Herpes Genitale

INDICE


L’herpes genitale è un’infezione dei genitali (pene negli uomini, vulva e vagina nelle donne) e della zona circostante della pelle.

È causata dal virus herpes simplex. Possono essere interessati anche i glutei e l’ano.

Ci sono due tipi di virus herpes simplex:

Herpes Genitale
Herpes Genitale

Virus herpes simplex di tipo 1 è quello che causa più frequentemente l’herpes labiale intorno alla bocca, inoltre provoca anche la metà dei casi di herpes genitale.
Virus herpes simplex tipo 2, di solito provoca solo l’herpes genitale. A volte può causare anche l’herpes labiale.

Il virus HSV-2 vive nei nervi. Quando è attivo, viaggia verso la superficie della zona infetta (pelle o mucosa) e si moltiplica. Questo è chiamato “diffusione” perché questi nuovi virus possono, in questo momento, contagiare un’altra persona.
Poi il virus torna indietro lungo il nervo verso un ganglio (massa di tessuto nervoso dove originano o si uniscono più nervi), solitamente vicino alla colonna vertebrale, dove giace dormiente per un po’.


Chi prende l’Herpes genitale?
Circa un quinto di tutte le persone dai 12 anni in avanti negli Stati Uniti è stato infettato con il virus HSV-2 che causa l’herpes genitale, ma circa il 90% non lo sà.
Più donne che uomini sono infetti, una donna su quattro rispetto a uno su cinque uomini. Uno dei motivi potrebbe essere che il virus può infettare i genitali di una donna più facilmente di un uomo

Come si trasmette l’Herpes genitale?

Il virus Herpes simplex 1 di solito passa da persona a persona con un bacio.
Il HSV-1 si può anche trasmettere dalla bocca ai genitali durante i rapporti orali. Se questo accade, si trasforma in un caso di herpes genitale.
Il virus HSV-2 si trasmette più spesso con i rapporti sessuali anteriori o posteriori. Nello stesso modo in cui il virus HSV-1 può infettare i genitali e causare l’herpes genitale, il HSV-2 può passare dal genitali di una persona alla bocca di un’altra, causando l’herpes labiale.
Il virus HSV-2 non può sopravvivere a lungo su una superficie non-vivente, quindi non c’è alcun rischio reale di prenderlo dalla tazza dela toilette o nella vasca idromassaggio.

Posso proteggermi dall’herpes utilizzando sempre il preservativo?

No, non si può prevenire la trasmissione dell’herpes utilizzando un preservativo, ma si può ridurre il rischio.
A differenza di molte altre malattie sessualmente trasmissibili, l’herpes si diffonde attraverso il contatto pelle-a-pelle anziché attraverso i fluidi corporei. Dal momento che il preservativo non copre tutta la pelle potenzialmente infetta, non si può smettere di diffondere l’herpes.
Uno studio scientifico del 2009 mostra che chi usa un profilattico ha visto una riduzione del 30 per cento del rischio di prendere l’herpes dal partner.
Tuttavia, l’uso del preservativo deve essere coerente. Lo studio ha anche rilevato che ogni atto sessuale non protetto aumenta il rischio di trasmissione dell’herpes.

Qual è il legame tra herpes genitale e HIV?

L’herpes genitale può causare ferite della pelle o delle membrane mucose (parete interna di bocca, vagina e intestino retto).
Le ferite genitali possono sanguinare facilmente.
Quando questi tagli entrano in contatto con la bocca, la vagina o il retto durante i rapporti sessuali, se il partner è infetto il rischio di trasmissione dell’HIV aumenta.

Sintomi dell’Herpes Genitale femminile e maschile

La maggior parte degli individui infettati con HSV-1 o HSV-2 non ha alcun sintomo o ha dei sintomi molto lievi che passano inosservati o vengono scambiati per un’altra patologia della pelle.
Per questo motivo, la maggior parte delle persone infettate con HSV-2 non sono consapevoli della loro infezione.

Molte persone con infezione da HSV-2 non ha mai delle piaghe oppure ha sintomi molto lievi che si possono scambiare per una puntura d’insetto o un’altra malattia della pelle.
Se i segni e i sintomi si verificano durante il primo focolaio, possono essere abbastanza gravi. Questo primo focolaio inizia solitamente entro 2 settimane da quando si diventa infetti.

