Dolore alla vagina nei rapporti sessuali

INDICE

Il dolore alla vagina, all’ingresso vaginale o nella parte inferiore della vulva durante o dopo il rapporto sessuale si chiama dispaurenia.

Dispareunia superficiale

Inizia in genere con la penetrazione o poco dopo un rapporto sessuale.

Di solito si sente subito e si allevia quando si interrompe la penetrazione, anche se può rimanere dolente al tatto per un po.
Generalmente, le cause di dispareunia superficiale sono problemi locali della pelle vaginale e perineale (il perineo è la zona di pelle tra l’apertura vaginale e l’ano) e le infezioni vaginali.


Dispareunia profonda
Questo è il termine che si usa per indicare il dolore alle ovaie durante o dopo il rapporto sessuale.
Si può anche diffondere fino a coinvolgere la parte anteriore delle cosce.
Può essere acuto o sordo, si può interrompere quando si ferma la penetrazione oppure può continuare per pochi minuti o anche alcune ore.
Le cause di questo tipo di dolore si trovano solitamente nella parte profonda della pelvi.

Cause di dolore vaginale superficiale esterno durante i rapporti sessuali

Ponte di pelle
Si tratta della formazione di un piccolo ponte di tessuto cicatriziale nella parte posteriore dell’ingresso vaginale.
È frequente dopo il parto, soprattutto se è stato fatto un taglio tra la vagina e l’ano, è una procedura chiamata episiotomia.
Il tessuto cicatriziale contiene terminazioni nervose ed è molto sensibile, quindi provoca dolore alla penetrazione.
Il dolore tende a peggiorare continuando ad avere rapporti sessuali , dato che il ponte di pelle fa attrito con il continuo sfregamento dovuto alla penetrazione.

Episiotomia,lacerazione vaginale,vulva,parto,cicatrice

Imene intatto
L’imene è una membrana che riveste l’apertura vaginale.
Durante il primo rapporto sessuale l’imene si rompe.
In molte giovani donne è già stato allungato con l’uso di un tampone.
Questo foro si ingrandisce a poco a poco quando le ragazze invecchiano.
Tuttavia, l’imene può essere abbastanza spesso, quindi durante il primo rapporto sessuale la donna sente dolore causato dalla lesione dell’imene.
Il dolore è superficiale, si sente all’ingresso della vagina appena inizia la penetrazione e può bloccarla.
Dopo i primi rapporti sessuali il problema si dovrebbe risolvere.

Vaginismo
Il Vaginismo è una contrazione potente e spesso dolorosa dei muscoli intorno all’entrata della vagina (muscoli pubo-coccigei) che rende la penetrazione dolorosa o impossibile.
Potrebbe anche impedire l’uso di tamponi e ogni sorta di visita ginecologica.
Lo spasmo del vaginismo non è qualcosa che si può provocare volontariamente, è completamente fuori controllo.
Sembra che inizi senza un motivo, ma può anche essere il risultato di un’esperienza sessuale dolorosa, quindi diventa una sorta di riflesso protettivo.
Il vaginismo avvilisce e scoraggia la ragazza e il partner sessuale perché può impedire il godimento per molti anni e può impedire completamente i rapporti sessuali . Una volta che è iniziato, la paura del fallimento ed il nervosismo di non essere in grado di avere  i rapporti sessuali peggiora la situazione.
È importante cercare aiuto per rompere il ciclo di ansia e dolore.

Bartolinite
Le ghiandole di Bartolini sono una coppia di ghiandole che si trovano nei tessuti della parete vaginale, su entrambi i lati.
Queste possono diventare infiammate causando la bartolinite, la conseguenza è il dolore durante i rapporti sessuali.
Raramente, le ghiandole si gonfiano durante i rapporti, all’inizio è indolore, ma diventa doloroso se si continua ad avere i rapporti sessuali.

