Sindrome di Asperger

INDICE



Che cos’è la sindrome di Asperger?
La sindrome di Asperger (SA) è un disturbo di tipo autistico (DSA), un gruppo distinto di malattie complesse neurologiche caratterizzato da difficoltà sociali, comunicative e modi comportamentali stereotipati, ripetitivi e limitati.
Altri ASDs sono:

  • il disturbo autistico
  • il disturbo disintegrativo dell’Infanzia
  • il disturbo pervasivo dello sviluppo non altrimenti specificato (solitamente denominato PDD-NOS)

Gli ASDs sono disturbi del neurosviluppo e sono presenti dalla prima infanzia.

Sindrome di asperger

L’obiettivo è quello di diagnosticare precocemente il disturbo sin dall’età di 2 anni tramite controlli standardizzati.
Se l’ASD è leggera, il disturbo può essere diagnosticato molto tardi a causa delle relazioni sociali limitate, il sostegno dei genitori o dei tutori nei primi anni di vita.

Perché si chiama sindrome di Asperger?
Nel 1944, il pediatra austriaco Hans Asperger visitò quattro bambini, che avevano difficoltà a integrarsi. Anche se la loro intelligenza sembrava normale, i bambini non avevano la capacità di comunicazione non-verbale, non riuscivano a dimostrare empatia con i loro coetanei ed erano fisicamente impacciati.
I loro discorsi erano sconnessi o eccessivamente formali e il loro interesse in una conversazione si concentrava su un solo argomento.
Il Dr Asperger chiamò la malattia “psicopatia autistica” e la descrisse come un disturbo di personalità caratterizzato principalmente da isolamento sociale.


 

Cause della sindrome di Asperger

Non si conoscono ancora le cause di questo disturbo, ma i ricercatori pensano che l’origine sia ereditaria o genetica, cioè un alterazione di diversi geni (DNA).
Non c’è un solo gene che provoca la sindrome di Asperger, ma una combinazione di questi.


 

In cosa consiste? Le caratteristiche della sindrome di Asperger

Ogni persona è diversa e il disturbo può essere lieve o forte (grave).
Per la diagnosi della SA un individuo può avere tutti o solo alcuni dei comportamenti seguenti.
Il comportamento nelle donne è diverso rispetto agli uomini, per esempio hanno una bassa autostima, ma sono brave ad occuparsi del prossimo (come i bambini o i malati).
I comportamenti possono essere:

  • Grandi difficoltà nei comportamenti non verbali multipli, come lo sguardo fisso, l’espressione facciale, la postura del corpo e i gesti che caratterizzano l’interazione sociale
  • Estrema difficoltà nello sviluppo di relazioni con i coetanei (ad esempio i bambini che soffrono di AS possono essere a proprio agio con gli adulti, ma non con altri bambini)
  • Rispettare in modo intransigente la routine
  • Essere affascinati da mappe e rotte
  • Ottima memoria
  • Preoccupazione per un determinato soggetto escluso da tutti gli altri.
  • Difficoltà a valutare lo spazio personale, incoordinazione motoria
  • Essere sensibili a tutto ciò che li circonda, rumori forti, consistenza dell’abbigliamento, del cibo e degli odori
  • Ridotte capacità discorsive e linguistiche a livello di semantica e prosodia (volume, intonazione, inflessione e ritmo)
  • Difficoltà a capire i sentimenti altrui
  • Modo di parlare formale e presuntuoso; spesso chiamato “piccolo professore”, logorroico
  • Estrema difficoltà di lettura e/o interpretazione di segnali sociali
  • Risposte socialmente ed emotivamente inappropriate
  • Interpretazione letterale del linguaggio, difficoltà a comprendere i significati impliciti
  • Ampio vocabolario. Il bambino inizia a leggere in età precoce
  • Manierismi motori stereotipati o ripetitivi
  • Difficoltà con il “botta e risposta” nelle conversazioni


 

Sintomi della sindrome di asperger nell’infanzia

Spesso, i genitori notano per la prima volta i sintomi della SA quando i figli iniziano l’asilo e cominciano a interagire con altri bambini.
I bambini che soffrono di SA possono:

