Flebite alla gamba

INDICE

La flebite alla gamba è una malattia caratterizzata da infiammazione e gonfiore delle vene.
Questo può causare la formazione di un trombo o coagulo di sangue.

Il trombo nella vena può causare dolore, irritazione, e in alcuni casi può bloccare il flusso di sangue nelle vene.
La tromboflebite è l’infiammazione di una o più vene a causa della formazione di un trombo.
I trombi di solito si verificano nelle vene degli arti inferiori, ma si possono formare anche nelle vene delle braccia e del collo.
La flebite che colpisce le vene sullo strato più esterno della pelle è definita flebite superficiale mentre i coaguli di sangue nelle vene più profonde sono indicati come trombosi venosa profonda.
Trombosi venosa profonda
La flebite superficiale non è grave.
Tutti possono sviluppare una flebite, ma gli anziani hanno più probabilità, soprattutto quelli malati che devono stare a letto.

Tipo di flebite:
1. Chimica – è provocata da sostanze irritanti o farmaci, per esempio la chemioterapia.
2. Meccanica – si può verificare a causa di un prelievo di sangue in cui c’è un trauma con la parete venosa.
3. Infettiva o settica – Si può verificare un’infezione batterica durante l’entrata dell’ago per una flebo.
La flebite linfatica è l’infiammazione di un vaso linfatico.


 

Cause di flebite

La causa più frequente è un trauma sulla parete venosa.
La flebite potrebbe essere anche la conseguenza dell’inattività prolungata.
Le persone che rimangono sedute o sdraiate per un lungo periodo di tempo hanno un maggior rischio di malattia, per esempio durante un lungo viaggio in aereo o durante la convalescenza dopo un’operazione chirurgica.

Altre cause della flebite sono:
1. Obesità,
2. Fumo,
3. Gravidanza,
4. Pillola anticoncezionale,
5. Farmaci (per esempio la chemioterapia),
6. Carenza di vitamina B-12,
7. Ustione solare,
8. Puntura di zanzara tigre (rara),
9. Alcuni tipi di tumore.


 

Sintomi della flebite

Una persona con trombosi venosa profonda può avere la pelle rossa e gonfiore agli arti.
I sintomi dipendono dal tipo di flebite.
I sintomi comuni di alla trombosi superficiale e profonda sono:
1. Colore sulla pelle della zona interessata;
2. Rossore
3. Dolore
4. Gonfiore
5. Sensazione di bruciore sulla pelle
6. Intorpidimento

 

trombosi venosa profonda,rossore,calore,gonfiore,gamba

 

Sintomi specifici della tromboflebite

Vene dure e infiammate sotto la pelle che si vedono ad occhio nudo.

Nella TVP, il coagulo di sangue si può spostare in altre parti del corpo (come cuore, polmoni, ecc.) e potrebbe causare un’embolia polmonare.
Una persona che soffre di TVP può avere i seguenti sintomi:
1. Battito cardiaco accelerato
2. Mancanza di respiro
3. Dolore al petto

La flebite nelle vene profonde può provocare o peggiorare un’ulcera venosa della gamba.


 

Come riconoscere la flebite? La diagnosi

Il medico specialista a cui rivolgersi è l’angiologo che effettua l’esame obiettivo e controlla la storia clinica, inoltre può prescrivere i seguenti esami:

Risonanza magnetica (RMN): Dà un’immagine tridimensionale della zona interessata e rivela la presenza di un coagulo.

Ecodoppler,trombosi venosa profonda
Ecodoppler con trombosi venosa profonda

Ecodoppler: Durante questo esame, si invia un onda acustica ad alta frequenza alla zona interessata.
Il riflesso si utilizza per formare un’immagine sullo schermo e per verificare la presenza di un coagulo.

Esami del sangue: le analisi si effettuano per verificare la presenza di livelli elevati di D-dimero (una sostanza anticoagulante).


 

Terapia per la tromboflebite

Il cura della tromboflebite dipende dal tipo e dalla regione colpita.

La TVP dev’essere trattata immediatamente perché se è trascurata si possono verificare delle complicanze come l’embolia.
Il medico prescrive degli anticoagulanti per prevenire lo sviluppo di altri coaguli.
L’eparina e l’enoxaparina (Clexane) sono farmaci iniettabili che fluidificano rapidamente il sangue.
Il warfarin (Coumadin) si inizia immediatamente, ma servono un paio di giorni per raggiungere dei livelli terapeutici nel sangue, quindi il lovenox si usa come un ponte finché si verifica.
Il tempo di protrombina è un esame del sangue che misura la velocità di coagulazione del sangue e si utilizza per determinare il dosaggio del warfarin

Per il dolore si possono prendere gli antinfiammatori non steroidei, mentre gli antibiotici sono indicati per le infezioni.


 

Quando operare per la flebite ?

L’intervento chirurgico può essere necessario quando la flebite colpisce la circolazione e interferisce con le attività quotidiane.
Inoltre può essere necessario per prevenire la progressione in trombosi venosa profonda o embolia polmonare.
Raramente serve la rimozione chirurgica della vena (per esempio la safena o la poplitea nell’arto inferiore).

 

Vena safena,gamba


 

Tromboflebite superficiale

La tromboflebite superficiale è una malattia in cui un coagulo di sangue si deposita all’interno di una vena superficiale, provocando l’infiammazione.