Ghiandola di bartolini,vagina,retto,vescica

 

Vestibolite vulvare
Questa è una malattia complicata in cui la zona vulvare diventa dolorosa ed estremamente sensibile alla pressione e alla palpazione.
La vestibolite vulvare può essere caratterizzata da forti dolori durante il tentativo di penetrazione e può causare fastidio anche durante le attività della vita quotidiana.
Può portare a frustrazione e depressione perché i sintomi possono persistere a lungo. Le cause sono incerte, ma possono essere infezioni dell’area sensibile chiamata “vestibolo vulvare” provocate da virus, batteri o funghi (candida).
Generalmente la terapia è a base di antibiotici o di farmaci antimicotici per combattere i funghi.

Lichen sclerosus et atrophicus
Il Lichen sclerosus è una malattia della pelle un po’ misteriosa che può interessare le donne di qualsiasi età, compresi i bambini.
È più comune dopo la menopausa.
Il lichen provoca l’assottigliamento della pelle della zona genitale e la formazione di macchie bianche.
Può essere causata dal sistema immunitario e provoca prurito e dolore, può durare per un periodo molto lungo. Viene spesso scambiato per un fungo dato che può causare molto prurito e a volte è leggermente fastidioso.
Il lichen sclerosus et atrophicus può aumentare leggermente il rischio di cancro nella mucosa dei genitali. Per questo motivo dovrebbe essere diagnosticata e trattata, di solito la terapia si fa con l’applicazione regolare di creme.

Mutilazioni dei genitali femminili
Le mutilazioni dei genitali femminili, nota anche come circoncisione femminile, comporta vari gradi di mutilazione chirurgia per i genitali esterni della donna. A seguito di una mutilazione genitale, solitamente si formano cicatrici permanenti che possono causare dolore e danni ai nervi.
Uno qualsiasi di questi problemi può causare dolore alla penetrazione e può rendere impossibili i rapporti sessuali

Anomalie vaginali
Molto raramente, le alterazioni della vagina provocano dispareunia o addirittura impossibilità ad avere i rapporti sessuali.
Tra queste anomalie ci sono dei tessuti in eccesso all’interno della vagina che sono presenti dalla nascita (setti vaginali).

Cause di dolore vaginale superficiale interno durante il rapporto sessuale

Trauma vaginale
La vagina è abbastanza flessibile e di solito recupera bene dopo un trauma o una lieve lacerazione durante il parto.
Tuttavia, il trauma più significativo della vagina, ad esempio, da parto traumatico o mutilazione, può portare alla cicatrizzazione e quindi a dolore e difficoltà durante i rapporti sessuali.
Bisogna consultare il medico per conoscere e decidere quale opzione terapeutica è più adatta.

Fibromi e tumori nell’utero

Dolore alla vagina nei rapporti sessuali
Dolore alla vagina nei rapporti sessuali

I fibromi sono tumori o masse non cancerose (benigni) nel muscolo dell’utero che possono causare un espansione dell’utero.
Il fibroma uterino non è sempre doloroso, ma può portare dolore e disagio durante i rapporti sessuali.
Molto raramente, i fibromi possono crescere rapidamente e diventare cancerosi (maligno), causando dolore molto più intenso.

Infezione genitale o vaginale
Le infezioni della vagina e della zona intima causano l’infiammazione e l’arrossamento dei tessuti e spesso causano dolore mentre si fa l’amore.
L’infezione può essere data da un fungo (per esempio la candida, un lievito che vive spesso nell’intestino), da virus come l’herpes oppure da batteri come nella vaginosi batterica.
Una vasta gamma di infezioni batteriche può infettare la vagina.
Alcune sono sessualmente trasmissibili.
Prima del rapporto sessuale, la vagina potrebbe non provocare prurito intimo,
Dopo il rapporto può rimanere irritata.
Si vedono spesso delle perdite, inoltre si può sentire un cattivo odore ed è possibile avvertire bruciore intimo o dolore quando si urina.
Ci sono delle terapie farmacologiche mirate al tipo di infezione, ma gli antibiotici possono essere controindicati perché eliminano anche i batteri “buoni” che popolano abitualmente la vagina.

