Lesioni cutanee

INDICE


Le lesioni cutanee comprendono qualsiasi anomalia che si verifica sulla pelle, da una piccola escoriazione a una ferita profonda.

 

Classificazione delle lesioni cutanee

Le lesioni elementari si dividono in:

  • Lesioni primarie o primitive se sono le conseguenze iniziali di una patologia infiammatoria della pelle;
  • Lesioni secondarie sono l’evoluzione delle lesioni primarie;

Tra le lesioni cutanee primarie ci sono:

Le vescicole sono piccole protuberanze piene di liquido chiaro.
Le vescicole possono essere la conseguenza di:

Le macule sono piccole macchie marroni, rosse o bianche. La colorazione dipende dalla quantità di melanina.
Tra le macule chiare si trovano:

  • I nevi anemici,
  • La vitiligine,
  • La pitiriasi alba

Tra le macule scure si trovano:

  • Le efelidi,
  • Le lentiggini,
  • I nevi.

Un nodulo è una formazione solida della pelle:

  • In rilievo,
  • Con un diametro maggiore di 1 cm,
  • Che penetra fino al derma e all’ipoderma.

La papula è una formazione superficiale minore di 1 cm causata da.

  • Ispessimento cutaneo a livello dell’epidermide,
  • Accumulo di liquido infiammatorio nel derma.

La maggior parte delle papule si sviluppano in grappoli e si verifica anche un eruzione cutanea.
Alcune papule tipiche sono quelle causate da:

  • Una puntura d’insetto
  • Malattie esantematiche (es. morbillo).

Placca
La placca è una formazione solida superficiale.
Le papule che si sviluppano in gruppo possono formare una placca.
Le placche sono frequenti nelle persone con psoriasi.

Le pustole sono piccole lesioni piene di pus.
Generalmente sono la conseguenza di:

 

Lesioni cutanee primarie da reazioni allergiche

Le eruzioni cutanee sono lesioni che coprono delle aree della pelle piccole o grandi.
Possono essere causate da una reazione allergica.
Un’orticaria è una reazione della pelle che si verifica quando qualcuno entra in contatto con una sostanza (cibi, piante, metalli ecc.) che scatena una reazione di tipo allergico.
Le lesioni cutanee tipiche delle reazioni allergiche sono:

I pomfi sono lesioni cutanee causate da una reazione allergica.
Un pomfo è una formazione in rilievo solida, arrossata che causa forte prurito. In genere passa in breve tempo.
Il pomfo è una lesione tipica dell’orticaria

L’eritema è una zona della pelle arrossata o irritata. Le lesioni eritematose possono avere dei bordi irregolari e un’estensione variabile.

 

Lesioni secondarie

  • La Crosta è l’evoluzione di una lesione cutanea.
  • L’escoriazione è una lesione cutanea da grattamento che può essere dovuta all’attrito contro una superficie ruvida o a una malattia pruriginosa come la scabbia.
  • L’erosione è provocata dalla perdita di cellule dell’epidermide, può essere l’evoluzione di una vescica o bolla che si rompono.
  • La ragade è una ferita lineare che può penetrare in profondità fino al derma.
    Se sanguina lascia delle cicatrici, per esempio le ragadi anali.
  • L’ulcera è una lesione del tessuto che si può estendere in profondità e generalmente diventa cronica.
    Per esempio si possono vedere le ulcere varicose causate da:

  • La cicatrice è formata da tessuto connettivo fibroso ed è la conseguenza del processo di ripararazione di una ferita acuta o di un’ulcera.

 

Cause delle lesioni cutanee

Le lesioni sulla pelle possono derivare da diversi disturbi della pelle.
Tra questi ci sono:

Lesioni fisiche
Allergia da alimenti/sostanze. Gli allergeni comuni sono:

  • Latte,
  • Uova,
  • Granuli di polline,
  • Erba, ecc.

Malattie della pelle come:

Lesioni cutanee da AIDS
La lesioni cutanee possono essere causate da malattie come l’AIDS.
La sindrome da immunodeficienza acquisita o AIDS è causata dal virus HIV che indebolisce il sistema immunitario del corpo.
I pazienti con AIDS sviluppano frequentemente le lesioni perché il loro corpo non è in grado di resistere o combattere il virus.

Allergie e reazioni allergiche
Le eruzioni cutanee si osservano principalmente a causa dell’allergia a determinate sostanze, prodotti chimici, cosmetici ecc.
A volte, si possono verificare a causa del sovradosaggio di farmaci o dell’assunzione di farmaci sbagliati, per esempio l’idrossiurea (Onco carbide ®) può provocare arrossamento e atrofia della cute.

Leishmaniosi cutanea
La forma più frequente di leishmaniosi provoca una o più piaghe sulla pelle
Inizialmente la lesione è una piccola placca rossa che arriva a 2cm di diametro.
L’aspetto è quello di una comune puntura d’insetto.
Dopo diverse settimane, la placca diventa più scura e forma ulcere con:

  • Bordi sollevati,
  • Un affossamento centrale.

