Eruzioni cutanee

INDICE

Le eruzioni cutanee non corrispondono a una diagnosi specifica, ma si tratta di un termine generico che indica un’infiammazione della pelle e un alterazione del colore.

 
Quali sono le malattie non infettive che provocano delle eruzioni cutanee ?
Dermatite seborroica: la dermatite seborroica è un’eruzione cutanea singola che colpisce più spesso gli adulti.
Provoca delle macchie rosse e desquamate che generalmente interessano il cuoio capelluto, fronte, sopracciglia, guance e la parte esterna delle orecchie.
Tra i rimedi naturali ci sono le creme a base di echinacea, olio di mandorle dolci e tarassaco.

Dermatite atopica: la dermatite atopica (o eczema), è una malattia frequente nei bambini e provoca una macchia rossa, prurito ed eruzioni cutanee nella parte interna dei gomiti, dietro le ginocchia, sulle guance, orecchie, collo, braccia e gambe.
Si trova spesso nei pazienti che soffrono di rinite allergica e asma.

Dermatite da contatto: la dermatite da contatto è un’eruzione cutanea (o rash) causata dal contatto con una sostanza chimica specifica a cui il paziente è allergico.
Alcune sostanze chimiche sono irritanti e si chiamano allergeni.
L’eruzione cutanea può provocare la formazione di vescicole che rompendosi possono causare perdite di liquido.
La dermatite da contatto colpisce le parti della pelle che sono a diretto contatto con la sostanza incriminata.
Gli esempi frequenti di allergeni sono l’edera velenosa e i gioielli che si portano abitualmente che contengono nichel.

Pannolino: questo è un tipo frequente di dermatite da contatto che si verifica nella maggior parte dei neonati che indossano i pannolini se le feci e le urine rimangono a contatto con la pelle per molto tempo.
La dermatite da stasi è una dermatite che causa l’accumulo di liquido nella gamba dell’individuo a causa della cattiva circolazione nelle vene.

L’eritema palmare è un eruzione cutanea che si verifica sul palmo della mano nella zona più vicina al polso.
È una conseguenza della cirrosi epatica, cioè la fibrosi del fegato.

Psoriasi. Questa eruzione cutanea consiste in una placca che non trasuda.
Si può verificare sul cuoio capelluto, gomiti, ginocchia, zona lombare e all’inguine. La psoriasi provoca la formazione di lesioni cutanee e pelle desquamata di colore simile all’argento.

Eczema nummulare: questa dermatite di solito è caratterizzata dalla formazione di placche rosse a forma di moneta.
Si verifica soprattutto nel periodo invernale perché è causata dalla pelle molto secca.

Bruciature
Un’ustione è un danno alla pelle e generalmente è causata dall’esposizione al calore o a sostanze calde.
Alcuni sintomi sono dolore, pelle rossa e vesciche.

Rosacea
L’acne rosacea inizia con rossore sulle guance, naso, mento o sulla fronte (e meno spesso sul collo, cuoio capelluto, petto o orecchie). In un primo momento, la rosacea va e viene.
Con il tempo, il rossore si espande più in profondità e dura più a lungo.
I vasi sanguigni visibili appaiono sulla pelle. Se non trattata, si formano dei brufoli e delle bozze rosse.

Pemfigo vulgaris
Il Pemfigo volgare è una malattia autoimmune che provoca la formazione eruzioni cutanee bollose e piaghe (erosioni) sulla pelle e sulle membrane mucose.
Le zone colpite sono il cuoio capelluto, il tronco e altre zone della pelle.

Follicolite
La follicolite è l’infiammazione di uno o più follicoli piliferi. Si può verificare ovunque sulla pelle.
La causa può essere lo stafilococco aureus che può provocare anche l’impetigine e gli ascessi cutanei.
I sintomi più frequenti sono: un’eruzione cutanea, prurito, brufoli o pustole vicino a un follicolo pilifero sul collo, inguine o zona genitale.
I brufoli possono formare una crosta.

