Brufoli rossi sul viso

INDICE

Gli adolescenti hanno molte probabilità di sviluppare i brufoli rossi (detto anche acne vulgaris):

  • Sul viso,
  • Sulla schiena.

Quasi 8 ragazzi su 10 hanno i brufoli, ma anche un uomo adulto o una donna adulta possono avere questo disturbo.
L’acne è così frequente da essere considerato una parte normale della pubertà.
Di solito i brufoli compaiono su:

  • Viso,
  • Spalle,
  • Tronco.

Si può verificare anche sulla schiena bassa, braccia, gambe e glutei.

Non si possono trasmettere i brufoli a un’altra persona, non sono contagiosi.
I brufoli o l’acne possono essere ereditari.

 

Brufoli sul viso nella medicina cinese

Secondo la medicina cinese, la posizione dei brufoli sul viso ha un significato preciso e può indicare la causa.

Sulla fronte
Questa zona del viso è collegata alla vescica e apparato digerente.

Zona tra gli occhi
Questa parte del viso è legata al fegato e al cuore.

Intorno agli occhi/orecchie
La zona tra occhi e orecchie dipende da fegato, reni e ghiandole surrenali.

Guance
Le guance sono legate ai polmoni.

Naso
I brufoli in questa parte del viso possono derivare dal pancreas (parte superiore, tra gli occhi), intestino tenue (parte centrale), cuore (punta del naso).
I brufoli possono indicare problemi di

Mento
Questa zona del viso è legata all’apparato riproduttivo, allo stomaco e all’intestino.

Lati del mento
Quest’area può avere problemi in caso di uno squilibrio ormonale, o stress o problemi di circolazione.

Macchie sul viso
Quando i brufoli vanno via, possono rimanere delle macchie sul viso di colore più scuro a causa dell’iperpigmentazione post-infiammatoria.
Questo è dovuto ad una maggior produzione di melanina che si verifica in caso di infiammazione.

 


Come si formano i brufoli?

L’acne è una malattia della pelle che si manifesta con diversi tipi di lesioni cutanee.
Queste protuberanze possono essere:

I ragazzi hanno l’acne a causa delle alterazioni ormonali che vengono con la pubertà.
La buona notizia è che generalmente l’acne va via quasi completamente con il tempo.

  • Acne,infiammati,brufoliI follicoli dei peli (o pori) della pelle contengono le ghiandole sebacee.
    Queste ghiandole producono il sebo, cioè un olio che lubrifica i capelli e la pelle.
    La maggior parte del tempo, le ghiandole sebacee producono la giusta quantità di sebo.
  • Quando il corpo di un adolescente comincia a maturare, sviluppa gli ormoni che stimolano le ghiandole sebacee a produrre più sebo.
    Se c’è troppo sebo e troppe cellule morte della pelle, i pori si intasano.
  • I batteri possono rimanere intrappolati all’interno dei pori, soprattutto un tipo chiamato Propionibacterium acnes.
    Qui i batteri si moltiplicano, provocando gonfiore e rossore che è l’inizio dell’acne.
  • Se un poro diventa intasato e chiuso, ma è gonfio all’esterno, si chiama punto bianco.
    Se i pori sono intasati, ma rimangono aperti, la superficie sulla pelle diventa scura e si formano i punti neri.
  • A volte la parete del poro si apre, permettendo al sebo, batteri e cellule morte della pelle di aprire una via sotto la pelle.
    In questo modo rimane una pallina piccola e rossa chiamata brufolo.
    I brufoli possono avere una bolla piena di pus che è la conseguenza della reazione del corpo all’infezione batterica.
  • I pori ostruiti che si aprono in profondità nella pelle possono causare noduli infetti o cisti che sono più grandi dei brufoli e possono essere dolorosi.
    Raramente, le grandi cisti che sembrano acne possono essere bolle e ascessi causate da un’infezione da stafilococco.

