Calli ai piedi e duroni

INDICE

I calli e i duroni ai piedi sono ipercheratosi fastidiose e talvolta dolorose che si formano sulla pelle nelle zone di pressione eccessiva.

Differenze tra duroni e calli

Generalmente, un callo si sviluppa sulla parte superiore e laterale delle dita, la parte interna può essere morbida o dura.
I calli duri sono frequenti, hanno dimensioni piccole e si verificano nelle zone di pelle soda e dura.
Le zone ossee del piede sono i luoghi preferiti per i calli duri.
I calli molli hanno un colore biancastro e una consistenza di gomma, di solito si verificano tra le dita dei piedi (area interdigitale), cioè nelle zone di pelle umida e sudata.

I calli sono gialli o chiari; al tatto si sentono delle protuberanze.
Tuttavia, la pelle del callo è spessa e può essere meno sensibile al tatto rispetto alla cute circostante.
I duroni sono più grandi dei calli e non hanno dei margini (bordi) definiti.
Generalmente, i duroni compaiono dove la pelle sfrega contro qualcosa, per esempio un osso, una parte delle scarpe o per terra.
In genere si formano sopra la zona ossea tra la pianta del piede e le dita.
Il peso della persona si scarica su queste zone della cute quando si cammina.

I calli possono avere un aspetto secco, ceroso o traslucido.

Altre differenze tra calli e duroni

  • Generalmente i calli hanno una parte centrale dura.
  • I calli possono avere un centro duro circondato da pelle infiammata.
  • Di solito i calli si verificano in alcune parti della pelle in cui non si appoggia il peso (non sempre).
  • Di solito i calli fanno male alla pressione.
  • I duroni non provocano dolore alla pianta del piede.

Le posizioni più frequenti in cui si formano i calli sono:
1. Sulla pianta, sotto la volta trasversale (quella dei metatarsi);
2. All’esterno del quinto dito (il corrispondente del mignolo), dove sfrega contro la scarpa;
3. Tra il quarto e il quinto dito. A differenza di altri calli che sono costanti e color carne, quelli tra le dita sono spesso biancastri e irregolari. 

Quali sono le causa dei calli e dei duroni?

I calli e i duroni sono causati da una pressione ripetuta per un lungo periodo di tempo o dall’attrito su una parte di pelle.
La pressione provoca la morte delle cellule cutanee e la formazione di una superficie dura e protettiva.
Un callo morbido è formato nello stesso modo, tranne quando la traspirazione è intrappolata nell’area in cui si sviluppa il callo, quindi la formazione dura si ammorbidisce.
Questo si verifica generalmente tra le dita dei piedi.
Il callo non è causato da un virus e non è contagioso.

La manipolazione ripetuta di un oggetto che applica una pressione sulla mano provoca in genere i calli, per esempio:
1. La penna per la scrittura,
2. Alcuni strumenti (chitarra, martello)
3. Le attrezzature sportive (racchetta da tennis, attrezzi per il body building in palestra). Questi calli possono causare dolore alla mano e alle dita.

I calli e i duroni sui piedi sono causati spesso dalla pressione delle scarpe, oltre ai seguenti motivi:

  • Le scarpe strette spremono il piede, soprattutto quelle usate quando si praticano attività sportive (per esempio il calcio o il podismo).
  • Le calzature con il tacco schiacciano la parte anteriore del piede.
  • Le scarpe non allacciate possono causare lo scivolamento del piede e uno sfregamento continuo contro la scarpa.
  • Le scarpe con una suola sottile possono creare più pressione sull’avampiede (parte vicino alle dita) quando si cammina rispetto a quelle con la suola più spessa.
  • Indossare sandali e calzature senza calze può provocare un maggiore attrito.
  • Il piede può sfregare contro una cucitura all’interno della scarpa.
  • Le calze che non si adattano possono provocare una pressione eccessiva dove formano una piega. 

Quali sono i fattori di rischio per calli e duroni?