Secchezza vaginale
Spesso il dolore durante i rapporti sessuali è dovuto alla mancanza di lubrificazione, significa che la vagina è troppo secca. Normalmente, la vagina produce secrezioni che la tengono umida e aumentano per l’eccitazione sessuale.
Se non si fanno abbastanza preliminari o se la femmina non è abbastanza eccitata può non produrre abbastanza secrezioni per facilitare la penetrazione .
Se la vagina non si lubrifica i motivi possono essere tanti.
Tra questi ci sono motivi psicologici come il nervosismo e l’ansia, perché i rapporti sessuali in passato hanno causato fastidio oppure l’ansia di rimanere incinta.
La secchezza può essere provocata anche dalla menopausa.
Alcuni farmaci possono causare secchezza vaginale, tra cui alcuni metodi contraccettivi come la spirale Mirena ®.

La secchezza vaginale può essere legata anche ad una malattia chiamata sindrome di Sjögren che riduce tutte le secrezioni del corpo (per esempio la saliva e le lacrime).
Un altra patologia che può causare questo sintomo è l’artrite reumatoide.
Infine, in gravidanza la vagina può essere secca durante il rapporto sessuale, ma può anche avere l’effetto opposto.
La terapia prevede il trattamento della malattia che causa il sintomo.
Tra i rimedi naturali ci sono dei lubrificanti vaginali prima dei rapporti sessuali.

Atrofia vaginale
Dopo la menopausa i livelli di ormoni nel corpo diminuiscono, soprattutto il livello di estrogeni.
Gli estrogeni sono gli ormoni che mantengono la parete vaginale forte e resistente.
L’apporto di sangue aumenta e il livello delle secrezioni rende la parete più morbida ed elastica.
Pertanto, quando i livelli di estrogeni scendono dopo la menopausa, i tessuti diventano più sottili, meno elastici e meno lubrificati.
A volte i tessuti vaginali possono diventare fragili e delicati come quelli delle ragazze giovani (che non hanno ancora raggiunto la pubertà).
La ragione di questi cambiamenti è abbastanza logica: la natura non prevede che le donne in post-menopausa abbiano rapporti sessuali perché non possono avere bambini.

Cause di dolore vaginale profondo durante i rapporti sessuali

La dispareunia profonda può essere causata dagli organi genitali, ma può anche essere provocata da altre strutture nell’addome che possono essere facilmente danneggiate durante i rapporti sessuali.

Dolore cervicale
Normalmente il collo dell’utero (o cervice uterina) non dev’essere doloroso. Tuttavia, ci sono degli organismi che possono infettare la vagina, in particolare l’herpes.
Se la cervice s’infiamma, la penetrazione del pene può causare un dolore profondo nella pelvi e a volte fino alla parte anteriore di entrambe le cosce.
Il cancro cervicale è raro e di solito non causa dolore durante i rapporti sessuali.
La cervice può anche diventare indolenzita e sensibile se si ha un dispositivo contraccettivo intrauterino, specialmente se è posizionato un po’ troppo in basso.
Questo può causare dolore acuto e improvviso della cervice quando si hanno i rapporti sessuali.

Endometriosi
L’endometriosi è una malattia in cui i piccoli pezzi di utero si spostano in altre parti del corpo. Di solito questo avviene nelle ovaie, nelle tube di Falloppio che collegano l’utero alle ovaie e nel collo dell’utero. Questi tessuti esterni sanguinano un po’  ogni volta che arrivano le mestruazioni.

Congestione venosa pelvica
La congestione venosa pelvica è una malattia in cui le vene all’interno del bacino si espandono e si gonfiano.
Questo può causare dolori al basso ventre e mal di schiena, soprattutto dopo lunghi periodi in piedi.
Spesso, il dolore peggiora dopo aver avuto dei rapporti sessuali  e può persistere per alcune ore. Le donne che sono colpite hanno spesso dolori mestruali e pancia gonfia.

