Pelle secca sulle gambe

INDICE

La pelle secca (o xerosi) sulle gambe è una patologia cutanea che colpisce molta gente, soprattutto quando il clima è più freddo.
Una pelle sana è rivestita da un sottile strato di lipidi naturali o sostanze grasse che mantengono l’umidità lasciando la pelle morbida ed elastica.

La donna è più preoccupata per la pelle secca rispetto all’uomo per motivi estetici, infatti una persona con la cute secca sembra più vecchia.


 

Quali sono le cause della pelle secca o xerosi?

Di solito, qualcosa nell’ambiente o i trattamenti per la pelle riducono questi oli grassi e lasciano la pelle non protetta.

Pelle secca,eczema

Raramente, la causa è interna, per esempio una malattia, la menopausa o la predisposizione genetica ad avere la pelle screpolata.

Le chiazze di pelle secca che causano prurito si possono formare ovunque, ma sono più frequenti sulle braccia, mani e gambe.
Il viso può avere la pelle secca, ma qui si può notare un fenomeno anomalo, infatti alcune zone sono lucide e altre secche.
Le ghiandole sebacee si trovano nella fronte, naso e mento, qui la pelle può essere quasi grassa, mentre sulle guance la cute può essere secca.

Spesso, il problema più grave della pelle secca sono i sintomi, ma l’aspetto estetico può essere imbarazzante.
Per i neri, la pelle secca è un problema peggiore perché le squame di pelle hanno un colore grigio.

Se non è curata, la pelle secca può provocare la dermatite (infiammazione della pelle), gonfiore ed eventualmente un’infezione.
La maggior parte delle cause di pelle secca sono esterne, quindi la cura di solito è esterna o topica.


 

Cause della pelle secca sulle gambe

Sebbene la maggior parte dei casi di pelle secca hanno una causa ambientale, alcune malattie possono influenzare molto la pelle.

Le cause possibili di pelle secca sono:
Clima. In generale, la pelle è più secca in inverno, quando le temperature e i livelli di umidità crollano.
Si può verificare anche nelle regioni desertiche, dove le temperature sono alte, ma i livelli di umidità sono molto bassi.

Calore. Il riscaldamento artificiale, le stufe e il camino riducono l’umidità e asciugano la pelle.

Bagni e docce calde. Le docce e i bagni molto caldi e lunghi possono seccare la pelle.
La cute si secca anche quando si nuota frequentemente, soprattutto in una piscina che contiene molto cloro.

Saponi e detergenti di bassa qualità. Molti saponi e detergenti che si trovano nei supermercati tolgono l’umidità dalla pelle.
Il deodorante e i saponi antibatterici di solito sono i più dannosi.
Molti shampoo possono seccare anche il cuoio capelluto.

L’esposizione al sole.
Il sole asciuga la pelle, i raggi ultravioletti penetrano ben oltre lo strato più superficiale della pelle.
Il danno più significativo si verifica in profondità, provocando delle rughe profonde e il rilassamento cutaneo.
L’abbronzatura senza crema abbronzante provoca spesso la pelle secca nei giorni successivi.
Dopo almeno una settimana, spesso si nota la formazione di macchie di pelle più chiare dove lo strato più superficiale di cute si è staccato.

Cheratosi pilare
La cheratosi pilare è una patologia cutanea che causa la formazione di pelle secca e puntini rossi a livello dei follicoli piliferi.
Si formano dei tappi di cheratina che ostruiscono i follicoli.
Non bisogna confondere questo disturbo con i peli incarniti che si verificano quando il pelo cresce dentro la pelle e non esce verso l’esterno.

Altre malattie cutanee
Le persone con malattie della pelle come la dermatite atopica (eczema) o la psoriasi che provoca una formazione rapida di cellule della pelle secche, morte e dure con delle squame spesse sono predisposte alla pelle secca.
Il diabete non è una malattia cutanea, ma può causare dei problemi di circolazione a livello periferico, soprattutto ai piedi.
La conseguenza è la pelle secca, ruvida e la formazione di ulcere (piede diabetico).

Ulcera,piede diabetico,sezione

 

Sintomi che si verificano insieme alla pelle secca sulle gambe

Spesso, la pelle secca può essere temporanea (per esempio si verifica solo in inverno), ma in certi casi è permanente.
Generalmente, la pelle è più secca sulle braccia e sulle gambe, ma non è sempre così.
I segni e i sintomi della pelle secca dipendono dall’età, dalla salute, l’ambiente in cui si vive, il tempo trascorso all’aria aperta e la causa del problema.
La pelle secca può causare facilmente:

  • Una sensazione di tensione sulla pelle, soprattutto dopo la doccia, il bagno o il nuoto,
  • Pelle screpolata o squamosa,
  • Consistenza ruvida della cute,
  • Prurito,
  • Desquamazione da lieve a grave,
  • Linee sottili o crepe,
  • Nelle persone con pelle scura, si vede della pelle grigia,
  • Pelle rossa o rossore,
  • Crepe profonde che possono sanguinare.


