Astigmatismo – occhiali, lenti a contatto e operazione laser

Terapia per l’astigmatismo

Quasi tutti i gradi di astigmatismo possono essere corretti con occhiali o lenti a contatto.

INDICE

Per una persona con astigmatismo lieve possono non essere necessarie le lenti, tranne se sono presenti anche altri disturbi come la miopia o l’ipermetropia.
Se l’astigmatismo è elevato, il medico prescrive le lenti correttive.
 

Esercizi per l’astigmatismo

L’oculista sconsiglia di sforzare gli occhi perché si concentra soprattutto sulla riduzione dei sintomi come occhio stanco e mal di testa.
In realtà, per migliorare la vista si consiglia la seguente ginnastica oculare:

  1. Leggere in una stanza con illuminazione scarsa,
  2. Leggere un libro con caratteri piccoli,
  3. Allenarsi a leggere da vicino e lontano, soprattutto dove ci sono più difficoltà.

Esercizi più efficaci per l’astigmatismo
Si consiglia di effettuare questi esercizi per almeno 15 minuti al giorno.
Consigliamo di effettuare questo programma di esercizi in vacanza oppure dopo pranzo, tutti i giorni.
Spesso in una settimana si risolvono i problemi di vista, anche se alcune persone potrebbero aver bisogno di diverse settimane.

  • Questo esercizio si svolge all’esterno. Guardare un oggetto (per esempio una penna) a 30cm di distanza circa per 5 secondi, poi guardare un oggetto (per esempio un cartellone) a 20/30 metri di distanza per alcuni secondi. Infine guardare di nuovo la penna. Ripetere tante volte,
  • Si mette una matita o una penna a 30/35cm di distanza dagli occhi. Spostare quest’oggetto in tutte le direzioni (alto, basso, destra, sinistra, avanti e indietro) e l’occhio deve seguire il movimento.
  • Fissare il dorso del naso per alcuni secondi, poi rilassarsi.
  • Guardare obliquamente in alto a destra più possibile, poi spostare lo sguardo nel punto opposto (in basso e a sinistra). Ripetere tante volte, poi spostare il movimento in alto e a sinistra e poi in basso a destra.

 

 

Dieta e alimentazione per l’astigmatismo


Il medico e l’oculista non danno consigli alimentari al paziente, ma la salute degli occhi dipende dalla salute dell’organismo.
La vista dipende dalla capacità di accomodazione del cristallino.
Se questo meccanismo funziona bene si può vedere bene anche se le dimensioni dell’occhio non sono ideali e la forma non è perfettamente sferica.
L’accomodazione è permessa dalle strutture che modificano la forma di questa lente:

  1. Muscoli ciliari,
  2. Legamenti sospensori,
  3. Nervo ciliare breve – un ramo del nervo Oculomotore (terzo nervo cranico).

Secondo la dieta del gruppo sanguigno, l’astigmatismo è provocato dal consumo di latte e latticini.

In base alla medicina naturale e l’igienismo di Shelton, l’alimentazione con proteine animali e cibi elaborati provoca le malattie, tra cui l’astigmatismo.
A livello intestinale, è importante che gli alimenti ingeriti non provochino:

1. Putrefazione
2. Fermentazione.

Per avere un sangue sano e non ammalarsi, è fondamentale mangiare degli alimenti:

1. Crudi,
2. Semplici,
3. Naturali.

I più importanti igienisti e naturopati (Shelton, Lezaeta, ecc.) consigliano di mangiare:

  • Frutta,
  • Verdura cruda,
  • Noci e semi
  • Patate
  • Legumi, possibilmente freschi.

 

Occhiali per correggere l’astigmatismo


L’astigmatismo può essere corretto con occhiali da vista, lenti a contatto o con il Laser.

L’asse dell’astigmatismo nelle prescrizioni per gli occhiali e le lenti a contatto descrive il percorso del meridiano più piatto dell’occhio usando una scala di 180 gradi.
Oltre al potere della lente sferica utilizzato per correggere la miopia o l’ipermetropia, l’astigmatismo necessita dell’indicazione della differenza tra i due meridiani principali dell’occhio.

Una prescrizione di occhiali per la correzione dell’astigmatismo miopico potrebbe apparire così:-2.50-1.00 x 90.

  1. Il primo numero (-2.50) è la gradazione della sfera (in diottrie) per la correzione della miopia nel meridiano più piatto (meno miope) dell’occhio.
  2. Il secondo numero (-1.00) è la potenza del cilindro per la correzione della miopia supplementare nel meridiano più incurvato. (-2.50 +-1.00 = D-3.50)
  3. Il terzo numero (90) è l’asse dell’astigmatismo. Questa è la posizione (in gradi) del meridiano principale più piatto, su una scala rotante di 180 gradi (in cui 90 gradi indica il meridiano verticale dell’occhio e 180 gradi indica il meridiano orizzontale).

Se si portano lenti a contatto morbide toriche per la correzione dell’astigmatismo, la prescrizione di lenti a contatto comprende:

  1. Una gradazione sferica,
  2. Una gradazione cilindrica,
  3. Un’indicazione degli assi.

Le lenti a contatto gas permeabili possono correggere l’astigmatismo. Queste lenti sono rigide e sostituiscono la cornea come superficie rifrangente dell’occhio.

In certi casi il paziente ha problemi di vista notturna (per esempio alla guida) causati da una correzione non adatta dell’astigmatismo con le lenti o con gli occhiali.
Le luci notturne potrebbero avere un effetto a stella, con la formazione di aloni.

 

Chirurgia rifrattiva per l’astigmatismo 

L’intervento di chirurgia refrattiva con LASIK può correggere la maggior parte dei tipi di astigmatismo.


Cheratectomia fotorefrattiva (PRK) – si rimuovono alcuni strati protettivi esterni della cornea .
Un laser ad eccimeri cambia la forma della cornea rimuovendo una parte di tessuto corneale.
Quando la cornea guarisce, è più sferica.
Questa procedura può essere molto dolorosa.
Può servire fino a un mese per recuperare completamente la vista.

LASEK (Laser keratomileusis epiteliali) – si utilizza l’alcool per ammorbidire la superficie della cornea e poi si rimuove.
Si rimuove uno strato molto sottile della cornea, così l’occhio è meno vulnerabile alle lesioni rispetto alla PRK.
Si utilizza un laser per modificare la forma della cornea, poi si richiude.
Il LASEK può essere scelto per un paziente con la cornea sottile.
Il tempo di recupero della vista può essere fino a una settimana.

Laser in situ photorefractive (LASIK) – il medico utilizza un dispositivo denominato keratome per fare un’incisione sottile e rotonda a forma di cerniera.
Questo si può effettuare utilizzando un laser speciale.
La chirurgia LASIK provoca meno dolore rispetto alle altre tecniche e il paziente recupera la vista entro pochi giorni.
Per stabilizzare la vista serve circa un mese, ma generalmente sono sufficienti pochi giorni per notare un ottimo miglioramento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code