Pelle secca e prurito

La pelle secca (o xerosi) e screpolata è un disturbo molto frequente caratterizzato dalla mancanza di idratazione nello strato più superficiale della pelle: l’epidermide.

INDICE

La secchezza della pelle si verifica nei maschi e nelle femmine allo stesso modo, ma gli individui più anziani sono i più colpiti.
Negli individui anziani l’epidermide ha una quantità minore di oli naturali (sebo) nella pelle.

La porzione lipidica dell’epidermide aiuta a prevenire la disidratazione della pelle.
Quando si rimuove il grasso della pelle, questa perde la sua protezione e l’idratazione.
Le zone come le braccia, mani e in particolare la parte inferiore delle gambe sviluppano più facilmente la pelle secca e desquamata a causa della ridotta circolazione del sangue.

simpatica,ragazza,sorridente

La pelle secca può essere lieve, con una durata di pochi giorni o settimane.
La secchezza può diventare anche un problema più grave e a lungo termine.

Molte donne hanno la pelle secca in certe zone del viso, per esempio:

  • Gli zigomi,
  • Il contorno occhi.

Allo stesso tempo possono avere la pelle grassa su:

  • Fronte,
  • Mento,
  • Naso.

 

Cause della pelle secca

Aria secca
La secchezza della pelle è influenzata dalla quantità di vapore acqueo nell’aria circostante, cioè l’umidità.
L’aria secca è probabilmente la causa più frequente di pelle secca, soprattutto durante l’inverno.
L’epidermide secca durante l’inverno è detta anche prurito invernale.

Il tempo freddo e rigido:

  • Asciuga la pelle,
  • Causa le labbra screpolate.

In inverno un altro grande problema si trova all’interno degli edifici perché il calore prodotto dal riscaldamento è troppo secco.
In estate, l’aria condizionata può avere un effetto simile.
Si consiglia di usare un umidificatore in casa.

Docce calde e lunghe
Le lunghe docce calde possono lavare via gli oli naturali che proteggono la pelle.
È meglio limitare le docce a pochi minuti.
Si consiglia di fare la doccia invece del bagno.
In seguito, bisogna asciugare il corpo tamponando con l’asciugamano piuttosto che strofinare.
Al termine si consiglia di mettere una crema idratante, quando la pelle è ancora umida.

Sapone
Il sapone può consumare rapidamente gli oli protettivi della pelle se si lavano le mani troppo spesso.
Lavare le mani troppo frequentemente può:

Questo è dovuto all’uso di saponi che contengono agenti chimici aggressivi per la pelle.
I saponi antibatterici e profumati generano molta schiuma e lasciano una sensazione di pulito.
Quando si insapona, si rimuove lo strato di grasso dalla superficie della pelle.

Per la pelle secca, bisogna prendere i saponi naturali:

  • Più delicati,
  • Senza profumo.

Per molte persone con pelle secca, la scelta migliore è un detergente delicato anziché il sapone.
Di solito gli ospedali sono attrezzati con un ottimo sapone per il personale sanitario dato che si lavano le mani dopo aver toccato ogni paziente.

Evitare flanelle, spugne abrasive o spazzole perché possono rimuovere quel sottile strato di grasso naturale che mantiene la pelle idratata e sana.

Barba
Alcuni uomini hanno la barba molto dura e spesso decidono di non tagliarla frequentemente perché dopo la pelle diventa secca e si squama.
Per idratare l’epidermide si consiglia l’applicazione di olio o un burro naturale (per esempio quello di karitè) con un massaggio dolce sul mento e sulle guance.

Allergie alimentari
Chi ha un’allergia alimentare può sviluppare dei sintomi sulla pelle come:

In questo caso la persona ha un’eruzione cutanea a causa di una reazione allergica.
Le allergie alimentari causano delle reazioni nel corpo.
Il corpo agisce attraverso il sistema immunitario per liberarsi dall’allergene.

La conseguenza possono essere delle eruzioni cutanee sulla pelle e l’acne.
Non sempre l’acne è la conseguenza di un’allergia alimentare, però dev’essere valutato da un dermatologo.

Orecchio
La desquamazione all’interno dei canali dell’orecchio di solito è il sintomo di una dermatite seborroica.
Questa malattia interessa frequentemente la pelle, specialmente intorno a:

  • Sopracciglia,
  • Palpebre,
  • Fronte,
  • Naso.


La pelle appare:

  • Secca,
  • Con squame unte e giallognole.

Inoltre può diventare dolente, a volte è infetta.
Questa malattia causa un forte prurito ma mon bisogna grattarsi per non infiammare ulteriormente la pelle.

È importante non permettere lo sviluppo di un’infezione alla pelle delle orecchie, così si evita l’otite.
Evitare di usare un cotton-fioc perché si rischia di spingere il cerume contro il timpano.
Di solito i dermatologi prescrivono delle creme a base di cortisone.

Prurito da abbigliamento
Non importa se il look di un maglione è bello, non vale la pena se causa fastidio.
La pelle secca è particolarmente sensibile al contatto con:

  • Le sostanze irritanti,
  • La lana,
  • Fibre tessili di origine animale e sintetiche.

L’esposizione costante ad un abbigliamento fastidioso può irritare e seccare l’epidermide e può causare prurito sulla pelle.
Le donne possono avere la pelle secca e rossa sotto al seno a causa:

  • Del tessuto del reggiseno,
  • Del ferretto.

