Afte in bocca e sulla lingua

INDICE

Le afte presenti all’interno della bocca si possono manifestare in diverse forme.
L’afta da stomatite si riferisce ad un tipo specifico di ulcera della bocca che provoca molto dolore.

Questa malattia può colpire gli individui di diverse fascie d’età, dai bambini piccoli agli adulti.
Le zone colpite sono:

  • Le labbra,
  • La parte interna della guancia,
  • La lingua.

In alcuni casi si può estendere anche alle porzioni superiori della gola.

Stomatite aftosa o Stomatite Erpetica
La stomatite Erpetica (o herpes labiale) è una malattia del cavo orale che si sviluppa quando la mucosa della bocca si infetta e si sviluppano le vescicole.
È la conseguenza dell’herpes virus che è lo stesso della varicella.
Queste vescicole si possono rompere e causare un forte dolore locale.

La stomatite aftosa è causata da fattori diversi dall’infezione virale.

 

Tipi di afta in bocca

Ulcera minore
Questa afta è abbastanza frequente ed ha una dimensione tra i 3 e i 10 mm.
Servono circa 2 settimane per guarire.

Ulcera Maggiore (malattia di Sutton)
Colpisce:

  • Le guance,
  • Lingua,
  • Labbra.

Interessa soprattutto i ragazzi dopo aver attraversato la fase puberale.
Ha una dimensione maggiore di 10mm e bordi irregolari.
Queste lesioni solitamente lasciano cicatrici dopo la guarigione.
La guarigione è lenta (20-30 giorni) e le recidive sono frequenti, anche dopo meno di un mese.

Ulcera erpetiforme
Questo è un grave tipo di ulcera, meno comune che si sviluppa in gruppo (a grappolo).
Le afte erpetiformi:

  • Hanno piccole dimensioni da 1 a 2 mm,
  • Possono essere anche un centinaio.

Generalmente colpiscono le femmine dopo i 30 anni, provoca un forte dolore.

Le afte erpetiformi guariscono in due-tre settimane ma recidivano con frequenza.

 

 

Cause delle afte in bocca

I motivi precisi per cui si forma l’afta rimangono poco chiari, anche se i ricercatori sospettano che la combinazione di diversi fattori contribuisce alla formazione dei focolai.

I possibili fattori scatenanti delle afte sono:
1. Un lieve trauma in bocca causato da:

  • Un intervento dentale,
  • Spazzolatura troppo forte,
  • Incidenti sportivi,
  • Un morso sulla guancia;

2. Dentifrici e collutori contenenti sodio laurilsolfato;
3. Allergie alimentari, soprattutto al:

  • Cioccolato,
  • Caffè,
  • Fragole,
  • Uova,
  • Noci,
  • Formaggio,
  • Aceto.

4. Una dieta carente di:

  • Vitamine (per esempio la B3 o B12),
  • Zinco,
  • Folati (acido folico),
  • Ferro;

5. Una reazione allergica a certi batteri in bocca;
6. Helicobacter pylori, gli stessi batteri che causano l’ulcera gastrica – questo legame non è stato ancora provato.
7. Cambiamenti ormonali durante il ciclo mestruale;
8. Stress emotivo;
9. Sostanze contenute nei farmaci per la chemioterapia.
10. Dimagrimento o digiuno. Quando il corpo utilizza le riserve di grasso corporeo, si liberano le tossine contenute nel tessuto adiposo che vanno nel sangue.
Si possono verificare alcuni sintomi come:

Le afte si possono verificare anche a causa di alcune malattie, come ad esempio:

1. Celiachia, una grave malattia intestinale causata dall’intolleranza al glutine, una proteina che si trova nella maggior parte dei grani;
2. Malattie infiammatorie intestinali, come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa;
3. Malattia di Behçet, una malattia rara che provoca l’infiammazione in tutto il corpo, compresa la bocca;
4. Un sistema immunitario difettoso che attacca le cellule sane in bocca invece degli agenti patogeni, come virus e batteri;
5. AIDS, che sopprime il sistema immunitario;

 


Sintomi delle afte in bocca

Le ulcere aftose sono piaghe dolorose:

  • All’interno della bocca, delle guance , delle labbra,
  • Sulla lingua, gengive e palato.

