Orticaria – cura e rimedi naturali

Terapia per l’orticaria

Tra i farmaci consigliati dalle linee guida per il trattamento dell’orticaria ci sono:

  • cortisonici (per esempio il Bentelan o l’Urbason)
  • Creme che contengono difenidramina e pramoxina.

 

INDICE

Il miglior trattamento per questa malattia è riconoscere ed evitare i fattori che la scatenano.

Come accennato in precedenza, l’orticaria probabilmente guarisce da sola. Tuttavia, se si verifica troppo spesso, bisogna visitare un medico che:

  • Prescriverà alcuni test per determinare la causa del disturbo,
  • Consiglierà una cura.

Il trattamento comprende:

Bisogna tenere un diario delle cose che il bambino ha fatto e mangiato il giorno in cui si è verificato il disturbo.
Lentamente, si possono restringere le cause reali e agire di conseguenza.

 


Rimedi naturali per l’orticaria

Se l’orticaria è idiopatica, possono essere somministrati degli antistaminici naturali per l’orticaria.

Tra questi ci sono l’applicazione topica di:

  • Gel di aloe vera,
  • Polvere di calamine,
  • Ribes nigrum,
  • Echinacea,
  • Olio di vitamina E.

Una sana alimentazione con i nutrienti che migliorano l’efficacia del sistema immunitario è essenziale.
La sostanza più importante da inserire nella dieta è la vitamina C.


Salicilati
I salicilati sono composti naturali simili all’aspirina che si trovano in diversi alimenti di origine vegetale.
Si può provare a ridurre questi cibi, ma non si possono evitare completamente.
Gli alimenti che contengono salicilati sono:

  • Pomodori
  • Zucchine
  • Arachidi
  • Fragole
  • Arancia
  • Lamponi
  • Tè.

Alcuni rimedi casalinghi semplici, ad esempio una doccia tiepida possono alleviare il prurito e la sensazione di bruciore prodotto da questa malattia.
Anche le creme e lozioni con mentolo o canfora possono lenire il fastidio.

Dieta e alimentazione per l’orticaria

Spesso, i medici non sanno la causa delle malattie croniche come l’orticaria, ma la maggior parte delle persone che iniziano una dieta naturale (ed eventualmente un digiuno breve e intermittente) migliorano o guariscono senza farmaci.

Le diete che danno migliori risultati sono:

1. La dieta del gruppo sanguigno – un tipo di alimentazione che dipende dal gruppo sanguigno della persona.
Il dr. D’Adamo è un naturopata che ha creato questa dieta dopo aver notato la reazione causata da alcuni cibi nei suoi pazienti.
In base a questa teoria, le persone di un gruppo sanguigno sviluppano sintomi e malattie dopo aver mangiato alcuni alimenti, mentre altre persone non hanno conseguenze con lo stesso tipo di alimentazione.
La gente pensa che l’alimentazione influisca solo sugli organi digestivi, in realtà può causare dei sintomi a qualunque organo del corpo.
Per esempio le persone di gruppo 0 possono mangiare quasi tutti i tipi di carne perché hanno un acidità gastrica elevata, ma dovrebbero evitare o limitare per esempio:

  1. La frutta,
  2. Il latte,
  3. Il tè,
  4. L’aglio.

Le persone di gruppo A hanno una bassa acidità gastrica nello stomaco, quindi possono mangiare i cereali, ma possono avere problemi di salute quando mangiano la carne rossa.


2. La dieta vegana con la maggior parte degli alimenti crudi consigliata dall’igienismo.
L’igienismo comprende uno stile di vita e un alimentazione molto vicini alla natura.
Gli animali:

  1. Vivono all’aria aperta,
  2. Non cuociono il cibo,
  3. Non si vestono,
  4. Fanno attività fisica quotidiana.

Questo stile di vita è l’opposto di quello dell’uomo che vive in città, la conseguenza è lo stress e le malattie.
La dieta vegana/crudista comprende:

  • Verdura cruda (soprattutto a foglia verde e le crucifere),
  • Frutta fresca,
  • Frutta con guscio (nocciole, mandorle, pistacchi, noci, ecc.),
  • Semi e cereali germogliati,
  • Patate,
  • Legumi (devono stare in ammollo almeno 15-17 ore).

Questo tipo di alimentazione evita la fermentazione e la putrefazione intestinale, quindi la formazione di tossine è molto ridotta.
I materiali di scarto della digestione sono trasportati dal sangue a tutti gli organi, tra cui la pelle.

Per evitare l’accumulo di tossine bisogna:

  • Mangiare in modo naturale,
  • Fare sport e sudare perché il corpo espelle i rifiuti attraverso il sudore.
  • Vestirsi con abiti larghi e con tessuti non sintetici perché anche la pelle deve respirare.

3. La dieta Paleo o Paleolítica è basata su alimenti che offre la natura, ma bisogna evitare:

  • Gli alimenti trasformati,
  • I cibi conservati,
  • Gli alimenti che provengono dalla coltivazione: cereali e legumi,
  • Latte e latticini.

Questo tipo di alimentazione prevede di mangiare solo quando si ha fame, senza orari fissi.

La dieta Paleo comprende:

  • Alimenti di origine vegetale (frutta, verdura, semi, ecc.) e animale (uova, carne e pesce).
  • Patate,
  • Olii sani (come quello d’oliva).

 

Quanto dura? Qual è la prognosi del paziente con orticaria?

L’orticaria di solito migliora con il tempo.

Tuttavia, non è possibile prevedere quanto tempo durerà il problema.
In molti casi, evitare le sostanze che la provocano e l’assunzione di antistaminici permettono di controllare la malattia.