Tumore allo stomaco

INDICE

I tumori benigni dello stomaco e del duodeno non sono frequenti e costituiscono solo il 5-10% di tutti i tumori dello stomaco e il 10-20% di tutti i tumori duodenali.

Anche se queste masse sono benigne, in certi casi possono diventare maligne.
La maggior parte dei casi si verificano negli anziani e nelle persone oltre i 55 anni.

Se il tumore dello stomaco è diagnosticato in una fase precoce, c’è una buona probabilità di guarigione.

Tumore allo stomaco
Tumore allo stomaco

In generale, se il cancro è al terzo e quarto o ultimo stadio (è cresciuto e si è diffuso) il trattamento ha meno probabilità di risolvere il tumore.
Tuttavia, il trattamento può rallentare l’avanzamento del cancro.
L’incidenza e la mortalità per il tumore allo stomaco è diminuita negli ultimi 50 anni circa dell’1% all’anno.

Tipi di cancro allo stomaco

Ci sono diversi tipi di tumore allo stomaco, tra cui:

  • Adenocarcinoma dello stomaco – il 90/95% di tutti i tumori dello stomaco sono di questo tipo. Il cancro si sviluppa dalle cellule che formano la mucosa, la parete più interna dello stomaco.
  • Linfoma dello stomaco – rappresenta il 4% dei tumori dello stomaco. Le cellule cancerose formate nel tessuto immunitario (tessuto linfatico) a volte si trovano nella parete dello stomaco. Il tessuto linfatico drena via il fluido e aiuta a combattere le infezioni.
  • Tumore stromale gastrointestinale (GIST) – i tumori rari che si formano nel muscolo o nel tessuto connettivo della parete dello stomaco (cellule interstiziali di Cajal). Alcuni di questi tumori possono essere benigni (non cancerosi). Il GIST si può trovare anche in altre parti del tubo digerente.
  • I tumori neuroendocrini – le cellule cancerose si raccolgono e formano tumori nelle cellule che producono ormoni, di solito nel tratto digestivo (tra cui lo stomaco). Questo tipo di cancro dello stomaco è raro; il più frequente è il tumore cancroide.
  • Altri tipi di cancro molto raro dello stomaco sono: carcinoma a cellule squamose, carcinoma a piccole cellule e leiomiosarcoma.

Come si manifesta? Sintomi del tumore allo stomaco

Ci sono parecchi sintomi di cancro allo stomaco.
Tuttavia, questi sono simili a quelli di altre malattie meno gravi come un ulcera peptica, quindi il cancro allo stomaco a volte può essere difficile da riconoscere.

Per questo motivo, spesso la diagnosi arriva quando è già ad uno stadio avanzato.

Tra i primi sintomi di cancro allo stomaco ci sono:

Sintomi di tumore allo stomaco che devono allarmare

È importante controllare eventuali possibili sintomi del cancro allo stomaco il più presto possibile.
Il dipartimento della salute ha individuato una serie di sintomi e segni di allarme in certe persone che hanno un maggior rischio di cancro allo stomaco.
Si dovrebbe vedere il medico prima possibile se si verificano i seguenti sintomi di allarme:
Difficoltà nella deglutizione
Problemi di digestione in combinazione con dimagrimento, malessere o anemia (una riduzione di globuli rossi che può farti sentire stanco e senza fiato).
Chi ha più di 55 anni e fa sempre fatica a digerire
Si ha un indigestione e uno dei seguenti elementi nella storia clinica:
1. Una storia familiare di cancro allo stomaco
2. Precedenti interventi per ulcere allo stomaco
3. Esofago di Barrett – una circostanza in cui le cellule anormali si sviluppano sulla parete interna dell’esofago
4. Anemia perniciosa – una malattia in cui lo stomaco non è in grado di assorbire la vitamina B12 dal cibo
5. Displasia – è una formazione anormale di cellule che non sono effettivamente cancerose ma potrebbero diventare cancerose in futuro
6. Gastrite infiammazione della parete interna dello stomaco
7. Ittero – gli occhi e la pelle diventano gialli.
8. Si sviluppa una notevole massa gonfia nell’addome superiore