 

Cosa fare contro la pelle secca sulle gambe?

Dieta
Alcuni alimenti sono particolarmente efficaci per favorire la pelle bella, chiara e sana, tra cui:

  • Grassi omega-3 di origine vegetale
  • Verdure: Si consigliano quelle fresche, biologiche e di produzione locale. Il succo di verdura fresco è meraviglioso per la pelle, come i carotenoidi che danno dei frutti rossi, arancioni e gialli (il loro colore), si trovano anche nelle verdure verdi. Gli studi hanno mostrato che mangiare cibi con questi pigmenti colorati può migliorare l’aspetto del viso che diventa più sano.
  • Le verdure fermentate sono migliori perché i batteri le trasformano in supercibi che favoriscono la crescita dei batteri intestinali “buoni”, rafforzano il sistema immunitario e migliorano la digestione.
  • L’astaxantina (un carotenoide) è un potente antiossidante, protegge in modo efficace contro i danni dei raggi solari quando si rimane troppo tempo al sole. Alcuni filtri solari iniziano ad usare l’astaxantina come ingrediente per proteggere la pelle dai danni.


 

Pelle secca sulle gambeQual è la soluzione per le gambe secche?

1) Effettuare un bagno di farina d’avena un paio di volte a settimana per ammorbidire la pelle.
Mettere 2 tazze di farina d’avena colloidale in una vasca da bagno piena di acqua calda prima di entrare, rimanere in ammollo per 20 – 30 minuti.

2) Fare il bagno o la doccia solo quando è necessario perché il lavaggio toglie l’olio naturale della pelle.
Usare l’acqua non molto calda l’acqua dato che quella bollente può accelerare il processo di essiccazione. Pulire il corpo con un sapone idratante che non contiene alcol o profumi.
Effettuare un lavaggio breve e risciacquare abbondantemente.
Asciugare delicatamente le gambe con un assorbente o un panno morbido per non irritare la pelle.

3) Applicare la crema idratante per le gambe dopo il bagno e più volte durante il giorno per ripristinare l’umidità alla pelle.
Utilizzare una lozione densa a base di olio.

4) Umidificare l’aria della casa con un umidificatore. Mettere l’umidificatore in camera da letto durante la notte mentre si dorme per evitare che l’aria diventi troppo secca e asciughi la pelle.

5) Evitare di indossare lana o altri materiali che possono graffiare o irritare la pelle delle gambe.
Si consiglia di scegliere dei materiali più morbidi che permettono alla pelle di respirare, per esempio il cotone.


 

Avvertenze per la pelle secca sulle gambe

Bisogna andare dal medico se le gambe diventano rosse o gonfie.
Si consiglia di visitare un dermatologo se i rimedi naturali non danno alcun risultato nella prima settimana, quindi un professionista può escludere eventuali malattie.

Suggerimenti
Mantenere il corpo idratato può prevenire il peggioramento della pelle secca.
Bere molta acqua de evitare la caffeina e l’alcol che possono causare la disidratazione e quindi peggiorano la situazione.


 

Rimedio della nonna per togliere la pelle secca velocemente

1 – Prendere 50ml di olio extra vergine di oliva e altrettanto di olio di cocco vergine e un pizzico di curcuma.
Versare tutto in una tazza metallica e scaldare leggermente per mescolare meglio.

2 – Raffreddare l’olio e conservare in un contenitore chiuso.
Prima dell’applicazione si consiglia di scaldare leggermente l’olio, poi si spalma sulla pelle asciutta e si massaggia per 20 minuti.

3 – Prendere 2 tazze
Tazza 1 – riempire fino a metà con l’acqua, prendere alcune foglie di ibisco da schiacciare con le dita per filtrare la mucillagine con un panno pulito per rimuovere i detriti delle foglie.
Tazza 2 – prendere un po’ di cagliata e aggiungere il succo di un limone.
Mescolare bene per rimuovere la parte solida dal filtro e diluire con acqua.

Prima bisogna ripetere questi passaggi a giorni alterni, poi ridurre fino a due volte a settimana.

Le donne in gravidanza spesso notano la pelle più secca del solito.
In questo caso generalmente si applica l’olio di mandorle che è un prodotto efficace e non è pericoloso per il bambino.

L’olio di mandorle e quello di oliva si possono utilizzare anche per la pelle secca nel neonato.

Mantenere il corpo idratato può prevenire la pelle secca da sempre peggio.
Bere più acqua ed evitare la caffeina e l’alcol in eccesso che possono causare la disidratazione.