Combattere la timidezza

INDICE

La timidezza è una caratteristica della personalità che influenza il comportamento di una persona.
L’individuo si può sentire imbarazzato, preoccupato o teso quando incontra altre persone, soprattutto gli sconosciuti.


 
Che cosa è l’autostima?

L’autostima è la fiducia in sé stessi, nella propria dignità, nel proprio valore e nelle proprie capacità.
Le persone con un’autostima alta possono fare molte cose. Essi vedono la vita positivamente. Sono fiduciosi, liberi e si godono la vita nonostante le difficoltà e le sfide.

Essi esprimono ciò che sentono e agiscono in base a ciò in cui credono.
Le persone timide spesso hanno una bassa autostima.
La timidezza è legata spesso all’insicurezza poiché la maggior parte delle persone introverse vedono l’interazione e lo stile di vita attivo come qualcosa di inutile.
Spesso le persone introverse hanno un intelligenza superiore alla media, ma questo non è sufficiente per vincere l’insicurezza.


 

Quali sono le cause della timidezza e dell’insicurezza?

Gli studi mostrano che c’è una componente genetica tra le cause della timidezza, è una variante di un gene che si chiama 5-HTTLPR.
Tuttavia, ci sono delle situazioni o eventi nella vita di qualsiasi persona che possono causare questo sentimento.
Alcune persone hanno una bassa autostima perché hanno subito delle brutte esperienze in passato.


 

Le origini della timidezza cronica o patologica

Paura di provare cose nuove
Può essere un nuovo lavoro, una nuova relazione, persone sconosciute o una nuova località.
Come la maggior parte degli schemi comportamentali, la timidezza ha le sue radici nell’infanzia della persona, quando il bambino incontra nuove persone, parenti, sconosciuti o amici.
È in questo momento che un bimbo impara a comunicare con gli sconosciuti.
Ad alcuni piace incontrare nuove persone e infatti mostrano interesse, altri invece si nascondono e sviluppano la timidezza.

La paura della gente
Oltre a questa paura, la persona timida ha timore delle critiche negative. Per chi è timido l’incontro con persone nuove può causare un grave disagio perché ha paura del loro giudizio.
“Una nuova persona” può essere:
1. Lo sconosciuto incontrato in ufficio o nella sede della società
2. Le ragazze o le donne (per un maschio)
3. Le autorità sul posto di lavoro o a scuola. (capo, preside)

Questo accade perché le persone timide hanno spesso un’immagine negativa di sé stessi.

La paura delle situazioni
Il livello di timidezza aumenta solitamente con le situazioni formali perché in questo tipo di situazioni bisogna rispettare un certo “codice di condotta” o decoro.
Le persone timide sono angosciate dal fatto di dire o fare la cosa sbagliata.
Di conseguenza, finiscono per comportarsi in modo maldestro, la situazione tipica è o durante il ballo.

Le occasioni in cui si ha paura: troppa attenzione sociale
Quando ogni occhio è puntato sulla persona timida, lei si blocca perché si sente inadeguata. Oltre al proprio imbarazzo, si finisce per commettere qualche gaffe che aumenta la consapevolezza delle proprie debolezze.
La timidezza può essere causata da esperienze umilianti nell’infanzia, come essere vittima di bullismo o preso in giro da coetanei e fratelli.
Questo ha provocato una visione distorta di sé stessi.

Troppa poca attenzione
A volte, troppa poca attenzione da parte di altri può causare la sensazione di essere respinti. La persona si sente lasciata da parte e di conseguenza pensa di essere inadeguata. Questo può causare la paura di socializzare.

La paura di essere giudicati negativamente
Questa probabilmente è la paura più forte provata dalle persone timide. Spesso pensano: “Oh mio Dio, perché ho detto una cosa così stupida? Ora loro mi staranno sicuramente prendendo in giro” oppure “Perché gli ho raccontato dei miei sbagli? Ora pensa sicuramente che sono una persona stupida!”.
Un altra situazione tipica è a letto con il partner.

Bassa autostima
Più è bassa la stima in sé stessi, minore sarà la voglia di socializzare con gli altri.
La propria immagine appare più scarsa e la persona si ritiene noiosa.
La persona timida inizia a credere che anche tutti gli altri pensano le stesse cose.
Di conseguenza, i ragazzi evitano di cercare un partner per la timidezza con le ragazze.
Spesso le cause di questo comportamento sono impercettibili, si possono verificare durante l’infanzia o quando si cresce.

Quando uno o entrambi i genitori sono estremamente aggressivi
In questi casi, i bambini considerano tutti come potenziali nemici e possono essere intimiditi in certe situazioni.

Una famiglia critica
Quando un bambino cresce in una famiglia piena di persone critiche, che non riescono a valorizzare le sue qualità positive e insistono solo sui difetti, il bambino si chiude in sé stesso. Quando i familiariesprimono continuamente disapprovazione invece di provare gioia per i suoi successi, il bambino diventa insicuro delle proprie capacità. Per questo motivo può crescere aspettandosi un giudizio negativo da tutti.

Famiglia non affettuosa
La mancanza di dolcezza, amore e cura da parte dei familiari stretti può favorire la timidezza del bambino.

Comportamento appreso
La tendenza naturale di una persona ad essere timida può essere causata da ciò che ha imparato dagli altri, in particolare dai parenti più stretti. Quando i genitori sono timidi e pensano che la socializzazione è snervante, i loro comportamenti finiscono inavvertitamente per influenzare il bambino che cresce considerando la socializzazione come qualcosa di brutto.

