Crampi allo stomaco

INDICE

I crampi allo stomaco sono delle contrazioni involontarie dei muscoli che si avvertono nella parte sinistra dell’addome appena sotto alle costole.

I crampi sono molto diversi dal bruciore di stomaco, dall’indigestione e dai dolori mestruali.
Spesso descritti come “forti”, “lancinanti” e “intensi”, queste contrazioni del tratto digerente possono essere causate da stress, cibo e alterazioni dello stile di vita.

I crampi si possono verificare in qualsiasi momento, anche a stomaco vuoto.


 

Cause dei crampi addominali

Una combinazione di fattori può scatenare gli spasmi muscolari dolorosi.
Molte persone che soffrono di crampi allo stomaco non conoscono la causa (cibo, cambiamenti dello stile di vita, eventi stressanti o altre situazioni).


 

I fattori di rischio dei crampi allo stomaco sono:

Dieta − si può essere sensibili ad un particolare alimento, si può avere un’allergia o intolleranza, per esempio la celiachia.
Alcuni alimenti come i cereali, il pane integrale e i cavoli possono causare i crampi allo stomaco.
Se si aggiorna quotidianamente un diario alimentare è più facile identificare l’alimento responsabile.

L’intolleranza al lattosio – è un’intolleranza ai latticini come latte, formaggio, panna o altri cibi che contengono questi prodotti lattiero-caseari.
Le persone con intolleranza al lattosio non producono abbastanza enzimi per digerire e scomporre il lattosio.
I sintomi di intolleranza al lattosio dipendono dalla quantità di alimenti lattiero-caseari che si consumano e dalla gravità del disturbo.
I sintomi sono gonfiore, nausea, diarrea e crampi allo stomaco.
Dato che molte persone pensano di essere intolleranti al lattosio quando in realtà non lo sono, bisogna andare da un medico che fa la diagnosi corretta e spiega come comportarsi.

Modifiche allo stile di vita − un cambiamento nella routine che si può verificare in vacanza può provocare un alterazione dell’alvo.
È possibile non essere a proprio agio su un gabinetto dell’aereo oppure si può essere in ansia in un ambiente non familiare.
Inoltre, una modifica della dieta o la disidratazione associata ad un clima diverso possono influenzare le abitudini intestinali.

Ansia e stress − lo stress può provocare tensione mentale o emotiva, turbamento, nervosismo e può causare diversi sintomi come i crampi allo stomaco.
Lo stress può rendere la mente più consapevole delle sensazioni che originano nello stomaco e causa la percezione di sensazioni sgradevoli.
Le persone nervose spesso soffrono di disturbi allo stomaco.

Fattori ormonali – gli ormoni possono influenzare lo stomaco e le donne che stanno attraversando la menopausa possono soffrire di crampi addominali intensi.
Alcune persone che soffrono di crampi addominali riferiscono che il disturbo peggiora spesso nella fase premestruale.

Intossicazione alimentare − tra i sintomi più frequenti dell’intossicazione alimentare ci sono: vomito, diarrea e crampi allo stomaco.
È importante bere molta acqua per evitare la disidratazione. Questo è particolarmente importante per i bambini.
Se i sintomi persistono o peggiorano, si deve contattare il medico.

Infezione virale − ci sono diversi virus conosciuti come norovirus che causano “l’influenza intestinale” o gastroenterite. Questi virus producono sintomi simili all’intossicazione alimentare, vomito, crampi di stomaco e diarrea.
Non c’è un trattamento specifico per il norovirus, oltre a lasciare che la malattia faccia il suo corso.
È importante bere molta acqua per evitare la disidratazione, specialmente per i bambini.
I bambini dovrebbero seguire un’alimentazione normale .

I crampi causati dal gas nello stomaco
I crampi allo stomaco sono dovuti spesso al gas intrappolato e al gonfiore.
Questo è un problema molto frequente che può essere fastidioso, ma si cura facilmente – il farmacista può consigliare alcuni prodotti, come buscopan o mebeverina, che si possono comprare senza prescrizione medica per trattare il problema.