  • Non captare segnali sociali e mostrare la mancanza innata di abilità sociali, come essere in grado di leggere il linguaggio del corpo altrui, avviare o continuare una conversazione e prendere parola nei discorsi
  • Odiare i cambiamenti della routine
  • Mostrare mancanza di empatia
  • Non essere in grado di riconoscere le sottili differenze di accento, intonazione e tono che cambiano il significato di un discorso. Così il bambino può non capire uno scherzo o può considerare seriamente un commento scherzoso. I suoi discorsi possono essere piatti e difficili da capire perché non hanno accento, intonazione e tono
  • Avere uno stile formale quando parla, un tratto molto avanzato per la sua età. Ad esempio, il bambino può usare la parola “invitare” invece di “chiamare”o la parola “ritornare” invece di “tornare indietro”
  • Parlare molto, di solito di un soggetto preferito. Sono molto frequenti le conversazioni unilaterali. Può capitare che il bambino esprima pensieri ad alta voce
  • Evitare il contatto visivo o fissare gli altri
  • Avere espressioni facciali o posture inusuali
  • Concentrarsi su uno o pochi interessi, su cui sono molto informati. Molti bambini che hanno la SA sono eccessivamente interessati ad attività particolari, come la progettazione di case, disegnare scene altamente dettagliate o studiare astronomia. Possono avere un insolito interesse per determinati argomenti come serpenti, nomi di stelle o dinosauri.
    Avere uno sviluppo motorio ritardato. Il bambino può perdere più tempo per imparare a usare la forchetta o il cucchiaio, andare in bicicletta o afferrare la palla. Spesso può avere un modo di camminare imbarazzante e una scarsa calligrafia.
  • Avere un’accentuata sensibilità che può diventare ipersensibile con i rumori forti, luci o gusti forti.

Un bambino che presenta uno o due di questi sintomi non ha necessariamente la SA. Per diagnosticare la SA, un bambino deve avere una combinazione di questi sintomi e problemi durante le interazioni sociali.
Anche se la malattia è simile all’autismo, chi soffre di SA ha generalmente un normale sviluppo intellettuale e del linguaggio. Inoltre, i bambini che hanno la AS in genere fanno più fatica rispetto a quelli autistici a fare amicizia e impegnarsi in attività con gli altri.

 

Sintomi durante l’adolescenza

La maggior parte dei sintomi persistono durante l’adolescenza. E anche se gli adolescenti con la AS imparano delle abilità sociali che non avevano, spesso le capacità comunicative rimangono difficili. È possibile che abbiano ancora difficoltà a «leggere» i comportamenti altrui.
Un ragazzo che soffre della sindrome di Asperger (come altri ragazzi) può cercare di fare amicizia ma spesso quando si avvicinano altri ragazzi si sente timido e chiuso. Si può sentire “diverso” dagli altri.

Se per la maggior parte dei ragazzi è importante essere e sembrare “fantastico”, i ragazzi con la AS si possono sentire frustrati e giù di morale quando provano ad adattarsi. Possono essere immaturi per la loro età e ingenui, questo può causare dispetti ed episodi di bullismo.
Di conseguenza gli adolescenti con la SA possono diventare introversi, si isolano e soffrono di depressione o ansia.
Tuttavia alcuni ragazzi con la SA sono in grado di mantenere pochi amici stretti durante gli anni scolastici. A volte alcune caratteristiche della classica SA possono anche avere dei benefici sui ragazzi.
Generalmente gli adolescenti con la malattia non hanno interesse a seguire le norme sociali, le mode o il pensiero convenzionale, quindi sono creativi, hanno interessi e obiettivi originali.
La loro preferenza per le regole è l’onestà, quindi diventano eccellenti studenti e cittadini.
In amore è difficile stare con una persona che ha questa sindrome, serve molta pazienza, autostima e comprensione.