 

Dito a martello,secondo,terzo,alluce

I seguenti fattori di rischio sono legati a una maggiore incidenza di calli e duroni:

  • Alluce valgo, dita a martello e altre deformità del piede.
  • La borsite dell’alluce è un bozzo anormale e di consistenza ossea che si sviluppa sull’articolazione alla base dell’alluce.
    Un dito a martello si verifica quando un dito del piede si piega verso la pianta.
  • Attrito eccessivo alla mano.
  • Le persone che utilizzano gli utensili a mano senza indossare i guanti hanno un rischio maggiore di sviluppare i calli.
  • Vecchiaia. Gli anziani hanno meno tessuto grasso sotto la pianta del piede, la conseguenza è una minore protezione e un rischio maggiore di sviluppare i duroni.

Quali sono i segni e sintomi di calli e duroni?

Spesso, i pazienti riferiscono una sensazione di camminare sulle pietre.
I seguenti segni o sintomi possono indicare la presenza di calli o duroni:

  1. Un bozzo sopraelevato e indurito
  2. Mani gonfie o piedi gonfi nella zona circostante al callo
  3. Una zona della cute ruvida e ispessita
  4. Pelle secca e screpolata
  5. Pelle squamosa e con consistenza della cera
  6. Dolore alle dita delle mani in caso di calli
  7. Dolore al piede in caso di duroni.

A volte si utilizzano erroneamente i termini calli e duroni per indicare lo stesso disturbo – ma non è la stessa cosa.

Diagnosi di calli e duroni

Il medico deve chiedere al paziente delle spiegazioni sullo stile di vita, inoltre deve controllare le calzature.
Successivamente si effettua un esame fisico.
Se il medico sospetta un problema della struttura ossea sottostante può prescrivere una radiografia del piede.

Diagnosi differenziale
Il medico deve escludere altre formazioni del piede come la verruca e le vesciche.

Calli ai piedi e duroni
Calli ai piedi e duroni

Come curare i calli e i duroni

Il trattamento per i calli e i duroni consiste nell’evitare le azioni ripetitive che hanno causato questi disturbi.
Bisogna indossare correttamente le scarpe adatte, utilizzare imbottiture protettive ed eventualmente dei plantari ortopedici che correggono l’appoggio del piede.
Se un durone o un callo persiste o diventa doloroso, le seguenti terapie possono dare sollievo:
1. Togliere. Il medico può raschiare la pelle ispessita o tagliare un callo con un bisturi, solitamente durante la visita in clinica.
2. Acido salicilico. Il medico può applicare un cerotto che contiene acido salicilico al 40 per cento (per esempio i cerotti del Dr. Scholl), che sono disponibili senza prescrizione medica.
Senza altre indicazioni, è necessario sostituire il cerotto ogni pochi giorni.
Si può utilizzare anche la pietra pomice o una lima per unghie metallica per levigare via la pelle morta prima di applicare un nuovo cerotto.
L’acido salicilico è disponibile anche in forma topica con prescrizione medica per delle aree grandi.
I pazienti con problemi di circolazione (per esempio chi ha il diabete) dovrebbero parlare con il medici prima di effettuare l’autotrattamento di calli e duroni.
3. Farmaco antibiotico. Il medico può suggerire di applicare una pomata antibiotica per ridurre il rischio di infezione.
4. Plantari ortopedici. Se il paziente ha una deformità del piede sottostante (per esempio i piedi piatti), il medico può prescrivere delle suole su misura (plantari) per evitare le recidive di calli o duroni.
5. Intervento chirurgico. In rari casi, il medico può raccomandare l’operazione per correggere l’allineamento dell’osso che sta causando l’attrito.

Il podologo

Un podologo è il professionista specializzato nella valutazione del problema e indica il corretto metodo di trattamento.
L’estetista si occupa dei calli, ma non è un professionista sanitario.
Se c’è una causa di fondo (per esempio un problema della struttura ossea) si può diagnosticare e trattare per impedire la recidiva di calli al piede.
Alcune persone hanno bisogno di una correzione chirurgica delle deformità del piede.
Il podologo può rimuovere i calli e i duroni.
Le persone con diabete o problemi di circolazione del sangue, dovrebbero visitare un podologo per una rimozione sicura dei calli.

Rimedi naturali per calli e duroni

I calli sui piedi si possono curare con metodi fai da te.

