Prurito sulla pelle

INDICE

Il prurito sulla pelle è una sensazione irritante che provoca la voglia di grattarsi per alleviare il fastidio.


Le possibili cause di prurito sono le malattie, per esempio le patologie epatiche, renali, cutanee, eruzioni cutanee, allergie e dermatiti.
Anche se si sente prurito diffuso, la pelle può apparire normale, o può essere accompagnata da rossore, pelle secca, bolle o vesciche.


 

Cause di prurito

Ci sono molte cause di prurito.

Malattie della pelle
Le patologie della pelle che possono causare prurito sono:

Dermatite da contatto
La dermatite da contatto è una malattia che provoca la pelle rossa, infiammata o il prurito dopo il contatto con una sostanza irritante, come profumi, sostanze chimiche o piante (per esempio l’edera velenosa).

Dermatite
Dermatite è un termine generale usato per descrivere l’infiammazione della pelle, di solito si vede un’eruzione pruriginosa rosa o rossa.

Pelle secca
La pelle secca si può verificare per molti motivi ed è caratterizzata da desquamazione, prurito e screpolature.
È più frequente sulle gambe, braccia e zona addominale.

Orticaria – l’orticaria è causata da un allergene, come il cibo, il lattice o anche il freddo e il sole.
La conseguenza è la formazione di un’eruzione cutanea pruriginosa in rilievo e rossa.
Lichen planus – un rash pruriginoso, non infettivo senza una causa nota.
Psoriasi – una malattia non infettiva della pelle che provoca macchie rosse, squamose, croste e placche grigiastre.
Forfora – una patologia frequente della pelle non contagiosa che colpisce il cuoio capelluto
Follicolite – una malattia della pelle causata da follicoli piliferi infiammati
Prurigo nodulare – piccole vescicole (piene di liquido) che sono molto pruriginose.

Allergia al morso di zanzara
I sintomi della puntura di zanzara sono bolle morbide rosse e pruriginose.
I sintomi della reazione allergica più grave sono le lesioni cutanee, orticaria, linfonodi ingrossati e anafilassi.

Allergie alimentari più frequenti
Le allergie alimentari, comprese quelle alle arachidi, crostacei e lattosio, possono causare sintomi di allergia, come rash, starnuti e prurito agli occhi.

Allergie lattice
Il lattice è una gomma naturale, ma le sue proteine possono innescare una reazione del sistema immunitario.
Il sintomo più frequente è un’eruzione cutanea nel punto di contatto. Sono possibili anche orticaria, gonfiore e altre reazioni.

Scabbia
La scabbia è un’infezione della pelle causata dagli acari che depongono le uova sotto la pelle.
I sintomi più frequenti sono prurito intenso notturno ed eruzioni cutanee.

Angioedema (orticaria gigante)
L’angioedema, chiamato anche “orticaria gigante”, è un grave gonfiore sotto la pelle, a volte accompagnato da orticaria.

Balanite
La balanite è una malattia che provoca gonfiore del prepuzio, glande e scroto, spesso è causata dalla scarsa igiene.
Oltre al rossore, gonfiore e altri sintomi, i testicoli possono diventare pruriginosi.

Allergie e reazioni cutanee
Il prurito a volte è causato da fattori ambientali, come ad esempio:
1. Cosmetici che si applicano sul viso
2. Coloranti o rivestimenti dei tessuti
3. Contatto con alcuni metalli, ad esempio il nichel
4. Contatto con i succhi di alcune piante
5. Toccare le piante urticanti
6. Un’allergia a certi alimenti o farmaci (ad esempio, l’aspirina e un gruppo di farmaci chiamati oppioidi)
7. Sudamina – un’eruzione cutanea pruriginosa che appare in condizioni climatiche di caldo e umido
8. Scottatura – danni alla pelle causati dall’esposizione ai raggi ultravioletti (UV)

Stress
Lo stress può causare tanti sintomi diversi sul corpo, per esempio può far arrossire, diarrea, fame ecc.
Alcune persone notano che nei periodi più stressati hanno la pelle d’oca e molto prurito.

Parassiti e insetti
Il prurito può essere causato anche dai seguenti parassiti:
1. Acaro della scabbia scava nella pelle e provoca una malattia chiamata scabbia;
2. Pidocchi, che si trovano a livello pubico o sui capelli;
3. Punture di insetti, per esempio api, vespe, zanzare, pulci e cimici.

