Dermatite seborroica – rimedi naturali e alimentazione

Terapia per la dermatite seborroica

La dermatite seborroica è una malattia cronica e solitamente non c’è un modo per guarire definitivamente.

 

INDICE

 

Ci sono diversi trattamenti e rimedi casalinghi che possono ridurre i sintomi.

Prodotti antifungini
Questi farmaci riducono la quantità di lieviti Malassezia nelle zone colpite del corpo.
Gli antifungini che si usano per trattare la dermatite seborroica comprendono:

Ketoconazolo
Il Ketoconazolo si trova sotto forma di:

  • Shampoo (Nizoral),
  • Schiuma,
  • Gel,
  • Crema.

Alcuni studi mostrano che un prodotto con una concentrazione del 2% è più efficace.

In una piccola percentuale di casi si verificano gli effetti collaterali del ketoconazolo, cioè:

Ciclopirox
Il Ciclopirox (Sebiprox ®) si trova nello shampoo con prescrizione e nei prodotti per la pelle.

Terbinafina
La Terbinafina (Lamisil ®) a volte è prescritta in forma di compresse per il trattamento di gravi episodi, ma gli studi sull’efficacia di questo prodotto sono limitati. Gli effetti collaterali della terbinafina sono gravi:


Cortisonici
Questi farmaci migliorano i sintomi riducendo:

Generalmente si raccomanda l’utilizzo solo a breve termine, perché l’assunzione di cortisonici a lungo termine può causare effetti collaterali significativi su vaste aree del corpo.
Le donne in gravidanza devono parlare prima con il medico perché questi farmaci possono danneggiare il bambino.

Tra gli effetti collaterali dei cortisonici ci sono

1. Danni alla pelle,
2. Eccessiva crescita di peli (irsutismo),
3. Suscettibilità alle infezioni,
4. Glicemia alta,
5. Calo di alcuni ormoni,
6. Ritardo nella crescita,
7. Osteoporosi,
8. Acne.
 

Dermatite seborroica
Dermatite seborroica

Esempi di medicinali a base di cortisone:

  • Desonide (Sterades) è disponibile con prescrizione in forma di gel o pomata per applicazioni topiche.
  • Il betametasone valerato (Ecoval) è disponibile su prescrizione medica in forma di crema o lozione per il cuoio capelluto e in altre parti del corpo.
    Questo principio attivo si trova anche nel Gentalyn Beta, ma insieme ad un antibiotico (Gentamicina).

Inibitori della calcineurina
Queste creme con prescrizione sono dei farmaci che riducono l’attività del sistema immunitario.
Le ricerche ed esperienze cliniche mostrano che l’efficacia di queste medicine è simile alle creme antimicotiche e ai cortisonici.
La FDA sconsiglia anche l’uso a lungo termine di questi farmaci perché può aumentare il rischio di melanoma.

Gli inibitori della calcineurina sono:

  • Tacrolimus (Protopic)
  • Pimecrolimus (Elidel)

 


Sostanze utili nello shampoo
Alcuni ingredienti attivi nello shampoo possono essere:

  1. Il solfuro di selenio si trova nei prodotti disponibili con prescrizione.
    Alcune persone che usano il solfuro di selenio hanno l’irritazione del cuoio capelluto e la decolorazione dei capelli come effetto collaterale.
  2. Lo zinco piritione è disponibile in prodotti da banco. Può causare irritazione.
  3. Lo zolfo aiuta ad evitare l’accumulo di sebo e il prurito.
  4. L’acido salicilico è un composto delicato che serve per rimuovere le squame e la forfora del cuoio capelluto.
  5. L’allume di rocca (o di potassio) ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e astringenti. Limita la diffusione del lievito Malassezia..

È importante utilizzare i trattamenti per la dermatite seborroica, esattamente come prescritto dal medico.
Se un tipo di shampoo funziona per un po’ di tempo e poi perde di efficacia, provare ad alternare due prodotti diversi.
Aspettare il tempo consigliato per vedere gli effetti dello shampoo, in questo modo gli ingredienti hanno il tempo di agire.

 

Rimedi casalinghi e naturali per la dermatite seborroica

I seguenti rimedi da banco e consigli possono aiutare a controllare e gestire la dermatite seborroica.

  1. Lavare i capelli con uno shampoo antiforfora medicale in base alle raccomandazioni del medico. Se non si ottengono i risultati sperati, provare uno shampoo con un principio attivo diverso.
  2. Utilizzare una crema antimicotica da banco.
  3. Applicare una lozione o una crema contro il prurito sulla zona interessata.
  4. Evitare detergenti e saponi duri. Bisogna risciacquare completamente il sapone dalla pelle e dal cuoio capelluto.
  5. L’olio di argan e di mandorle possono essere utili, si devono spalmare sulla zona colpita da dermatite un’ora prima dello shampoo.
  6. Tra i rimedi fai da te, il sole può aiutare in caso di dermatite seborroica, quindi anche le lampade UV, ma ci sono troppe controindicazioni per consigliare questa terapia.

 

Quali prodotti utilizzare per la dermatite seborroica?


