Leggi 3 e 4 della medicina germanica Hamer

INDICE

La terza legge biologica della medicina germanica secondo il Dr. Hamer


 

Terza legge

Psiche, cervello e organi sono biologicamente connessi. Questo si può constatare nell’evoluzione dell’essere umano.


L’organismo umano si sviluppa passando attraverso tutte le fasi tipiche che ha attraversato nel corso della sua evoluzione come specie. Quando si segue la crescita dell’embrione umano, si può osservare la versione accelerata dell’evoluzione dell’uomo. Si possono notare i tre principali strati germinali dai quali si sviluppano i diversi organi.
In questo modo è facile vedere la relazione tra le aree del cervello, i rispettivi organi e lo scopo di ogni organo (lo scopo biologico al momento della sua comparsa e nel pieno sviluppo).

Medicina hamer,germanica,ragazza

Ad esempio, il primissimo organismo è nato solo dopo la formazione del tronco celebrale. In questa fase la reazione dell’organismo è di pura sopravvivenza e l’attività degli organi è legata principalmente al nutrimento, alla digestione e all’eliminazione.

Gli organi e i tessuti del canale alimentare – dalla bocca al retto – sono biologicamente legati al “conflitto del boccone” (il vero boccone di cibo). “L’incapacità di mangiare un boccone” interessa bocca e faringe (compreso il palato, tonsille, ghiandole salivari, naso-faringe e tiroide); il “conflitto di non poter ingoiare un boccone” si riferisce all’esofago (parte inferiore); il conflitto di “non essere in grado di assorbire o digerire un boccone” interessa gli organi digestivi, ad esempio stomaco (tranne la piccola curvatura), intestino tenue, colon, retto, fegato e pancreas.

I polmoni, e più precisamente gli alveoli polmonari che producono ossigeno, sono legati al “conflitto da paura di morire” provocato da una situazione pericolosa.
Le cellule caliciformi nei bronchi sono legate alla “paura del soffocamento”.

L’orecchio medio è connesso ai “conflitti dell’udito” (“boccone di suono”). Il conflitto di “non essere in grado di sentire un suono” interessa l’orecchio destro, mentre il conflitto di “non essere in grado di liberarsi di suono” (ad esempio un rumore molto fastidioso) interessa l’orecchio sinistro. Un grave conflitto può provocare un’infezione nell’orecchio medio (otite media) durante la fase di guarigione.

L’utero e le tube di Falloppio (come la prostata) sono legati ai “conflitti di procreazione” e ai “conflitti col partner”.

Relazione tra gli strati da cui originano organi e cervello:

Tutti gli organi e i tessuti che derivano dall’endoderma generano durante la fase del conflitto attivo una proliferazione cellulare. I tumori alla bocca, esofago, stomaco, duodeno, fegato, pancreas, colon e retto, vescica, rene, polmone, utero e prostata sono controllati dal tronco cerebrale. Con la risoluzione del conflitto questi tumori cessano immediatamente di crescere.

Solitamente il naturale processo di guarigione è caratterizzato da:

Tra le malattie ci sono il morbo di Crohn, colite ulcerosa o le “micosi”, come la candidosi. Se la guarigione è continuamente interrotta da ricadute del conflitto, la malattia diventa “cronica”.


 

Il mesoderma (strato originario intermedio)

Mesoderma antico
Conflitti biologici: I conflitti biologici legati al vecchio mesoderma, sono i “conflitti d’attacco” (primi strati della pelle) e “conflitti di preoccupazione per il nido”(ghiandole del seno).

– Il “conflitto d’attacco” può essere vissuto letteralmente o metaforicamente. Ad esempio:
un “attacco contro la pelle” (derma) può essere causato da un attacco fisico, attacco verbale o un attacco morale. Il derma o il sottoderma sono anche legati al conflitto biologico di “sentirsi sporchi”, cioè entrare in contatto con qualcosa di sporco, disgustoso, repellente. In questi casi durante la fase di guarigione si può osservare “micosi” alle dita dei piedi (piede d’atleta).
Un “attacco contro l’addome”(peritoneo) metaforico può essere causato da un inaspettato intervento chirurgico nella zona addominale (colon, ovaie,utero, ecc.)
Un “attacco al petto” (pleura) può essere provocato da una mastectomia;
un “attacco al cuore” (pericardio) può essere legato a un infarto.

Le ghiandole del seno (sinonimo di cura e nutrimento) reagiscono al “conflitto di preoccupazione per il nido”. Il centro di controllo delle ghiandole mammarie è il cervelletto.

Relazione tra strati da cui originano organi e cervello:

Tutti gli organi e i tessuti che derivano dal mesoderma generano un aumento di cellule durante la fase del conflitto attivo. Ad esempio, tumori del derma (melanoma), cancro mammario ghiandolare o peritoneale, tumore pleurico e pericardico sono tutti controllati dal cervelletto e provocati dai conflitti biologici corrispondenti. Con la risoluzione del conflitto, i tumori cessano immediatamente di crescere.

