Materasso per l’insonnia

INDICE

La scelta del materasso per l’insonnia 

Il materasso su cui si dorme può fare una grande differenza per la qualità del sonno.


Un materasso senza un sufficiente supporto per la colonna vertebrale può causare affaticamento muscolare e scarsa qualità del sonno.

Materasso per l'insonnia
Materasso per l’insonnia

Un buon supporto mantiene il naturale allineamento della colonna vertebrale come quando si sta in piedi. Se il tuo corpo mantiene la sua posizione naturale, i muscoli sono rilassati e il sonno è più riposante.
Quando si cerca il miglior materasso, è importante ricordare che la scelta dipende in gran parte dalle preferenze personali. Non c’è un particolare tipo di materasso o letto che funziona bene per tutti, e non esiste uno migliore degli altri per i problemi di schiena. Analogamente, non c’è nessuna posizione che sia la migliore per tutti.

Ci sono molte cause di mal di schiena e diverse patologie possono rispondere meglio a tipi specifici di letti, materassi e posizioni nel sonno.
Esistono pochi studi scientifici pubblicati sulla correlazione tra materassi e mal di schiena e i risultati delle ricerche che sono state effettuate sono inconcludenti.
In generale, le cause del dolore lombare e cervicale possono essere molto complesse ed è difficile determinare se il materasso da solo ha giocato un ruolo significativo nel migliorare o aggravare il dolore.

Se la scomodità non è l’unica cosa che rende difficile dormire, è consigliabile per il paziente consultare il suo medico di famiglia per discutere le altre possibili cause e i trattamenti per l’insonnia.
Chi soffre di importanti o persistenti mal di schiena può avere una patologia concomitante che non ha nulla a che vedere con il materasso. Se si soffre di mal di schiena, è sempre consigliabile consultare il proprio medico per un accurata valutazione ed eventualmente effettuare degli esami strumentali.
Nessuno deve aspettarsi che il semplice cambio del materasso o del letto sia in grado di curare ogni mal di schiena.

La sostituzione del letto dev’essere fatta esclusivamente per motivi di comodità.

Quali caratteristiche dovrei cercare in un materasso?

Mentre le preferenze individuali sono probabilmente il fattore più importante nel determinare il materasso migliore per ogni persona, ci sono alcune regole generali da rispettare.
In generale, la maggior parte delle persone preferisce un materasso più rigido che dà più sostegno alla colonna vertebrale. Non c’è una prova definitiva nella letteratura scientifica che supporta questa affermazione, ma è utile avere un supporto per la colonna vertebrale durante il sonno.

Se ci si sente più a proprio agio su un materasso morbido, o addirittura ad acqua, è abbastanza ragionevole dormire su un letto più tenero.
Come regola generale, il miglior materasso è quello che aiuta a dormire bene e permette di svegliarsi riposati e freschi, senza dolore e rigidità.

Quando si acquista un nuovo materasso bisogna tenere in mente i seguenti punti:

