Sintomi della pressione alta

INDICE

I sintomi della pressione alta possono essere lievi o gravi.

 

Pressione arteriosa normale per gli uomini

La pressione sanguigna normale per un uomo dipende dall’età e dalla condizione fisica.
Una storia familiare di ipertensione arteriosa e l’obesità possono aumentare il rischio di alta pressione sanguigna normale.

La pressione normale per un uomo adulto è 115/75, mentre nei bambini è inferiore di circa 5-10 millimetri di mercurio, in base all’età del bambino.
La giusta lettura per gli uomini va da 120/80 in una persona sana e in forma di 20 anni fino a circa 140/90 in un uomo di 60 anni.

 
 

Epistassi e ipertensione

Il sangue dal naso (epistassi) è l’emorragia acuta dalla narice, cavità nasale o rinofaringe.

Cause 
L’ipertensione e l’epistassi grave sono più frequenti negli anziani.
Quindi l’età di una persona e la gravità del sanguinamento del naso sono direttamente correlate.
Un motivo logico per questo potrebbe essere che i vasi sanguigni e le arterie perdono l’elasticità.
La pressione alta causa la fibrosi delle arterie che non riescono più a espandersi e a restringersi.
La conseguenza è il sangue dal naso nella parte posteriore.


 

Cause di ipertensione arteriosa improvvisa

  • Tra i motivi più frequenti per l’aumento della pressione sanguigna minima e massima ci sono l’ansia e lo stress.
    Lo stress o l’ansia causano il rilascio di alcuni ormoni che aumentano la velocità di pompaggio del cuore a causa della costrizione dei vasi sanguigni.
  • Un’altra causa di aumento momentaneo della pressione arteriosa può essere il dolore forte.
    Un dolore lancinante e improvviso può alzare la pressione del sangue e aumentare la frequenza cardiaca.
  • La gravidanza, l’ipertensione arteriosa improvvisa in gravidanza può essere causata anche da una malattia grave chiamata pre-eclampsia.
  • I cibi molto salati
  • Gli squilibri ormonali, troppi caffè, alcuni farmaci e le malattie renali.
    Generalmente, l’aumento della pressione sanguigna si nota nei pazienti sottoposti a dialisi.


 

Pericoli dell’alta pressione sanguigna

I pericoli dell’alta pressione sanguigna sono i disturbi del cuore e dei reni.
Il cuore è un organo che pompa il sangue a tutto il corpo e l’alta pressione sanguigna può causare dei danni cardiaci.
I reni sono due organi che purificano il sangue e rimuovono il liquido in eccesso.

L’ipertensione può danneggiare entrambi perché colpisce i vasi sanguigni che arrivano all’organo e quelli al loro interno.
È uno dei principali fattori di rischio per quanto riguarda l’infarto.

La pressione diastolica e sistolica alta possono causare un infarto del miocardio in una persona che è già colpita da coronaropatia ischemica e dall’aterosclerosi.
Lo sforzo costante dei muscoli del cuore provocato dalla pressione alta può indebolire quest’organo e potrebbe causare insufficienza cardiaca con il tempo.
Tra le conseguenze dell’ipertensione c’è la cardiomiopatia dilatativa, cioè l’ingrossamento del ventricolo sinistro del cuore provocato dal lavoro eccessivo di quest’organo.
La dilatazione del ventricolo sinistro è un fattore di rischio dell’arresto cardiaco e dell’insufficienza cardiaca.

Nelle arterie renali si può verificare un aneurisma a causa dell’alta pressione sanguigna.
La rottura dell’aneurisma può causare una grave emorragia interna.

Rottura dell'aneurisma,aorta,addominale
Un altro pericolo dell’ipertensione arteriosa è l’insufficienza renale causata dai danni alle grandi arterie che arrivano a questi organi e ai vasi sanguigni più piccoli all’interno.

L’ipertensione può provocare la fibrosi renale o glomerulosclerosi che può causare l’insufficienza renale.
Questa malattia colpisce i vasi sanguigni all’interno dei reni che filtrano i rifiuti del corpo.

 

Cause dell’ipertensione arteriosa secondaria
1. Patologie renali: rene policistico o glomerulonefrite cronica;
2. Occlusione di un arteria renale;
3. Disturbi delle ghiandole endocrine: sindrome di cushing,  ipertiroidismo, iperaldosteronismo;
4. Feocromocitoma;
5. Farmaci come il cortisone, gli antinfiammatori non steroidei e la ciclosporina (farmaco immunosoppressore per il rigetto e le malattie autoimmuni).