Malattia di Lyme
La malattia di Lyme è un’infezione batterica trasmessa da una zecca.

Nelle prime fasi della malattia di Lyme i sintomi comprendono:

  1. Torcicollo,
  2. Brividi di freddo,
  3. Febbre,
  4. Linfonodi ingrossati,
  5. Mal di testa,
  6. Stanchezza,
  7. Dolori muscolari,
  8. Dolori articolari.

Si può verificare un’eruzione cutanea grande intorno alla zona del morso della zecca.


 

Malattie infettive che causano eruzioni cutanee

Herpes
Un gruppo di piccole vescicole che diventano ulcere dolorose può essere causato dall’herpes simplex.
Il primo episodio provoca spesso dolore e febbre, mentre le recidive possono essere più lievi.
L’herpes è la causa più frequente di eruzioni cutanee e ulcere sui genitali, nella zona del pube o inguinale.
L’herpes labiale colpisce le labbra e la pelle intorno alla bocca.
È altamente contagioso e di solito si trasmette sessualmente o con il contatto diretto.

Altre malattie infettive che provocano un eruzione cutanea e colpiscono soprattutto i bimbi sono:

  1. Quinta malattia;
  2. Sesta malattia;
  3. Rosolia;
  4. Varicella;
  5. Morbillo.

Meningite
La meningite è l’infezione batterica o virale delle meningi che ricoprono il cervello e il midollo spinale.
I sintomi della meningite possono essere:

  1. Febbre,
  2. Convulsioni,
  3. Nausea e vomito,
  4. Eruzioni cutanee a chiazze,
  5. Fotofobia,
  6. Emicrania,
  7. Rigidità del collo.

Meningi,dura madre,aracnoide,pia madre

 

La malattia mani-piedi-bocca è una patologia causata da un virus che colpisce soprattutto i bambini.
Le caratteristiche sono un eruzione cutanea che forma delle vescicole su mani, piedi e nella bocca.


 

Eruzioni cutanee da farmaci

Le eruzioni cutanee da farmaci sono delle reazioni del corpo che si verificano dopo aver assunto una medicina, in particolare la tachipirina e gli antibiotici (per esempio l’Augmentin e lo Zimox).
Il tipo di eruzione cutanea che accade dipende dal tipo di farmaco.
Le manifestazioni possono essere classificate nei seguenti gruppi:

  1. Eruzioni cutanee causate da una reazione allergica al farmaco;
  2. Reazioni della pelle che consistono in un effetto indesiderato di una medicina;
  3. Eruzioni cutanee dovute all’ipersensibilità alla luce solare causata dal farmaco.

Dermatite allergica da contatto: questa reazione si verifica quando si applica un antibiotico topico sulla pelle, negli occhi o nelle orecchie.
La zona della pelle che si tratta con l’antibiotico può diventare rossa, pruriginosa e gonfia.

Quanto dura un’eruzione cutanea da farmaci?
La reazione continua finché si prendono i farmaci, ma a volte può persistere per alcuni giorni, raramente dura alcune settimane.

Eruzione maculo papulare: questa è una zona piatta e rossa sulla pelle che è coperta da piccole protuberanze.
L’eruzione può essere ovunque sul corpo e potrebbe provocare prurito.

Orticaria: L’orticaria provoca delle macchie rosse sulla pelle che possono essere in rilievo e più chiare al centro.
La reazione orticarioide può essere localizzata (per esempio al torace) o si può estendere su tutto il corpo ed è caratterizzata da forte prurito.
Potrebbe provocare anche delle vesciche in bocca o negli occhi.


 

Quali sono i segni e i sintomi di una grave reazione allergica ai farmaci?

Necrolisi epidermica tossica: questa malattia è più grave perché può causare la desquamazione della pelle e le vescicole.
Si può anche avere la febbre, tosse o stanchezza. Si possono avere problemi di respirazione, vista o digestivi.