  • Tipo: Ci sono diversi tipi di materassi: a molle, memory, ad acqua e ad aria. Mentre i materassi a molle hanno diversi gradi di supporto e di rigidità, molte persone ritengono che altri tipi siano più confortevoli.
    Il miglior tipo di materasso è quello che offre il maggior supporto ed è più comodo. E che dire di quei materassi di memory degli anni ’50 che possono costare migliaia di dollari? Ci sono alcune prove che possono aiutare chi ha problemi di schiena e possono migliorare il sonno, ma i loro benefici rispetto ad uno normale con le molle sono trascurabili. “I materassi memory possono davvero aiutare se si ha un partner molto attivo a letto che non permette di dormire”, dice Decker. I memory riducono l’onda del movimento, questo consente di rimanere fermo mentre il partner si gira e rigira.
  • Base: può essere formata da doghe in legno o da molle. Questa struttura sostiene il peso del materasso, se è di buona qualità può prolungare la durata del materasso, quindi bisogna cercare di acquistare la base adeguata al tipo di materasso. Se si utilizza una struttura vecchia a molle, può influenzare negativamente sul livello di supporto e sulla durata del materasso.
  • Durezza: Non è sempre vero che se è più rigido è meglio. Un materasso che è troppo duro non supporta il corpo in modo uniforme, tende solo a sostenere le parti più pesanti del corpo. Un materasso troppo morbido s’infossa e impedisce di mantenere il corretto allineamento della colonna vertebrale. Nessuna delle due opzioni permette di tenere i muscoli a riposo come dovrebbero stare durante la notte per avere una corretta postura.
  • Comodità: Quando si acquista un materasso bisogna prendersi il tempo per provarlo. Bisogna sdraiarsi sul materasso nella posizione in cui si è soliti dormire e girarsi da un lato all’altro. Se si dorme con il partner, provare il materasso insieme a lui o lei per assicurarsi che ci sia abbastanza spazio per il movimento di entrambi. Controllare che il materasso sia in grado di supportare la colonna vertebrale mantenendo le sue curve naturali. Bisogna considerare che i produttori utilizzano termini diversi per il comfort e la durezza e possono creare confusione. I termini come “ortopedico” sono spesso utilizzati dai venditori, ma non hanno alcun significato medico reale.
  • Durata: Se ci sono state difficoltà a dormire, il problema non dev’essere necessariamente il tipo di materasso, ma può essere la sua età. Decker dice: “È davvero importante rendersi conto che la durata è limitata”.
    La durata dipende da quanto tempo resisterà il materiale del materasso. Bisogna controllare la qualità dei materiali interni ed esterni. Si deve sapere se il produttore offre una garanzia sul materasso in caso di difetti. I prezzi del materasso variano in base alle dimensioni, al materiale utilizzato e al modo in cui viene prodotto. Un buon materasso con base a molle dovrebbe durare circa 8-10 anni. In questo modo si può considerare un investimento. Non basta cercare il prezzo più basso.
    Se si utilizza lo stesso materasso troppo a lungo, la schiuma visco-elastica e gli altri materiali all’interno si consumano e si compromettere la capacità di sostenere il corpo.

materasso,memory,peso,appoggio,corpo,superficie,dolore,male,durezza,commodity
Materasso memory foam che permette di appoggiare il peso del corpo su tutta la superficie.
hkannn/bigstockphoto.com

Come si valuta il prezzo del materasso?

Ci sono due fattori principali che compongono un materasso:

Supporto: Le bobine o molle interne del materasso forniscono il supporto per la colonna vertebrale. Un materasso dovrebbe avere abbastanza bobine per fornire un adeguato sostegno e mantenere le curve naturali della colonna vertebrale.

Comodità: L’imbottitura sulla parte superiore del materasso serve principalmente per il comfort.


In generale, il materasso migliore e più costoso è quello con il più alto numero di bobine e con l’imbottitura più spessa.
Tuttavia, questo non significa che è necessario acquistare il materasso con il maggior numero di bobine o con l’ imbottitura più spessa. Come indicato precedentemente, la scelta del materasso dovrebbe essere dettata da diversi fattori, tra cui i disturbi della tua schiena.

 

 


Test del materasso prima dell’acquisto

Decker dice “Non vorrei comprare una macchina senza provare a guidarla”. Perché vuoi investire centinaia o addirittura migliaia di dollari in un materasso senza prima provarlo? Bisogna utilizzare ogni materasso nuovo che si sta valutando per fare un pisolino di prova. Decker dice: “Le persone non dovrebbero essere imbarazzate ad andare in un negozio e sdraiarsi su un letto per 20 minuti”.


Per un test più realistico, si consiglia di dormire nei letti di diverse catene alberghiere quando si viaggia. Se durante la notte si dorme meglio di su uno di questi, chiedere alla reception la marca del materasso.
Quando si prova un materasso, assicurarsi che ci si senta comodi in qualsiasi posizione, soprattutto il lato che si preferisce. Il letto dovrebbe essere di supporto dove necessario, senza mettere troppa pressione sul corpo, dice Levy.

Leggi anche: Mal di schiena  –  Materasso e mal di schiena