 

Pressione alta in gravidanza

La pressione alta tra le donne incinta è un motivo di grave preoccupazione.

C’è un alto rischio di danni ai reni.
Nel caso più grave, la madre può soffrire di preeclampsia che può essere mortale per la madre e il feto.

La preeclampsia comincia nella 20° settimana a causa della pressione arteriosa troppo alta.
Questa malattia colpisce i reni e provoca la perdita di proteine nelle urine della madre (proteinuria).
Il disturbo può colpire anche il cervello, la placenta e il fegato.
Tra i sintomi che indicano la pre-eclampsia ci sono:
1. Mal di testa,
2. Confusione mentale,
3. Fotofobia.

L’unica cura possibile è il parto.


 

Pressione alta,ipertensioneQuali sono i sintomi della pressione alta? Come riconoscere l’ipertensione?

Mal di testa
Il mal di testa frequente è un segno di pressione sanguigna elevata.

Vertigini
Se si verificano dei giramenti di testa ogni tanto, insieme a sudorazione o palpitazioni, si potrebbe avere l’ipertensione arteriosa.

Nausea
La nausea senza vomito o una costante sensazione di malessere può essere il sintomo di alta pressione sanguigna, soprattutto se non ci sono altri sintomi associati.


Sonnolenza
La sonnolenza è uno dei principali sintomi dell’ipertensione arteriosa.

Vista offuscata o perdita della vista
L’improvvisa perdita della vista è un disturbo raro, ma può essere provocato dall’ipertensione.

Stanchezza
Chi non riesce a svolgere un’attività fisica prolungata per la stanchezza, potrebbe soffrire di alta pressione sanguigna.

 

Per la diagnosi, il medico utilizza uno sfigmomanometro, ma si può acquistare anche una macchina che misura automaticamente la pressione.

 


 

Pressione arteriosa normale per i bambini

I valori della pressione dei bimbi dipendono da:

  • Genere (maschile o femminile) ,
  • Età,
  • Altezza,
  • Peso del bambino,
  • Mancanza di esercizio fisico,
  • Livello di colesterolo elevato,
  • Diabete,
  • Patologie renali croniche,
  • Ereditarietà, ecc.

I bambini obesi hanno una pressione sanguigna maggiore rispetto a coloro che sono sottopeso.
I maschi tendono ad avere la pressione sanguigna più elevata delle femmine.


 

Pressione alta,ipertensioneAumento della pressione sanguigna dopo mangiato

Tra i fattori che influenzano direttamente la pressione sanguigna ci sono:

  • La variazione della gittata cardiaca,
  • La viscosità o densità del sangue.

Dopo un pasto, la principale funzione del corpo è di scomporre il cibo mangiato, questo processo è detto digestione.
Per la digestione il corpo utilizza molto ossigeno, quindi la circolazione del sangue verso lo stomaco aumenta.
Il corpo segnala al cuore che pompa un maggior flusso di sangue al sistema gastrointestinale, quindi bisogna aumentare la gittata cardiaca.
I cibi grassi, la carne e la cioccolata sono difficili da digerire, quindi la pressione aumenta ancora di più.

Un altra causa di ipertensione e tachicardia dopo i pasti è l’aumento di proteine del plasma e di cellule del sangue.
La conseguenza è una maggior densità del sangue.
Il tipo di alimenti che si mangiano determina la viscosità del sangue.
Il flusso sanguigno rallenta dopo aver mangiato:
1. Olio,
2. Burro,
3. Alimenti che contengono grassi e proteine complesse.
Il cuore deve aumentare la gittata cardiaca per compensare il rallentamento della circolazione.

Gli alimenti ricchi di sodio provocano un eccesso di pressione sul cuore e sui polmoni dato che il sodio provoca la ritenzione idrica e l’acqua in eccesso aumenta la pressione su questi organi.
Una dieta povera di fibre può influenzare la viscosità del sangue e quindi la pressione sanguigna.


 

Cosa fare per abbassare la pressione sanguigna rapidamente?

