Candida intestinale – sintomi e cura

INDICE

La candidosi intestinale (o mughetto) è un’infezione micotica causata da una crescita eccessiva del lievito “candida albicans” nel corpo umano.
Ci sono circa 20 specie di fungo, ma il tipo più frequente che causa l’infezione è chiamato Candida Albicans.

In condizioni normali, queste specie fungine vivono nel corpo umano, ma in certe situazioni crescono eccessivamente provocando la candidosi.

Le parti del corpo più colpite sono i genitali (candida vaginale), il cavo orale (candida in bocca) e l’intestino.
In generale, le parti esposte e umide del corpo umano come la cavità orale, ascelle, pieghe della pelle o della vagina sono più predisposte all’infezione.
La candidosi può essere a livello superficiale ed è facilmente visibile, oppure può interessare i tessuti e gli organi interni.
In questo caso può essere fatale.
L’infezione da lievito che può diventare pericolosa è detta candidasi invasiva.

La candida intestinale può infettare chiunque, bambini, adulti e anziani.

Sintomi della candida intestinale

I sintomi della candidosi differiscono da persona a persona e dipendono dalla zona del corpo che è stata interessata.
Tra i sintomi si trovano:

I sintomi sopra elencati si vedono sicuramente nelle persone infettate da Candida albicans, ma ci sono altre malattie che causano gli stessi sintomi.
Pertanto, è sempre consigliabile consultare un medico prima di trarre eventuali conclusioni.

Cause della candida intestinale

La candidosi può essere fatale se raggiunge gli organi vitali o la circolazione sanguigna.
Pertanto, può essere utile conoscere i fattori che possono causare questa malattia.
Di seguito ci sono alcune delle principali cause della candidosi:

  • L’assunzione costante e regolare di antibiotici è una delle principali cause di candidosi.
    La maggior parte degli antibiotici uccidono i batteri che limitano la crescita dei funghi ad un certo livello.
    Quindi i funghi della candida continuano a crescere e possono provocare la candidosi.
  • Il sistema immunitario indebolito nelle persone è una delle cause più importanti di infezione da candidosi.
    Questo si verifica perché un sistema immunitario debole favorisce la crescita dei funghi della Candida nel corpo umano, dato che ci sono meno anticorpi presenti per prevenire e limitare la crescita.
    Questo è il motivo per cui le persone con il cancro o l’infezione da HIV sono più predisposti a questa infezione.
  • Le donne in gravidanza hanno più probabilità di avere la candidosi vaginale rispetto alle altre femmine.
    Il motivo è la maggior produzione di glicogeno nella vagina a causa di un livello più elevato di estrogeni durante la gravidanza.
    Questo provoca una rapida crescita del lievito nella vagina.
  • L’assunzione di steroidi può causare una crescita eccessiva della Candida nel corpo umano.
    Questo si verifica perché il consumo regolare di steroidi spesso porta all’aumento del livello di glucosio che a sua volta provoca la crescita dei funghi.
  • Se i diabetici non riescono a prendere il farmaco corretto o a seguire la dieta consigliata possono avere dei livelli di glucosio fluttuanti.
    In questa situazione ci sono più probabilità di sviluppare un’infezione da candida.
  • Alcuni studi sull’uso dei contraccettivi orali mostrano che questi farmaci possono provocare una maggior crescita della Candida nel corpo.
    Tuttavia, ci sono poche prove per sostenere questo fatto.
  • La tossicità da metalli pesanti è una causa della crescita e diffusione del lievito nel corpo umano.
    Mentre si respira, si possono inalare anche piccole particelle di metalli pesanti come mercurio, arsenico, piombo e cadmio.
    Queste particelle si accumulano nelle cellule e quando la loro percentuale è alta si riduce automaticamente la capacità delle cellule di produrre energia.
    Il nostro corpo fa dei tentativi disperati per salvarsi da questi metalli e può causare ulteriori danni.
    Questo provoca un’incessante crescita del fungo.
  • Alcuni autori ritengono che la candida intestinale si trasmette anche con i rapporti sessuali anali, ma è una delle cause minori.
  • Le cattive abitudini alimentari sono una causa importante della crescita eccessiva del fungo Candida.
    Una dieta ricca di carboidrati e zuccheri dà alla Candida tutta l’energia necessaria per crescere e diffondersi.
    Al contrario, gli alimenti biologici ricchi di minerali e vitamine aiutano a limitare la crescita del fungo.
  • Alcune cause indirette della candidosi sono lo stress e un’esposizione regolare ai pesticidi o ai diserbanti.
  • Si può evitare la candidosi se si mantiene asciutto l’ambiente circostante, così la crescita del fungo può essere limitata.