Fattori che contribuiscono

Tra gli altri motivi che possono provocare la flebite superficiale ci sono:

  • L’inserimento di una cannula (un tubo flessibile che si utilizzato per somministrare farmaci o liquidi) può ferire una vena superficiale.
  • Un’incisione chirurgica in una vena per effettuare la flebotomia, per trattare le vene varicose o le varici con la scleroterapia.
  • L’iniezione endovenosa di farmaci potrebbe causare una lesione nella parete di una vena superficiale e quindi può provocare un’infiammazione della vena.
  • La tromboflebite traumatica è la forma più frequente di flebite, alcune malattie possono predisporre a questo disturbo.
  • La sindrome di Trousseau (o tromboflebite migrante) è una malattia caratterizzata da ripetute infiammazioni delle vene, a volte può coesistere con il cancro di un organo interno.
  • Le vene varicose possono coesistere con l’infiammazione delle vene superficiali.

Il rischio è alto se un individuo soffre di coagulazione più veloce, per esempio:
1. Gravidanza,
2. Pillola anticoncezionale,
3. Terapia ormonale sostitutiva.

Tra i fattori di rischio ci sono:
1. L’obesità
2. L’immobilizazione a letto
3. La vita sedentaria


 

Flebite alla gamba

 

Sintomi della flebite superficiale

➞ L’infiammazione di una vena superficiale provoca dolore intorno alla vena colpita fino alla mano o al piede.
➞ Rossore sulla pelle lungo le vene superficiali delle braccia e delle gambe.
➞ La cute circostante la vena può essere calda.
➞ In caso di infezione si può avere la febbre.
I sintomi possono peggiorare quando si abbassa l’arto, soprattutto quando si alza dal letto la mattina.

Anche se un esame fisico può aiutare i medici a formulare una diagnosi, può servire un test di coagulazione del sangue e un’ecografia o un ecodoppler.
A differenza della trombosi venosa profonda, non c’è un rischio di trombo o di embolo.


 

Qual è la terapia per la flebite superficiale?

La flebite superficiale si può curare dall’esterno.
➞ Il trattamento generalmente prevede l’applicazione di impacchi caldi sulla zona colpita.
➞ Il dolore e l’infiammazione si riducono con l’aiuto di analgesici e farmaci antinfiammatori.
➞ Indossare un bendaggio compressivo può essere utile, si può usare una benda che contiene l’ossido di zinco per ridurre il gonfiore.
➞ Anche se gli anticoagulanti non si prescrivono per la tromboflebite superficiale, i medici possono raccomandare queste medicine se il paziente ha anche la trombosi venosa profonda.
Ablazione,vena➞ Se la vena safena superficiale nella gamba è gravemente colpita, si può effettuare l’ablazione con radiofrequenza della vena.
➞ Altre procedure come la flebectomia o la scleroterapia possono essere raccomandati per il trattamento delle vene varicose.

Attenzione, la fisioterapia è controindicata in caso di trombosi venosa profonda perché può favorire il distacco del trombo che potrebbe causare una pericolosa embolia polmonare.
In particolare bisogna evitare il linfodrenaggio manuale, il massaggio, la pressoterapia e le terapie strumentali per il dolore come la Tecar, Laser e ultrasuoni.

Nella prima fase il medico consiglia di evitare lo sport, in particolare la corsa.


 

Quanto dura? La prognosi del paziente con flebite 

La trombosi venosa profonda guarisce in un periodo da due a 4 mesi, ma nei casi più gravi può essere necessario più tempo.

 

Malattia di Mondor

La sindrome di Mondor è rara, è caratterizzata da una tromboflebite sclerosante delle vene sottocutanee del petto anteriore.
Si vede la comparsa improvvisa di un cordone sottocutaneo che inizialmente è rosso e dolente, ma successivamente diventa una striscia indolore, dura e fibrosa.
La cute sovrastante è tesa e subisce una retrazione.
Questa malattia innocua può evolvere in tumore al seno (carcinoma alla mammella).
Serve solo la terapia sintomatica.

La trombosi sottocutanea del pene (sindrome di Mondor peniena) appare improvvisamente come una fibrosi quasi indolore sulla superficie dorsale del pene.
Raramente, si possono formare dei cordoncini simili anche nell’inguine, addome, braccio, avambraccio e ascella.
In quest’ultima zona può essere evidente dopo la biopsia di un linfonodo sentinella ascellare.


 

Rimedi naturali per la flebite

Le cure per la flebite devono ridurre l’infiammazione del sistema vascolare qualunque sia la causa.
Tra i rimedi della nonna più utili per regolare la circolazione e l’infiammazione ci sono il limone, cayenna e melassa.
L’esercizio fisico regolare è importante per favorire la circolazione.

Melassa
La melassa è una sostanza molto nutriente ad alta concentrazione.
Contiene magnesio, potassio, ferro e tante altre sostanze nutritive.
La melassa aiuta ad eliminare i radicali liberi e fluidifica il sangue.

Pepe di cayenna
Questa sostanza è ricca di capsaicina che ha un azione anticoagulante e regola la circolazione. La caienna è utile anche per alleviare il dolore e per ridurre l’infiammazione.

Limone
Il limone insieme al bicarbonato di sodio è un efficace terapia per la flebite. La combinazione di limone e bicarbonato di sodio serve per alcalinizzare il corpo e rimuovere le tossine.
Si deve formare una pasta da applicare sulla pelle.
Questo composto permette di ridurre l’infiammazione, alleviare il dolore e regolare la circolazione.

Prevenzione
Per prevenire la flebite, evitare di rimanere in posizione seduta per molto tempo e non indossare dei pantaloni stretti.
L’esercizio fisico regolare aiuta la circolazione del sangue e previene la flebite.