I sintomi possono essere:

I sintomi genitali comprendono la comparsa di piccole vesciche dolorose piene di un liquido chiaro, di solito si trovano:

– Nelle donne: sulle labbra vaginali esterne (labbra), vagina, cervice, intorno all’ano e sulle cosce o sui glutei
– Negli uomini: sul pene, scroto, intorno all’ano, sul glande, sulle cosce o sui glutei
– In entrambi i sessi: sulla lingua, bocca, occhi, gengive, labbra, dita e altre parti del corpo

Prima che le bolle compaiono, la persona può sentire formicolio, bruciore o prurito sulla pelle, inoltre si avverte dolore dove compare la vescica.
Quando le bolle si rompono, lasciano ulcere poco profonde che sono molto dolorose. Queste ulcere alla fine formano una crosta e guariscono lentamente in una o due settimane.

Altri sintomi che possono verificarsi:

  • Linfonodi inguinali ingrossati e dolorosi,
  • Dolore quando si urina,
  • Le donne possono avere perdite vaginali e raramente possono non essere in grado di svuotare la vescica.

Un secondo focolaio può apparire settimane o mesi dopo il primo.
È quasi sempre meno grave e più breve rispetto al primo.
Nel corso del tempo, il numero di focolai può diminuire.


Dopo quanto tempo compaiono i sintomi di herpes genitale?
Chi è stato esposto a herpes genitale può notare prurito genitale e/o dolore da 2 a 20 giorni dopo che è stato infettato con il virus. Le piaghe di solito compaiono alcuni giorni dopo.

Perché si verifica una recidiva di Herpes Genitale?

Una volta che una persona è infetta il virus si nasconde all’interno delle cellule nervose e rimane nel corpo.
Il virus può restare “latente” (dormiente) per un lungo periodo di tempo.
L’infezione si può riattivare in qualsiasi momento. Gli eventi che possono risvegliare il virus sono:

  • Stanchezza,
  • Irritazione genitale,
  • Mestruazioni,
  • Stress fisico o emotivo,
  • Traumi.

Gli attacchi si possono ripresentare raramente, per esempio una volta all’anno oppure così spesso che i sintomi sembrano continui.
Le infezioni ricorrenti negli uomini sono generalmente più miti e brevi rispetto a quelle delle donne.

Quali sono le complicanze dell’herpes genitale?

L’herpes genitale può causare piaghe dolorose genitali negli adulti e può essere grave nelle persone con sistema immunitario compromesso.
Se una persona con herpes genitale tocca le piaghe o i fluidi delle piaghe, può trasferire l’herpes in un’altra parte del corpo.
Questo è particolarmente fastidioso se si tratta di un luogo sensibile come gli occhi.
Si può evitare stando attenti a non toccare le piaghe o i liquidi.
Se si toccano per sbaglio, bisogna inmediatamente fare un lavaggio a mano accurato.

Gravidanza e herpes genitale

Raramente l’infezione da herpes si trasmette al bambino durante il parto. Anche se questo non è frequente, bisogna avvisare l’ostetrica o il ginecologo se è stato diagnosticato l’herpes genitale in passato o durante la gravidanza.

Diagnosi di infezione da herpes genitale

Se si pensa di avere l’herpes, il medico effettua un tampone della zona colpita per confermare la diagnosi. A volte, il medico fa un esame del sangue per arrivare alla diagnosi. Si dovrebbe parlare con il medico curante per capire quale percorso seguire.

Qual è la cura per l’herpes genitale?

Le misure generali possono aiutare ad alleviare i sintomi quando si verificano.

Farmaci

Gli antidolorifici come il paracetamolo possono aiutare ad alleviare il dolore.
Se quando si urina fa male, può essere utile farlo sotto una doccia calda con l’acqua che scorre sopra la zona.

Gli antibiotici non servono perché combattono solo i batteri, ma non hanno effetto sui virus.

La pomata anestetica che si può acquistare in farmacia (ad esempio lidocaina 5%) può alleviare il prurito o il dolore.
Alcune persone applicano la pomata circa cinque minuti prima di urinare se questo è doloroso.
Nota: alcune persone sono sensibili (hanno l’allergia) a pomate anestetiche e l’unguento quindi fa peggiorare i sintomi.
Applicare vaselina sui genitali prima di urinare può essere un utile alternativa alla pomata anestetica.

