Verme solitario o tenia

INDICE

Il verme solitario (o tenia solium) è un parassita che provoca la teniasi.
Le specie di tenia che si possono trovare nell’intestino dell’uomo sono:

  1. Taenia saginata (tenia del manzo),
  2. Taenia solium (tenia del maiale),
  3. Taenia asiatica (Asian tenia).

L’infezione da tenia è causata dall’ingestione di cibo o acqua contaminata con le uova della tenia o con le larve.
Se si ingeriscono alcune uova di tenia, queste possono migrare all’esterno dell’intestino e possono formare le cisti nei tessuti e negli organi (infezione invasiva).
Le larve della tenia diventano tenie adulte nell’intestino (infezione intestinale).

Generalmente, le infezioni intestinali da tenia sono di lieve entità, ma le infezioni invasive larvali possono causare gravi complicazioni.


 

Dove si trova il verme solitario?

Il verme solitario entra nel corpo mangiando carne cruda o poco cotta di animali infetti.
La Tenia saginata infetta la mucca, il toro, il manzo e il bue.
I suini sono i vettori della Taenia solium (verme solitario).


 

Che cos’è una tenia o verme solitario?

La tenia è un parassita o cestode che vive nel tratto digestivo di una persona.
I parassiti sono organismi che vivono all’interno o all’esterno di altri organismi (chiamati “ospiti”).
I parassiti prendono le sostanze nutrienti dall’ospite, talvolta privano l’ospite del cibo necessario per vivere.
Il verme solitario entra nel corpo quando una persona mangia o beve qualcosa che è stato infettato dal verme o dalle sue uova.
Una volta all’interno del corpo, la testa della tenia si attacca alla parete interna dell’intestino.
La tenia è costituita da diversi segmenti e quando cresce ne forma degli altri.
Ogni segmento può riprodurre il verme perché produce migliaia di uova. Poiché la tenia può avere più di un migliaio di segmenti, riesce facilmente a diffondersi.


 

Durata della tenia

Il verme solitario ha un ciclo di vita di tre stadi:
1. Uovo;
2. Uno stadio immaturo, in cui il verme è chiamato larva;
3. Una fase adulta in cui il parassita può produrre le uova.
Dato che le larve possono entrare nei muscoli degli ospiti, l’infezione si può verificare quando si mangia carne cruda o poco cotta di un animale infetto.
Il verme solitario può vivere fino a 25 anni e può crescere molto in lunghezza, il record è di 22 metri.


 

Cause del verme solitario

Di solito, un’infezione da tenia si verifica quando si mangia carne cruda e contaminata di maiale, manzo o pesci d’acqua dolce.
Non tutte le tenie si prendono nello stesso modo.
Le cause dei diversi tipi di infezione da tenia sono riportate qui sotto.

Tenia del maiale e del manzo
L’infezione con tenie adulte di maiale o manzo si può verificare mangiando carne cruda o poco cotta di questi animali se contengono le larve della tenia (vermi appena nati).
Le larve si sviluppano in vermi adulti nell’intestino.

Nel caso di tenia del maiale, si può:

  • Ingoiare le uova in cibi o acqua contaminati con feci umane;
  • Trasferire le uova alla bocca dopo il contatto con una persona infetta o con indumenti contaminati.
  • Le uova poi si sviluppano in larve all’interno del corpo e invadono altri settori, come i muscoli e il cervello.

Ecco perché i sintomi di un’infezione da larve di tenia sono diversi da quelli di un’infezione da tenia adulta che è limitata all’intestino.
Una tenia di maiale o manzo si trova più facilmente nelle aree in via di sviluppo come l’Africa, il Medio Oriente, l’Europa orientale, l’Asia e il Sud America.

Tenia dei pesci
L’infezione da tenia dei pesci può essere causata da pesci d’acqua dolce, crudi o poco cotti, per esempio il salmone.
La tenia dei pesci è più frequente nei paesi dove la gente mangia comunemente pesce crudo, come est Europa, paesi scandinavi e Giappone.

Tenia nana
Le uova di una tenia nana si possono trasmettere da una persona a un’altra per la cattiva igiene. Si può anche ri-infettare sé stesso a causa delle condizioni igieniche.
Le uova possono schiudersi, diventano tenie adulte e si riproducono nell’intestino senza abbandonare l’apparato digerente.
Di solito, l’infezione con la tenia nana colpisce i bambini più degli adulti.
È frequente anche dove la gente vive in condizioni antigieniche, specialmente se ci sono le pulci.

Tenia del cane
Raramente le persone sono infettate con la tenia del cane. Questa infezione si chiama malattia cistica idatidea.
I bambini possono ingoiare accidentalmente le uova della tenia del cane dopo aver toccato le feci di un cane o a causa di uno stretto contatto con i cani.
La tenia del cane è più frequente nelle zone rurali, soprattutto quelle dedicate alla pastorizia.


 

Come avviene la trasmissione della tenia?

Il verme solitario si diffonde nei seguenti modi:
La tenia si può diffondere quando si mangia o beve degli alimenti o dell’acqua contaminata con feci infette.
Per questo motivo le infezioni da verme solitario sono rare dove ci sono buone strutture igienico-sanitarie, per esempio negli Stati Uniti.
I WC, le fognature e il trattamento delle acque aiutano a mantenere le feci lontano dalle fonti di acqua e cibo.
Il verme solitario può essere contagioso perché una persona può trasmettere le uova della tenia agli altri se non si lava le mani dopo aver usato il bagno.
Le uova di tenia nelle feci si possono diffondere facilmente con il cibo o sulle superfici come le maniglie delle porte.
Un individuo si può infettare con la tenia mangiando carne o pesce che non è stato cotto abbastanza per uccidere il verme solitario e le sue uova.
Il verme solitario non si prende dal latte di mucca.