Angioedema: L’angioedema è caratterizzato da gonfiore nei tessuti molli del corpo. Anche le labbra, la lingua e le palpebre si possono gonfiare.

Problemi respiratori: la gola e i polmoni si possono stringere così tanto da causare difficoltà a respirare.

Anafilassi: Lo shock anafilattico è una reazione allergica improvvisa e pericolosa.
I sintomi sono eruzioni cutanee, formicolio in bocca, problemi respiratori, costrizione della gola, battito cardiaco accelerato e svenimento.
Si può anche avere nausea e vomito.
L’anafilassi è un’emergenza.
Cercare cure immediatamente se si soffre di questi sintomi.


 

Terapia per le eruzioni cutanee da farmaci

Eruzioni cutanee
Eruzioni cutanee

La malattia di solito passa se il paziente smette di prendere il farmaco che causa la reazione.
Tra le altre cure ci possono essere:

Le reazioni allergiche possono essere gravi e addirittura mortali.
Se si sviluppa un’eruzione cutanea è importante contattare immediatamente il medico.


 

Eruzione cutanea da intolleranza alimentare

L’intolleranza alimentare si verifica quando il sistema digerente non può digerire alcune sostanze contenute nel cibo, i casi più frequenti sono l’intolleranza al lattosio e al glutine.
Tra i sintomi dell’intolleranza alimentare ci sono:

  1. Bocca e Lingua gonfia,
  2. Angioedema,
  3. Orticaria,
  4. Eruzione cutanea
  5. Rossore in viso,
  6. Prurito,
  7. Eczema.

Celiachia
La dermatite erpetiforme è un’eruzione cutanea caratterizzata da punture, prurito e formazione di vesciche.
Si verifica quando la pelle reagisce agli anticorpi anti-glutine circolanti.
Alcune persone la chiamano “irritazione da glutine” perché si verifica insieme alla celiachia.
Anche se la dermatite erpetiforme si può formare ovunque sul corpo, le posizioni più frequenti sono i gomiti, ginocchia, glutei, schiena e la parte posteriore del collo.
Nella maggior parte dei casi (ma non tutti), è una delle malattie della pelle più pruriginosa.

Sintomi della dermatite erpetiforme
Chi soffre di dermatite erpetiforme di solito ha delle eruzioni cutanee nella stessa posizione ogni volta.
La reazione della pelle potrebbe essere continua o va e viene (intermittente).
Prima dello scoppio della dermatite erpetiforme, la pelle può prudere in quella posizione oppure si potrebbe sentire un bruciore.
L’eruzione stessa si manifesta con pelle arrossata e piccoli brufoli che contengono un liquido chiaro.
Le bozze da dermatite erpetiforme di solito passano dopo diversi giorni (durante i quali nuovi brufoli compaiono nelle vicinanze).
Dopo la guarigione l’eruzione cutanea si lascia dietro una piccola macchia viola che dura per settimane o mesi.
Le persone con dermatite erpetiforme di lunga data solitamente hanno la pelle rossa dove si forma l’eruzione.
Tra gli altri sintomi della celiachia c’è il mal di pancia, i crampi addominali e la diarrea.


 

Quali sono le malattie della pelle che causano eruzioni cutanee nei neonati?

È molto frequente per i neonati avere delle eruzioni cutanee o altri problemi della pelle.
La maggior parte di questi passano da soli in pochi giorni o settimane.
Ecco alcune delle cose che si possono notare sulla pelle del bambino:

