “NO” in certi casi, consente di dire “Sì” alle cose che veramente si vuole fare.

Sintomi dell'esaurimento nervoso e rimedi
Sintomi dell’esaurimento nervoso e rimedi

Prendere una pausa giornaliera dagli apparecchi tecnologici. Impostare un periodo ogni giorno in cui si scollegano completamente i dispositivi elettronici.
Mettere via il computer portatile, spegnere il telefono e smettere di controllare la posta elettronica, facebook o whatsapp.

Nutrire il lato creativo. La creatività è un potente antidoto contro l’esaurimento.
Provare qualcosa di nuovo, avviare un progetto divertente, o riprendere l’hobby preferito. Scegliere le attività che non sono legate in nessun modo al lavoro.

Imparare a gestire lo stress. Quando l’individuo sta sviluppando l’esaurimento, si può sentire impotente.
Ma si può avere molto più controllo sullo stress rispetto a quanto si potrebbe pensare.
Imparare a gestire lo stress può aiutare a ritrovare il proprio equilibrio fisico e mentale.

 

Recupero dall’esaurimento

A volte è troppo tardi per prevenire l’esaurimento perché la persona ha già oltrepassato il limite.
In questo caso, è importante prendere molto sul serio l’esaurimento.
Continuare la propria vita senza considerare l’esaurimento, può causare solo un peggioramento emotivo e fisico.
I suggerimenti per prevenire l’esaurimento sono ancora utili in questa fase, ma per recuperare servono delle altre azioni.

 

Strategia di recupero dall’esaurimento

1) Rallentare
Quando l’individuo raggiunge la fase finale dell’esaurimento, cercare di curarsi con dei farmaci non può risolvere il problema. Bisogna imporre a sé stesso di rallentare o fare una pausa. Evitare alcuni impegni e attività è possibile. Concedersi il tempo per riposare, riflettere e guarire.

2) Aiuto
In caso di esaurimento, la tendenza naturale è di conservare l’energia residua isolandosi dagli altri. Ma gli amici e i familiari sono molto importanti nei momenti difficili.
Rivolgersi ai propri cari per un supporto.
Semplicemente condividendo i sentimenti e il problema con un’altra persona, si può alleviare lo stress.
L’altra persona non deve dare consigli per “risolvere” i problemi, lui o lei deve solo ascoltare.
L’apertura non sarà un onere per gli altri.
In realtà, la maggior parte degli amici sarà lusingata perché ti fidi abbastanza da confidarti con loro e rafforzerà l’amicizia.

3) Rivalutare gli obiettivi e le priorità
L’esaurimento nervoso è un segno innegabile che qualcosa di importante nella vita di una persona non va bene.
Prendere tempo per riflettere sulle speranze, obiettivi e sogni. Si sta trascurando qualcosa che è veramente importante?
L’esaurimento può essere un’occasione per riscoprire cosa rende davvero felice e quindi per cambiare qualcosa della vita.

Fonti