Alcuni dei falsi miti più comuni:

  • I brufoli sono causati dall’aumento della temperatura del corpo;  FALSO: il sudore può irritare la pelle e causare euruzioni cutanee, ma non l’acne
  • I brufoli sono la conseguenza di alcuni tipi di allergia (reazione allergica); FALSO: una reazione allergica può causare un’eruzione cutanea che è diversa dai brufoli.

Alcune considerazioni:

  • La pelle grassa è soggetta alla formazione dei brufoli: il sebo in eccesso può otturare i pori della pelle e causare punti neri e brufoli.;
  • Dopo aver preso il sole possono comparire i brufoli sul viso. L’esposizione al sole prolungata può causare eruzioni cutanee ed eczemi se non si utilizzano creme solari adeguate. Inoltre, una malattia cutanea chiamata acne di Maiorca peggiora con il sole.
  • Una breve esposizione al sole può rendere i brufoli meno evidenti (meglio della lampada), ma rimanere esposti per troppo tempo può aggravare il disturbo dopo alcuni mesi perché causa l’ispessimento della pelle.

 

Cause dei brufoli

Toccare il viso
Può essere una sorpresa, ma il volto si sporca quando si tocca inconsciamente con le mani durante il giorno.

Latticini e consumo di zucchero
I brufoli sul mento, mascella, collo e mandibola, potrebbero essere causati dall’eccesso di latte e derivati o zucchero nell’alimentazione.

  • Il latte contiene ormoni ed enzimi che stimolano la produzione di sebo.
  • Gli alimenti ricchi di zuccheri alzano i livelli di insulina nel sangue (iperinsulinemia). Questa situazione stimola gli ormoni androgeni e quelli della crescita. Gli ormoni agiscono sulle ghiandole sebacee e stimolano l’eccessiva produzione di sebo.

Non si tratta di un allergia o di un’intolleranza al lattosio.

Stress
Lo stress peggiora la salute della pelle. Questo si verifica quando le ghiandole surrenali producono troppo cortisolo (uno steroide) che stimola le ghiandole sebacee a lavorare di più.

Cosmetici
Quando si applicano dei nuovi prodotti sulla pelle, si potrebbe irritare la pelle o tappare i pori.

Menopausa
Gli ormoni sono messaggeri chimici creati dal corpo per regolare il metabolismo di crescita cellulare, i cicli riproduttivi e l’umore.
Le variazioni ormonali in menopausa possono provocare:

Secondo la medicina naturale e l’igienismo, l’acne è una conseguenza dell’intossicazione dell’organismo.

Le tossine sono la conseguenza dell’alimentazione ricca di:

  • Alimenti trasformati e conservati,
  • Dolci,
  • Carne di maiale e salumi,
  • Alimenti fritti,
  • Latte e derivati,
  • Cereali, in particolare quelli raffinati (come il riso bianco) e quelli con il glutine.
  • Combinazioni alimentari scorrette, per esempio la frutta alla fine del pasto.

latte,latticini,burro,crema

Le tossine e le scorie si accumulano a livello del tessuto cutaneo e ostruiscono i pori della pelle.
Questo è il terreno ideale per la proliferazione dei batteri.
Ci sono degli alimenti considerati innocui, ma in realtà possono provocare problemi intestinali e indirettamente causano malattie e sintomi, tra questi ci sono:

  • Pane,
  • Pasta,
  • Pizza,
  • Cracker e grissini,
  • Biscotti,
  • Yogurt,
  • Formaggi.

Farmaci
Ogni medicina può influenzare il corpo e causare degli inestetismi cutanei.

Ceretta e depilazione
I brufoli dopo la depilazione o la ceretta sono una reazione normale perché la pelle si irrita e può diventare anche rossa.
La durata è breve, circa 2/3 giorni, per accelerare la guarigione si dovrebbe evitare una doccia calda dopo aver tolto i peli.