 

Sintomi di un’infezione da tenia

Di solito le persone non sono consapevoli di avere un’infezione da tenia.
È possibile non sentire alcun sintomo.

Sintomi di un’infezione da tenia nell’uomo
In caso di infezione da tenia adulta, si possono vedere le larve (vermi appena nati) o i segmenti della tenia nelle feci.

I segmenti del verme solitario contengono le uova di tenia.
A seconda del tipo di tenia, gli altri sintomi possono essere:

L’infezione da tenia del maiale può causare un aumento dell’appetito.

In rari casi, l’infezione da tenia dei pesci può causare una carenza di vitamina B12 perché il verme assorbe questa sostanza.
La vitamina B12 serve per creare i globuli rossi, quindi una carenza vitaminica può causare l’anemia.

Sintomi di un’infezione da larve di tenia
Alcuni tipi di tenia possono non diventare adulti nell’intestino. Invece, le loro larve (vermi appena nati) scavano attraverso la parete intestinale e si immettono nella circolazione sanguigna. Quindi possono recarsi in altri organi del corpo.

I sintomi dell’infezione da larve di tenia dipendono dal tipo di parassita, dalla gravità e dalla parte del corpo colpita.
Ad esempio, tra i sintomi ci può essere:

  1. Fastidio o mal di pancia
  2. Tosse
  3. Dolore ai polmoni causato da un ascesso
  4. Mal di testa
  5. Febbre
  6. Ittero.


 

Rischi da verme solitario

 

Verme solitario o tenia
Verme solitario o tenia

La tenia si nutre del cibo che l’ospite sta digerendo e utilizza queste sostanze per crescere.
Il verme solitario può causare il dimagrimento dell’individuo fino a 4-5kg al mese, ma non si può utilizzare come dieta dimagrante.
La tenia mangia grassi, carboidrati, proteine, ma anche le vitamine e i sali minerali fondamentali per vivere.
La conseguenza è che in certi casi  può causare addirittura la morte.


 

Diagnosi del verme solitario

La diagnosi delle infezioni da tenia si effettua con l’esame di un campione di feci.
Gli individui dovrebbero riferire al medico se hanno espulso dei segmenti di tenia con le feci.
I campioni di feci devono essere raccolti in tre giorni diversi ed esaminati in laboratorio per capire se ci sono le uova di Tenia o di altri vermi, per esempio gli ossiuri.
Le uova di tenia possono essere rilevate nelle feci 2-3 mesi dopo l’inizio dell’infezione da tenia.

Le analisi del sangue si effettuano per confermare un’infezione invasiva da verme solitario, servono per verificare la presenza di anticorpi contro la tenia.


 

Terapia per il verme solitario

Alcune persone con l’infezione da tenia non hanno bisogno di cure perché la tenia esce dal corpo da sola.
Gli altri non sanno di avere questo parassita nell’intestino perché non hanno alcun sintomo.

Tuttavia, in caso di diagnosi dell’infezione da tenia, probabilmente il medico prescrive dei farmaci per rimuovere il verme solitario.

Terapia per le infezioni intestinali
Il trattamento più prescritto per l’infezione da tenia prevede dei farmaci orali che sono tossici per la tenia adulta, tra cui:
1. Praziquantel (es. Droncit, Tremazol)
2. Albendazolo (Zentel ®)
Il farmaco che prescrive il medico dipende dalla specie di tenia coinvolta e dalla parte del corpo infetta.
Il bersaglio dei farmaci sono le tenie adulte, non le uova, quindi è importante evitare la reinfezione.
Lavarsi sempre le mani dopo essere andati in bagno e prima di mangiare.

Terapia per le infezioni invasive
Il trattamento di un’infezione invasiva dipende dalla posizione e dagli effetti che hanno provocato i farmaci

Antielmintico
L’Albendazolo (Zentel ®) può ridurre le cisti formate dalle larve di tenia. Il medico può monitorare le cisti periodicamente con degli esami strumentali per immagini come l’ecografia o la radiografia per essere sicuri che il farmaco sia efficace.

Terapia antinfiammatoria
Le cisti di tenia che muoiono possono causare gonfiore o infiammazione nei tessuti e negli organi.
Quindi il medico può raccomandare dei farmaci cortisonici, come il prednisone o il desametasone per ridurre l’infiammazione.

Terapia anti-epilettica
Se la tenia causa le convulsioni, i farmaci anti-epilettici possono bloccare il disturbo.

Inserimento di uno shunt
Un tipo grave di infezione può causare un accumulo di fluido nel cervello chiamato idrocefalo.
Il medico può raccomandare di inserire uno shunt (o tubo) permanente nella testa per drenare il liquido.

Idrocefalo,shunt,intervento chirurgico

Operazione chirurgica
L’estrazione chirurgica delle cisti dipende dalla loro posizione e dai sintomi che provocano.
Le cisti che si sviluppano nel fegato, polmoni e occhi in genere si asportano poiché possono minacciare la funzionalità dell’organo.


 

Rimedi naturali per il verme solitario

Tra i rimedi casalinghi che si usano da millenni c’è l’aglio, è importante non bollire questo alimento perché si perdono le proprietà nutritive.
Si consiglia di mangiare due spicchi d’aglio al giorno per liberarsi dalla tenia.


 

Prognosi del paziente con verme solitario o tenia (tempi di recupero)

Con la terapia, l’infezione da tenia guarisce completamente.