Brufoli nei neonati
I bambini spesso hanno i brufoli sulle guance, naso e fronte. L’acne del bambino si può notare durante le prime settimane di vita e solitamente passa da solo entro pochi mesi.
I brufoli non sono collegati ai problemi di acne da adolescenti.
Le piccole macchie bianche appaiono molto spesso sul viso di un neonato durante la prima settimana e sono chiamate milia.
La pelle del bambino sembra macchiata.
Durante il primo giorno o due di vita, molti bambini hanno innocue chiazze rosse con piccoli brufoli che a volte contengono del pus.
Questa eruzione cutanea si chiama eritema tossico.
Può comparire solo su una piccola area o sulla maggior parte del corpo.
Le aree arrossate possono andare e venire, ma solitamente passano da sole entro una settimana.
Un’eruzione cutanea chiamata melanosi pustolosa è frequente fra i neonati neri.
L’eruzione è innocua e non serve una terapia.
Questa provoca brufoli pieni di pus che si possono rompere e formano macchie scure circondate da pelle flaccida.
Quando è freddo, il neonato può avere un eruzione cutanea con macchie simili a una rete su arti e tronco.
Spostare il bambino dal luogo freddo e l’eruzione di solito passa da sola.
Le chiazze di solito non si verificano dopo 6 mesi.

Eruzione cutanea da calore
I bambini possono avere un eruzione da caldo (o sudamina) quando si vestono troppo o se il clima è molto caldo.
Questa è un’eruzione cutanea rossa o rosa che solitamente si trova sulle zone del corpo coperte da indumenti.
Spesso prude e provoca fastidio al bambino.

La dermatite da pannolino è rossa e dolente e si forma sul sedere o sui genitali di un bambino.
Si verifica quando si indossa un pannolino bagnato a lungo.
Le urine e le feci possono irritare la pelle.
La dermatite da pannolino può comparire quando i bambini dormono per molte ore senza svegliarsi.
A volte un’infezione da batteri o lieviti può causare una dermatite da pannolino.

Molti bambini hanno un’eruzione e intorno alla bocca o sul mento. È causata da sbavi e sputi.
Pulire il viso del bambino spesso, soprattutto dopo che lui o lei mangia o sputa.

Puntini rossi sulla pelle
Si possono notare dei minuscoli puntini rossi sulla pelle del neonato. L’eruzione puntiforme di colore rosso è detta petecchie.
Si tratta di gocce di sangue che si sono accumulate nella pelle. Sono causate dallo schiacciamento nel canale del parto. Di solito spariscono entro la prima settimana o due.

Il cuoio capelluto del bambino è squamoso
Molti bambini hanno quello che si chiama crosta lattea.
La pelle squamosa o le croste sulla sommità della testa del bambino sono causate da un normale accumulo di sebo appiccicoso, squame e cellule della pelle morte.

Quali sono le eruzioni cutanee più frequenti?
Le voglie si vedono in diverse dimensioni, forme e colori.
Alcune sono piatte, mentre altre formano un’area in rilievo sulla pelle.
La maggior parte sono innocue e non hanno bisogno di un trattamento.

Il morso della cicogna è una macchia piatta e rosa che si verifica principalmente sulla parte posteriore del collo, le palpebre superiori, il labbro superiore o tra le sopracciglia.
La maggior parte delle volte passa all’età di 2 anni, anche se le placche sul retro del collo spesso rimangono finché il lattante diventa un adulto.

I nevi sono placche marroni che si possono verificare ovunque sul corpo.
La macchia mongolica è una voglia liscia, piatta, blu o grigio-blu che solitamente si forma su schiena e glutei.
Spesso sembra un livido.

La macchia mongolica è molto frequente tra i neonati con la pelle più scura.
Di solito passa nell’età scolare, ma può non scomparire completamente.

Le macchie di vino sono rosa-rosso alla nascita e poi diventano di colore rosso-porpora più scuro. Queste voglie sono formate da vasi sanguigni che non si sviluppano correttamente.

Gli emangiomi sono voglie in rilievo, blu, rosse o viola che si formano da un ciuffo di vasi sanguigni che può essere di qualsiasi forma o dimensione.
La maggior parte di questi crescono per circa un anno, poi diventano bianchi e iniziano a restringersi.