Infanzia e adolescenza
I periodi in cui è più facile lo sviluppo della timidezza sono l’infanzia e l’adolescenza, in queste fasi il ragazzo deve adattarsi ad un corpo nuovo e scambia le figure di riferimento che prima erano i genitori mentre ora sono gli amici e i compagni.


 

I sintomi della timidezza

La timidezza può causare diversi problemi, la maggior parte dei quali sono legati ad ansia e stress. I sintomi più frequenti sono:

  • L’individuo timido può bere gli alcolici perché quando è ubriaco si sente disinibito
    Quando una ragazza è interessata ad un ragazzo, lei dovrebbe cercare questi sintomi nel linguaggio del corpo di lui per capire se è timido o se è disinteressato.

Naturalmente tutti questi sintomi riguardano anche altre malattie come l’ansia e gli attacchi di panico.
Non bisogna confondere la timidezza con l’ansia sociale in cui i sintomi si verificano prima dell’evento che si teme.


 

Terapia per la timidezza patologica

La timidezza non è una malattia, ma è un disturbo che provoca parecchi disagi.
Se la persona ha una timidezza che limita le attività quotidiane, dovrebbe rivolgersi allo psichiatra o allo psicologo.
Generalmente la cura più prescritta è la terapia cognitivo comportamentale per gestire il problema, mentre i farmaci antidepressivi riducono solo i sintomi.


 

Combattere la timidezzaRimedi naturali per combattere l’insicurezza e la timidezza

Avere sempre un atteggiamento positivo nella vita.
Questo potrebbe essere facile per alcuni, ma per molte persone è difficile essere positivi nella vita. Forse perché le persone hanno diverse personalità e un’educazione diversa che influenza il modo generale di vedere la vita.
Se una persona vuole superare la timidezza, deve iniziare ad avere una visione positiva della vita, cercando sempre di vedere il bene anche nelle situazioni difficili.
Se le persone sono in grado di superare gli ostacoli, imparano a trovare dei modi per risolvere i problemi.

Trasformare l’imbarazzo in consapevolezza di sé
Dite a voi stessi che il mondo non vi sta guardando. La verità è che molte persone sono troppo impegnate a guardare sé stesse invece di concentrarsi su di voi.

Trovare ciò che rende forte
Tutti noi abbiamo qualcosa che ci rende forti. Bisogna individuare e focalizzare l’attenzione su questi punti di forza.

Amare sé stessi
Apprezzare sé stessi è uno dei modi migliori di superare la timidezza. Imparare ad amarsi per come si è.
Dedicare del tempo e scrivere una lettera d’amore per sé stessi. Si consiglia di uscire e fare le cose che piacciono.
Essere grati per la salute; trascorrere qualche ora per conoscere sé stessi.

Non conformarsi a nessuno
Non cercare mai di essere qualcun altro.
Questo è estremamente faticoso e per niente divertente.
È normale essere diversi.
La verità è che le persone “popolari” provano le stesse emozioni, insicurezze, disagi e sensazioni di imbarazzo.

Concentrarsi su altre persone
Invece di concentrarsi su ciò che mette in imbarazzo, la persona deve ascoltare ciò che gli altri dicono durante gli incontri sociali.
Trascorrere il tempo a conoscere gli altri e capire quello che pensano realmente.
Diminuire l’ansia e la paura controllando il respiro. Queste emozioni negative possono essere controllate diventando più determinati e con la respirazione diaframmatica (con la pancia). Inspirare ed espirare lentamente per liberarsi dai pensieri indesiderati e combattere la timidezza estrema.

Ridurre l’ansia con il movimento
L’attività fisica è uno dei modi migliori per liberare le energie represse. Le passeggiate e il jogging aiutano a liberare la mente dalle situazioni che causano ansia. Questo stato mentale rigenerato permette di vedere meglio le cose.

Affermazione
Le parole sono molto potenti e se usate nel contesto giusto possono cambiare la realtà.
Può essere utile passare il tempo a usare parole positive e dopo un po’ si può vedere un cambiamento nel modo di vedere la vita che può influenzare la timidezza.

 

Timidezza,bimba,bambina timida

Mai scappare da ciò che mette a disagio
Quando la persona timida lascia un luogo o una situazione in cui sta provocando timidezza (per esempio parlare in pubblico), sta rinforzando la parte negativa di sé.
Bisogna trasformare queste situazioni di paura in momenti utili per osservare, scavare nella propria mente e scoprire la causa di questa reazione.

Accettare il rifiuto delle ragazze o dei ragazzi
Ogni persona sarà rifiutata almeno una volta nella vita.
La chiave è imparare ad affrontare il rifiuto e non prenderla mai sul personale per vincere la timidezza verso le ragazze.

Evitare il perfezionismo
La maggior parte delle persone che si confrontano con gli altri tendono a confrontarsi con la persona più popolare di un contesto sociale o con le celebrità in TV.
Questo può causare aspettative eccessive per sé stessi e la domanda che molti si pongono è “Perché non posso essere come l’altra persona?”.
Bisogna smettere di cercare sempre il perfezionismo per guarire dalla timidezza.
Una situazione tipica è la ricerca del perfezionismo per un esame a scuola o all’università che può provocare ansia e timidezza estrema.


 

Fitoterapia
Tra i fiori di bach per la timidezza, la riservatezza e la vergogna ci sono:

  • Pine
  • Mimulus
  • Rescue Remedy