Macchie bianche sulla pelle

INDICE

Le macchie bianche sulla pelle possono essere causate da diversi fattori che vanno da malattie della pelle come la vitiligine all’esposizione prolungata al sole.

La decolorazione della pelle, sotto forma di macchie bianche si può verificare ovunque sul corpo, per esempio sulla schiena, braccia, collo, spalle, gambe, mani e viso.
La perdita di colore della pelle è chiamata ipopigmentazione. Questa malattia si verifica quando mancano la melanina o i melanociti (cellule della pelle).

Il colore della pelle umana è dovuto alla presenza di melanina, una sostanza (pigmento) prodotta nello strato più esterno della pelle (epidermide).
La concentrazione di questa sostanza determina il colore della pelle.
La melanina è prodotta dai melanociti, cellule situate nello strato basale dell’epidermide.
Le persone con la pelle scura o abbronzata hanno una maggior quantità di melanina rispetto a quelli con la cute più chiara.
La produzione regolare di melanina è molto importante per non perdere il colore naturale della pelle.
Le piccole macchie bianche sulla pelle indicano un malfunzionamento dei melanociti e la conseguenza è una produzione insufficiente di melanina.


 

Malattie che causano le macchie bianche sulla pelle

La decolorazione della pelle che non passa da sola è provocata dalla diminuzione della melanina. Tuttavia, può significare anche un’infezione della pelle.
Di solito, le infezioni virali e batteriche provocano macchie rosse, pelle rossa e infiammazione, ma i funghi spesso causano delle chiazze bianche, si possono notare anche sulla lingua.
Qui di seguito ci sono le cause principali.

 

Infezioni da funghi nella pelle
Le infezioni fungine sulla cute possono causare la formazione di macchie bianche sullo strato più esterno della pelle.
Anche se i funghi sono presenti normalmente sulla pelle, diventano fastidiosi quando crescono oltre un certo limite.
Troppi funghi sulla pelle provocano una malattia chiamata tinea o pitiriasi versicolor.
Questa patologia è un’infezione da lievito (come la candida vaginale oppure intestinale) che è più frequente tra i giovani.
Si è visto che l’area del corpo interessata cambia colore e lo sbiadimento si manifesta con piccole macchie bianche sulla pelle.
Solitamente, queste macchie di colore chiaro dalla forma irregolare si notano sul petto, schiena e spalle.
In alcuni casi, le persone con questo tipo di infezione fungina sviluppano di macchie marroni o rossastre che diventano bianche quando si espongono al sole.
Le persone con la pelle grassa hanno un maggior rischio di sviluppare questa infezione fungina della pelle.

 

Nevo depigmentato
Questa malattia deriva dalla minor produzione di melanina e provoca la formazione di piccole palline o macchie bianche ed elastiche delle dimensioni di 0,5-1 cm circa.
Nelle fasi successive, le palline piccole che si trovano vicine tra loro, si uniscono e formano delle chiazze bianche irregolari.
A differenza della vitiligine, queste macchie bianche restano confinate nell’area dove appaiono e non si diffondono ad altre parti del corpo.
Circa il 20 per cento dei casi di Nevo depigmentato si trovano nei neonati.
Questo è un problema cronico della pelle che si verifica a causa della mancanza di melanina, ma produce solo macchie bianche localizzate.
Gli studi dimostrano che in questa circostanza, la melanina non è assente ma è presente in quantità insufficiente perché i melanociti non funzionano efficacemente.

 

Pitiriasi Alba nel bambino
Le piccole macchie bianche sulla pelle che si limitano al viso, braccia e alla zona del collo possono indicare anche la pitiriasi alba, un problema della pelle che è prevalente nei bambini piccoli nella fascia di età tra i 6 e i 12 anni.
Questa malattia colpisce prevalentemente la pelle secca e disidratata, quindi è più evidente in estate.
La pelle si desquama, perde le cellule superficiali e la melanina.

Sintomi e segni della pitiriasi alba
Le macchie si presentano in 3 fasi e talvolta prudono:
1. Nella prima fase sono rosse e in rilievo, anche se il rossore della pelle è lieve;
2. Successivamente diventano di colore chiaro e pruriginose;
3. Infine rimangono liscie, piatte e bianche.

Le lesioni cutanee possono essere rotonde oppure ovali.
Nella maggior parte dei casi, le macchie bianche e squamose hanno una dimensione di circa 0,5 cm.
L’ipopigmentazione sulla pelle del bimbo o della bimba può durare per pochi mesi, ma anche per 10 anni.
Durante l’estate, i raggi UV possono abbronzare la pelle, lasciando le macchie più chiare e visibili, ma il disturbo persiste anche in inverno.