Cancro dello stomaco avanzato
I sintomi del cancro allo stomaco in uno stadio avanzato sono:

Cause del tumore allo stomaco

Fattori di rischio

Quando il medico diagnostica il cancro dello stomaco, è naturale chiedersi cosa può aver causato la malattia. Ma nessuno conosce le cause esatte del cancro allo stomaco. I medici raramente sanno perché una persona sviluppa il cancro allo stomaco e un altro no.
Ci sono determinati fattori di rischio che aumentano le probabilità di sviluppare il cancro dello stomaco.
Gli studi hanno trovato i seguenti fattori di rischio per il cancro dello stomaco:

Infezione da Helicobacter pylori
L’H. pylori è un batterio che infetta spesso il rivestimento interno (mucosa) dello stomaco. L’Infezione da H. pylori può causare infiammazione dello stomaco e ulcere gastriche.
Aumenta anche il rischio di cancro allo stomaco, ma solo un piccolo numero di persone infette si ammalano.
In questo caso si può verificare anche nei giovani o in gravidanza.

Ulcera duodenale,gastrite,bruciore di stomaco

L’infiammazione dello stomaco cronica
Le persone che hanno l’ infiammazione dello stomaco per un lungo periodo (come l’anemia perniciosa o la gastrite cronica) hanno un maggior rischio di cancro allo stomaco.
Inoltre, le persone che hanno avuto la rimozione di parte dello stomaco hanno un maggior rischio di cancro allo stomaco molti anni dopo l’intervento.

Fumo
I fumatori hanno più probabilità rispetto ai non fumatori di sviluppare il cancro dello stomaco. Chi fuma molto è più a rischio.

Ereditarietà.
I parenti stretti (genitori, fratelli, sorelle o figli) di una persona con cancro allo stomaco hanno più probabilità di sviluppare la malattia.
Se i parenti stretti hanno una storia di cancro allo stomaco, il rischio è ancora maggiore.

Dieta pessima, mancanza di attività fisica oppure obesità.
Gli studi suggeriscono che le persone che mangiano una dieta ricca di alimenti affumicati, salati o in salamoia hanno un maggior rischio di cancro allo stomaco. D’altra parte, le persone che mangiano una dieta ricca di frutta e verdura fresca possono avere un rischio più basso di questa malattia.
La mancanza di attività fisica può aumentare il rischio di cancro allo stomaco.
Inoltre, le persone obese possono avere più rischi di cancro nella parte superiore dello stomaco.

La maggior parte delle persone con questi fattori di rischio non sviluppano il cancro dello stomaco. Per esempio, molte persone con un’infezione da H. pylori non sviluppano mai il cancro.
D’altra parte, le persone che sviluppano la malattia a volte non hanno fattori di rischio conosciuti.

Diagnosi di tumore allo stomaco

tumore allo stomaco,dolore,cancro
Eraxion – bigstockphoto.com

Il cancro allo stomaco di solito è diagnosticato con una serie di esami, tra cui:

  • Gastroscopia – un medico passa un sottile tubo flessibile attraverso la gola per vedere nello stomaco, esofago e nella parte superiore dell’intestino.
  • Biopsia – un medico rimuove un piccolo pezzo di tessuto dello stomaco durante un’endoscopia e lo guarda al microscopio.
  • Radiografia con bario – il bario liquido si vede sullo schermo facendo una radiografia dello stomaco e dell’apparato digerente. Questo può rivelare anomalie nello stomaco.
  • Ecografia – un dispositivo usa onde sonore per creare un immagine dello stomaco.
  • Esami del sangue – queste analisi includono il test dell’antigene carcino-embrionario (CEA). CEA è prodotto in quantità elevate da alcune cellule tumorali.
    Ciò si verifica in circa la metà dei pazienti con cancro dello stomaco.

