Esantema nei bambini

INDICE

Esantema è un termine medico che significa un’eruzione cutanea diffusa caratterizzata da:

Solitamente è accompagnata da sintomi sistemici come:

Solitamente è causata da una malattia contagiosa virale.
L’esantema può essere causato da un farmaco (soprattutto antibiotici e farmaci antinfiammatori) per esempio l’esantema lichenoide.

Questa eruzione cutanea colpisce spesso i bambini, ma si può verificare anche negli adulti.

 

Cause dell’esantema

L’esantema durante l’infanzia è molto frequente e di solito è provocato dalle seguenti infezioni virali:
1. Influenza stagionale, tra cui malattie respiratorie o gastroenterite;
2. Varicella (causa pustole e vesciche su tronco, viso, braccia e gambe);
3. Morbillo;
4. Rosolia;
5. Epatite virale;
6. Quinta malattia (eritema infettivo);
7. Sesta malattia (esantema critico).
8. Altre infezioni da adenovirus, Coxsackie, ecc.

L’esantema può essere causato anche da batteri o altre malattie infettive, tra cui:
1. Polmonite da mycoplasma;
2. Malattia di Kawasaki;
3. Rickettsia;
4. Vaiolo (si spera ora sradicato dalla vaccinazione)
5. Mononucleosi infettiva;
6. Scarlattina (seconda malattia, origina dalla zona inguinale e ascellare, poi si diffonde a viso, tronco e arti)
7. Malattia meningococcica;
8. Malattia di Lyme (da puntura di zecca);
9. Infezioni da tossina dello stafilococco,
10. Sindrome da shock tossico (TSS) da stafilococco;
11. Sindrome da shock tossico da streptococco (STSS);
12. Nel neonato si può verificare l’eritema tossico neonatale, cioè delle macchie rosse assolutamente benigne.

 

Segni e sintomi dell’esantema

ESANTEMA-DA-FARMACi
Esantema da farmaci

La maggior parte delle eruzioni cutanee non specifiche appaiono come macchie o chiazze e possono provocare prurito oppure no.
Solitamente l’eruzione è diffusa e può essere più estesa:

  • Sul tronco,
  • Sulle estremità.

Nella maggior parte dei casi, prima di vedere l’eruzione cutanea, i pazienti possono avere sintomi generali, tra cui:
1. Febbre
2. Malessere
3. Mal di testa
4. Perdita di appetito
5. Mal di pancia
6. Irritabilità
7. Dolori muscolari
Questi segni e sintomi possono variare a seconda della causa dell’esantema.
Gli esantemi virali provocano spesso delle piccole epidemie e i bambini si contagiano tra loro.

 

Esantema orticarioide

L’esantema orticarioide è un’eruzione cutanea composta da macchie in rilievo e pruriginose che si presentano ovunque e possono essere provocate da una reazione allergica.
Questo tipo di reazione della pelle pruriginosa è chiamata orticaria.

 


Esantema maculare e maculo papulare

Morbillo

  • Il morbillo è causato da un virus a RNA che appartiene al genere Morbillivirus della famiglia del Paramyxoviridae.
  • Ha un periodo di incubazione di circa 10-12 giorni.
  • La malattia inizia con sintomi di:
  • Le macchie di Koplik sono papule bianche o grigie sulla mucosa della bocca che si possono alla fine della fase prodromica (periodo di incubazione, prima della comparsa dell’esantema).
  • Circa 3-4 giorni dopo i sintomi prodromi, l’eritema tipico da esantema erutta con:
  • All’inizio si trovano:
    • Dietro le orecchie
    • Nella zona di attaccatura dei capelli,
  • In seguito si diffonde al resto della pelle per un periodo di pochi giorni. L’eruzione in genere si risolve come è comparsa e la pelle tende a diventare screpolata  (desquamazione furfuracea).
  • Attualmente, non esiste una terapia specifica antivirale per il morbillo e il trattamento è sintomatico.
  • Ancora più importante, la disponibilità di lunga data del vaccino contro il morbillo rende la malattia facilmente prevedibile.