Cammino: Camminare è l’esercizio più semplice per abbassare la pressione sanguigna.
In generale, si dovrebbe iniziare lentamente e aumentare gradualmente il ritmo.
Evitare un andatura troppo veloce.
Si può andare a fare shopping in un centro commerciale oppure si può uscire per una passeggiata con il cane.

Corsa e jogging: questi esercizi aerobici sono molto efficaci.
È possibile fare jogging o correre al parco, in alternativa si può usare il Tapis roulant.

Nuoto. il nuoto è uno sport molto utile per mantenere un livello sano di pressione sanguigna.
Migliora la circolazione del sangue e tonifica anche i muscoli.
Il nuoto riduce lo stress e dà una sensazione di benessere.

Ciclismo
La bicicletta con i bambini può essere molto divertente e aiuta a rimanere in forma.
Pedalare per la strada per poche ore ogni settimana ha degli effetti positivi sulla pressione.


 

Circolazione,pressione altaRimedi per l’ipertensione arteriosa

Respirazione profonda. Per ridurre lo stress e l’ansia si possono fare dei lenti respiri profondi, per esempio praticando lo yoga di pranayama

Per ridurre l’ipertensione bisogna bere molta acqua.
La disidratazione è causa frequente di aumento della pressione sanguigna.
Si consiglia di bere almeno 8-9 bicchieri di acqua al giorno.

Il funzionamento del cuore è permesso dall’equilibrio degli elettroliti (sali minerali) nel corpo, per esempio serve una quantità minima di potassio.
Gli alimenti che contengono il potassio sono:
1. Sedano,
2. Succo di mele,
3. Banane,
4. Barbabietole,
5. Carote,
6. Pere,
7. Avocado,
8. Legumi,
9. Melone,
10. Arance,
11. Salmone,
12. Sardine
13. Uva passa.

Un metodo per abbassare la pressione sanguigna è mangiare un piccolo pezzo di cioccolato fondente perché ha un effetto di vasodilatatore e quindi abbassa la pressione.


L’aglio è una medicina naturale efficace per diverse malattie, tra cui l’ipertensione arteriosa.
Questo alimento dilata i vasi sanguigni e migliora la circolazione sanguigna.
La maggior parte degli esperti consiglia di prendere uno spicchio d’aglio ogni mattina.

Un altro rimedio della nonna per gestire un attacco di ipertensione è lo zenzero che è un anticoagulante naturale.

Un cucchiaino di pepe di cayenna può normalizzare la pressione sanguigna velocemente.


 

Dieta e alimentazione per la pressione alta

Troppo sale nella dieta può aumentare la pressione sanguigna.

Nell’alimentazione si può inserire:
1. Carne magra e pollame (piccole quantità),
2. Pesce,
3. Prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi (poco),
4. Legumi,
5. Cereali integrali,
6. Noci,
7. Frutta e verdura (quantità abbondanti).
I cibi ricchi di potassio, calcio e magnesio fanno bene, quindi si possono mangiare le sardine, uvetta, fichi e albicocche.

È fondamentale avere un livello di colesterolo basso, quindi bisogna ridurre l’assunzione di grassi saturi e grassi trans.

Evitare gli alimenti trasformati.
Si consiglia di mangiare i cibi che contengono acidi grassi omega-3 che aiutano a ridurre il colesterolo nel corpo.
Evitare i dolci, i cibi zuccherati e la liquirizia.
Gli alcolici possono interferire con i farmaci anti-ipertensivi, quindi si consiglia di non bere alcol.


 

Perché il fumo alza la pressione sanguigna?

Il fumo colpisce il sistema cardiovascolare perché aumenta rapidamente la pressione sanguigna e i battiti del cuore.

Vasi sanguigni: Le sigarette sono composte da tabacco, contengono nicotina e altre sostanze chimiche velenose.
Quando queste sostanze chimiche entrano nel flusso sanguigno, causano il restringimento dei vasi sanguigni e l’aterosclerosi.
Se il sangue che scorre all’interno delle arterie si riduce, il cuore deve aumentare la pressione sanguigna per compensare.

Composizione del sangue: Con il tempo, la nicotina altera la qualità del sangue che scorre nel corpo.
Aumenta i livelli di colesterolo e di fibrinogeno (proteina presente nel plasma sanguigno che si converte in fibrina quando il sangue coagula).
Quando il sangue comincia a coagulare nel cuore, aumenta il rischio di avere un infarto.