Usare detersivi naturali può aiutare alcune persone.
Si consiglia di:

  • Utilizzare indumenti di puro cotone o cachemire,
  • Evitare la lana.

In alternativa si può indossare un maglione di lana sopra alla camicia di cotone.
Evitare l’abbigliamento troppo aderente poiché provoca continui sfregamenti che possono irritare la pelle.

Farmaci
Diversi farmaci hanno l’effetto di seccare la pelle, per esempio quelli per:

Se si nota un problema di pelle secca dopo aver iniziato a prendere un farmaco bisogna rivolgersi al medico.
Il medico può cambiare la dose o il farmaco.

Cosmetici
Bisogna stare attenti ai cosmetici economici, in particolare il fondotinta può causare la pelle secca.
I migliori fondotinta per la pelle secca sono quelli in crema o liquidi, mentre bisogna evitare quelli in polvere senza oli.

Pelle secca e tatuaggi

Dopo aver fatto un tatuaggio si deve pulire e idratare la pelle per evitare la pelle secca.
In tatuaggio causa delle micro incisioni sulla pelle.
Quando inizia il processo di guarigione la pelle deve cicatrizzare e questo processo causa la secchezza.
Dopo aver disinfettato la ferita del tatuaggio bisogna applicare della crema idratante per mantenere la pelle elastica.

Pelle secca in gravidanza

Durante la gravidanza la pelle tende a diventare più secca.
Questo è dovuto ai cambiamenti ormonali della donna.
Si consiglia di spalmare degli oli naturali (es. olio di mandorla) sulla pelle.

 


 

Malattie che causano la pelle secca

Solitamente, la pelle secca è causata da fattori esterni, ma può essere il segno di qualcosa che viene dall’interno, per esempio:

  • Un cambiamento fisiologico naturale,
  • Una malattia.

Per esempio, la pelle molto secca spesso si sviluppa quando le persone invecchiano, soprattutto le donne.
Le alterazioni nei livelli di ormoni possono causare la pelle secca con l’età.

Diverse malattie possono causare la pelle secca.
Tra le patologie più frequenti ci sono:

  • Malattie della pelle, come l’eczema e la psoriasi. Di solito serve una terapia specifica, ma l’utilizzo di creme idratanti può aiutare.
    La psoriasi colpisce soprattutto ginocchia, gomiti e inguine o interno coscia.
  • Diabete. Alti livelli di glucosio nel sangue possono provocare la disidratazione e possono seccare la pelle.
    Dato che il diabete può rallentare la guarigione e aumentare il rischio di infezioni, è importante che le persone con questa malattia mantengano la pelle sana.
  • Ipotiroidismo. I bassi livelli di ormoni tiroidei possono ridurre la quantità di grasso prodotta dalla pelle.
    Di conseguenza, la pelle diventa secca e ruvida.
    L’ipotiroidismo di solito provoca altri sintomi, come stanchezza e aumento di peso.
  • Malnutrizione. Non ingerire le sostanze nutrienti necessarie può lasciare la pelle disidratata.
    Può essere causata da un disturbo alimentare o da una carenza di vitamine A, B o C nell’alimentazione.

 

pelle secca,screpolataComplicanze della pelle secca

Una complicazione frequente della pelle secca e del prurito è un’infezione:

  • Batterica secondaria,
  • Da fungo.

Le infezioni possono essere:

  • Lievi e si possono risolvere spontaneamente,
  • Gravi e serve una terapia antibiotica.

L’individuo con prurito si gratta e può graffiare le lesioni causando un peggioramento, quindi inizia un ciclo “prurito-graffi-prurito”.
A causa della persistenza di questo ciclo di prurito-graffi, la pelle può diventare molto ispessita in queste zone per lo sfregamento.
Se si continua a grattare la pelle nella stessa zona per diverse settimane si possono formare:

  • Ispessimento della pelle,
  • Croste di pelle secca che si spacca,
  • Macchie scure.

In queste situazioni la causa del prurito può essere una malattia cronica, ad esempio il lichen simplex cronico. In questa malattia i recettori del dolore della pelle sono troppo reattivi e quindi la pelle è molto più sensibile al dolore e al prurito.

 

Anche il glande può avere la pelle secca e ruvida
La desquamazione nella zona intima è dovuta all’infiammazione della mucosa del pene che origina da:

  • Un’irritazione,
  • Un’allergia,
  • Un effetto collaterale dei farmaci (es. clotrimazolo – Canesten).

È meglio consultare un dermatologo-venerologo prima di applicare creme a base di cortisone o di prodotti naturali che possono aggravare l’irritazione del glande.

Pelle secca e rossa nei neonati e nei bambini
I neonati hanno la pelle molto sensibile, quindi bisogna stare attenti a tutti i prodotti che si utilizzano:

  • Evitare creme e oli profumati,
  • Bisogna utilizzare prodotti naturali e neutri,
  • Gli indumenti di cotone sono più adatti rispetto a quelli di lana che possono irritare la pelle del bambino.

Per la pelle secca, si consiglia di fare un bagno non molto caldo con:

  • L’olio extravergine di oliva o di mandorle dolci (alcune gocce),
  • Amido di riso (1-2 cucchiai).