 

Diagnosi della sindrome di Asperger

Di solito, la sindrome di Asperger non è diagnosticata finché un bambino (o un adulto) inizia ad avere gravi difficoltà a scuola, a lavoro o nella vita privata. Infatti, a molti adulti la sindrome di Asperger è diagnosticata solo durante una visita per altri problemi, come ansia e depressione. La diagnosi si concentra principalmente sulle difficoltà nelle interazioni sociali.
I bambini con la SA possono mostrare uno sviluppo del linguaggio normale o addirittura eccezionale.
Tuttavia, molti usano le loro abilità linguistiche in modo inappropriato o imbarazzante nelle conversazioni o nelle situazioni sociali, come quando interagiscono con i loro coetanei.
Spesso, i sintomi della sindrome di Asperger sono confusi con quelli di altri problemi di comportamento, come il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD).
Infatti, a molti individui, la diagnosi della sindrome di Asperger si effettua quando diventa chiaro che le difficoltà derivano soprattutto dall’incapacità di socializzare piuttosto che dall’incapacità di focalizzare l’attenzione.

Esami e test
I pediatri specializzati, logopedisti e psicologi possono visitare il bambino per definire una diagnosi. Non esiste un esame specifico per diagnosticare la SA negli adulti o nei bambini, ma sono disponibili alcuni strumenti di controllo. L’Esame per la Sindrome di Asperger nell’Infanzia (CAST) è uno strumento di controllo caratterizzato da una serie di domande alle quali possono rispondere anche genitori o insegnanti. Il DSM IV è il manuale diagnostico psichiatrico indicato per fare una diagnosi.
Anche l’esame del QI (quoziente intellettivo), i colloqui con i genitori e lo studio dei sintomi può aiutare a definire la diagnosi della malattia.

Nella diagnosi differenziale il medico deve escludere il disturbo di personalità borderline che ha alcuni punti in comune, per esempio:
1. Egocentrismo, megalomania e isolamento
2. Il soggetto non prova sentimenti di riconoscenza
3. Non dare valore all’altro
4. Non seguire le convenzioni e le regole “sociali”
5. Quoziente intellettivo alto


 

Qual è la cura per la sindrome di Asperger?

Non esiste cura per la Sindrome di Asperger e i disturbi dello spettro autistico.
Il programma di cura ideale unisce le terapie e gli interventi che soddisfano le esigenze specifiche dei singoli bambini.

Non c’è un trattamento per tutti i bambini con AS, ma la maggior parte dei medici concordano che l’intervento precoce è migliore.
Un programma di trattamento efficace si basa sugli interessi del bambino, offre una tabella di marcia chiara, insegna dei compiti come una serie di semplici passaggi, impegna attivamente l’attenzione del bambino in attività ben strutturate.
Questo tipo di programma può essere:

  • Allenamento delle abilità sociali, una forma di terapia di gruppo che insegna ai bambini con AS le capacità di cui hanno bisogno per interagire con più successo con gli altri bambini
  • Terapia cognitivo-comportamentale, un tipo di terapia conversazionale che aiuta i bambini più agitati o ansiosi a gestire meglio le proprie emozioni e ridurre gli interessi ossessivi e le routine ripetitive
  • Terapia farmacologica, non esiste una medicina per l’asperger, ma se è necessario si possono prendere dei farmaci per patologie co-esistenti come ansia e depressione
  • Tra i rimedi naturali c’è la terapia occupazionale o fisioterapia per i bambini con problemi di integrazione sensoriale o scarsa coordinazione motoria
  • Terapia del linguaggio per aiutare i bambini che hanno problemi nei discorsi, come il “botta e risposta” delle normali conversazioni
  • Il supporto e la formazione ai genitori è un aiuto per insegnare ai genitori le tecniche di comportamento da utilizzare a casa.


 

Si guarisce dalla sindrome di Asperger? È curabile

Con un trattamento efficace, i bambini con la SA possono superare la loro disabilità, ma alcune situazioni sociali e le relazioni amorose possono essere difficili.
Molti adulti con la sindrome di Asperger hanno grande successo nei lavori tradizionali, anche se possono continuare ad avere bisogno di incoraggiamento e sostegno morale per mantenere una vita indipendente.
La guarigione dalla sindrome di Asperger non è possibile, ma il paziente può migliorare e controllare i sintomi con le terapie.