Come si diagnostica la candida intestinale?

Un semplice esame del sangue può essere sufficiente per diagnosticare un aumento del livello degli anticorpi per la Candida.
Per la diagnosi serve una visita medica in cui si espongono i sintomi e i segni di cui si soffre.
Il medico deve escludere le malattie che danno sintomi simili come la colite spastica e la sindrome dell’intestino irritabile.

A chi rivolgersi?
Solo un medico esperto è in grado di decidere cosa sia giusto per quella situazione.
Lo specialista più adatto per la candida intestinale è il gastroenterologo.

Terapia per la candida intestinale

La malattia può essere curata con farmaci antifungini come la nistatina topica, Clotrimazolo topico, ketoconazolo e fluconazolo (Diflucan o Zoloder).
In casi estremi, si può prendere un farmaco antimicotico più forte come Caspofungin, itraconazolo (Sporanox) voriconazolo e amfotericina B.
In caso di infezione da lievito nelle donne, si possono utilizzare le supposte vaginali con dei medicinali o si possono effettuare delle lavande con il bicarbonato.

Cure naturali per la candida intestinale

Erbe e cibi che inibiscono la Candida Albicans

  1. Agrimony – ha proprietà Anti-fungine
  2. Barberry (berberina) – inibisce la proliferazione
  3. Walnut nero – Anti-fungino, anti-parassitario
  4. Carota (composto di fitoalessine) – inibisce la candida
  5. Cannella – inibisce la crescita
  6. Tarassaco – purifica il fegato, inibisce la crescita della Candida
  7. Estratto di semi di Pompelmo, contengono diverse sostanze tra cui: bioflavonoidi, naringina, esperidina, quercetina e canferolo.
    I semi di pompelmo inibiscono funghi, vermi intestinali, batteri e virus.
  8. Echinacea – previene le recidive della proliferazione della Candida
  9. Aglio e zenzero – possono eliminare la Candida dal corpo – non mangiare questi alimenti in quantità eccessive
  10. Goldenseal – sopprime la Candida
  11. Olio di citronella – inibisce la proliferazione
  12. Pistacia (Mastice di Chios) inibisce e distrugge la Candida albicans
  13. Neem (Azadirachta indica) inibisce la crescita
  14. Radice dell’uva dell’Oregon – inibisce la proliferazione
  15. L’Origano e l’olio di origano inibisce crescita (può essere usato topicamente con cautela)
  16. Pau d’arco inibisce e distrugge la Candida albicans
  17. Propoli – blocca la proliferazione della Candida
  18. Spirulina – inibisce la Candida Albicans
  19. Suma – inibisce la Candida
  20. Yogurt non zuccherato, le forme più pure di batteri di alta qualità: Lactobacillus acidphilus, Lactobacillus rhamnosis, bifidobatteri bifidus
  21. Tea Tree Oil – per la proliferazione vaginale
  22. Zinco – rafforza il sistema immunitario aiutando il corpo a combattere la Candida
  23. Rame – migliora il sistema immunitario se ha un giusto equilibrio con lo zinco.

Aceto di mele
Prendere un cucchiaio di aceto di mela, mescolare in un bicchiere d’acqua e bere prima di ogni pasto.
L’aceto di mele aiuta a combattere la crescita eccessiva dei lieviti intestinali e uccide il fungo perché crea una reazione a catena. L’aceto di mele grezzo e non filtrato  crea un ambiente ostile per il lievito e contribuisce a creare un buon ambiente per la flora intestinale “buona”.

 

Candida intestinale - sintomi e cura
Candida intestinale – sintomi e cura

La cura della candida intestinale non dipende dalla cartella clinica del paziente, ma anche dalla gravità e dalla posizione.
La candidosi cutanea (pelle) e la candidosi orale possono essere trattate con l’applicazione di creme antimicotiche e pomate sulle zone infette.
D’altra parte, la candidosi vaginale e la candidosi esofagea possono essere trattati con una combinazione di creme antimicotiche e dosaggi orali.