 

Rosolia

  • La rosolia (o morbillo tedesco) è causata da un virus a RNA della famiglia Togaviridae.
  • Circa il 40-50% degli individui infetti diventano sintomatici, il restante 50-60% non ha sintomi
  • Dopo un periodo di incubazione di 2-3 settimane, i pazienti sintomatici presentano sintomi prodromi che comprendono:
  • L’esantema compare insieme alla febbre e si diffonde dalla testa verso i piedi.
  • L’esantema è maculare o maculo papulare con macchie di 2-3 mm non confluenti (non sovrapposte).
  • La linfadenopatia (linfonodi gonfi) simmetrica è la caratteristica patognomotica (cioè si verifica solo nella rosolia e non compare nelle altre malattie esantematiche) e generalmente si verifica:
    • Dietro alle orecchie,
    • Nella zona occipitale.
  • La rosolia è contagiosa da una settimana prima della comparsa dell’eruzione cutanea fino a 4 giorni dopo la scomparsa.
  • Se si prende la rosolia in gravidanza ci possono essere dei danni al bambino, tra cui:
    • Malformazioni congenite,
    • Parto premanuto,
    • Aborto.
  • I medici consigliano alle donne di vaccinarsi contro questa malattia..

 

Eritema infettivo  (o quinta malattia) 

L’eritema infettivo (o quinta malattia) è una malattia esantematosa infantile frequente causata dal parvovirus B19 che appartiene alla famiglia Parvoviridae.
Il nome B19 deriva dal codice con cui è stato etichettato il campione di siero positivo in cui fu scoperto il virus.
È l’unico parvovirus direttamente collegato alla malattia negli esseri umani.
Anche se il parvovirus si può manifestare in diversi modi, l’eritema infettivo è il più comune.

La quinta malattia si manifesta in tre fasi sovrapposte.
Nella prima fase, dopo un periodo di incubazione di 1-2 settimane, i pazienti presentano:

  • Febbre,
  • Sintomi infuenzali (malessere, mal di testa),
  • Un’eritema facciale rosso fuoco a farfalla in viso.
    Per questo motivo l’eritema infettivo è chiamato anche malattia delle guance schiaffeggiate.

Nella seconda fase, 1-4 giorni dopo l’eritema sulle guance, i pazienti sviluppano:

  • Un esantema maculare reticolare o urticariale,
  • Dolori articolari,

Nella terza fase (riacutizzazione dei sintomi) l’esantema si presenta ad intermittenza in risposta agli stimoli, per esempio:

  • Un’irritazione locale,
  • Temperature alte,
  • Stress emotivo.

 

Roseola (Sesta malattia o esantema critico)

  • La roseola (o sesta malattia) è causata da un tipo di herpes virus umano (HHV-6, più raramente dal HHV-7) molto presente nella popolazione sana e che è latente nei macrofagi e linfociti T.
    Essi sono presenti nella saliva delle persone sane e il potenziale patogeno del virus riattivato varia da un’infezione asintomatica a gravi malattie nei destinatari di un trapianto.
    Entro la fine del secondo anno di vita, circa il 90% dei bambini sono sieropositivi (hanno gli anticorpi) per HHV-6
  • É una malattia tipica dei bambini dai 6 mesi ai 2 anni.
  • L’infezione da HHV-7 si presenta solitamente dopo, circa nel 65% dei bimbi infettati, dall’età di 3 anni.

Quanto dura?
Dopo un periodo di incubazione di 5/15 giorni, i bambini infetti da roseola sviluppano febbre alte che dura 3-5 giorni.
Questa è seguita dall’insorgenza acuta di un’eruzione cutanea rossa-rosa che non causa prurito, generalmente sul collo e sul tronco.
A causa della presenza di febbre alta, i pazienti spesso hanno un’infezione batterica occulta.

Virus di Epstein–Barr & Aminopenicillina

  • L’epstein–Barr virus (EBV) è un membro della famiglia Herpesvirus che provoca anche la mononucleosi.
  • Solo circa il 5-10% dei bambini infetti con il EBV ha un esantema.
  • I medici possono prescrivere antibiotici per curare l’infezione da Streptococco che solitamente si verifica insieme alla mononucleosi. Tuttavia, se si somministra l’amoxicillina o l’ampicillina, quasi sempre si verifica un’eruzione rosso brillante caratteristica del morbillo.
  • Questa eruzione comincia 5 – 9 giorni dopo l’esposizione al farmaco, parte dal tronco e poi diventa generalizzata. Si manifesta con papule e macule.
  • L’eruzione deriva probabilmente dai complessi immunitari ampicillin–anticorpi in conseguenza dell’attivazione policlonale delle cellule B.