 

Diagnosi differenziale

La pelle con delle protuberanze rosse può avere diverse cause oltre ai brufoli da acne, per esempio:

 


Brufoli nel neonato

  • Alcuni ormoni materni attraversano la placenta ed entrano nel corpo del neonato.
    Queste sostanze servono per diversi motivi, per esempio permettono la maturazione del polmone del bambino.
    Gli ormoni materni rimangono anche quando il bambino è nato e sono i colpevoli di acne e brufoli.
  • Alcuni lattanti nascono con l’acne, ma è più probabile che i brufoli si vedano a circa 4-6 settimane dalla nascita.
    Se le lacrime, il latte artificiale e la saliva rimangono sulla pelle peggiorano l’acne.
  • Se il bambino ha i brufoli, non utilizzare sapone o creme sul viso perché possono irritare la pelle.
  • Determinati farmaci, malattie virali e reazioni allergiche possono causare un eruzione cutanea simile all’acne.

Terapia per i brufoli nei neonati
Generalmente non serve un trattamento, si consiglia di lavare delicatamente il viso del bimbo con acqua almeno due volte al giorno.
Non effettuare lavaggi troppo frequenti o con forza.

 

Brufoli rossi sul viso

Brufoli in gravidanza

L’acne e i brufoli in viso possono essere più accentuati durante la gravidanza perché la pelle del viso è più secca.
Dall’inizio della gravidanza una donna può avere una maggior produzione di sebo sul viso.
Questo favorisce la formazione dell’acne.
L’acne e i brufoli facciali devono essere trattati con prodotti naturali e non profumati dalle donne incinta.
Se si continua ad avere problemi alla pelle bisogna contattare un dermatologo.

 

Brufoli durante il ciclo mestruale

Il ciclo mestruale medio è di 28 giorni e ogni giorno ha diversi livelli ormonali, nella:

  • Prima metà del ciclo, gli ormoni predominanti sono gli estrogeni,
  • Seconda metà c’è più progesterone.

I livelli di entrambi gli ormoni arrivano ai valori più bassi del mese durante le mestruazioni.

L’ormone maschile testosterone (prodotto in piccole quantità dalle donne) rimane costante tutto il mese.
Quindi pochi giorni prima e durante la fase mestruale, il testosterone è maggiore degli ormoni femminili.
L’aumento del progesterone intorno al periodo dell’ovulazione stimola la produzione di sebo che serve per lubrificare la pelle.
Quando i livelli di progesterone aumentano:

  • La pelle diventa più unta,
  • I pori si ostruiscono.

Questo effetto provoca l’accumulo di sebo sotto la superficie della pelle e la formazione dei brufoli premestruali.

 

Pillola anticoncezionale

La pillola anticoncezionale può aiutare le donne che hanno un chiaro nesso tra:

  • I brufoli,
  • Il ciclo.

Tutto ciò che aumenta i livelli di estrogeni riduce gli effetti del testosterone nelle donne.
La pillola contraccettiva aumenta il livello di proteine di trasporto degli ormoni sessuali nel sangue.
Questa sostanza agisce come una spugna e assorbe il testosterone libero nel sangue che potrebbe causare i brufoli.
La pillola progestinica (che contiene solo progesterone) può peggiorare i brufoli e l’acne.

 

Brufoli sotto la pelle

I brufoli:

  • Si possono sviluppare anche sotto i pori della pelle,
  • Possono causare dei sintomi.

Sotto la pelle, si formano nella parte profonda dei pori.
Questi brufoli di solito si sentono duri sotto la pelle e in genere sono abbastanza dolorosi.

Cura per i brufoli sotto la pelle

  • Non bisogna spremere i brufoli sotto pelle. Non hanno la tipica puntina bianca dei brufoli e si rischia solo di infiammare maggiormente la pelle.
  • Un’altra cosa che può accelerare i tempi di guarigione di un brufolo sottopelle è un impacco caldo.
    Immergere un panno in acqua calda.
    Successivamente bisogna piegarlo e applicarlo sui brufoli sotto pelle.

 

Come curare i brufoli del viso?

