Nevo melanocitico

Che cos’è un nevo?
I nevi sono lesioni cutanee molto frequenti.

Ragazza mora,modella,bella

Il termine corretto è nevo melanocitico perché sono provocati dalla proliferazione dei melanociti, le cellule che danno il pigmento.
Se è di colore marrone, nero o a colori, può essere chiamato nevo pigmentato.
Il nevo è una formazione benigna (innocua), ma un melanoma (nevo maligno) si può verificare all’interno di un nevo.
I nevi possono derivare da altre cellule della pelle (ad esempio i nevi vascolari sono formati da vasi sanguigni), ma solo quelli derivati dai melanociti sono conosciuti come nevi.

 

Che aspetto hanno i nevi?

I nevi possono essere sporgenti o piatti.
Variano in base ai colori dal rosa o colore della pelle a marrone scuro o nero.
Anche se generalmente hanno una forma rotonda oppure ovale, a volte hanno un aspetto insolito.
Hanno dimensione variabile da un paio di millimetri a parecchi centimetri di diametro.
Il numero di nevi che ha una persona dipende dai fattori genetici e dall’esposizione al sole.
Le persone con un numero elevato di nevi hanno un rischio maggiore di sviluppare il melanoma rispetto a quelli con pochi nevi.

 

Quando appaiono i nevi?

Uno o più nevi possono essere presenti alla nascita (congenito).
Si verificano più frequentemente durante l’infanzia o da giovani, in questo caso sono detti acquisiti.
L’esposizione al sole, le scottature o le ustioni solari aumentano il numero di nevi.
Gli adolescenti e i giovani hanno un maggior numero di nevi, ma diminuiscono più avanti nella vita perché alcuni lentamente scompaiono.

 

Tipi di nevi melanocitici

La classificazione convenzionale dei nevi melanocitici dipende:

  1. Dall’aspetto al microscopio (dermatopathologia),
  2. Dall’area della pelle in cui si formano.
  3. Dalla profondità.

 

Neo giunzionale
I nevi giunzionali sono gruppi o nidi di cellule del neo alla giunzione tra l’epidermide (strato esterno della pelle) e il derma (strato interno).
Questi sono nevi piatti e colorati.

Nevo dermico
Le cellule dei nevi cutanei o intradermici sono nel derma. Queste formazioni sono spesse e generalmente sporgono sulla superficie della pelle (nevo papillomatoso).
Essi possono essere pigmentati o color pelle.

Nevo combinato
Il nevo combinato indica due tipi distinti di nevo all’interno della stessa lesione cutanea, tra questi ci sono i comuni nevi, i nevi blu, e i nevi di Spitz.

Una nuova classificazione del nevi melanocitici si basa sul loro aspetto sulla dermatoscopia, una tecnica utilizzata dai dermatologi per valutare la struttura dei nevi utilizzando un dispositivo di ingrandimento portatile.

Nevo reticolare
I nevi reticolarI rivelano un reticolo di linee marroni che si intersecano.

Nevo,compostoNevo composto
In caso di nevo composto, le cellule del nevo sono giunzione cutaneo-epidermica e anche all’interno del derma.
Queste nevi hanno una zona centrale rialzata e possono essere circondate da una pigmentazione piatta.

Nevi globulari
I nevi globulari hanno strutture ovali e marroni aggregate.

Nevo blu
Il nevo blu è una lesione cutanea a struttura uniforme di colore acciaio-blu.

Nevo starburst (stella che esplode)
I nevi starburst rivelano delle linee radiali intorno alla periferia della lesione.

Nevo facciale
I nevi facciali formano delle pseudo reti intorno ai follicoli dei capelli

Nevo acrale
Il nevo acrale si trova sui palmi e sulla pianta dei piedi ed è costituito da linee parallele.

Nevi con caratteristiche particolari
I nevi con caratteristiche speciali includono il nevo eczematizzato (con eczema), irritato e il nevo halo.

Nevo inclassificabile
Il nevo inclassificabile non appartiene agli altri modelli.

 

Tipologie di Nevo melanocitario congenito

Si tratta di un nevo ipercromico presente alla nascita (nevo congenito vero) o si forma poco dopo (nevi simil-congenito o tardivo).

