Rimedi per la pelle secca

La pelle secca è un disturbo innocuo, ma senza un trattamento può evolvere e causare dolore, prurito e tagli sulla pelle. Fortunatamente ci sono tanti rimedi naturali per prevenire e curare la secchezza cutanea.

INDICE

 

Idratazione della pelle

La pelle è la nostra barriera contro l’ambiente ed è composta da tre strati:

Ipoderma, è lo strato più profondo ed è costituito principalmente da tessuto adiposo, con:

  • Vasi sanguigni,
  • Nervi.

Derma, costituito da tessuto connettivo con:

  • Fibre collagene ed elastina,
  • Vasi sanguigni,
  • Ghiandole sebacee,
  • Follicoli piliferi,
  • Ghiandole sudoripare.

Epidermide, lo strato esterno, costituito da cheratinociti che quando maturano si muovono dallo strato basale (profondo) allo strato corneo (lo strato più esterno dell’epidermide).

I cheratinociti sono caratterizzati da:

  • Una struttura insolubile composta da diverse proteine che formano un involucro cellulare cornificato,
  • Il citoplasma pieno di filamenti di cheratina,
  • Assenza di nucleo.

Queste cellule sono incorporate in strati lipidici (di grasso) costituiti da:

  • Colesterolo,
  • Acidi grassi,
  • Ceramidi (molecole lipidiche).

Lo strato corneo idrata la pelle e i lipidi hanno un ruolo fondamentale per evitare l’evaporazione dell’acqua.

Tra gli elementi che contribuiscono al mantenimento dell’idratazione ci sono:

  1. Le sostanze prodotte dalle ghiandole sudoripare e sebacee,
  2. Altri fattori idratanti naturali della pelle, è una miscela di molecole capaci di assorbire i liquidi: ad esempio: amminoacidi, zuccheri, acido lattico, urea.

La struttura morbida e flessibile della pelle è dovuta al contenuto d’acqua.
L’aria secca (bassa umidità) è probabilmente la causa più frequente di pelle secca.
Inoltre, la pelle secca può essere causata:

  1. Dalla perdita dello strato lipidico,
  2. Dalla riduzione dell’acqua nello strato corneo.

La conseguenza è l’impossibilità di svolgere il suo compito.

 

Rimedi naturali per la pelle secca

Anche se non è sempre possibile avere una pelle perfetta, le seguenti azioni possono aiutare a mantenere la pelle idratata e sana:

1. Idratare la pelle

Le creme idratanti danno una protezione alla pelle per evitare l’evaporazione dell’acqua.
Le creme idratanti per la pelle secca più usate sono i marchi:

  • Eucerin,
  • Lichtena,
  • Cetaphil.

Se la pelle è estremamente secca, si consiglia di applicare un olio dopo la doccia sulla pelle ancora umida.
L’olio è più efficace delle creme idratanti e impedisce l’evaporazione dell’acqua dalla superficie della pelle.
Un ottimo prodotto è l’olio di Argan che ha proprietà:

  • Idratanti,
  • Antiossidanti.

2. Evitare l’acqua troppo calda e limitare la durata del bagno
L’acqua calda e le docce lunghe possono rimuovere gli olii dalla pelle.
Limitare il tempo trascorso nella vasca da bagno o sotto la doccia a circa 10-15 minuti e utilizzare l’acqua non troppo calda.
È meglio utilizzare un detergente per la pelle delicata senza profumi aggiunti.
Scegliere i saponi delicati con oli e grassi naturali.
Si potrebbe provare a prendere diversi marchi, finchè si trova uno che funziona particolarmente bene.
Una buona regola è che la pelle si dovrebbe sentire morbida e liscia dopo la detersione, mai secca o ruvida.
Dopo il lavaggio o il bagno:

  • Tamponare delicatamente il corpo con un asciugamano così la pelle rimane idratata,
  • Idratare immediatamente la pelle con un olio o crema per aiutare ad intrappolare l’acqua nelle cellule superficiali.

3. Utilizzare un umidificatore
L’aria calda e asciutta all’interno degli edifici può:

Un umidificatore portatile o uno attaccato al termosifone aggiunge un po’ di umidità nell’aria all’interno della casa.
Tenere l’umidificatore pulito per allontanare i batteri e i funghi.