 

Ipomelanosi guttata idiopatica
In questa malattia della pelle, le macchie bianche appaiono sulle zone della pelle esposte più spesso.
Nessuna meraviglia se queste piccole palline hanno delle dimensioni di circa 2-5 mm e si verificano sugli avambracci, collo e viso.
L’esame dei tessuti della pelle colpita da ipomelanosi guttata idiopatica rivela l’assenza di melanina e un netto calo del numero di melanociti.
Queste macchie bianche appaiono principalmente sulla zona esposta al sole, questo significa che i raggi ultravioletti del sole possono essere responsabili dell’ipomelanosi guttata idiopatica.

 

Dermatite atopica
A volte una piccola zona di pelle diventa irritata o sviluppa un eczema lieve.
La conseguenza è una macchia di pelle che è più chiara rispetto alla pelle circostante.
Questo è particolarmente frequente nei bambini che hanno allergie, asma o dermatite.
Il pediatra può raccomandare l’applicazione di una crema idratante per la pelle colpita, inoltre bisogna evitare i saponi aggressivi.

 

Lichen Sclerosus
Questa malattia non è frequente.
È caratterizzata da chiazze sottili di pelle bianca.
Le macchie si possono vedere su qualsiasi parte del corpo, ma si trovano principalmente intorno all’ano e genitali.
Il lichen sclerosus è più frequente nelle donne che sono nella fase post-menopausa.

 

Psoriasi
La psoriasi è una malattia della pelle che colpisce il ciclo di vita delle cellule cutanee.
La Psoriasi provoca la formazione di squame biancastre o di color argento sulla cute.
In quest’area la pelle diventa spessa, pruriginosa, secca, rossa e a volte si avverte dolore.
La cura per la psoriasi serve solo a ridurre i sintomi e i segni, ma è una malattia cronica che non guarisce.

 

Vitiligine
Nella vitiligine, la pelle non produce melanina perché i melanociti sono distrutti.
Nelle fasi iniziali, la vitiligine appare come dei pallini bianchi sulla pelle.
Con il passare del tempo, questi segni si ingrandiscono e diventano delle macchie bianche grandi.
Infine, la perdita di colore della cute interessa altre zone del corpo.

Macchie bianche sulla pelle
Macchie bianche sulla pelle

Generalmente le aree più colpite dalla vitiligine sono:

  • Il viso (intorno agli occhi e alla bocca),
  • Le braccia dalle mani fino ai gomiti
  • Le gambe dai piedi alle ginocchia.

Senza un trattamento, la colorazione anomala della pelle si espande in tutto il corpo.
Questa malattia può colpire chiunque, dai bambini agli anziani, in particolare interessa le persone che soffrono di diabete o problemi della tiroide.


 

Cause delle macchie bianche non legate alle malattie

Tagli ed escoriazioni
Quando le lesioni cutanee guariscono rimane un alone bianco che passa con il tempo.
In caso di abrasione la guarigione può avvenire in pochi giorni, mentre per un taglio profondo potrebbero servire i punti di sutura e alcune settimane.

Macchie bianche dopo depilazione
Dopo l’abbronzatura, quando si effettua la ceretta si può vedere la formazione di un alone bianco perché lo strato più esterno della pelle si stacca.
La pelle è ancora abbronzata, quindi in pochi giorni la macchia dovrebbe scomparire.

Abbronzatura
Nei 2/3 giorni successivi ad una lunga esposizione al sole, la parte superiore della pelle si stacca e si formano delle chiazze bianche.
Per evitare questo inestetismo si consiglia di spalmare una crema solare prima di abbronzarsi e una crema idratante la sera prima di andare a letto.

Vecchiaia
Con l’età la concentrazione di melanina sulla pelle non è omogenea, quindi le parti in cui è carente possono avere delle macchie chiare.
Questo fenomeno si verifica soprattutto sulle braccia e sulle gambe.


 

Macchie bianche sul viso, come curarle?

La terapia per le macchie bianche dipende della causa sottostante. Di solito, il medico prescrive le creme topiche e le lozioni contenenti farmaci cortisonici.
Può essere necessario rimanere lontano dalla luce solare e dai raggi ultravioletti che interferiscono con il trattamento.
Ci sono alcune cose che si possono provare per accelerare il processo di trattamento e migliorare l’aspetto del viso.