Infezioni
Il prurito può essere il sintomo di un’infezione, ad esempio:

  • Varicella o un’altra infezione virale
  • Un’infezione da fungo (per esempio il piede d’atleta) che provoca prurito tra le dita dei piedi oppure la tigna che è una malattia contagiosa che provoca un eruzione cutanea rossa a forma di anello che si sviluppa sul corpo.
  • Un’infezione da lievito, come il mughetto (candida albicans) che può causare prurito intimo all’interno e all’esterno dei genitali.
  • Le infezioni micotiche (da funghi e da lievito) possono provocare prurito in una zona specifica del corpo.

Tuttavia, senza una terapia o nei casi che non rispondono bene al trattamento, il prurito può diventare generalizzato.

Febbre gialla
La febbre gialla è una grave malattia simile all’influenza ed è diffusa dalle zanzare.
I sintomi si verificano nelle fasi di avanzamento e comprendono insufficienza epatica, prurito della pelle, convulsioni e delirio.

Malattie sistemiche
Le patologie sistemiche sono disturbi che interessano l’intero corpo.
A volte, il prurito può essere il sintomo di patologie sistemiche, come ad esempio:
1. Una tiroide iperattiva o ipertiroidismo – la ghiandola tiroide si trova nel collo e produce ormoni per aiutare a controllare la crescita del corpo e il metabolismo (il processo di trasformazione del cibo in energia)
2. Malattie del fegato, come cirrosi biliare primaria, tumore al fegato, cancro del pancreas ed epatite
3. Insufficienza renale di lunga data
4. Leucemia (cancro del sangue)
5. Alcuni tipi di tumori, come il tumore al seno, al polmone e alla prostata
6. Linfoma di Hodgkin, si tratta del cancro del sistema linfatico che è una serie di ghiandole sparsi in tutto il corpo che producono molte cellule specializzate necessarie per il sistema immunitario.

Cause di prurito legate al fegato

Cirrosi
La cirrosi è la fibrosi grave del fegato e causa una scarsa funzionalità epatica. La stanchezza e il prurito della pelle sono due sintomi frequenti.

Epatite A
L’epatite A è un tipo di epatite di breve durata.
Di solito non serve un trattamento, ma può causare dei sintomi come febbre, nausea, ittero e prurito della pelle.

Epatite B
L’epatite B è altamente contagiosa, si diffonde attraverso i fluidi corporei. Non è una forma estremamente grave, ma provoca i sintomi frequenti dell’epatite, tra cui prurito della pelle.

Epatite C
L’epatite C è una malattia altamente infettiva del fegato per cui non esiste una vaccinazione.
Come negli altri tipi di epatite provoca stanchezza, prurito e altri sintomi comuni.


 

Gravidanza e menopausa per il prurito sulla pelle

Nelle donne, il prurito può essere causato da alterazioni ormonali.

Gravidanza
Il prurito spesso colpisce le donne in gravidanza e di solito passa dopo la nascita. Diverse malattie della pelle si possono sviluppare durante la gravidanza e possono causare prurito della pelle.
Tra queste ci sono:

1. L’orticaria papulosa è una malattia frequente della pelle che si verifica durante la gravidanza e provoca prurito, rossore e vescicole che compaiono sulle cosce e sull’addome.

2. Il prurigo gestationis è un’eruzione cutanea che si manifesta con puntini rossi e prurito. Questa malattia colpisce soprattutto le braccia, gambe e busto.

3. La colestasi ostetrica (o gravidica) è una malattia rara che colpisce il fegato durante la gravidanza e provoca prurito della pelle senza un eruzione cutanea.

4. Le donne incinte possono avere anche l’eczema e la psoriasi.

Menopausa
Il prurito è un sintomo frequente anche della menopausa che si verifica tra i 45 e i 55 anni di età a causa di un alterazione ormonale.
Le alterazioni nei livelli ormonali (per esempio gli estrogeni) che si verificano durante la menopausa sono responsabile del prurito.

 

 

Prurito sulla pelle
Prurito sulla pelle

Prurito sulla pelle dei bambini

Nei bambini la causa di prurito più frequente è l’allergia al latte.
Un’allergia alle proteine del latte, non dev’essere confusa con l’intolleranza al lattosio, ma si tratta di una reazione immunitaria alle proteine del latte.
I sintomi comprendono crampi addominali, diarrea ed eruzioni cutanee.