Piccolo nevo congenito
I piccoli nevi congeniti hanno un diametro inferiore a 1,5 cm .

Nevo congenito medio
I Nevi congeniti medi hanno un diametro compreso tra 1,5 e 10 cm.

Nevo gigante
Il nevo gigante è più grande di 10 cm.

Nevo congenito peloso
I nevi congeniti pelosi hanno dei peli lunghi e spessi che crescono su di essi.

Macula di Caffé – latte
Le macule di Caffé – latte sono delle placche piatte di colore marrone.

Nevo lentigginoso Speckled o Spilus
Il nevo lentigginoso Spilus è una macchia piatta marrone con tanti puntini più scuri all’interno.

Nevo di Ota
Il nevo di Ota è un segno marrone o bluastro sulla fronte, occhio e guancia.

Macchia Mongolica
La macchia mongolica è un grande nevo bluastro che compare spesso sui glutei del neonato.

 

Tipi di Nevi melanocitico acquisito

Nevo,foto,comuneUn nevo che compare dopo la nascita può essere definito nevo acquisito.
Spesso è rosa, marrone o nerastro.
Le persone con la pelle più scura hanno dei nei più scuri.

Il nevo acquisito può essere suddiviso in tipico o atipico (non tipico)
Il nevo tipico è presente in quasi tutti.
Il termine atipico è usato per indicare qualsiasi nevo anomalo.
Tuttavia, alcuni dermatologi utilizzano nevo atipico per descrivere un nevo con caratteristiche specifiche:

  1. Grande (> 5 mm);
  2. Bordi irregolari o mal definiti;
  3. Diverse tonalità di colore;
  4. Aspetto lucido o perlaceo;
  5. Con componenti piane o rilevate.
  6. Questo tipo di nevo è chiamato anche nevo di Clark.

 

Nevi comuni
Un nevo comune è un nevo piatto con un colore unico e uniforme.

Nevi nella pelle scura
In pelle scura, i nevi sono spesso di colore nero.

Nevo atipico
Persone con nei atipici multipli hanno un maggior rischio di melanoma (nevo maligno).

Nevo Displastico
Il nevo Displastico significa un nevo atipico che ha delle caratteristiche microscopiche specifiche.

Nevo blu
Il nevo blu è un tipo pigmentato in profondità di Neo dermico.

Nevo cellulare
Il nevo cellulare è un neo cutaneo non pigmentato.

Nevo di Miescher
Il nevo di Miescher è un neo dermico liscio a cupola che si trova spesso sul viso.

Nevo di Unna
Il Nevo di Unna è un nevo dermico papillomatoso che ha la forma di un lampone.

Nevo di Meyerson
Nevo di Meyerson è un neo caratterizzato da un alone di eczema/dermatite.

nevo melanocitico,melanomaHalo nevi
Il nevo halo (o di Sutton) ha un alone bianco intorno ad esso.
Questa formazione svanisce gradualmente in diversi anni.

Nevo di Spitz
Nevo di Spitz (detto anche a cellule epitelioidi), è di colore rosa (Spitz classico) o marrone (Spitz pigmentato) con forma a cupola e si verifica nei bambini o nei giovani.

Nevo di Reed
Il nevo di Reed o fuso-cellulare, è un nevo molto scuro con melanociti fusati verticali, solitamente si trova sugli arti.

Nevo ricorrente
Il nevo ricorrente indica la ricomparsa di un pigmento in una cicatrice dopo la rimozione chirurgica di un neo.

Nevi agminati
Un nevo agminato è un ammasso di nevi simili o lentiggini.

Nevo acrale
Nevo acrale si riferisce a uno sul palmo della mano o sulla pianta del piede.

Nevi sulle unghie
Il nevo sull’unghia provoca una banda longitudinale uniforme di pigmento su un’unghia.

 

Nevo a firma

Il nevo anemico è caratterizzato da un colore più chiaro della pelle e compare soprattutto sul busto.

Il nevo acromico è una macchia della pelle caratterizzata da mancanza di melanina (ipopigmentazione).

Il nevo bianco spugnoso è una macchia chiara, congenita e benigna che può colpire le mucose della bocca e dei genitali.

Il nevo flammeo o vinoso è un angioma che provoca la formazione di una macchia sul viso di color porpora.