Le ulcere possono essere umide e trasudano pus oppure sono secche con una crosta.
Le piaghe solitamente compaiono sulle zone esposte della pelle, soprattutto:

  • Il volto,
  • Le estremità.

Le lesioni si possono verificare immediatamente dopo il morso di un flebotoma infetto o possono incubare per settimane o mesi prima di causare le piaghe

Malattia di Lyme
La malattia di Lyme è un infezione batterica causata da uno spirochete: Borrelia burgdorferi.
Questa malattia si prende con la puntura di zecche.
La malattia di Lyme provoca una macula che si può estendere fino a mezzo metro.
Per questo motivo è detta anche eritema migrante.
La lesione cutanea è piatta ed è più scura lungo il bordo.

Sindrome di Behçet
I problemi della pelle sono un sintomo frequente della malattia di Behcet.
Le manifestazioni della pelle della sindrome di Behçet sono diverse e spesso si formano noduli rossi o possono formarsi delle protuberanze piene di pus (pustole).
Le lesioni cutanee sono:

  • Rosse,
  • In rilievo.

Si possono verificare in qualunque parte del corpo, ma generalmente compaiono:

  • Sulle gambe
  • Sulla parte superiore del tronco.

In alcune persone, le ferite o lesioni si possono vedere quando la pelle è graffiata o punta.
Le pustole ricordano l’acne e si possono verificare quasi ovunque sul corpo.
Questa eruzione è talvolta chiamata “follicolite“.

A differenza dell’eritema nodoso provocato da altre malattie (che guariscono senza cicatrici), la lesione della malattia di Behçet diventa spesso ulcerata.

Eritema nodoso: noduli rossi e dolorosi che di solito si verificano sulle gambe e caviglie, ma a volte appaiono anche su viso, collo o sugli arti.

Sifilide
La sifilide primaria è una malattia sessualmente trasmissibile che provoca la formazione di una papula (sifiloma) sui genitali:

  • Vulva,
  • Vagina
  • Cervice uterina,
  • Glande e prepuzio.

Il sifiloma evolve in un’ulcera cutanea.

Dermatite erpetiforme
Questa malattia fa parte delle lesioni cutanee bollose (come il Pemfigo volgare).
La dermatite erpetiforme è un’eruzione cutanea pruriginosa e pungente con vesciche che si verifica quando la pelle reagisce agli anticorpi del glutine circolanti nel sangue.
Alcune persone la chiamano celiachia della pelle perché si verifica insieme alla celiachia.
Anche se la dermatite erpetiforme si può formare ovunque sul corpo, le posizioni più frequenti sono:

  • Gomiti,
  • Ginocchia,
  • Glutei,
  • Schiena,
  • Parte posteriore del collo.

Nella maggior parte dei casi (ma non tutti), è una delle malattie della pelle che causa più prurito.


Sintomi della dermatite erpetiforme
I sintomi della dermatite erpetiforme vanno e vengono, per esempio:
1. Bolle estremamente pruriginose o vesciche;
2. L’eruzione ha la stessa dimensione e forma su entrambi i lati;
3. Sulla pelle si può manifestare come un’eczema.

Varicella

  • L’eruzione cutanea della varicella inizia sul tronco e si diffonde al viso e alle estremità.
  • La varicella provoca la formazione di papule rosse di 2-4mm con un contorno irregolare (petalo di rosa). In genere le lesioni sono molto numerose: 200-250.
  • Successivamente, una vescicola con pareti sottili e chiara si sviluppa sopra all’area arrossata.
    Questa lesione cutanea è molto caratteristica della varicella.
  • Dopo circa 8-12 ore il fluido nella vescichetta diventa torbido e la vescicola si rompe provocando la formazione di una crosta.
    Il liquido è molto contagioso, ma le croste non sono considerate contagiose.
  • Generalmente, la crosta cade dopo 7 giorni, a volte lascia una cicatrice simile a un buco.
  • Anche se la lesione passa attraverso questo ciclo completo in circa 7 giorni, un altro segno distintivo della varicella è che nuove papule emergono ogni giorno per una settimana circa.
  • I bambini non vengono inviati a scuola finché tutte le lesioni hanno la crosta sopra.

 

Diabete
Circa un terzo delle persone con diabete sviluppa un problema della pelle durante la vita.
Alcuni di questi problemi della pelle sono esclusivi per le persone con il diabete, ma gli altri si verificano perché i diabetici possono essere predisposti ai problemi di circolazione e alle infezioni.
Le malattie della pelle causate dal diabete comprendono:

  • Infezioni (foruncoli, calazio, follicolite e infezioni delle unghie)
  • Micosi (piede d’atleta e tigna che spesso sono localizzate nelle zone interdigitali)
  • Necrobiosi lipoidica
  • Xantomatosi eruttiva
  • Granuloma anulare disseminato
  • Lesioni vascolari negli arti inferiori (per esempio il piede diabetico)
  • Acanthosis nigricans.