 

Prurito sulla pelle dopo la doccia

La pelle secca provoca prurito e può essere aggravata dalle docce calde o dai cambiamenti climatici.
Prova a fare docce più tiepide e successivamente applicare liberalmente la crema idratante mentre la pelle è ancora umida.
Bisogna recarsi da un dermatologo o un allergologo se i sintomi persistono.

 

Prurito sulla pelle della pancia

Ci sono diverse cause di prurito all’addome.
Il disturbo più probabile è la pelle secca o un’allergia della pelle.
L’applicazione quotidiana di una buona crema idratante può aiutare.
Inoltre, bisogna pensare se si usa un nuovo sapone, un detersivo per bucato o un’altra sostanza chimica che può provocare la reazione.
Se ci sono piccole bozze o delle bollicine simili a punture di insetti, questo può essere causato dalla scabbia, cimici o altre infezioni simili.
Le infezioni fungine della pelle si possono presentare con pelle screpolata, rossore e prurito sulla pancia.
Queste malattie si possono trattare con creme anti fungine da banco.
Raramente, il prurito isolato all’addome è il segno di una grave malattia sottostante.


 

Sintomi che si verificano insieme al prurito

Il prurito della pelle si può verificare in piccole zone, come ad esempio su un braccio o una gamba oppure colpisce tutto il corpo.
Il prurito della pelle si può sentire senza altre alterazioni cutanee evidenti, inoltre può essere provocato da:

  1. Rossore,
  2. Bolle,
  3. Macchie rosse,
  4. Pelle secca e screpolata,
  5. Pelle squamosa.

A volte il prurito dura a lungo e può essere intenso.
Dato che si strofina o si gratta la zona, diventa pruriginosa.
Più la zona prude, più la persona si gratta.
Rompere il ciclo vizioso di prurito-grattarsi può essere impegnativo.


 

Terapia per il prurito sulla pelle e farmaci

Una volta identificata la causa, il trattamento per il prurito della pelle può comprendere.

Cortisonici in crema
L’applicazione topica di queste pomate può ridurre il prurito.
Il medico può consigliare di applicare i cortisonici nelle zone colpite, quindi coprire queste aree con materiale umido di cotone imbevuto in acqua o altre soluzioni.
L’umidità e le medicazioni umide aiutano la pelle ad assorbire la crema.

Antistaminici orali
Tra questi ci sono gli antistaminici orali per le allergie o l’orticaria e i corticosteroidi sotto forma di crema per il prurito da infiammazione della pelle.

Trattamento della malattia sottostante
Se si trova un’altra malattia, per esempio una patologia renale, un deficit di ferro o un problema alla tiroide, il trattamento della malattia spesso allevia il prurito.


 

Rimedi naturali per il prurito sulla pelle

Per ridurre il prurito e lenire l’infiammazione della pelle, provare queste misure casalinghe.
Utilizzare una crema idratante di alta qualità sulla pelle.
Applicare la crema almeno una volta o due volte al giorno, concentrandosi sulle aree dove il prurito è più forte.

Tra i prodotti che si usano per il prurito ci sono Cetaphil, Eucerin e altri.
Applicare una lozione o una crema anti-prurito sulla zona interessata.
Una crema con idrocortisone senza prescrizione che contiene almeno l’1 per cento di idrocortisone può alleviare temporaneamente il prurito.
Un antistaminico orale senza ricetta medica, come la difenidramina (Benadryl, altri), può essere utile se il prurito è grave.

  • Evitare di grattarsi quando possibile. Coprire l’area pruriginosa se non si riesce a smettere di grattare. Tagliare le unghie e indossare i guanti di notte.
  • Applicare impacchi freddi e umidi. Coprire l’area interessata con bende e medicazioni può aiutare a proteggere la pelle ed evitare di grattare.
  • Fare un bagno fresco e confortevole. Riempire la vasca con acqua e bicarbonato di sodio, farina d’avena cruda o farina d’avena colloidale, si può trovare un macinato fine di farina d’avena per la vasca da bagno (Aveeno, ecc.).
  • Indossare indumenti di cotone liscio. Questo permette di evitare le irritazioni.
  • Scegliere saponi delicati senza coloranti o profumi. Risciacquare il sapone completamente dal corpo.
  • Dopo il lavaggio, applicare una crema idratante per proteggere la pelle.
  • Quando si lavano i vestiti, asciugamani e biancheria da letto, usare un detersivo delicato, senza profumo.
  • Evitare sostanze che irritano la pelle o che causano una reazione allergica. Tra queste ci sono nichel, gioielli, profumi, cosmetici e prodotti per la pulizia.