Rimedi per la pelle secca

INDICE

La pelle secca (o xerosi) e screpolata è un disturbo molto frequente caratterizzato dalla mancanza di idratazione nello strato più superficiale della pelle, cioè l’epidermide.


La secchezza della pelle si verifica nei maschi e nelle femmine allo stesso modo, ma gli individui più anziani sono i più colpiti.
Negli individui anziani l’epidermide ha una quantità minore di oli naturali e lubrificanti nella pelle.
Le zone come le braccia, mani e in particolare la parte inferiore delle gambe sviluppano più facilmente la pelle secca e desquamata a causa della ridotta circolazione del sangue.

simpatica,ragazza,sorridente

La secchezza della pelle è influenzata dalla quantità di vapore acqueo nell’aria circostante, cioè l’umidità.
La pelle secca può essere lieve, con una durata di pochi giorni o settimane.
La secchezza può diventare anche un problema più grave e a lungo termine.
La porzione lipidica dell’epidermide aiuta a prevenire la disidratazione della pelle.
Quando si rimuove il grasso della pelle, questa perde la sua protezione e l’umidità.

Molte donne hanno la pelle secca in certe zone del viso, per esempio gli zigomi e il contorno occhi, ma allo stesso tempo hanno la pelle grassa sulla fronte, mento e naso.


 

Cause della pelle secca

Aria secca
L’aria secca è probabilmente la causa più frequente di pelle secca, soprattutto durante l’inverno.
L’epidermide secca durante l’inverno è detta anche prurito invernale.

Il tempo freddo e rigido asciuga la pelle, inoltre causa le labbra screpolate.
In inverno un altro grande problema si trova all’interno degli edifici perché il calore prodotto dal riscaldamento è troppo secco.
In estate, l’aria condizionata può avere un effetto simile.
Si consiglia di usare un umidificatore.

Docce calde e lunghe
Le lunghe docce calde possono lavare via gli oli naturali che proteggono la pelle.
È meglio limitare le docce a pochi minuti.
Si consiglia di fare la doccia invece del bagno.
In seguito, bisogna asciugare il corpo tamponando con l’asciugamano piuttosto che strofinare vigorosamente.
Al termine si consiglia di mettere subito una crema idratante.

Sapone
Il sapone può consumare rapidamente gli oli protettivi della pelle se si lavano le mani troppo spesso.
Il viso, mani, piedi, ascelle e inguine sono le uniche parti del corpo che hanno bisogno di essere lavate con il sapone o il bagno schiuma, quindi la pelle diventa secca anche per questo motivo.
Il resto del corpo può essere risciacquato solo con l’acqua.
Lavare le mani troppo frequentemente può seccare la pelle e causare lesioni cutanee.

Molti di noi scelgono incautamente il primo sapone del supermercato.
I saponi antibatterici o deodoranti generano molta schiuma e lasciano una sensazione di pulito.
Quando si insapona, si rimuove lo strato di grasso dalla superficie della pelle.

Per la pelle secca, bisogna prendere i saponi più delicati e senza profumo.
Per molte persone con pelle secca, la scelta migliore è un detergente delicato anziché il sapone.
Di solito gli ospedali sono attrezzati con un ottimo sapone per il personale sanitario dato che si lavano le mani dopo aver toccato ogni paziente.

Evitare flanelle, spugne abrasive o spazzole perché possono rimuovere quel sottile strato di grasso naturale che mantiene la pelle umida e sana.
Si consiglia di utilizzare una crema acquosa al posto del sapone.

Barba
Alcuni uomini hanno la barba molto dura e spesso decidono di non tagliarla spesso perché rovina la pelle.
Per idratare l’epidermide sotto la pelle si consiglia l’applicazione di olio (per esempio quello di karitè) con un massaggio dolce sul mento e sulle guance.

Allergie alimentari
Chi ha un’allergia alimentare può sviluppare i brufoli e la pelle secca.
In questo caso la persona ha l’eczema come conseguenza di una reazione allergica.
Le allergie alimentari causano delle reazioni chimiche costanti nel corpo e producono le tossine.
Il corpo agisce per liberarsi dall’allergene e dalle tossine, mettendo a dura prova il sistema immunitario e la superficie della pelle.