Il nevo fibromatoso è una lesione pigmentata di tipo benigno (non neoplastico).

Nevo verrucoso ha una forma quasi rotonda e una superficie simile a una verruca, il colore può essere da rosso a nero.

Nevo zosteriforme è un gruppo di papule che si sviluppano lungo il decorso di un nervo (come l’herpes zoster).

Il nevo coroideale è un tumore asintomatico che appare come una placca pigmentata di forma rotonda oppure con margini visibili.
Può essere un semplice nevo oppure un melanoma.

Il nevo epidermico infiammatorio verrucoso lineare è una placca a forma di linea simile alla lesione cutanea da psoriasi.
È composto da papule da eritema che si squamano.

Il nevo sebaceo è detto anche organoide perché può avere all’interno tutte le componenti dell’organo della pelle:

  1. Ghiandole sebacee,
  2. Follicoli piliferi,
  3. Ghiandole apocrine,
  4. Tessuto connettivo.

Si tratta di una formazione benigna ed è una variante dei nevi epidermici.
Di solito appare sullo scalpo, ma può comparire sul viso, collo o fronte.
Fonti

 

Quando preoccuparsi?

Negli adulti, è importante prendere sul serio l’alterazione di un neo.
Il melanoma maligno è una crescita cancerosa che si verifica nei melanociti (le cellule del pigmento).
In un primo momento un melanoma può sembrare simile a un neo innocuo, ma con il tempo la struttura diventa più disordinata e tende ad allargarsi, può diventare anche ulcerato.
Se un neo cambia dimensione, forma, colore o si sviluppa dopo i 30 anni dovrebbe essere valutato da un dermatologo o un altro medico con competenze nel riconoscimento di un nevo tumorale.
Non è sempre possibile dire se la lesione è un melanoma solo guardandolo, quindi se ci sono dubbi potrebbe essere necessario togliere il nevo per l’esame patologico.
I nevi a volte si modificano per altri motivi, ad esempio dopo l’esposizione al sole o durante la gravidanza.
Si possono ingrandire oppure regrediscono (scomparire).
Nei giovani, possono sviluppare una macchia bianca prima di iniziare a sparire.
Questo si chiama nevo alone.
Il melanoma può comparire anche nelle mucose, per esempio il melanoma vulvare compare nella vulva, ma ha le stesse caratteristiche di quello cutaneo.

 

Come si fa la diagnosi?

Di solito i nevi sono diagnosticati clinicamente per il loro aspetto tipico.
Se ci sono dei dubbi sulla diagnosi, si può asportare per la biopsia anche se le possibilità che sia maligno sono remote.
La biopsia parziale non è raccomandata perché potrebbe perdere una zona di alterazione maligna.

 

Rimozione del nevo

Anche se la maggior parte dei nevi sono innocui, si possono trattare nei seguenti casi:

  • Possibile malignità: un nevo che ha perso sangue, ha una forma insolita, è in rapida crescita o cambia colore. Questo a volte è detto nevo ‘brutto anatroccolo’ e può rappresentare un melanoma.
  • Fastidio: un nevo che è irritato dall’abbigliamento, pettine o rasoio.
  • Ragioni estetiche.

Biopsia di rasatura
Per trattare un neo sporgente si effettua una biopsia di rasatura. Bisogna intorpidire la pelle con un anestetico locale, poi il medico rimuove la parte sporgente del nevo con un bisturi o con l’elettrochirurgia.
La ferita guarisce e lascia un segno piatto bianco, ma a volte il colore rimane lo stesso del nevo originale.
La biopsia di rasatura è talvolta utilizzata per rimuovere una placca marrone piatta o lentiggine per l’esame patologico.
Questa procedura è chiamata cauterizzazione o asportazione tangenziale.

Biopsia di asportazione
La biopsia di asportazione è necessaria se il nevo è piatto o si sospetta il melanoma.
Si rimuove tutto lo spessore della pelle e poi si sutura.
Si invia il campione di tessuto al laboratorio per l’esame patologico (istologico).
La cicatrice risultante può essere solo una linea sottile, ma a volte è più evidente di quanto fosse il nevo.
I peli grossolani che a volte si sviluppano sul nevo possono essere rimossi con la rasatura, l’elettrolisi, laser o asportazione dell’intero nevo.
Fonti