Ulcera,piede diabetico,sezione

Lupus eritematoso cutaneo
Il lupus è una malattia della pelle che può essere:

  • Cronica (discoide),
  • Subacuta,
  • Acuta.

Il sole peggiora i problemi cutanei del Lupus.
Ogni tipo di lupus provoca problemi alla pelle diversi, come elencati di seguito:

  • Lesioni anulari (macchie circolari con pelle sana al centro) sul viso e sulla testa;
  • Pelle squamosa in aree a forma di disco;
  • Perdita di capelli;
  • Eruzione cutanea piatta sul viso e sul corpo che assomiglia ad una scottatura;
  • Calcinosi cutanea
  • Piccole macchie nere o rosso-porpora su mani e dei piedi;
  • Piaghe all’interno della bocca e del naso;
  • Piccole macchie rosse sulle gambe;
  • Fenomeno di Raynaud;
  • Eritema Palmare.

 


Morsi e punture: insetti
Le pulci e gli acari spesso mordono gli esseri umani, ma non sono velenosi. A volte è difficile valutare quale tipo di insetto ha causato il morso o se l’eruzione è causata dall’edera velenosa o altre malattie della pelle.
Di seguito sono riportati i sintomi più frequenti:
1. Piccole lesioni cutanee in rilievo
2. Dolore o prurito
3. Dermatite (infiammazione della pelle)
4. Reazioni allergiche in persone ipersensibili con gonfiore o vesciche

Impetigine
L’impetigine è un’infezione degli strati superiori della pelle ed è più frequente nei bambini da 2 a 6 anni.
Di solito si verifica quando i batteri entrano in un:

  • Taglio,
  • Graffio,
  • Morso di insetto.

L’impetigine è causata dal batterio stafilococco, ma può anche essere causata dallo streptococco (gruppo A).
I sintomi iniziali sono lesioni rosse simili ai brufoli circondate da pelle arrossata.
Su queste lesioni si forma una vescicola piena di liquido chiaro.
Queste lesioni possono essere ovunque sul corpo, ma generalmente si trovano sul viso, braccia e gambe.
Le lesioni si riempiono di pus, poi si rompono dopo pochi giorni e formano una crosta spessa. Il prurito è frequente.

Se l’impetigine è causata dallo streptococco, il medico prescrive gli antibiotici orali e una pomata antibiotica da utilizzare sulla pelle.

 

Lesioni cutanee
Lesioni cutanee

Lesioni della pelle nei bambini

  • I bambini possono avere gli stessi problemi della pelle che hanno gli adulti. I neonati e i bambini sono a rischio per i disturbi legati al pannolino.
  • Anche se molti problemi della pelle nell’infanzia scompaiono con l’età, i bambini possono ereditare dei disturbi genetici e permanenti della pelle.
  • I bambini piccoli hanno una pelle più delicata e sono più predisposti degli adulti alle eruzioni cutanee o l’orticaria in risposta agli allergeni ambientali o alimentari.
    Hanno anche più probabilità degli adulti di avere le malattie infantili, (varicella o morbillo).

Nella maggior parte dei casi, disturbi della pelle nell’infanzia sono temporanei e possono essere curati con:

  • Creme,
  • Bagni tiepidi,
  • Farmaci specifici.

Tra le malattie della pelle più comuni nei bambini ci sono:

  1. Eczema (dermatite atopica)
  2. Dermatite da pannolino
  3. Dermatite seborroica (crosta lattea)
  4. Varicella e morbillo
  5. Verruche
  6. Acne
  7. Roseola
  8. Quinta malattia
  9. Orticaria
  10. Tigna
  11. Eruzioni cutanee da infezioni batteriche o fungine
  12. Eruzioni cutanee da reazioni allergiche

 

 

Lesioni precancerose e cancerose

Le lesioni precancerose della pelle sono delle alterazioni cutanee che possono diventare dei tumori cutanei con il tempo.
Tra le lesioni precancerose si trovano:

  • Cheratosi,
  • Leucoplachia,
  • Xeroderma pigmentoso,
  • Nevo displastico

 

Lesioni cancerose cutanee: tumori della pelle

La lesione cancerosa può essere la conseguenza di un cancro primario o di una metastasi alla pelle.
Una lesione cancerosa può avere l’aspetto di:

  • Una cavità,
  • Uno spazio aperto sulla superficie della pelle,
  • Un nodulo,
  • Una macchia cutanea con una forma a carta geografica.

Una lesione maligna si può presentare con:

  • Odore,
  • Essudato,
  • Sanguinamento,
  • Prurito,
  • Dolore.

In caso di tumore al seno (carcinoma alla mammella) si possono formare delle lesioni cutanee:

  • Papule,
  • Noduli sottocutanei,
  • Vesciche,
  • Ulcere.

 

    Articoli utili correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code