Nella fase di guarigione, le cellule tumorali si degradano grazie all’azione di microbi specializzati (micobatteri e funghi).

Mesoderma nuovo
Nota: Il tessuto muscolare è controllato dal midollo cerebrale, mentre il movimento muscolare dalla corteccia motoria. La muscolatura liscia del miocardio (20%), del colon e dell’utero sono controllate dal mesencefalo, parte del tronco cerebrale.

Conflitti biologici: i conflitti biologici legati ai tessuti del nuovo mesoderma sono prevalentemente “conflitti di auto-svalutazione”.
Un “conflitto di auto-svalutazione” è una perdita di autostima.
Se il “conflitto di auto-svalutazione” (DSC) interessa ossa, muscoli, cartilagine, tendini, legamenti, tessuto connettivo, tessuto grasso, vasi sanguigni o linfonodi, è causato dall’intensità del conflitto.
Un grave DSC interessa ossa o articolazioni; un DSC meno intenso colpisce i muscoli o i linfonodi; un DSC lieve interessa i tendini.
La posizione esatta dei sintomi (artrite, tendinite o atrofia muscolare) è determinata dal tipo del conflitto di auto-svalutazione.

Le ovaie e i testicoli sono biologicamente legati a un “conflitto di perdita profonda”, come la perdita inaspettata di un caro, anche di un animale domestico. Anche solo il timore di tale perdita può provocare l’inizio del programma Speciale, Biologico e Sensato (SBS), per approfondire leggere la pagina della legge 1 e 2.
Il parenchima renale è legato a un “conflitto di acqua o liquido” (ad esempio un’esperienza di annegamento); la corteccia surrenale è legata al conflitto di “essere andato nella direzione sbagliata”, ad esempio prendendo una decisione sbagliata.
La milza è legata a un “conflitto di sangue o lesione” (sanguinamento abbondante o un risultato inatteso degli esami del sangue).
Il miocardio (muscolo cardiaco) è legato al “conflitto di essere completamente sopraffatti”.


 

Relazione tra il tessuto embrionale da cui originano gli organi e il cervello

Tutti gli organi e i tessuti che si sviluppano dal nuovo mesoderma durante la fase di conflitto attivo possono provocare perdite di tessuto (ad esempio nell’osteoporosi, tumore osseo, atrofia muscolare) o ulcere della milza, ovaie, testicoli o tessuto parenchimatico dei reni, causati dai conflitti biologici corrispondenti.

In genere il naturale processo di guarigione è accompagnato da gonfiore (edema), infiammazione, febbre, “infezione” e dolore. Se i microbi non agiscono durante questa fase, la guarigione può avvenire, ma non ad un alto livello biologico.
I tumori come il linfoma (Morbo di Hodgkin), cancro surrenale, tumore di Wilm, osteosarcoma, carcinoma ovarico, cancro testicolare e la leucemia fanno parte del processo di guarigione e indicano che il relativo conflitto è stato risolto. Tra questi possiamo trovare anche malattie come le vene varicose, artrite, milza ingrossata. Se il processo di guarigione è più volte interrotto da ricadute del conflitto, le malattie diventano “croniche”.


 

L’ectoderma (strato originario esterno)

Tutti gli organi e i tessuti che si sviluppano dall’ectoderma sono formati da cellule epiteliali squamose.
Conflitti biologici: Secondo lo sviluppo dell’organismo umano, i conflitti biologici legati ai tessuti ectodermici sono ad un livello più avanzato.

“Conflitti territoriali”:
a.) conflitti territoriali (paura o spavento nel territorio), interessano i bronchi e la laringe; i conflitti di perdita territoriale (perdita del dominio o la perdita effettiva) interessa i vasi coronarici;
b.) conflitti di rabbia territoriale interessano la parete interna dello stomaco, le vie biliari e i dotti pancreatici;
c.) i conflitti di marcare il territorio interessano vescica, uretere e uretra.

“Conflitti di separazione” interessano la pelle e il rivestimento dei dotti galattofori.

Relazione tra gli strati da cui originano gli organi e il cervello:
Tutti gli organi e i tessuti che si sviluppano dall’ectoderma durante la fase attiva del conflitto possono provocare perdite di tessuto (ulcerazioni). Con la risoluzione del conflitto le ulcerazioni cessano immediatamente.
Tumori come il cancro al seno intraduttale, il carcinoma bronchiale, cancro alla laringe, linfoma di Non-Hodgkin e il cancro alla cervice uterina, sono tutti di natura terapeutica e indicano che il relativo conflitto è stato risolto. Altre malattie possono essere: eruzioni cutanee, emorroidi, il raffreddore, bronchite, laringite, itterizia, epatite, cataratta e il gozzo.