I sintomi frequenti delle afte sono:
1. Bruciore alla bocca o formicolio fino a 24 ore prima della comparsa della piaga
2. Ulcere che hanno un colore bianco, grigio o giallo con un bordo rosso
3. Ci può essere mal di gola se le afte si trovano in questa zona
4. Piaghe dolorose in bocca.
5. Difficoltà e dolore a parlare, mangiare o deglutire.

Sintomi meno frequenti che possono anche indicare un’infezione sottostante più grave sono:
1. Febbre
2. Linfonodi ingrossati
3. Lingua gonfia.

Contattare il medico se le afte sono:
1. Più grandi del solito;
2. Diffuse;
3. Durano più di 3 settimane;
4. Causano forti dolori anche dopo l’assunzione di antidolorifici da banco;
5. Causano difficoltà a bere abbastanza liquidi per rimanere idratati;
6. Accompagnate da febbre.

Afte in bocca e sulla lingua
Afte in bocca e sulla lingua

Le afte sono la stessa cosa delle vescicole da herpes labiale?
No, le afte sono diverse dalle bolle dell’herpes labiale.
Le ulcere aftose non erpetiche che si verificano all’interno della bocca non sono contagiose.
Le vescicole da herpes sono infezioni causate dal virus herpes simplex e si verificano principalmente sulle labbra o all’esterno della bocca e sono infettive.

Così come si può dire se una piaga è un afta o un ulcera da Herpes?
L’Herpes labiale solitamente si sviluppa all’esterno della bocca, intorno alle labbra, mento o narici.
Le ulcere aftose sono diverse: si sviluppano solo all’interno della bocca.

 

Cura per le afte nella bocca e sulla lingua

Farmaci
Se l’ulcera è dolorosa, il medico può prescrivere una cura farmacologica per alleviare i sintomi.
Bisogna stare attenti in gravidanza e allattamento perché queste medicine sono controindicate.

Colluttorio antimicrobico
Il colluttorio antimicrobico aiuta a uccidere i batteri, virus o funghi che possono causare un’infezione della bocca se non si riesce a spazzolare i denti correttamente.
La Clorexidina gluconato è il colluttorio prescritto più frequentemente.
Normalmente si deve usare due volte al giorno.

Cortisonici
I cortisonici sono dei farmaci che riducono l’infiammazione.
I farmaci per l’ulcera in bocca contengono una bassa dose di cortisone per rendere meno dolorosa la piaga.
È meglio iniziare ad usare il farmaco appena si sviluppa un’afta in bocca.
L’idrocortisone è il cortisonico più prescritto.

Antidolorifici
Se le afte in bocca sono molto dolorose, il medico può prescrivere un antidolorifico da applicare direttamente sull’ulcera.
Il medico di solito prescrive la benzidamina (TANTUM VERDE ®), che non può essere preso sotto forma di colluttorio o spray.
Non bisogna prendere la benzidamina per più di sette giorni di fila.
Il medico può prescrivere:

  • Gli antinfiammatori in pastiglia o in bustine, per esempio l’Oki,
  • I prodotti da banco che contengono la benzocaina come anestetico.

 

 

Afte in bocca,afta,lingua,labbroRimedi naturali della nonna per le afte in bocca

Per alleviare il dolore e accelerare la guarigione:

  • Sciacquare la bocca. Utilizzare l’acqua salata, il bicarbonato di sodio (sciogliere 1 cucchiaino di soda in 1/2 tazza di acqua calda).
    Sputare il liquido dopo il risciacquo.
  • Coprire le afte con una pasta di bicarbonato di sodio e una piccola quantità di acqua, quanto basta per creare una pasta.
  • Applicare ghiaccio all’afta consentendo di sciogliersi lentamente sulle piaghe.
  • Lavare i denti delicatamente usando una spazzola morbida e un dentifricio che non produce schiuma, come Biotene o Buccagel.
  • Prendere un integratore di complesso vitaminico B-100 quotidianamente.
  • Provate ad applicare la tintura di propoli, disponibile presso le farmacie.
    La propoli è il cemento prodotto dalle api per costruire l’alveare, ha notevoli proprietà antisettiche e curative.
  • Liquirizia, un estratto di liquirizia con proprietà curative per le mucose che si può acquistare nel negozio di alimenti biologici in polvere o compresse.
    Fare una pasta di questa sostanza con la saliva e applicarla alla zona dolorante.
  • I probiotici sono dei prodotti che aiutano a reintegrare i batteri buoni nel tratto digestivo e possono essere utili in caso di afte.
  • Cercare di ridurre al minimo il fastidio da afte evitando:
    • Cibi acidi e piccanti,
    • Gli alimenti abrasivi (per esempio le noci che possono essere irritanti).