4. Scegliere i tessuti che sono gentili con la pelle
Le fibre naturali (cotone e seta) permettono alla pelle di respirare. La lana è sicuramente una sostanza naturale, ma può irritare la pelle, anche se non è secca.
Quando si lavano i vestiti, provare a utilizzare dei detergenti senza coloranti o profumi che possono irritare la pelle.
Se la pelle secca provoca prurito, applicare un impacco freddo sulla zona.
Se questi rimedi non alleviano i sintomi o i sintomi peggiorano, consultare il medico o un dermatologo.

 

Dieta e alimentazione per la pelle secca

Acqua
Dal punto di vista alimentare, la cosa migliore che si può fare per evitare di seccare la pelle è mantenere il corpo idratato.
L’acqua è essenziale per favorire la circolazione sanguigna cutanea.
Tuttavia non bisogna esagerare perché secondo gli igienisti, l’acqua in bottiglia contiene sodio e può causare:

  • Ritenzione idrica,
  • Gonfiore e quindi la pelle è stirata, questo favorisce la formazione di lesioni cutanee.

È meglio mangiare frutta e verdura che hanno un alto contenuto di liquidi, ma sono diuretiche, come:

  • Melone,
  • Mele,
  • Arance,
  • Ananas,
  • Sedano,
  • Cocomero,
  • Cetrioli.

 

Alimenti ad alto contenuto di acidi grassi Omega-3 e Omega-6

I grassi “buoni” aiutano ad ammorbidire la pelle secca perché mantengono l’idratazione.
Una carenza di omega-3 e 6 può aggravare i sintomi della pelle secca e in alcuni casi può causare addirittura un’eczema.
Gli alimenti ricchi di omega-3 e 6 sono:

  • Salmone,
  • Trota,
  • I semi di lino,
  • Avocado,
  • Noci.

 

Alimenti ricchi di vitamina A

La vitamina A è un ottimo rimedio per la pelle secca e squamosa, inoltre è facilmente reperibile nelle verdure a foglia verde scura.
Vitamina A può anche aiutare a riparare i danni della pelle.
È utile in caso di clima con molto vento e sole
Oltre alle verdure a foglia verde, si trova:

  • Nelle carote,
  • Nelle patate dolci,
  • Nella zucca.

 

Alimenti ad alto contenuto di vitamina E

Questa potente vitamina aiuta la pelle a conservare la sua idratazione naturale e rafforza le difese contro i raggi ultravioletti.
Gli alimenti ricchi di vitamina E sono:

  • Noci,
  • Semi,
  • Avocado,
  • Germe di grano,
  • Olio di semi di lino,
  • Verdure a foglia verde scura,
  • Broccoli.

 

Rimedi per la pelle secca dopo l’abbronzatura al mare

Come trattare la pelle secca dopo una scottatura da sole?

La pelle si disidrata quando è esposta:

  • Al sole,
  • Al vento,
  • Al sale del mare.

Il sole accelera la produzione di radicali liberi, quindi favorisce il processo di invecchiamento cutaneo.
Inoltre, i raggi UVA del sole causano la degradazione del collagene e dell’elastina, quindi la pelle diventa meno elastica.

La pelle secca si verifica quando i fattori ambientali o chimici rimuovono:

  • L’idratazione,
  • Gli oli protettivi (sebo) sulla superficie.

Per esempio, le radiazioni ultraviolette danneggiano l’epidermide e possono causare un’eritema solare con la pelle secca e screpolata.
Bisogna avere delle precauzioni per mantenere la pelle idratata e prevenire i danni, specialmente se si soffre già di pelle secca.
I danni all’epidermide si possono causare:

  • L’esposizione al sole,
  • Le lampade dei centri estetici.


Per prevenire i danni e la pelle secca bisogna:

  1. Utilizzare creme solari con un filtro protettivo alto (SPF 30-50)
  2. Idratare la pelle prima e dopo l’abbronzatura.
  3. Scegliere oli e creme che non contengono alcool.

I prodotti idratanti creano una barriera che aiuta a prevenire la disidratazione della pelle.

 

Qual è la crema più indicata per la pelle secca?

I migliori prodotti per la pelle secca sono:

  • Detergenti delicati,
  • Creme idratanti.

Tra i prodotti senza saponi e i detergenti non profumati e delicati si trovano i prodotti della:

  • Aveeno,
  • Eucerin.

Le creme grasse e idratanti utili possono essere:;

  • Aquaphor di Eucerin,
  • Burro di karitè.

In caso di pelle secca e punti neri bisogna evitare creme e oli che contengono:

  • Vaselina,
  • Olio di silicone,
  • Paraffina e altre sostanze ricavate dal petrolio.

Queste sostanze danneggiano la pelle e occludono i pori.

    Articoli utili correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code