In caso di diagnosi di cancro dello stomaco, potrebbero essere necessari altri test per vedere se il cancro si è diffuso. Questi possono sono:
La tomografia computerizzata (TAC) – un esame radiografico speciale preso da diversi punti di vista per costruire un’immagine tridimensionale del corpo.


Si può iniettare un colorante per evidenziare gli organi interni
Risonanza magnetica (RMN) – simile alla TAC, si utilizza un potente magnete e il campo magnetico invece dei raggi x per costruire immagini tridimensionali del corpo.
Tomografia a emissione di positroni (PET) – un medico fa un’iniezione con una soluzione di glucosio contenente una piccola quantità di materiale radioattivo. Lo scanner può ‘vedere’ la sostanza radioattiva. Le cellule cancerose sono visualizzate come ‘punti caldi’ (aree dove il glucosio è stato preso)

Stadiazione del tumore allo stomaco

I pazienti con cancro gastrico dovrebbero sottoporsi a un’accurata stadiazione preoperatoria per decidere la gestione più adatta.
La diffusione può essere locale, linfatica, ematica oppure può attraversare la cavità peritoneale, per esempio può andare alle ovaie (tumore di Krukenberg).

massa,tumore,addome
Le metastasi si formano più frequentemente al fegato, alle ossa, ai polmoni e meno di frequente al cervello.
La valutazione e stadiazione iniziale dovrebbe includere una TAC del torace e dell’addome per determinare la presenza o l’assenza di metastasi.
In assenza di metastasi, la valutazione di operabilità si effettua preferibilmente con ecografia endoscopica.
Gli esami possibili per la stadiazione sono la radiografia del torace, l’ecografia transaddominale, la risonanza magnetica, la broncoscopia e la laparoscopia.

Tumore, nodo e stadiazione metastasi (TNM)
TX, NX o MX indica «non valutato»
T0 – nessuna evidenza di tumore primario
TIS – carcinoma in situ (intraepiteliale)
T1 – invade la lamina propria o sottomucosa
T2 – invade la mucosa muscolare o subserosa
T3 – penetra il peritoneo viscerale ma non le strutture adiacenti
T4 – invade strutture adiacenti (milza, colon, ecc.)

N0 – nessuna metastasi LN
N1 – 1-6 linfonodi positivi
N2 – 7-15 linfonodi
N3 – più di 15 linfonodi

M0 – nessuna metastasi distante
M1 – metastasi distante, nei linfonodi mesenterici, retroperitoneali o più distanti

Quali sono le opzioni di trattamento per il cancro allo stomaco?

Le opzioni di trattamento sono: chirurgia, chemioterapia e a volte la radioterapia.
Il trattamento consigliato per ogni caso dipende da vari fattori, come la  fase del cancro (la dimensione o la diffusione) e la salute in generale.

È importante nutrirsi abbastanza e bisogna vedere una dietista per seguire la miglior dieta possibile.

Si dovrebbe parlare con uno specialista che conosce il caso.
Il medico può spiegare i pro e i contro, il tasso di probabilità di successo, i possibili effetti collaterali e altri dettagli sulle opzioni terapeutiche possibili per quel tipo di cancro.

Inoltre si dovrebbe parlare con lo specialista degli obiettivi del trattamento.
Ad esempio:
Alcuni tipi di cancro dello stomaco possono essere curati, specialmente se sono trattati nelle prime fasi della malattia.

Il trattamento può mirare a controllare il cancro. Se una cura non è possibile, con il trattamento si può limitare la crescita o la diffusione del cancro così progredisce meno rapidamente. Questo può far regredire i sintomi per un po’ di tempo.
Il trattamento può mirare ad alleviare i sintomi.
Se non è possibile fare una cura, le terapie si possono effettuare per ridurre le dimensioni del cancro. In questo modo si possono alleviare i sintomi come il dolore.
Se un tumore è avanzato si possono fare dei trattamenti con integratori alimentari, antidolorifici, altre tecniche per il dolore o per gli altri sintomi.