afta,lingua,afteCure naturali per le afte in bocca

Aloe vera
Sciacquare la bocca più volte al giorno con un po’ succo di aloe vera.
Applicare il gel di aloe vera o il succo direttamente sulla piaga (ricavato dall’interno di una foglia di aloe).
Utilizzare 1 cucchiaino di gel di aloe vera tre volte al giorno.
Non utilizzare il gel di aloe vera confezionato perché può essere tossica.

Miele e curcuma: mescolare 1 cucchiaino di miele con 1/4 di cucchiaino di curcuma e spalmare sulla piaga.

Collutorio di tea tree oil: preparare un collutorio aggiungendo 5 gocce di olio di tea tree in 1/3 di tazza d’acqua.
Tenere questo collutorio in bocca per circa 30 secondi, poi sputare.
Il tea tree oil agisce come collutorio antisettico e aiuta a prevenire le infezioni secondarie, inoltre anche a guarire la ferita.
Si può preparare un collutorio con acqua salata sciogliendo mezzo cucchiaino di sale in una tazza d’acqua.
Tenere questo collutorio per circa 30 secondi e poi sputarlo fuori.

Omeopatia
Tra i rimedi omeopatici i più indicati ci sono:
1. Borax
2. Mercurius solubilis
3. Nitricum acidum
4. Sulfuricum acidum.

 


Dieta e alimentazione per le afte in bocca

Secondo le terapie naturali, l’afta è una valvola di sfogo per eliminare le tossine del sangue.
Molte persone hanno risolto i problemi di salute seguendo un’alimentazione naturale, tra cui:

In base a questi regimi alimentari, la natura si basa sugli alimenti disponibili e non lavorati, gli animali mangiano quello che trovano in natura senza contare:

  • Calorie,
  • Quantità di vitamine e sali minerali negli alimenti,
  • Percentuale di carboidrati, grassi e proteine nell’alimentazione.

Il corpo produce delle tossine che deve eliminare attraverso:

  • Respirazione,
  • Evacuazione intestinale,
  • Urine,
  • Pelle.

Generlamente le malattie della pelle non dipendono da problemi cutanei, ma dall’accumulo di tossine nel sangue.
Per esempio, l’ittero (pelle giallastra) e il prurito possono essere causati da malattie del fegato.
La pelle può guarire solo dopo aver ridotto le tossine nel sangue, per fare questo è necessario:

  • Diminuire la produzione di tossine con un alimentazione naturale (senza cereali, latticini, dolci, condimenti, ecc.) e riducendo la quantità di cibo ingerito.
  • Aumentare l’espulsione dei prodotti di scarto. L’attività fisica all’aperto permette di aumentare il flusso di sangue verso la pelle, da qui si possono espellere le tossine attraverso il sudore.
    Un alimentazione ricca di frutta succosa e con guscio, verdura e legumi favorisce l’evacuazione intestinale.

 

 

Quanto durano le afte in bocca? Prognosi

Le afte ricorrenti minori da stomatite o Herpes hanno una durata breve.
Il corretto intervento medico assicura una buona prognosi anche per le ulcere maggiori.
La malattia non è cronica se non è provocata da:

  • Una patologia infiammatoria dell’intestino,
  • La sindrome di Behçet.

Le piccole ulcere guariscono in circa 10-14 giorni, ma le ulcere erpetiformi possono aver bisogno anche di un mese per passare.

 

Prevenzione delle afte in bocca

La prevenzione delle afte prevede di evitare gli alimenti abrasivi, acidi o piccanti che possono causare dolore e ulteriore irritazione.
La frutta secca come le noci e lo zucchero artificiale (contenuto nei dolci) possono favorire le recidive.

    Articoli utili correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code