Improvvise coliche con diarrea
Se i crampi allo stomaco sono iniziati da poco e si soffre anche di diarrea, la causa probabilmente è la gastroenterite.
Questo significa che c’è un’infezione virale o batterica nello stomaco e nell’intestino.
Si dovrebbe migliorare senza trattamento in pochi giorni.
Una causa frequente della gastroenterite è un norovirus.
I crampi allo stomaco e la diarrea che causano un forte malessere (per esempio con febbre o brividi) potrebbe essere causato da un’infezione più grave, come l’intossicazione alimentare.
Anche in questo caso si sta meglio senza effettuare una terapia.
Se i crampi allo stomaco e la diarrea continuano per più di pochi giorni, si può avere una malattia a lungo termine, come la sindrome dell’intestino irritabile.


 

Crampi allo stomaco dopo mangiato

Ci sono alcune malattie che possono provocare dolore e crampi dopo mangiato, circa 30 minuti dopo, per esempio:

  • La gastrite (infiammazione della parete dello stomaco) provoca il rallentamento della digestione e quindi dopo i pasti, il cibo rimane più a lungo nello stomaco causando una distensione dell’organo.
  • L’ulcera gastrica è un disturbo causato da una lesione nella parete dello stomaco che espone altri tessuti al contatto con l’acido cloridrico e può provocare forti dolori e crampi.
    La gastrite e l’ulcera possono essere causati dall’assunzione di farmaci antinfiammatori come l’oki o il brufen.
  • Tra gli atri disturbi che provocano crampi allo stomaco dopo mangiato ci sono le intolleranze e le intossicazioni.

Ulcera duodenale,stomaco,perforata


 

Crampi allo stomaco in gravidanza

È normale sentire dolori addominali in gravidanza?
Dolori e crampi alla pancia sono normali per una donna incinta.
Di solito non c’è niente di cui preoccuparsi, se tutto il resto va bene.

Il feto causa una forte pressione su articolazioni, muscoli e vene.
Questo può causare fastidio intorno allo stomaco.

Durante la gravidanza, i tessuti duri e flessibili (legamenti) che collegano le ossa si allungano per supportare la crescita dell’utero.
Quando si spostano, si può sentire un lieve dolore su uno o entrambi i lati del corpo.

Quando il feto cresce, l’utero si inclina leggermente a destra e i muscoli dell’addome possono avere uno spasmo o contrattura. Così si possono sentire crampi dolorosi più spesso sul lato destro.

Come posso alleviare i crampi addominali gravidanza?

Di solito il riposo allevia crampi, le seguenti azioni possono aiutare:

  • Rimanere seduti per un po’.
  • Sdraiarsi sul lato opposto al dolore e mettere i piedi in alto.
  • Fare un bagno caldo.
  • Applicare una bottiglia d’acqua calda o un sacco di grano caldo sulle zone dolorose.
  • Rilassarsi.

A volte, avere dei rapporti sessuali può dare crampi e un lieve mal di schiena. Un rapporto può causare dei movimenti ondulatori fino alla vagina e all’utero e possono provocare dei crampi.

I rapporti sessuali in gravidanza possono far percepire le ondulazioni come dei crampi o delle contratture, in particolare nel terzo trimestre. Non bisogna preoccuparsi perché non c’è alcuna prova che l’orgasmo provochi il parto.

Si potrebbero alleviare i crampi se i rapporti sessuali sono delicati e lenti. In seguito, un delicato massaggio alla schiena può aiutare.

 

Crampi allo stomaco provocati da disturbi non legati alla digestione.