Quando operare? L’intervento chirurgico per il tumore allo stomaco
La rimozione del tumore può essere risolutivo se il cancro è in uno stadio precoce. L’operazione più frequente consiste nel tagliare la parte interessata dello stomaco.
A volte si rimuove tutto lo stomaco. Quest’operazione chirurgica può essere fatta in laparoscopia.
Anche se il cancro è avanzato e non è possibile fare una cura, alcune tecniche chirurgiche possono essere utili per alleviare i sintomi. Ad esempio, un blocco può essere alleviato rimuovendo parte dello stomaco, mediante la chirurgia laser o con un’operazione di bypass.


Chemioterapia
La chemioterapia è una terapia per il cancro che si effettua con farmaci anti-cancro che uccidono le cellule tumorali o impediscono loro di moltiplicarsi, anche se provoca molti effetti collaterali tra cui diarrea, riduzione dei valori di globuli rossi, bianchi e piastrine, perdita di capelli e stanchezza.
Quando la chemioterapia si effettua insieme alla chirurgia si parla di chemioterapia adiuvante.
Ad esempio, a seguito di intervento chirurgico si può effettuare un ciclo di chemioterapia.
Questo mira a uccidere tutte le cellule tumorali che si possono diffondere dal tumore primario. Talvolta, la chemioterapia adiuvante si effettua prima della chirurgia per compattare un grande tumore così l’intervento è più semplice.
Il chirurgo può consigliare questa terapia se il tumore non è operabile.


Radioterapia
La radioterapia è un trattamento che spara fasci di radiazione ad alta energia sul tessuto canceroso concentrandoli solo su quel punto. Questo uccide le cellule tumorali o blocca la moltiplicazione delle cellule tumorali.
La radioterapia non è effettuata frequentemente per trattare il cancro dello stomaco.
Essa è utilizzata talvolta per ridurre le dimensioni di una parte del cancro che sta causando i sintomi.


Chemoradioterapia
In alcuni casi una combinazione di chemioterapia e radioterapia – abbreviato in chemoradioterapia – si effettua insieme all’intervento chirurgico.

Qual è la prognosi, la percentuale di sopravvivenza e l’aspettativa di vita del paziente con tumore allo stomaco?

Senza trattamento, un cancro dello stomaco può crescere e diffondersi in altre parti del corpo.
Se si fa la diagnosi e si tratta precocemente (prima di crescere oltre la parete dello stomaco o di diffondersi ai linfonodi e ad altre zone del corpo), c’è una buona probabilità di regressione con un’operazione chirurgica.
Purtroppo, la maggior parte dei casi non sono diagnosticati in fase precoce.

Se il tumore è diagnosticato quando si sviluppa attraverso la parete dello stomaco o si diffonde ad altre parti del corpo, è meno probabile che si possa guarire (fase terminale).
Tuttavia, il trattamento può spesso rallentare la progressione del cancro utilizzando farmaci chemioterapici.

Se il tumore è limitato alla sottomucosa dello stomaco e non ha fatto metastasi la sopravvivenza a 5 anni è del 90%.
In caso di cancro gastrico ad uno stadio avanzato, la sopravvivenza a 5 anni scende circa al 25%.

Stomaco,mucosa,strato muscolare,ghiandole

Prevenzione del cancro dello stomaco, è possibile?

La risposta può essere sì e no.

In parte “No”

Gli esperti non sanno esattamente che cosa provoca il cancro allo stomaco, non ci sono vaccini per proteggersi, quindi non c’è nessun modo sicuro per prevenirlo.

In parte «sì»

Tra le cure alternative per ridurre il rischio di sviluppare la malattia c’è la dieta per il tumore e una sana alimentazione.
Frutta e verdura – le persone che mangiano molta frutta e verdura hanno meno probabilità di sviluppare il cancro dello stomaco rispetto agli altri.

Cibi salati e affumicati – evitare i cibi salati e affumicati per quanto possibile.
Fumo – se non si fuma le probabilità di cancro allo stomaco diminuiscono.
Verificare con il medico – chiedere al medico se una malattia può aumentare il rischio di sviluppare il cancro dello stomaco. È meglio prendere in considerazione lo screening periodico.