 

Rimedi naturali per le macchie bianche sulla pelle

  1. Ridurre al minimo l’esposizione diretta al sole.
    Quando si deve uscire, applicare una protezione solare alta, circa mezz’ora prima dell’esposizione.
  2. Tenere il viso pulito, senza polvere e altri microrganismi.
  3. Sciacquare la pelle del viso con aceto di mele diluito una volta al giorno perché questo limita la crescita di batteri e funghi.
  4. Tenere il viso ben idratato perché la secchezza può peggiorare le macchie bianche.
  5. In caso di infezione fungina, utilizzare una crema topica antimicotica senza prescrizione medica.
  6. Rimuovere le cellule morte dalla superficie della pelle usando uno scrub delicato con micro granuli esfolianti. Evitare l’esfoliazione in caso di infezione fungina.
  7. Applicare uno shampoo anti-forfora contenente ketoconazolo sulle macchie bianche (se il paziente non ha l’allergia a questo farmaco). Mantenere sulla pelle per 15 minuti prima di sciacquare con l’acqua.
  8. Tenere i semi di fieno greco in ammollo durante la notte in un bicchiere d’acqua. Lavare il viso con quest’acqua la mattina successiva.
  9. Applicare il gel  di aloe vera sulle macchie bianche per avere un recupero più veloce.
  10. Il thè verde si può applicare sulla zona interessata prima di coricarsi.
  11. Stendere una pasta fatta di miele e cannella in polvere sulle macchie bianche.
  12. Fare una pasta di zenzero o di aglio e applicare sulle parti colpite del volto per ripristinare la condizione normale della pelle.


 

Terapia per le macchie bianche causate da una malattia

Il medico prepara un piano di trattamento dopo la diagnosi della malattia cutanea.
In base alla patologia sottostante, sono possibili le seguenti opzioni di trattamento.

Tinea Versicolor
Di solito una malattia della pelle come la tinea versicolor si cura con farmaci antifungini topici.
I farmaci da banco come il miconazolo e il clotrimazolo applicati per una quindicina di giorni possono aiutare a ridurre la comparsa di macchie bianche sulla pelle.
Le lozioni contenenti ketoconazolo, solfuro di selenio o zinco piritione sono abbastanza efficaci per curare questi problemi cutanei.
Tra i farmaci antifungini orali, il Nizoral o Sporanox possono essere prescritti per i pazienti con tinea versicolor.

Aceto di mele. Con la sua acidità, questo rimedio casalingo può distruggere i batteri e i funghi che causano le macchie bianche. Mescolare alcune gocce con l’acqua e lavare le zone colpite usando questa miscela.
In questo modo si può pulire la zona eliminando batteri e funghi.

Trattamento della vitiligine
Purtroppo, la vitiligine non può essere curata definitivamente, ma uno dei modi migliori per ridurre considerevolmente il suo impatto è iniziare il trattamento al più presto.
Dato che le piccole macchie bianche sulla pelle sono tra i primi sintomi della vitiligine, l’applicazione di cortisonici sotto forma di creme topiche può ridurre notevolmente la depigmentazione della cute.
La cura della vitiligine è possibile anche utilizzando dei rimedi erboristici.
L’applicazione dell’olio anti-vitiligine può essere efficace.

Trattamento della Pitiriasi Alba
Solitamente, il trattamento non è necessario per ridare la giusta pigmentazione all’area interessata.
La pelle può tornare al suo colore originale senza effettuare alcun trattamento.
Tuttavia, alcuni prodotti possono essere utili.
L’applicazione di corticosteroidi topici è la terapia preferita dai pazienti con pitiriasi alba.
I cortisonici come l’idrocortisone aiutano a recuperare il colore della pelle.
Una buona crema idratante dopo il bagno è consigliata per ridurre l’ipopigmentazione.
Si può anche applicare pimecrolimus crema o tacrolimus unguento sulle lesioni cutanee che si verificano per diminuire l’infiammazione e il prurito.
L’uso a lungo termine di farmaci topici al cortisone non è consigliato per gli effetti collaterali, quindi bisogna consultare un medico per sapere quanto tempo deve durare il trattamento.

Trattamento dell’ipomelanosi guttata idiopatica
La terapia per l’ipomelanosi guttata idiopatica consiste nell’applicazione di creme con farmaci cortisonici e altre procedure non chirurgiche come la crioterapia che prevede il congelamento della zona utilizzando azoto liquido.
In questo modo si distrugge la pelle colpita e si aiuta la pelle a recuperare il suo colore.

Altre tecniche come la dermoabrasione possono dare dei benefici ai pazienti affetti da ipomelanosi guttata idiopatica. Nella dermoabrasione, gli strumenti portatili sono utilizzati anche per rimuovere lo strato superiore della pelle.
L’applicazione di crema solare può aiutare a risolvere il problema.

Nevo depigmentato
L’applicazione di crema solare è il miglior trattamento per un nevo depigmentato.
Le piccole macchie bianche sulla pelle non sono un motivo di preoccupazione se non progrediscono.
Riducendo al minimo l’esposizione al sole o alle lampade UV e l’utilizzo di filtri solari adeguati è il modo migliore per prevenire la comparsa di questi segni.
I raggi solari sono pericolosi anche perché possono favorire lo sviluppo di un tumore della pelle (melanoma), soprattutto per le persone con molti nei.
D’altra parte, se questi segni gradualmente aumentano di dimensioni, serve un trattamento medico per evitare ulteriori danni alla pelle.