Mielite trasversa

INDICE

La mielite trasversa (MT) è una malattia infiammatoria grave che colpisce un segmento del midollo spinale.

Il significato della parola mielite è l’infiammazione del midollo spinale; “trasversa” indica la posizione dell’infiammazione, cioè tutta la larghezza del midollo.
L’infiammazione può danneggiare la mielina, cioè è una sostanza grassa e isolante che ricopre le fibre delle cellule nervose.
Il danno provoca la fibrosi nel sistema nervoso che interrompe la comunicazione tra i nervi del midollo spinale e il resto del corpo.

Mielite trasversa
Mielite trasversa

La mielite trasversa si verifica negli adulti, nei bambini, in entrambi i sessi e in tutte fasce d’età.
Gli esperti non hanno trovato nessuna predisposizione familiare.
Di solito, i nuovi casi hanno un’età compresa tra i 10 e i 19 anni o tra i 30 e i 39 anni.

La mielite trasversa può essere acuta (si sviluppa in 1-2 giorni) o sub-acuta (si sviluppa in 1 o 2 settimane).
Questa malattia non è contagiosa.


 

Tipi di mielite trasversa

Mielite diffusa acuta è chiamata così perché si diffonde in tutto il midollo in senso longitudinale.
Questo disturbo provoca paralisi (come la paralisi ascendente di landry) e perdita di sensibilità a livello degli sfinteri.

Mielite necrotica subacuta provoca la necrosi della sostanza grigia del midollo.
Tra i sintomi ci sono paraplegia, alterazione della sensibilità degli sfinteri, albumina alta e globuli bianchi lievemente alti.

Mielite suppurativa (o ascesso midollare) è caratterizzata da un’infiammazione con formazione di pus che può originare dalle vertebre o da alcune metastasi.
I sintomi sono gli stessi della mielite trasversa.

Mielite cronica, più rara, di solito si manifesta con una meningomielite luetica. L’inizio è subdolo, con progressiva comparsa di paralisi spastica associata ad atrofia muscolare e disturbi sfinterici, i disturbi delle sensibilità sono meno frequenti.


 

Cause della mielite trasversa

La mielite trasversa è una patologia sconosciuta, in alcuni casi è secondaria ad un’infezione virale o una vaccinazione.

Teoria virale
La mielite trasversa si può sviluppare dopo un’infezione virale provocata dal virus varicella zoster, herpes simplex, citomegalovirus, Epstein-Barr, influenza, echovirus, virus dell’immunodeficienza umana (HIV), epatite A e rosolia.

Anche le seguenti infezioni batteriche possono causare la mielite:

Nei casi di TM post-infettiva si pensa che il sistema immunitario attacca per errore il tessuto del corpo, causando l’infiammazione e la lesione della mielina all’interno del midollo spinale.

La mielite trasversa acuta è causata spesso dalla sclerosi multipla ma si può verificare con la vasculite, infezioni da mycoplasma, malattia di Lyme, sifilide, tubercolosi e meningo-encefalite virale.
Essa si verifica anche in pazienti che assumono farmaci antiparassitari, eroina o anfetamine.
La mielite trasversa si può verificare insieme alla neurite ottica (malattia di Devic — vedere).

Ciò fa pensare ad una reazione autoimmune.
L’infiammazione si verifica nel midollo spinale, in uno o più livelli.
Nel caso in cui si verifica in maniera isolata, la causa è idiopatica.


 

Sintomi della mielite trasversa

Il dolore è frequente ed è il primo sintomo della mielite trasversa.
All’inizio la persona sente un dolore lombare. La posizione del midollo spinale dove si verifica la lesione determina quali parti del corpo sono colpite. Il danno a un livello causa problemi in quel segmento e nei tratti sottostanti.


 

Sintomi iniziali e quadro clinico

  1. Allodinia: un semplice tocco delle pelle causa molto male
  2. Paraparesi: debolezza delle braccia o gambe
  3. Parestesie: intorpidimento, bruciore, solletico e formicolio alle gambe, ai piedi o alle dita
  4. Problemi della vescica: urinare spesso o minzione frequente, perdita del controllo intestinale o della vescica (incontinenza), difficoltà a urinare, costipazione e senso di evacuazione incompleta
  5. Sensibilità alla variazione di temperatura, a fonti di caldo o freddo
  6. Stanchezza

I sintomi della mielite trasversa si possono verificare all’improvviso, si possono sviluppare in poche ore o in diversi giorni.

 

Midollo spinale cervicale


 

Complicanze e conseguenze della mielite trasversa

I nervi della regione cervicale controllano il collo, braccia, mani e i muscoli della respirazione (diaframma).

I nervi toracici innervano il torso e alcune parti delle braccia.
I nervi del plesso lombare mandano e ricevono segnali ai fianchi e alle gambe.
Infine, i nervi sacrali (sono nel segmento più basso del midollo spinale) controllano l’inguine e alcune parti delle gambe.