I seguenti rimedi casalinghi possono essere efficaci per la rimozione dei calli.
1. Prendere alcuni litri di acqua calda e aggiungere una mezza tazza di bicarbonato di sodio, aspettare il completo scioglimento nell’acqua. Immergere i piedi nella soluzione per circa mezz’ora.
2. Prendere una pietra pomice e strofinare vigorosamente sui calli per rimuovere la pelle morta. Continuare fino ad aver rimosso una buona quantità di tessuto.
Tuttavia, bisogna fare attenzione a non strofinare troppo profondamente perché si può provocare dolore e irritazione.
3. Sciacquare i piedi dopo il trattamento, lavare e asciugare con cura.

4. Utilizzare una lozione per la pelle eccessivamente secca e spalmare sulle zone con calli o duroni. I prodotti naturali più efficaci della pomata sono la vaselina, l’olio di oliva e di cocco.
5. Per mantenere l’idratazione, indossare un paio di calzini di cotone, preferibilmente durante la notte.
Per vedere i risultati bisogna effettuare questo trattamento quotidianamente.
Inoltre, non utilizzare un coltello o una lama per levare i calli in modo più rapido.
Si può causare dolore e un peggioramento ulteriore del disturbo.

Capire ed eliminare la causa dei calli e dei duroni
I calli e i duroni non compaiono dal nulla.
L’attrito e la pressione in eccesso possono produrre delle zone di pelle ispessita e morta.
La soluzione? Capire ed eliminare la causa dello sfregamento, prendere provvedimenti per prevenire calli e duroni.

Tagliare le unghie dei piedi. Le unghie sono fatte per proteggere le dita dalle ferite.
Tuttavia, la pressione di una scarpa su un unghia del piede troppo lunga può spingere l’articolazione distale del dito contro la scarpa, formando un callo.
Per allentare la pressione bisogna tagliare le unghie dei piedi.
Inoltre si consiglia di limare i bordi delle unghie.

Immergere il piede o la mano. L’eliminazione dell’origine del problema è fondamentale, ma il paziente può aver bisogno di un sollievo immediato dal dolore acuto causato dal callo.
Immergere il piede colpito in una soluzione di acqua calda e sali di Epsom, poi applicare una crema idratante e avvolgere il piede in un sacchetto di plastica.
Non servono dei farmaci, i rimedi naturali sono sufficienti.
Tenere il sacchetto per un paio d’ore (ad esempio, mentre si guarda la televisione o si legge,).
Successivamente rimuovere il sacchetto e strofinare delicatamente sul durone effettuando un movimento laterale con una pietra pomice.
Questo trattamento dà un sollievo temporaneo, ma non è una cura.

Non tagliare. Ci sono una miriade di strumenti per togliere e rimuovere calli e duroni in farmacia, ma bisogna evitare questi attrezzi per non fare dei danni.
Il taglio dei calli può causare un’infezione e un’emorragia pesanti, quindi non vale il rischio.

Non camminare sui duroni.
Un’imbottitura è un altro rimedio per avere un sollievo temporaneo dal fastidio di calli e duroni. L’imbottitura sposta la pressione della scarpa da un punto doloroso ad uno che è privo di dolore.
Le pastiglie non medicali per i calli circondano questa formazione con materiale che è in rilievo rispetto alla pelle.

In questo modo protegge i calli dal contatto con la scarpa.
Tagliare un pezzo di fustagno (disponibile presso la farmacia locale) formando due figure di mezza luna e disporre i pezzi su due lati opposti della zona callosa per avere protezione da ulteriori irritazioni.

Separare le dita. Per alleviare il fastidio dei calli tra le dita, tenere le dita separate con un separatore di plastica, il cotone o un pezzo di lana.
Un tampone piccolo di feltro come quelli per i calli duri può essere utilizzato per questo scopo.

Ricoprire i piedi. Quando si prevede di camminare o correre molto, bisogna rivestire le dita dei piedi con un po’ di vaselina per ridurre l’attrito.

Scegliere le scarpe giuste.
Calli e duroni si formano quando la dimensione e la forma della scarpa non sono adatte al piede.
Qui sotto c’è un elenco delle linee guida per prevenire calli e duroni:

  • Provare almeno due misure di scarpe quando si comprano. Non chiedere al commesso una determinata taglia solo perché è quella che si indossa sempre. La dimensione dei piedi cambia quando si invecchia.
  • Bisogna provare la scarpa a destra e sinistra.
  • Stare in piedi durante la prova e verificare che ci sia uno spazio sufficiente tra la punta del piede e la scarpa.
  • Controllare se la scarpa si adatta bene al tallone.