La cura dei brufoli si effettua in questo modo:

  1. Detergere: lavare il viso ogni giorno con acqua e prodotti senza solfati (SLES o SLS) e parabeni, come il Cetaphil.
  2. Esfoliare e purificare: L’esfoliazione aiuta a pulire la pelle rimuovendo i residui che tappano i pori: cellule morte, sebo e batteri. Per purficare la pelle si usano le maschere, ad esempio la Cosmetic Warrior di LUSH, da applicare sul viso e lasciare per alcuni minuti, infine lavare con acqua. Ripetere due-tre volte a settimana
  3. Pulizia del viso: utilizzare prodotti come il tonico (senza alcol) e il siero per riequilibrare lo strato lipidico della pelle dopo la detersione e l’esfoliazione.
    Per applicare questi prodotti bisogna utilizzare dei dischetti di cotone morbido.
  4. 4. Ridurre la quantità di sebo: bisogna scegliere prodotti non unti o grassi ma in grado di idratare in profondità la pelle. Meglio un gel o una mousse rispetto alla crema, ad esempio un gel puro di aloe vera.

 

Rimedi naturali per i brufoli rossi sul viso

Sapone di zolfo e di marsiglia: alcuni consigliano di lavare il viso con questi saponi per:

  • I brufoli,
  • La pelle grassa.

Attenzione, possono seccare la pelle.

Bicarbonato: per esfoliare la pelle può essere utile appicare una pasta a base di bicarbonato, due volte a settimana. Per la pasta è sufficiente utilizzare.
Per la pasta è sufficiente utilizzare:

  • 5 cucchiai di bicarbonato,
  • 2 cucchiai di acqua (circa).

Applicare la pasta sui brufoli massaggiando delicatamente. Lasciar riposare un paio di minuti. Lavare con acqua. Fare attenzione a non sfregare troppo per non irritare la pelle.

Miele, aceto di mele e tea tree oil: una maschera con questi ingredienti può essere molto utile per pulire e idratare la pelle del viso con brufoli.

  • Ingredienti:
    • 100 ml di miele,
    • 50 ml di aceto di mele,
    • 10 gocce di tea tree oil.
  • Procedimento:
    • Mescolare gli ingredienti fino a formare un composto omogeneo,
    • Applicare sulla pelle e massaggiare delicatamente,
    • Pulire la pelle con un batuffolo di cotone umido.

Olii essenziali e liquidi antinfiammatori: i più indicati per idratare e sfiammare la pelle con brufoli sono di:

  • Rosa,
  • Rosa moscheta,
  • Fiordaliso,
  • Amamelide

 



Dieta e alimentazione contro i brufoli rossi sul viso e l’acne

Per prevenire e curare l’acne, uno studio pubblicato su Scandinavian Journal of Public Health nel 2012 consiglia di eliminare:

  1. Latte e derivati: creme a base di latte, formaggi freschi e stagionati, yogurt, ecc.
  2. Dolci, bevande zuccherate e farinacei: alimenti che alzano la glicemia.
  3. Margarina e oli vegetali, specialmente se cotti: sono ricchi di acidi grassi trans che peggiorano l’acne.
  4. Frutta lavorata:
    • Frutta disidratata (fichi, prugne, albicocche),
    • Frutta candida
    • Frutta sciroppata
  5. Limitare il consumo di frutta zuccherina:
    1. Banane,
    2. Cachi,
    3. Fichi,
    4. Uva

I medici consigliano di:

  1. Seguire una dieta a basso indice glicemico,
  2. Non friggere.
  3. Gli alimenti più indicati sono frutta (succosa e con guscio) e verdura ricchi di:
    • Grassi omega-3,
    • Antiossidanti,
    • Vitamine A, B, C, E,
    • Sali minerali.
  4. Ridurre il sodio nell’alimentazione perché provoca ritenzione idrica.

frutta,verdura

 

 

 

Quanto durano i brufoli? La prognosi

L’acne di solito va via dopo il periodo dell’adolescenza, ma può durare fino alla mezza età.
Questo disturbo spesso risponde bene al trattamento dopo 6-8 settimane, ma può recidivare.
Se non si effettua il trattamento per l’acne grave si possono formare delle cicatrici da acne.
Ci sono tanti rimedi naturali ed efficaci per trattare questo inestetismo.

Alcune persone (soprattutto adolescenti) possono diventare molto depressi se l’acne non è trattato.

    Articoli utili correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code