La conseguenza dello sforzo è un aumento dell’acne.
Non sempre l’acne è la conseguenza di un’allergia alimentare, però dev’essere valutato da un dermatologo.

Orecchio
La desquamazione all’interno dei canali dell’orecchio di solito è il sintomo di una dermatite seborroica.
Questa malattia interessa frequentemente la pelle, specialmente intorno alle sopracciglia, palpebre, fronte e naso.
La pelle appare secca e a squame, inoltre può diventare dolente, a volte è infetta.
È importante non permettere lo sviluppo di un’infezione alla pelle delle orecchie, così si resiste alla tentazione di grattarsi.
Evitare di usare un cotton-fioc perché si rischia di spingere il cerume contro il timpano.
Vale la pena applicare la vaselina alle orecchie prima di nuotare e lavarsi i capelli.
Si potrebbe anche utilizzare un batuffolo di cotone per asciugare l’acqua.
In estate, al mare, si può piegare la testa dal lato colpito e tenere una pietra calda a contatto con l’orecchio per favorire la fuoriuscita dell’acqua.

Prurito da abbigliamento
Non importa se il look di un maglione è bello, non vale la pena se causa fastidio.
La pelle secca è particolarmente sensibile al contatto con le sostanze irritanti e l’esposizione costante ad un abbigliamento fastidioso può seccare l’epidermide e può causare prurito sulla pelle.
Le donne possono avere la pelle secca e rossa sotto al seno a causa del tessuto del reggiseno o del ferretto.

Usare detersivi non-biologici può aiutare alcune persone.
Invece della lana, si può provare con il cachemire.
Evitare l’abbigliamento troppo aderente poiché provoca continui sfregamenti che possono irritare la pelle.

Farmaci
Diversi farmaci hanno l’effetto di seccare la pelle, per esempio quelli per:
1. Alta pressione sanguigna, come i diuretici,
2. L’acne e le altre malattie della pelle, come i retinoidi.
Se si nota un problema di pelle secca dopo aver iniziato a prendere un farmaco bisogna rivolgersi al medico.
Il medico può cambiare la dose o il farmaco.

Cosmetici! Quale fondotinta usare sul viso?
Bisogna stare attenti ai cosmetici economici, in particolare il fondotinta può causare la pelle secca.
I migliori fondotinta sono quelli in crema o liquidi, mentre bisogna evitare quelli in polvere senza oli.

Pelle secca e tatuaggi
Le donne in gravidanza devono attendere per fare un tatuaggio.
A differenza degli alimenti e dei farmaci, i tatuaggi con l’inchiostro non sono consentiti.
Un tatuaggio ad inchiostro può essere un rischio per un bambino in via di sviluppo.


 

Malattie che causano la pelle secca

Solitamente, la pelle secca è causata da fattori esterni, ma può essere il segno di qualcosa che viene dall’interno, per esempio un cambiamento fisiologico naturale o una malattia.
Per esempio, la pelle molto secca spesso si sviluppa quando le persone invecchiano, soprattutto le donne.
Le alterazioni nei livelli di ormoni possono causare la pelle secca con l’età.

Diverse malattie possono causare la pelle secca.
Tra le patologie più frequenti ci sono:
1. Malattie della pelle, come l’eczema e la psoriasi. Di solito serve una terapia specifica, ma l’utilizzo di creme idratanti può aiutare.
La psoriasi colpisce soprattutto ginocchia, gomiti e inguine o interno coscia.

2. Diabete. I livelli di glucosio nel sangue mal controllati possono provocare la disidratazione e possono seccare la pelle.
Dato che il diabete può rallentare la guarigione e aumentare il rischio di infezioni, è importante che le persone con questa malattia mantengano la pelle sana.
3. Ipotiroidismo. I bassi livelli di ormoni tiroidei possono ridurre la quantità di grasso prodotta dalla pelle.
Di conseguenza, la pelle diventa secca e ruvida.
L’ipotiroidismo di solito provoca altri sintomi, come stanchezza e aumento di peso.
4. Malnutrizione. Non ingerire le sostanze nutrienti necessarie può lasciare la pelle disidratata.
Può essere causata da un disturbo alimentare o da una carenza di vitamine A, B o C nell’alimentazione.