La lesione a un segmento del midollo causa problemi alla zona innervata da quel tratto di midollo spinale e a tutte le aree innervate dai segmenti di midollo sottostanti. Nei pazienti con mielite trasversa, la demielinizzazione si verifica a livello toracico. Ciò causa problemi al movimento della gamba, al controllo della vescica e dell’intestino.

La diagnosi si basa sui seguenti punti:

  • Anamesi completa: incluse le recenti infezioni virali o batteriche
  • Esame neurologico completo
  • Risonanza magnetica (RM)
  • Esami del sangue per verificare altre cause come il lupus, infezione da HIV, carenza di vitamina B12, neuromielite ottica
  • Puntura lombare (rachicentesi) per esaminare il liquido cerebro spinale (liquor) e scoprire se ci sono le bande oligoclonali
  • Se sono presenti i globuli bianchi indica un’infezione
  • Esami per verificare la presenza di patologie neurologiche come la sclerosi multipla

Nella diagnosi differenziale bisogna escludere:
1. Compressione del midollo spinale
2. Sindrome di Guillain Barrè
3. Origine vascolare (blocco dell’arteria spinale anteriore)


 

Terapia per la mielite e farmaci

Ci sono diverse terapie per curare la mielite trasversa:

Cortisone
Dopo la diagnosi, si può eseguire una cura a base di flebo di cortisonici. Il cortisone può ridurre l’infiammazione nella colonna vertebrale.

Plasmaferesi
Le persone che non rispondono ai cortisonici si possono curare con la sostituzione del plasma. Questa terapia consiste nella rimozione del plasma sangugno e nella sostituzione con fluidi speciali.
Non è sicuro che questa terapia curi tutte le persone con la mielite trasversa. Il trattamento rimuove gli anticorpi che sono coinvolti nell’infiammazione, ciò riduce le lesioni.

Farmaco antivirale
Alcune persone con un’infezione virale del midollo spinale si possono curare con farmaci antivirali.

Farmaci per il dolore
Il dolore cronico è una conseguenza frequente della mielite trasversa.
I farmaci che possono diminuire il dolore muscolare sono gli antidolorifici da banco come l’acetaminofene, ibuprofene e naprossene.
Il dolore del nervo si può trattare con farmaci antidepressivi come la sertralina (Zoloft) e farmaci anticonvulsivanti come il gabapentin.

Farmaci per il trattamento delle complicazioni
Il medico può prescrivere altre medicine per trattare la spasticità muscolare,l’incontinenza urinaria, disfunzione intestinale, depressione o altre complicazioni provocate dalla mielite trasversa.

Farmaci per prevenire gli attacchi e le ricadute
Le persone con gli anticorpi per la neuromielite ottica si curano con farmaci immunosoppressivi come il cortisone. Essi riducono la probabilità di avere ricadute di mielite trasversa.

Terapia non farmacologica
Altre terapie si basano sulla cura e sul recupero a lungo termine:

Fisioterapia
La terapia fisica e la riabilitazione aumentano la forza e migliorano l’equilibrio. Il fisioterapista sa come utilizzare gli ausili e insegna alla persona ad utilizzare la sedia a rotelle, stampelle o il bastone.

Terapia occupazionale
Questa terapia aiuta le persone con la mielite trasversa ad eseguire le attività della vita quotidiana (fare il bagno, preparare il pranzo, pulire della casa).

Psicoterapia
Lo psicoterapeuta può curare ansia, depressione, problemi sessuali e altri disturbi emotivo/comportamentali che possono essere provocati dalla mielite trasversa.


 

Quanto dura? Prognosi del paziente con mielite trasversa

Il recupero da mielite inizia nelle prime 12 settimane dalla comparsa dei sintomi e può durare fino a 2 anni (in alcuni rari casi anche di più). Tuttavia, se non ci sono miglioramenti nei primi 3 mesi, la guarigione completa è improbabile. Nella maggior parte dei casi si può verificare un ulteriore recupero. Circa un terzo delle persone con mielite trasversa hanno un buon recupero o la guarigione completa. Essi riacquistano la capacità di camminare normalmente, una sensibilità normale e regolare attività intestinale.

Un altro terzo delle persone ha un recupero parziale e può avere i seguenti deficit:

  1. Cammino anomalo (Andatura spastica)
  2. Problemi di sensibilità
  3. Incontinenza urinaria

Il restante 33% non recupera, rimane su una sedia a rotelle oppure a letto con un importante dipendenza dagli altri per le funzioni basilari della vita quotidiana.

Le ricerche sui pazienti che effettuano un trattamento aggressivo acuto e la terapia fisica hanno mostrato dei risultati migliori.
Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che in caso di improvvisa comparsa dei sintomi, generalmente la prognosi è pessima.