Rimedi per il nervosismo

INDICE


 

Che cos’è il nervosismo?
Il nervosismo è una condizione mentale caratterizzata da ipersensibilità agli stimoli, spesso è causato da stress e ansia.
È difficile far colpo su un futuro datore di lavoro durante un colloquio o stimolare un pubblico se le mani sudano e tremano, la mente è vuota e la persona ha difficoltà a parlare.
Il nervosismo può essere un problema che si presenta raramente ed è legato a determinate circostanze oppure potrebbe essere causato da un disturbo più grave.
L’agitazione può essere psicomotoria, cioè caratterizzata dal bisogno di muoversi senza uno scopo, per esempio camminare avanti e indietro o manipolare oggetti, vestiti, capelli, ecc.


 

Segni e sintomi del nervosismo

Le persone reagiscono fisicamente in modi diversi quando si sentono nervose. Alcuni dei sintomi acuti possono essere:


 

Quali sono le cause del nervosismo?

Sentirsi nervosi può essere una reazione normale a circostanze stressanti, sconosciute o intimidazioni.
È normale il nervosismo prima di un colloquio di lavoro, prima di consegnare una relazione e prima di un appuntamento dal medico.
Le alterazioni all’interno del corpo si verificano in seguito a un aumento degli ormoni dello stress rilasciati nel sangue dalle ghiandole surrenali per reagire ad una situazione di partenza.

Le situazioni che possono causare nervosismo improvviso sono:

  • Parlare o esibirsi in pubblico
  • Incontrare persone sconosciute
  • Colloqui di lavoro
  • Iniziare un nuovo sport o un hobby, come andare in palestra o alla lezione di ceramica per la prima volta
  • Appuntamenti o riunioni in cui si può essere al centro dell’attenzione, come in un incontro con il capo

Naturalmente, il nervosismo si può presentare più spesso in determinate situazioni e alcune persone sono più predisposte a sentirsi nervose o possono avere una malattia che aumenta l’agitazione.
Alcuni esempi di situazioni e disturbi che causano agitazione continua o perenne possono essere:

Essere lunatici e maggiormente irritabili per il lavoro notturno
È notato soprattutto dai partner che i lavoratori turnisti diventano più irritabili dopo i turni di lavoro notturno. Le ricerche mostrano che i lavoratori turnisti hanno più probabilità di lasciarsi con il partner e le cause principali sono l’irritabilità e il cattivo umore.

Agitazione notturna, da cosa dipende?
Ci sono alcuni disturbi che possono causare nervosismo di notte e frenesia, per esempio:


 

Nervosismo nei bambini

Un bambino può essere molto nervoso anche quando è piccolo (a 4 o 6 anni).
Alcune ragioni frequenti per cui i bambini soffrono di nervosismo sono la pressione dei coetanei, dei genitori e i problemi a scuola.
I sintomi dell’agitazione interiore nei bambini si possono sviluppare in diverse forme.
Alcuni bambini diventano più iperattivi quando sono nervosi, mentre altri tendono ad essere distratti o disinteressati nelle attività.
In entrambi i casi si stancano fisicamente.
Inoltre, i bambini possono avere una perdita di appetito, possono essere facilmente irritabili e si possono sentire irrequieti.
Purtroppo, non c’è una soluzione rapida per l’agitazione nei bambini, ma quando si trova la causa del problema è più facile da trattare.
Parlare con il bambino delle sue difficoltà è la prima cosa che aiuta a liberarsi dai sintomi del nervosismo.
Dopo un vaccino, il bimbo si può sentire nervoso per alcuni giorni, è un effetto collaterale abbastanza frequente.


 

Quali sono le cause di irritabilità nelle donne?

Una donna irritata si può infastidire facilmente con i cari, gli amici e i conoscenti.
L’irritabilità può interferire con i piaceri della vita e può influenzare la vita degli altri.
Molte delle cause che provocano irritabilità nelle donne sono legate alla salute oppure alle alterazioni ormonali femminili (per esempio un ritardo mestruale, la gravidanza, la menopausa, ecc.).

Depressione
La depressione è una malattia che dà a una persona la sensazione di insolita tristezza, fino al punto in cui può essere difficile avere una vita normale.
Secondo l’Istituto Nazionale di Salute Mentale (negli USA), questo disturbo è più frequente nelle donne rispetto agli uomini.
Ad esempio, dopo il parto, una donna può essere irritabile a causa dei cambiamenti del corpo e della lunga lista di impegni da madre responsabile.
Questo tipo di depressione è conosciuta come depressione post-partum.

Sindrome premestruale (o disturbo disforico premestruale, PMDD)
La sindrome premestruale può essere una causa dell’irritabilità nelle donne.
L’irritabilità e gli sbalzi di umore spesso colpiscono le donne nel periodo tra l’ovulazione e l’arrivo delle mestruazioni, in particolare una settimana prima dell’inizio del ciclo mestruale.
Le insolite variazioni ormonali possono anche non verificarsi nelle donne con PMDD, ma le donne che avvertono queste alterazioni possono reagire male.

Stress e bimbi piccoli
La vita piena di impegni provoca molto stress alla donna che oltre al lavoro deve fare i lavori di casa e seguire i bambini.
Per questo motivo a volte la mamma sente il nervosismo e urla ai figli.

Menopausa
La menopausa può provocare irritabilità in alcune donne, perché il loro corpo cambia.
I cicli mestruali si fermano dopo un certo tempo e prima della cessazione delle mestruazioni le donne attraversano la perimenopausa.
La perimenopausa causa la diminuzione della produzione di estrogeni e progesterone.
Questi sono ormoni che influiscono sullo stato emotivo di una donna.