Tra le terapie possibili c’è anche l’idrocolonterapia che consiste nel lavaggio dell’intestino crasso con acqua naturale a 37°.
Questo trattamento serve per pulire l’intestino e togliere i materiali fecali, muco, gas e parassiti che ristagnano nel colon.

Quanto dura la candida intestinale? (Prognosi)

Una modifica della dieta spesso porta ad un miglioramento dei sintomi della candida da pochi giorni a una settimana.
I farmaci anti-candida spesso agiscono rapidamente.

Se un paziente ha preso gli antibiotici recentemente o in passato, serve più tempo per rimuovere i residui nel fegato e negli altri organi.
Non scoraggiarsi se bisogna aspettare di più per la guarigione.

La sauna può ridurre in modo significativo il tempo per guarire dall’infezione da candida.
La candida è un infezione “fredda” e la sauna riscalda il corpo di diversi gradi.
Ciò contribuisce a rendere il corpo più “yang” e sembra contribuire a ridurre la candida nel corpo.

La sauna favorisce l’eliminazione dei metalli tossici, delle sostanze chimiche tossiche e di altri veleni che si possono accumulare all’interno del corpo.
Inoltre inibisce il sistema nervoso simpatico, migliora la circolazione, l’ossigenazione e inattiva i funghi della candida.

Alimentazione e dieta per la Candida

Categoria

Alimenti permessi

Alimenti da evitare

Frutta

Tutta, fresca/congelata, solo la frutta non zuccherata nel frullato

Succhi di frutta

Uova, latticini e prodotti lattiero-caseari

Uova; yogurt magro non zuccherato (di mucca, pecora o capra), con culture vive, latte di soia, formaggio di soia (tofu), latte di cocco.

Formaggi (formaggi di mucca, riso e la maggior parte dei formaggi di soia;
Latte (mucca, mandorle, riso, avena, e la maggior parte dei latti di soia).

Grano

Nessuno Tutti i tipi di grano integrale o raffinato, prodotti da forno, pane, alimenti fatti con la farina

Alimenti con la carne

Pesce (fresco o in scatola) e altri frutti di mare, pollo, tacchino, carne magra di manzo, maiale, agnello, (preferibilmente carne cresciuta in maniera naturale).

Salumi o carni trasformate.

Alimenti sostitutivi della Carne

Tofu, proteine vegetali testurizzate (si tratta di un prodotto di aggregazione di proteine e farine).

Nessuno.

Fagioli

In piccole quantità, i fagioli secchi, piselli e legumi (non più di 1 tazza al giorno).

Nessuno.

Noci e semi

Noci, nocciole, mandorle, semi di zucca, anacardi, semi di lino, semi di girasole, semi di papavero, semi di sesamo interi o come noci di burro.

Arachidi (spesso considerato una noce ma in realtà è un legume) e pistacchi.

Ortaggi

Verdure senza amidi – crude, al vapore, saltate, sotto forma di succo o al forno.

Funghi e ortaggi amidacei: patate, mais, patate dolci.

Grassi e oli Avocado, burro, olive, oli di: oliva, semi di lino, sesamo, di cartamo, di zucca, di girasole, mandorle, noci, colza. Margarina, grassi di pasticceria, oli elaborati, condimenti per insalate pronti, salse da spalmare, maionese.

Cibi acidi e fermentati

Succhi di limone e lime, e cristalli di vitamina C (acido ascorbico) come sostitutivo dell’aceto.

Tutti gli aceti e i prodotti sott’olio: crauti, sottaceti, altri prodotti conservati in salamoia o aceto.

Dolcificanti

Stevia (dolcificante a base di erbe)

Tutti: zucchero di canna, zucchero raffinato, miele, zucchero, sciroppo di acero, sciroppo di mais, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, melassa, sciroppo di riso integrale, edulcoranti/dolcificanti di frutta.

Bevande

Acqua filtrata o distillata (bere 8 tazze al giorno), tisane

Cocktail o soft drink, alcolici, caffè e latte.