Altre malattie lievi o gravi possono causare problemi di pelle secca.
A volte, prendere il farmaco per la malattia sottostante risolve il problema della pelle secca.
In altri casi, potrebbe essere necessario seguire alcuni consigli indicati sopra.


 

pelle secca,screpolataQuali sono le possibili complicanze della pelle secca?

Una complicazione frequente della pelle secca e del prurito è un’infezione batterica secondaria o da fungo.
Le infezioni possono essere lievi e si possono risolvere spontaneamente oppure possono sono gravi e serve una terapia antibiotica.
L’individuo con prurito si gratta e può graffiare le lesioni causando un peggioramento, quindi inizia un ciclo “prurito-graffi-prurito”.
A causa della persistenza di questo ciclo di prurito-graffi, la pelle può diventare molto ispessita in queste zone per lo sfregamento.
Se si continua a grattarsi la pelle nella stessa zona si può provocare una malattia cronica chiamata lichen simplex cronico e prurigo nodulare.

Anche il glande può avere la pelle secca e ruvida
La desquamazione nella zona intima è dovuta all’infiammazione della mucosa del pene che origina da un irritazione, un’allergia oppure può essere un effetto collaterale dei farmaci.
È meglio consultare un dermatologo-venerologo prima di applicare creme a base di cortisone o di prodotti naturali che possono aggravare l’irritazione del glande.

Pelle secca e rossa nei neonati e nei bambini
I neonati hanno la pelle super sensibile, quindi bisogna stare attenti a tutti i prodotti che si spalmano su di loro.
Evitare creme e olii profumati, bisogna utilizzare prodotti naturali e neutri.
Gli indumenti di cotone sono più adatti rispetto a quelli di lana che possono irritare le pelle del bambino.
Per la pelle secca, si consiglia di applicare l’olio extravergine di oliva.


 

Stile di vita e rimedi casalinghi
Anche se non è sempre possibile avere una pelle perfetta, le seguenti azioni possono aiutare a mantenere la pelle idratata e sana:

  1. Idratare la pelle. Le creme idratanti danno una protezione alla pelle per evitare l’evaporazione dell’acqua.
    Le creme idratanti spesso funzionano meglio, come i marchi da banco  Eucerin e Cetaphil.
    Si potrebbero utilizzare dei cosmetici che contengono sostanze idratanti.
    Se la pelle è estremamente secca, si consiglia di applicare un olio, come l’olio per bambini finché la pelle è ancora umida.
    L’olio è più efficace delle creme idratanti e impedisce l’evaporazione dell’acqua dalla superficie della pelle.
    Un ottimo prodotto è l’olio di Argan che ha proprietà idratanti e antiossidanti.
  2. Utilizzare l’acqua calda e limitare la durata del bagno.
    L’acqua calda e le docce lunghe possono rimuovere gli olii dalla pelle.
    Limitare il tempo trascorso nella vasca da bagno o sotto la doccia a circa 15 minuti e utilizzare l’acqua non troppo calda.
    Evitare saponi duri che seccano la pelle.
    È meglio utilizzare un detergente per la pelle delicata o un bagno schiuma con delle creme idratanti aggiunti.
    Scegliere i saponi delicati con oli e grassi aggiunti, ad esempio della ditta “Dove”. Evitare deodoranti e detergenti antibatterici, che aggravano il disturbo.
    Si potrebbe provare a prendere diversi marchi, finchè si trova uno che funziona particolarmente bene.
    Una buona regola è che la pelle si dovrebbe sentire morbida e liscia dopo la detersione, mai secca o ruvida.
    Applicare creme idratanti immediatamente dopo il bagno.
    Dopo il lavaggio o il bagno, tamponare delicatamente il corpo con un asciugamano così la pelle rimane idratata.
    Idratare immediatamente la pelle con un olio o crema per aiutare ad intrappolare l’acqua nelle cellule superficiali.
  3. Utilizzare un umidificatore.
    L’aria calda e asciutta all’interno degli edifici può rovinare la pelle sensibile e peggiorare il prurito e la desquamazione.
    Un umidificatore portatile o uno attaccato al termosifone aggiunge un po’ di umidità nell’aria all’interno della casa. Gli umidificatori portatili sono disponibili in diversi tipi.
    Scegliere quella che soddisfa i propri gusti ed eventuali esigenze particolari. Tenere l’umidificatore pulito per allontanare i batteri e i funghi.
  4. Scegliere i tessuti che sono gentili con la pelle.
    Le fibre naturali (cotone e seta) permettono alla pelle di respirare. La lana è sicuramente una sostanza naturale, ma può irritare la pelle, anche se non è secca.
    Quando si lavano i vestiti, provare a utilizzare dei detergenti senza coloranti o profumi che possono irritare la pelle.
    Se la pelle secca provoca prurito, applicare compresse fredde sulla zona. Per ridurre l’infiammazione, utilizzare l’idrocortisone da banco sotto forma di crema o di olio che contiene almeno l’1% idrocortisone.
    Se questi rimedi non alleviano i sintomi o i sintomi peggiorano, consultare il medico o un dermatologo.