Malattia di Basedow Graves
Il morbo di Basedow è una malattia in cui il corpo attacca se stesso, si tratta di una malattia autoimmune che interessa la tiroide.
Essa causa la produzione eccessiva di ormoni tiroidei.
Tra le conseguenze c’è il nervosismo cronico, dimagrimento, insonnia, problemi cardiaci, agli occhi ecc.
A causa delle ore di sonno insufficienti, è probabile il nervosismo al mattino, soprattutto prima di mangiare.

Anemia
L’anemia è una malattia del sangue che può causare agitazione e nervosismo nella donna. Questo disturbo è causato dalla diminuzione dei globuli rossi del sangue o da una quantità insufficiente di emoglobina. Dato che l’emoglobina trasporta ossigeno dai polmoni ad ogni parte del corpo, la mancanza di emoglobina non permette di diffondere una quantità sufficiente di ossigeno e di conseguenza il corpo non è in grado di funzionare normalmente.

Nervosismo durante la gravidanza
La gravidanza provoca moltissimi cambiamenti nel corpo di una donna, dato che sostiene e protegge il feto che sta crescendo.
Questi cambiamenti possono causare irritabilità nella futura madre, soprattutto nelle ultime settimane.
Quando la madre si infastidisce o perde la pazienza, è importante cercare sostegno tra le persone care per sentirsi meglio.

Cause emotive di nervosismo
Una donna può avere molte sensazioni travolgenti pre parto, come le preoccupazioni sul futuro, sulle finanze, sulla capacità di fare il genitore, sui cambiamenti della famiglia e l’ansia per l’arrivo di una nuova persona.
Durante la gravidanza, una donna tende a chiudersi in sé stessa e concentrarsi sugli importanti cambiamenti del proprio corpo, che diventeranno realtà con la nascita del bambino.
Le sensazioni di ansia e preoccupazione sulla gravidanza possono causare l’irritabilità materna.

Cause fisiche di agitazione
La gravidanza provoca molti cambiamenti fisici nel corpo di una donna, che possono anche causare irritabilità. I disagi durante il primo trimestre spesso possono essere nausea e stanchezza. Con il progredire della gravidanza, l’utero si espande e spesso provoca un fastidio corporeo e stanchezza. I livelli ormonali cambiano anche durante la gravidanza, che influenza la produzione di sostanze chimiche del cervello, responsabili della regolazione degli stati d’animo. Il primo e terzo trimestre sono il più delle volte caratterizzati da sbalzi di umore e irritabilità.


 

Rimedi per il nervosismoCosa fare? Rimedi naturali per combattere il nervosismo

Ci sono molte cure per sentirsi meglio. Si può modificare lo stile di vita, per esempio
Seguire una dieta più sana, senza alimenti trasformati. Comprare nei negozi di cibo biologico e naturale dove si trovano i cibi più nutrienti. Controllare le etichette ed evitare i cibi pieni di sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFC), carboidrati raffinati e sodio (sale).
Tutti questi elementi possono provocare i sintomi di squilibrio ormonale.

Controllare le porzioni. Soddisfare le voglie, ma con moderazione.
Mangiare almeno cinque porzioni di verdura e due porzioni di frutta ogni giorno. Quelli più colorati sono ricchi di preziose sostanze nutrienti. Le verdure a foglia e verdi scuro come spinaci, cavolo e bietole sono utili per la memoria e altre funzioni mentali.
Scegliere cibi biologici quando possibile per evitare conservanti, pesticidi, ormoni e altre sostanze che alterano l’equilibrio ormonale.

I cibi interi sono più sani. È meglio scegliere un arancio piuttosto che il succo d’arancia. Si otterranno più nutrienti per il riequilibrio ormonale e fibre per mantenere la buona salute.

Limitare la caffeina; evitare il caffè e la soda. Bere più acqua naturale e tè verde per calmarsi.

Mangiare molte bacche che sono ricche di anti-ossidanti, come mirtilli, more, mirtilli rossi e fragole. Fresche o congelate, riducono lo stress ossidativo che interessa le cellule del corpo. Si consiglia di mangiare questi cibi antinfiammatori per ridurre le infiammazione (soprattutto per gli anziani) e migliorare i segnali delle cellule cerebrali.

Evitare i grassi saturi e trans. Scegliere invece l’olio d’oliva e l‘olio di colza.

Scegliere alimenti ricchi in vitamina C, come i peperoni rossi, arance, pinoli, semi di girasole tostati. Sono ideali per la protezione della pelle, causando meno rughe e meno secchezza della pelle in generale.

Scegliere cibi ricchi di omega-3, un acido grasso benefico che si può trovare nei semi di lino, noci, conola e olio di pesce.

Arricchire la dieta con erbe che hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie: curcuma, aglio, rosmarino e peperoncino.

Fare una passeggiata, prendere le scale e parcheggiare lontano. Fare esercizio fisico stimola il rilascio di endorfine e aiuta a ridurre il nervosismo.
Se il paziente è un fumatore, cercare il sostegno che necessario per smettere di fumare. In media, le donne che fumano provano i sintomi della menopausa due anni prima rispetto alle non fumatrici. E sintomi dei fumatori sono spesso più gravi.


 

Fitoterapia
Ci sono alcuni fiori di Bach che possono aiutare a calmare il nervosismo, per esempio il Beech (Faggio) è utile per l’insofferenza e Impatiens per agitazione e irritabilità.

Tra i rimedi della nonna c’è una tisana con la camomilla o un integratore di valeriana.