 

Esantemi vescicolari e con pustole

Varicella ed Herpes zoster
La varicella e l’Herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio) sono causati dal virus varicella – zoster (VZV o HHV-3).
Il VZV è uno degli otto herpes virus noti per infettare gli esseri umani e provoca:

  • Nella fase prodromica (le prime 24-48 ore) della varicella: febbre alta, nausea e malessere,
  • Nella fase esantematica (da 3 a 7 giorni dopo) delle vescicole che dopo 1-2 settimane diventeranno croste,
  • Prurito,
  • L’infezione del tessuto nervoso
  • Un’infezione latente nei gangli della radice del nervo dorsale (nuclei di nervi vicino alla colonna vertebrale o al cervello).

L’infezione primaria causa la varicella, dopo di che il virus diventa latente (inattivo).
Negli adulti e negli anziani il virus ritorna attivo e causa i sintomi dell’herpes zoster.
L’herpes zoster può colpire:

  • Gli arti,
  • Il tronco,
  • La testa del paziente.

Questa malattia può senza causare anche:

  • Dolore e pizzicore,
  • Bruciore,
  • Prurito
  • Febbre lieve (raramente).

Di solito è localizzato lungo il percorso di un nervo (sciatico, intercostale, ecc)

Esantema nei bambini
Esantema nei bambini

Eczema Herpeticum

  • Eczema herpeticum (noto anche come eruzione varicelliforme di Kaposi) è una forma rara ma grave di infezione cutanea diffusa da Herpes virus
  • Si verifica principalmente negli individui con:
  • I soggetti affetti da dermatite atopica sembrano essere predisposti a sviluppare l’eczema herpeticum.

 

Malattia mani-piedi-bocca

  • La malattia mani-piedi-bocca (MMPB) è un esantema causato dal virus della famiglia Picornaviridae del genere Enterovirus e Coxsackie.
  • Anche se gli enterovirus possono causare diversi tipi di esantema, MMPB è una manifestazione clinica frequente e riconoscibile.
  • Il più frequente agente patogeno è il virus di Coxsackie A16, ma anche altri virus Coxsackie e gli enterovirus possono essere coinvolti.
  • L’infezione ha un periodo di incubazione tipico di 3 – 7 giorni.
  • I sintomi principali sono:
    • Febbre,
    • Linfadenopatia (linfonodi ingrossati),
    • Comparsa di vescicole ovali, grigie e dolorose di 2-8-mm.
  • Dopo 1-2 giorni le vescicole si presentano su:
    • La pelle dei palmi delle mani,
    • Le piante dei piedi,
    • La mucosa orale
    • La lingua.
  • Spesso, attorno alle vescicole ci può essere un alone rosso.
    Le lesioni papulari e vescicolari si possono verificare anche in altre parti del corpo e sui glutei.
    L’esantema orale (detto anche enantema) aiuta a distinguere MMPB da altre cause di esantema nell’infanzia, sebbene sono stati descritti dei casi senza lesioni orali.
  • Le parti più colpite sono:
    • il palato duro,
    • la lingua
    • la mucosa buccale nella cavità orale.
  • La diagnosi differenziale deve escludere:

 



Esantemi con papule

Acrodermatite papulosa infantile
L’acrodermatite papulosa dell’infanzia (detta anche sindrome di Gianotti–Crosti) è un disturbo cutaneo unico caratterizzato da un esantema papulare eritematoso.
L’esantema della sindrome di Gianotti–Crosti si manifesta:

  • Sugli arti,
  • In maniera improvvisa.

Mollusco contagioso
Il mollusco contagioso è un’infezione virale molto contagiosa delle membrane mucose e della pelle che si verifica spesso nei bambini.
È causata da un poxvirus del genere Molluscipoxvirus.

Solitamente si presenta con papule perlacee color pelle a forma di cupola che hanno dimensioni da 2 a 8 millimetri.
In circa il 30% dei pazienti, una reazione eczematosa può circondare le lesioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code