 

Dieta e alimentazione per la pelle secca

Rimedi per la pelle secca
Rimedi per la pelle secca

Acqua
Dal punto di vista alimentare, la cosa migliore che si può fare per evitare di seccare la pelle è mantenerla idratato.
L’acqua potabile è essenziale per favorire la circolazione sanguigna cutanea.
È anche un’opzione molto più conveniente rispetto alle creme costose.
Oltre all’acqua potabile, mangiare frutta e verdura che ha un alto contenuto di acqua come melone, mele, arance, ananas, sedano, cocomero e cetrioli.

Alimenti ad alto contenuto di acidi grassi Omega-3
I grassi “buoni” aiutano ad ammorbidire la pelle secca perché mantengono l’umidità e hanno un effetto volumizzante.
In questo modo si può diminuire l’aspetto delle rughe, è come un lifting istantaneo!
Infatti, una carenza di omega-3 può aggravare i sintomi della pelle secca e in alcuni casi può causare addirittura un’eczema.
Gli alimenti ricchi di omega-3s sono salmone, tonno e trota.
Se il pesce non piace, cercare i semi di lino, avocado e noci.

Alimenti ricchi di vitamina A
La vitamina A è un ottimo rimedio per la pelle secca e squamosa, inoltre è facilmente reperibile nelle verdure a foglia verde scura.
Vitamina A può anche aiutare a riparare i danni della pelle.
È utile in caso di clima con molto vento e sole
Oltre alle verdure a foglia verde, si trova nelle carote, patate dolci e zucca.

Alimenti ad alto contenuto di vitamina E
Questa potente vitamina aiuta la pelle a conservare la sua idratazione naturale e rafforza le difesa contro i raggi ultravioletti.
Gli alimenti ricchi di vitamina E sono noci, semi, avocado, germe di grano, olio di semi di lino, verdure a foglia verde scura e broccoli.

Come trattare la pelle secca dopo una scottatura da sole o un ustione
La pelle secca si verifica quando i fattori ambientali o chimici rimuovono l’umidità e gli oli protettivi sulla superficie.
Per esempio, le radiazioni ultraviolette danneggiano l’epidermide e possono causare un’eritema solare con la pelle secca e screpolata.
Una persona si può abbronzare, ma deve avere delle precauzioni supplementari per mantenere la pelle idratata e prevenire i danni, specialmente se si soffre già di pelle secca.
I danni all’epidermide si possono causare sia con l’esposizione al sole sia con le lampade dei centri estetici.

Idratare la pelle prima e dopo l’abbronzatura. Scegliere oli e creme che non contengono alcool.
I prodotti idratanti creano una barriera che aiuta a prevenire la disidratazione della pelle.


 

Qual è la crema più indicata per la pelle secca?

I migliori prodotti per la pelle secca sono detergenti delicati e creme idratanti.
Tra i prodotti senza saponi e i detergenti non profumati e delicati si trovano i prodotti della Dove e della Vichy.
Le creme grasse e idratanti utili possono essere Aquaphor, Nivea o quella di karitè.

In caso di pelle secca e punti neri bisogna evitare creme e oli che contengono vaselina, olio di silicone,paraffina e altre sostanze ricavate dal petrolio perché occludono i pori.