Cisti ovariche
La presenza di cisti nelle ovaie può causare dolore durante i rapporti sessuali.
Questo avviene perché le cisti possono essere rotte dal pene durante il rapporto sessuale e questo può causare la fuoriuscita di fluido dalla cisti. Non è insolito avere cisti nelle ovaie, la formazione di cisti è un fenomeno normale del ciclo.
Tuttavia, queste cisti ‘fisiologiche’ sono in genere molto piccole.
Le cisti più grandi hanno più probabilità di provocare perdite e dolore e possono essere un segno di endometriosi o della sindrome dell’ovaio policistico, soprattutto nelle donne più giovani.
Nelle donne che hanno superato la menopausa, le cisti ovariche sono preoccupanti perché possono essere un segno di cancro ovarico.

Un’altra forma non preoccupante di dolore da cisti ovarica è chiamato dolore durante l’ovulazione. Questa è la fuoriuscita di fluido da una cisti ovarica ogni mese quando il follicolo rilascia un uovo come parte del ciclo mestruale.
Il dolore durante l’ovulazione non può essere correlato ai rapporti sessuali, ma i rapporti lo possono rendere più intenso.
In genere dura per due o tre giorni.

Cause di dolore alla vagina legate alla posizione dell’utero.

In alcune donne l’utero si inclina all’indietro invece che in avanti; quindi anche le ovaie tendono a cadere all’indietro.
L’utero retroverso può causare un dolore profondo nel bacino che è più evidente durante una penetrazione profonda e si allevia lentamente quando si arresta la penetrazione o si modifica la posizione.
Nei casi più gravi può essere necessario un’intervento chirurgico per poter risolvere i sintomi.

Il dolore vaginale si può avvertire anche in caso di utero in anteversione o lateroversione (inclinato lateralmente):
L’utero è fissato agli altri organi da alcuni legamenti, se questi sono tesi e bloccano l’utero in una posizione anomala, ogni penetrazione può causare dolore.
La donna sente il desiderio che il pene esca.

Dolore da trigger point muscolari
In certi casi il dolore si avverte durante la penetrazione nella parte finale, quando il pene sbatte contro certi muscoli che hanno dei trigger point attivi.
Si tratta di parti molto piccole di muscolo che sono dolenti alla pressione.

Dolore intestinale
Durante i rapporti sessuali anche il colon (parte dell’intestino) è colpito e mosso, questo può causare dispaurenia.
Se l’intestino è sensibile o indolenzito può provocare dolore durante i rapporti sessuali.
Il dolore intestinale è più probabile nelle donne che hanno la sindrome dell’intestino irritabile, la malattia di Crohn o la colite ulcerosa perché sono malattie che causano dolore nell’intestino.

Malattia infiammatoria pelvica
Questa è una malattia caratterizzata da un’infezione che provoca l’infiammazione delle tube di Falloppio, dell’utero e a volte delle ovaie. Se questi organi sono colpiti durante i rapporti sessuali possono causare dolore.
In genere, il dolore si sente profondamente nel bacino, peggiora con la penetrazione profonda e si allevia lentamente quando si arresta la penetrazione.
La malattia infiammatoria pelvica causa malessere, febbre e perdite vaginali.

Dolore vescicale
La vescica è posizionata davanti all’utero, posteriormente e sopra all’osso pubico. Come l’utero, anche la vescica sente la pressione durante il rapporto sessuale, infatti a volte la donna sente la necessità di andare in bagno a urinare.
Se la vescica è infiammata può dare fastidio.
Le cause tipiche sono le infezioni della vescica e la cistite interstiziale. Questa è una malattia in cui la vescica diventa sensibile e dolorosa. Si comporta come cistite infettiva, ma non è presente un’infezione.