Farmaco antivirale

Il farmaco antivirale non elimina il virus dal corpo.
Esso agisce bloccando la moltiplicazione del virus.
I farmaci antivirali sono: aciclovir (Zovirax), famciclovir e valaciclovir (Zelitrex).
Il farmaco antivirale è più utile nel primo episodio di Herpes genitale.
Esso riduce la gravità e la durata dei sintomi se si prende entro cinque giorni dall’inizio dei sintomi. Una terapia di cinque giorni di trattamento è usuale, ma può essere prorogata per un paio di giorni se si stanno formando le vescicole. Il farmaco antivirale non può essere necessario per trattare le recidive.
Questo accade perché di solito i sintomi sono molto più miti rispetto al primo episodio e di solito durano solo pochi giorni.
Tuttavia, se si tende ad avere sintomi abbastanza gravi durante le recidive, è consigliato assumere il farmaco per un periodo più lungo.
Per ridurre la durata e la gravità di una recidiva, assumere il farmaco appena iniziano i sintomi.
Alcuni medici prescrivono farmaci antivirali da tenere a casa e si può iniziare al primo segno di una recidiva.
Iniziare il trattamento precocemente può aiutare a ridurre la gravità dei sintomi. Se ci sono recidive frequenti, un’opzione è prendere il farmaco antivirale ogni giorno.
Nella maggior parte delle persone che prendono farmaci ogni giorno, le recidive si fermano completamente oppure la frequenza e la gravità sono notevolmente ridotte.

Rimedi naturali per l’herpes genitale

Un impacco di ghiaccio posto sopra le piaghe per 5-10 minuti può essere rilassante.
Non mettere il ghiaccio direttamente sulla pelle perché questo può provocare un’ustione da ghiaccio.

Bere molto.
Questo può aiutare a rendere le urine più diluite e può rendere meno dolorosa la minzione.

Non utilizzare saponi profumati, bagnoschiuma, ecc, perché questi possono irritare.
Una delicata pulizia delle piaghe solo con il cotone idrofilo o con acqua salata è meglio.
Asciugare delicatamente con un asciugacapelli al minimo.

Alcune persone dicono che mettere le bustine usate di tè freddo sulle piaghe è rilassante.

Cure naturali alternative per l’herpes genitale

Lisina
L-lisina è un amminoacido che non è prodotto naturalmente dal corpo umano. Gli esseri umani ottengono la lisina di cui hanno bisogno attraverso l’ingestione di prodotti alimentari come carni rosse e latticini.
La lisina è disponibile anche come integratore in farmacia.
C’è la convinzione popolare che la lisina può essere un trattamento efficace per l’herpes, che può abbreviare la durata dei focolai o diminuire la frequenza, ma non ci sono prove scientifiche che lo confermano.

In quanto tempo passa l’Herpes Genitale? Quanto dura?

Generalmente l’herpes genitale dura 10/15 giorni, tuttavia il virus rimane latente nel corpo quindi è possibile avere una recidiva, soprattutto nei periodi di forte stress.

Prevenzione dell’herpes genitale

Dato che l’herpes si diffonde attraverso il contatto sessuale, il modo migliore per evitare che succeda è astenersi dai rapporti sessuali.
Il contatto sessuale con più partner o con qualcuno che ha più di un partner aumenta il rischio di contrarre qualsiasi malattia a trasmissione sessuale.
Quando usato correttamente e costantemente, il preservativo in lattice diminuisce il rischio di malattie.
Il preservativo femminile in poliuretano è considerato efficace contro le malattie sessualmente trasmissibili.

Occorre evitare di condividere asciugamani, spugne o panni con altre persone, perchè può provocare la trasmissione dell’infezione.

Si dovrebbero evitare i rapporti sessuali fino a quando le piaghe e le vesciche formano la crosta o prima del permesso del medico.

Quando si riprende l’attività sessuale dopo che l’herpes è passato, un lubrificante può aiutare dato che le persone ritengono che l’attrito del rapporto sessuale può scatenare una recidiva.

Fare un lavaggio vaginale può effettivamente aumentare rischio di malattie sessualmente trasmissibili in una donna perché possono modificare la flora naturale (batteri sani) della vagina e possono spostare i batteri patogeni che si trovano più in alto verso il tratto genitale.

Un adolescente che è in trattamento per l’herpes dovrebbe fare i test per altre malattie sessualmente trasmissibili e dovrebbe parlare apertamente con il medico, da solo, dell’attività sessuale.

Dato che molte malattie sessualmente trasmissibili potrebbero non causare sintomi evidenti, gli adolescenti spesso non sanno quando hanno preso l’infezione. Tutti i ragazzi che hanno avuto dei rapporti dovrebbero fare dei controlli regolari per le malattie sessualmente trasmissibili così si evitano altri problemi di salute più gravi.