Clamidia – sintomi, contagio e terapia

INDICE


La Clamidia è una delle malattie sessualmente trasmissibili più curate che colpisce uomini e donne.
La clamidia è spesso asintomatica e quindi molti non fanno la terapia.

I batteri colpiscono le cellule delle mucose che sono i tessuti morbidi e umidi del corpo non coperti da pelle.

Clamidia,infezione,sintomiDi seguito sono riportati alcuni esempi di aree che potrebbero essere infettate da questo batterio:

  • Le superfici di uretra, vagina, cervice e dell’endometrio,
  • Le tube di Falloppio,
  • L’ano e il retto,
  • Il rivestimento della palpebra,
  • Raramente la gola.

Cause e Trasmissione della clamidia

La clamidia si trasmette da una persona infetta ad un partner attraverso l’attività sessuale come le altre malattie veneree.
La clamidia è trasmessa principalmente durante i rapporti sessuali di qualsiasi tipo. È meno probabile prenderla attraverso i rapporti sessuali  orali, attivi o passivi.
La clamidia si può trasmettere quando le mucose del corpo entrano in contatto con le secrezioni delle mucose o lo sperma di una persona infetta. Questo è quello che succede durante i rapporti sessuali  di ogni tipo non protetti (cioè senza preservativo in lattice).
I rapporti sessuali  di tipo orale non sono una causa di infezione frequente di questo batterio.
La clamidia può essere trasmessa anche se il pene o la lingua non entrano completamente nella vagina o nell’ano. Se la vagina, cervice, ano, pene o bocca entrano in contatto con le secrezioni infette o fluidi, la trasmissione è possibile.

Una donna che non ha avuto rapporti sessuali posteriori può avere la clamidia nell’ano o nel retto se i batteri si diffondono dall’area vaginale, come quando si pulisce con la carta igienica.

Si possono causare infezioni agli occhi se una persona tocca gli occhi con le mani durante l’attività sessuale.
La Clamidia non si contrae toccando qualcosa con le mani o stando sul sedile del WC.
Una persona con la clamidia che è stata trattata e curata, si può infettare di nuovo se è esposta al batterio successivamente.
La clamidia si può trasmettere anche dalla madre al neonato quando il bambino passa attraverso il canale del parto infetto.
Questo può causare infezioni agli occhi, polmonite o altre complicazioni.
Nei bambini, la Clamidia può essere un possibile segno di abuso sessuale.

Come si fa a capire se si ha la Clamidia?

Non è facile dire se si ha l’infezione da clamidia dal momento che i sintomi non sono sempre evidenti.
Ma quando si verificano, di solito si manifestano dopo un incubazione che va da una a tre settimane dopo il contatto.

Sintomi della clamidia nelle donne

  • Perdite vaginali anomale che possono avere un cattivo odore,
  • Emorragie tra due mestruazioni,
  • Mestruazioni dolorose,
  • Dolori al basso ventre con febbre,
  • Dolore quando si hanno rapporti sessuali ,
  • Prurito o bruciore nella vagina o intorno ad essa,
  • Dolore durante la minzione,
  • La clamidia alla gola può causare mal di gola e perdite

Sintomi della clamidia negli uomini

  • Piccole quantità di perdite chiare o torbide sulla punta del pene,
  • Dolore quando si urina,
  • Bruciore e prurito intorno all’apertura del pene,
  • Dolore e gonfiore intorno ai testicoli

Cosa succede se la clamidia non è curata? Quali sono le complicazioni della clamidia?

Il danno iniziale che causa la clamidia spesso passa inosservato.
Se non si effettua il trattamento per la clamidia, si corre il rischio di avere diversi problemi di salute.

Clamidia,infertilità,sintomi,conseguenze

Donne

gravidanza extrauterina, tube di falloppioNelle donne, l’infezione non curata si può diffondere verso l’alto all’utero e alle tube di Falloppio (tubi che trasportano le uova fecondate dalle ovaie all’utero) e può provocare la malattia infiammatoria pelvica (PID).
La PID può essere silenziosa o può causare sintomi come dolore addominale e pelvico.
La PID asintomatica e quella silente possono avere delle conseguenze permanenti all’apparato riproduttivo di una donna e dare dolore pelvico a lungo termine, infertilità e una gravidanza ectopica potenzialmente mortale (gravidanza fuori dall’utero o extrauterina).
Nelle donne in gravidanza, la clamidia non trattata è stata associata al parto prematuro e si può trasmettere al neonato, provocando un’infezione degli occhi o una polmonite.

Uomini
Le complicanze sono rare negli uomini. A volte l’infezione si diffonde al tubo che trasporta lo sperma dal testicolo causando dolore, febbre e raramente infertilità.
Per gli uomini. La clamidia può causare:

  • Una patologia chiamata uretrite non gonococcica (NGU),
  • Un’infezione dell’uretra (il tubo attraverso il quale passa l’urina di uomini e donne),
  • Epididimite, un’infezione dell’epididimo (il tubo che trasporta lo sperma dai testicoli),
  • Proctite, un’infiammazione del retto.

Test e diagnosi della clamidia
Dato che la clamidia è difficile da rilevare, il centro di controllo malattie (CDC) raccomanda il test di screening per le donne sessualmente attive che hanno meno di 25 anni, le donne incinte, gli uomini e le donne a più alto rischio perché hanno partner sessuali o un altra malattia sessualmente trasmissibile.

Per il monitoraggio o la diagnosi della clamidia, i test di laboratorio sono gli stessi:

  • Un test delle urine per cercare cellule batteriche,
  • Un tampone della cervice o del glande in grado di rilevare i batteri o la presenza di un antigene per l’infezione (in alcuni casi si può fare anche il tampone anale).

Qual è la cura per la clamidia? Quali antibiotici si devono assumere?

In caso di clamidia, il medico prescrive antibiotici per via orale, solitamente azitromicina (Zitromax) o doxiciclina.
Il medico raccomanda anche al partner di seguire la terapia per prevenire la reinfezione e l’ulteriore diffusione della malattia.

Con il trattamento, l’infezione dovrebbe passare in circa una settimana o due.
È importante finire tutti gli antibiotici prescritti anche se si sta meglio.
Le donne con infezione da clamidia grave possono aver bisogno di un ricovero in ospedale, antibiotici per via endovenosa (farmaco somministrato attraverso una vena) e medicine per il dolore.
Dopo l’assunzione di antibiotici, le persone dovrebbero ripetere i test per essere sicuri di essere guariti dalla clamidia.
Questo è particolarmente importante se si è sicuri che il partner ha avuto il trattamento.
Non si devono avere rapporti sessuali  fino a quando non si è sicuri di che il paziente e il partner sono guariti.

Come si può prevenire la clamidia?

Si può fare molto per evitare di prendere la clamidia.

  • Astenersi dal rapporto sessuale di qualunque tipo.
  • Se si sceglie di avere un rapporto sessuale vaginale o posteriore, usare il preservativo femminile o in lattice ogni volta.

È possibile ridurre ulteriormente il rischio utilizzando preservativi in lattice o barriere in plastica.

Come posso prevenire la diffusione della Clamidia?

Chi ha la clamidia può fare molto per prevenire la diffusione ad altre persone.

  • Informare il partner sessuale dell’infezione.
  • Non avere rapporti sessuali fino alla fine della terapia.
  • Assicurarsi che il partner sessuale ha fatto il test e la cura prima di ripetere  i rapporti sessuali .

Dopo aver fatto la cura, quando si inizia di nuovo ad avere rapporti sessuali , usare il preservativo femminile o in lattice ogni volta che si ha un rapporto sessuale di qualunque tipo.