Evitare gli oli naturali
In caso di forfora o eczema del cuoio capelluto, bisogna sapere che molti oli naturali in realtà alimentano il fungo Malassezia che provoca la malattia.

L’acido oleico è presente in quattro oli naturali che andrebbero evitati:
1. Olio di cocco,
2. Burro di karitè,
3. Olio di oliva,
4. Olio di ricino.

Tra i prodotti di erboristeria consigliati perché rinvigoriscono la pelle e hanno un’azione antibatterica ci sono:

  • Olio di mandorle dolci;
  • Olio Tea Tree;
  • Aloe vera, ha un effetto cicatrizzante sulle lesioni cutanee,
  • Ginkgo biloba, stimola la circolazione sanguigna a livello dei capillari.
  • Bardana ad uso interno, ha un effetto depurativo e favorisce l’attività di fegato e pancreas.

Quale shampoo utilizzare per la dermatite seborroica?

Il primo trattamento per la forfora è lo shampoo antiforfora da banco.
Sono molto efficaci, fermano la desquamazione e il prurito rapidamente.
Lo shampoo anti-forfora contiene agenti antifungini come lo zinco piritione e il ketoconazolo che riducono il fungo sulla pelle.

 

Quante volte bisogna lavare i capelli?

Molti shampoo antiforfora sono utili se la persona lava i capelli tra 2 e 3 volte alla settimana per aiutare l’attività antifungina.
Quando la desquamazione e il prurito si interrompono è possibile alternare usando lo shampoo antiforfora e lo shampoo normale.

 

Dieta e alimentazione per la dermatite seborroica

L’obesità è uno dei fattori di rischio della dermatite seborroica, quindi si consiglia di evitare i cibi grassi e i dolci che favoriscono l’aumento di peso.

In base alle testimonianze di molti pazienti, i sintomi della dermatite seborroica possono sparire con le diete naturali, per esempio:

 

 

Queste diete sono molto diverse tra loro. ma hanno alcuni elementi in comune, tra cui:

  • Evitare gli alimenti trasformati e conservati;
  • Bere poca acqua (non oltre mezzo litro al giorno) altrimenti si verificano gonfiore e sudorazione;
  • Combinazioni alimentari corrette, è importante mangiare pochi alimenti per pasto, altrimenti si rischia di rallentare la digestione;
  • Evitare i dolci e i chewing gum;
  • Non assumere farmaci o integratori perché le sostanze chimiche non sono utilizzate dall’organismo e possono causare effetti collaterali;
  • Evitare i cereali perché alzano la glicemia, causano infiammazione e induriscono le arterie;
  • I latticini devono essere esclusi dalla dieta perché sono alimenti che possono causare infiammazione intestinale e malassorbimento.

Secondo la dieta del gruppo sanguigno, alcuni alimenti possono causare una reazione del sistema immunitario che provoca sintomi e malattie.
Gli alimenti “nocivi” dipendono dal gruppo sanguigno dell’individuo, per esempio un alimento:

  • Può causare la dermatite ad una persona di gruppo 0,
  • Può essere innocuo per un individuo di gruppo A.

Si tratta di un’alimentazione iperproteica perché la struttura e il funzionamento del corpo sono basati sulle proteine.

I cibi che possono migliorare la malattia in base alla dieta vegana-crudista sono:
1. Frutta
2. Verdura
3. Legumi
4. Patate
5. Frutta con guscio (senza esagerare) e semi oleosi.
6. Cereali germogliati in quantità molto ridotte.

frutta-e-verduraLa dieta Paleo è basata sugli alimenti che mangiava l’uomo primitivo:

  • Carne,
  • Pesce,
  • Uova,
  • Frutta,
  • Verdura.

In particolare bisogna evitare:

  • Cereali,
  • Legumi,
  • Cibi trasformati,
  • Latticini,
  • Dolci,
  • Pizza,
  • Grassi trans e saturi, ecc..

La biotina (o vitamina H) è una sostanza molto utile che si trova nei seguenti alimenti:

  • Latticini, ma sono sconsigliati a causa del contenuto di lattosio e caseina che possono causare diversi problemi di salute,
  • Tuorlo d’uovo,
  • Funghi,
  • Carote,
  • Spinaci,
  • Frutti di mare,
  • Frutta.

 

Quanto tempo dura la dermatite seborroica? La prognosi

La dermatite seborroica è una malattia cronica che può essere controllata con un trattamento adeguato.
Spesso ci sono dei periodi inattivi seguiti da un’acutizzazione.
I capelli persi per la dermatite seborroica ricrescono nella fase inattiva.

Crosta lattea
Solitamente, la crosta lattea passa da sola entro pochi mesi.
Nel frattempo, si consiglia di:

  1. Lavare i capelli del bambino una volta ogni due giorni con uno shampoo delicato da neonati.
  2. Dopo il lavaggio, ammorbidire le squame con un batuffolo di cotone imbevuto con alcune gocce di olio di mandorla sul cuoio capelluto del bambino. Lasciare l’olio sulla pelle per pochi minuti
  3. Quando le crosticine sono morbide al tatto, si può passare un pettine con denti fini e arrotondati per eliminare le squame.

 

One thought on “Dermatite seborroica – rimedi naturali e alimentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code