  1. Calcoli renali o insufficienza renale;
  2. Effetto collaterale dei farmaci chemioterapici;
  3. Peritonite;
  4. Ingestione di sostanze chimiche tossiche;
  5. Aneurisma dell’aorta;
  6. Ascesso addominale (formazione di pus causata da un‘infezione);
  7. Insufficienza cardiaca congestizia acuta;
  8. Infezioni urinarie;
  9. Eccesso di attività fisica.

Altre cause dei crampi allo stomaco sono il travaglio e il tumore allo stomaco.


 

Sintomi dei crampi allo stomaco

 

Crampi allo stomaco
Crampi allo stomaco

I crampi allo stomaco sono provocati spesso dallo stress, da alterazioni dello stile di vita o da alcuni alimenti.
Le persone che soffrono di coliche spesso descrivono una sensazione simile a una coltellata.
Sono causate da spasmi nell’apparato digerente che provocano dolore e fastidio.

I crampi allo stomaco si possono verificare anche insieme ad altri sintomi.
Tra questi ci sono:

Se si avverte un senso di oppressione alla bocca dello stomaco bisogna andare subito dal medico perché tra le cause possibili c’è anche l’infarto cardiaco.

 

Terapia per i crampi allo stomaco

In caso di crampi allo stomaco, la cura si decide in base alla diagnosi.
In caso di crampi legati al ciclo mestruale il medico può consigliare il brufen o l’efferalgan.
Per la gastrite si assumono dei farmaci antiacidi.
I crampi allo stomaco causati dall’infiammazione della cistifellea si curano con i farmaci specifici.
In caso di intolleranza a determinati cibi, bisogna evitarle di mangiarli durante i pasti.


 

Rimedi naturali per i crampi allo stomaco e farmaci

Buscopan

Il buscopan® in compresse contiene un principio attivo chiamato scopolamina butilbromuro che ha un’azione antispastica.
Il buscopan serve per rilassare i muscoli nel tratto digestivo, per alleviare il dolore e il fastidio dei crampi allo stomaco.
Questo principio attivo è derivato da sostanze naturali nelle foglie della pianta Duboisia.

Alimentazione e dieta per i crampi allo stomaco
I crampi allo stomaco possono essere causati da alcuni cibi, per esempio gli alimenti piccanti, i cibi cotti con alcuni oli, frutti di mare ecc.
Alcune verdure, legumi e frutti che contengono fruttosio o sorbitolo (per esempio prugne e albicocche) possono provocare i crampi allo stomaco, anche se sono cibi sani.
Il modo migliore per scoprire se si soffre di un’intolleranza a certi alimenti è tenere un diario alimentare per un mese.
Nel diario si deve registrare tutto ciò che si mangia e beve, annotando eventuali sintomi che si verificano in seguito.
Si può provare a modificare la dieta evitando gli alimenti dannosi per vedere se si possono risolvere i crampi allo stomaco.

Esercizio fisico
L’esercizio fisico regolare è un ottimo metodo per avere sollievo dallo stress e può aiutare a calmare l’intestino.
Non bisogna frequentare una palestra costosa o svolgere uno sport troppo duro come correre la maratona.
È sufficiente una camminata quotidiana, nuotare per 30 minuti, seguire un corso di yoga o di Pilates per notare una differenza notevole.

Gli esercizi migliorano anche l’umore e consentono di affrontare meglio lo stress, inoltre danno una serie di altri benefici per la salute tra cui la riduzione del colesterolo e del peso corporeo.

Gestione del rilassamento e dello stress
Gestire lo stress può dare dei benefici anche all’intestino se si impara a gestire lo stress e si dedica un po’ di tempo al rilassamento
Provare una lezione di yoga, che unisce la respirazione profonda, la meditazione, gli esercizi posturali, un massaggio o riposarsi sul divano con una musica rilassante.

Fare un bagno caldo può alleviare la tensione muscolare e aiuta il corpo a rilassarsi.
Una persona stressata dovrebbe cercare di affrontare la fonte dell’ansia e cercare aiuto.
Se non si esprimono i sentimenti si può diventare ansiosi e depressi.