Perdita funzionale
Al posto delle ulcerazioni,durante la fase del conflitto attivo gli organi controllati da alcune aree della corteccia celebrale subiscono una perdita funzionale che può causare ipoglicemia, diabete, problemi di udito o vista, paralisi sensoriale o motoria.
Alcuni di questi organi sono i muscoli striati, il periostio (che riveste le ossa), l’orecchio interno, la retina degli occhi e le isole di Langerhans nel pancreas.
Se durante la fase di guarigione il conflitto non si ripresenta, l’organo riacquista la sua normale funzione.


 

Leggi 3 e 4 della medicina germanica HamerLa quarta legge biologica della medicina germanica Hamer

Funghi, batteri e virus sono coinvolti nel processo di guarigione del corpo. Il tipo di microbo dipende dal tessuto e dalla rispettiva parte del cervello.
I microbi si sono evoluti insieme all’uomo e fanno parte del nostro ecosistema interno. Essi avevano il compito di mantenere l’equilibrio in ogni momento. Ogni organo ha specifici microbi che agiscono in caso di bisogno.
I microbi si attivano solo durante la fase di guarigione. Appena inizia la guarigione, i batteri che svolgono una specifica funzione si attivano. Quando la persona è sana o in fase di conflitto i batteri sono presenti nel corpo ma non sono attivi. In ogni caso, il ruolo dei batteri e dei virus è sempre quello di ottimizzare la guarigione.

Un medico identifica la presenza di batteri con l’inizio di una malattia. Il tipico gonfiore, diarrea, febbre e altri sintomi che compaiono con l’attività dei batteri sono considerati come una malattia. Il farmaco che è utilizzato per distruggere i microbi sopprime il naturale processo di guarigione. Questo provoca un rallentamento della guarigione e la tossicità del farmaco causa anche la distruzione di importanti batteri.

Quali sono i batteri utili? Grazie ai batteri, funghi e virus, il nostro corpo disintegra cisti e tumori, decompone il tessuto e le cellule morte e trasforma i residui in sostanze facili da eliminare attraverso le normali vie (pelle, fegato, reni, polmoni). Senza microbi, il nostro corpo diventa settico, l’equilibrio interno è sconvolto.

Durante la fase di guarigione, questi batteri rimuovono cellule o tumori che non hanno più ragione d’esistere (controllati dal cervelletto) o contribuiscono a ricostituire la perdita di tessuto avvenuta durante la fase di conflitto attivo (controllato dal midollo cerebrale). Batteri come lo stafilococco o lo streptococco, sono utili per la ricostruzione del tessuto osseo e aiutano a ricostituire la perdita di cellule (necrosi) del tessuto ovarico o testicolare.

La mancanza di prove scientifiche per affermare che determinati virus causano determinate “infezioni” è in accordo con i risultati del dottor Hamer, cioè che il processo di ricostruzione del tessuto epidermico controllato dalla corteccia cerebrale avviene anche senza la presenza di virus.
Vale a dire che la pelle guarisce senza il “virus” dell’herpes, il fegato senza il “virus” dell’epatite , la membrana nasale senza il “virus dell’influenza” ecc…


 

La quinta legge biologica della medicina germanica Hamer

La malattia come un processo significativo e non una sfortuna.
Una volta comprese le implicazioni delle scoperte del dottor Hamer, si può concludere che in natura nulla è casuale e tutto avviene per una ragione, anche nel corpo.

Trattamento
Nonostante le leggi biologiche della Nuova Medicina Germanica siano salde leggi della natura, ogni individuo manifesta la malattia in modo diverso.
La Nuova Medicina Germanica non fa parte della medicina convenzionale e il Dr. Hamer è stato arrestato per esercizio abusivo della professione medica, ma qui si illustrano i principi del suo metodo.

Grazie ad essa, il 95% dei pazienti non curati (nessuna terapia prescritta dall’oncologo come la chemioterapia, ecc.) sopravvive. Nel Regno animale l’ 80-90% delle guarigioni potrebbero essere spontanee. Il trattamento della Nuova Medicina utilizza diversi semplici metodi di guarigione naturale. L’importanza principale è data agli approcci psicoterapeutici, utili al paziente per risolvere il conflitto di base.

Diagnosticare la DHS è essenziale, ma anche l’individuazione della causa del conflitto.
Come con le fobie, una situazione momentanea non costituisce una minaccia reale, ma per avere un conflitto irrisolto il paziente deve provare una sorta di “replay” di un trauma passato.

I trattamenti farmacologici tossici non si utilizzano perché turbano la mente/corpo, complicano lo schema cancro/ulcerazione/ipofunzione e ostacolano la risoluzione del conflitto. Essi indeboliscono la nostra capacità di combattere il conflitto biologico.