Vaginismo – cause, sintomi e terapia

INDICE

Il vaginismo è un disturbo femminile in cui le pareti muscolari della vagina hanno una contrazione o spasmo quando si tenta di penetrare all’interno, ad esempio con un tampone per un esame diagnostico.

I sintomi possono variare tra le donne.
Alcune donne notano che si chiude completamente durante un contatto, altre ragazze possono inserire un tampone ma non riescono ad avere rapporti sessuali, infine alcune femmine possono avere dei rapporti sessuali, ma sentono un forte dolore vaginale.

Il vaginismo si può manifestare con diversi sintomi e gradi di intensità.


 

Tipi di vaginismo

Vaginismo primario
Il vaginismo primario si verifica quando una donna non ha mai avuto rapporti sessuali senza dolore.
Generalmente si scopre quando la ragazza ha meno di 20 anni perché molte giovani ragazze nel mondo occidentale tentano di utilizzare dei tamponi, hanno dei rapporti sessuali o si sottopongono ad un Pap test.

Vaginismo secondario
Il vaginismo secondario si verifica nelle donne che in precedenza hanno già avuto dei rapporti sessuali.
Questo può essere dovuto a cause fisiche come un infezione da lievito, un trauma durante il parto oppure può essere dovuto a cause psicologiche.
Alcune donne con vaginismo secondario hanno difficoltà con gli esami ginecologici o nell’inserimento di un tampone a causa della contrazione involontaria.

 

Altre classificazioni del vaginismo 

I medici e gli specialisti possono utilizzare altri termini medici riferendosi al vaginismo:

Apareunia
L’apareunia è un termine generale che si riferisce ad una malattia caratterizzata da gravi alterazioni dell’apparato genitale in cui una persona non è in grado di avere rapporti sessuali.
Se il vaginismo impedisce completamente un rapporto è un tipo di apareunia.

Dispareunia
La dispareunia è un termine usato per indicare una malattia che provoca dolore durante i rapporti sessuali.
Il vaginismo è considerato un tipo di dispareunia, ma può causare sintomi anche durante gli esami diagnostici.


 

Quali sono le cause di vaginismo?

Diverse cause possono provocare il vaginismo, anche se non si sà con certezza il motivo.
Per alcune donne può essere causato da un’esperienza traumatica, come un parto difficile o un abuso sessuale.
È possibile associare l’attività sessuale al dolore, quindi si evita di avere rapporti sessuali per prevenire la sofferenza.
Una malattia chiamata vestibolodinia è una causa molto frequente di vaginismo.
La causa dovrebbe essere l’ipersensibilità dei nervi all’apertura della vagina e provoca dolore o fastidio quando si tenta la penetrazione.
Alcune donne con vestibolite o vulvodinia sentono dolore anche quando si inserisce un tampone vaginale.
Il vaginismo può essere causato dall’infiammazione o da una ferita alla vagina o alla vulva.


 

Come si manifesta il vaginismo?

I seguenti sintomi sono importanti indicatori di vaginismo:

  • Bruciore o dolore per la contrazione muscolare durante i rapporti sessuali
  • Fastidio nei rapporti sessuali che insorge dopo il parto, malattie veneree, isterectomia, cancro, interventi chirurgici all’utero o alle ovaie, stupro, menopausa, infezioni urinarie o da candida vaginale, ecc.
  • Difficoltà nell’inserimento di tamponi, per esempio quando si fa una visita ginecologica
  • Contratture agli altri muscoli (gambe, schiena, ecc.) del corpo
  • Blocco della respirazione quando si tenta una penetrazione sessuale.


 

Diagnosi di vaginismo

Non esiste un test definitivo per diagnosticare il vaginismo, quindi spesso si vedono diversi medici o specialisti prima di arrivare alla diagnosi.
In genere la diagnosi  è determinata controllando la storia clinica del paziente e la descrizione dei sintomi oltre alla visita ginecologica.
Bisogna escludere altre malattie che provocano sintomi vaginali come:


 

Domande frequenti sul vaginismo

È possibile che la vagina sia troppo piccola?
Quando una donna ha difficoltà durante la penetrazione, raramente la causa è una vagina piccola o anormale, mentre quasi sempre è provocato dal vaginismo.

Che influenza può avere il vaginismo sui mariti o sui partner?
I problemi sessuali provocati dal vaginismo possono influenzare negativamente tutti gli aspetti di una relazione.
Superare il vaginismo insieme può migliorare e rafforzare il legame di coppia e può portare il recupero necessario.

Le emozioni che possono provare i partner di genere maschile sono:

  • Rifiuto
  • Senso di colpa
  • Rabbia
  • Frustrazione
  • Confusione
  • Paura
  • Allontanamento.

Il vaginismo potrebbe essere solo nella mia testa?
È una malattia in cui ci sono diversi fattori fisici e/o emotivi con un ruolo complementare.
Anche se le emozioni, i ricordi di esperienze passate o alcune ansie specifiche potrebbero essere tra le cause di vaginismo, ci possono essere anche altri fattori.
La terapia deve considerare gli aspetti fisici ed emotivi del vaginismo.

Perché alcuni medici non capiscono questo disturbo?
Il vaginismo è un disturbo che spesso è sottovalutato dai medici generici.
Dato che il vaginismo è considerato nella categoria “meno dell’1% della popolazione”, molti medici non lo considerano o non lo conoscono.

Il vaginismo andrà via da solo?
Il vaginismo è una malattia perpetua che richiede una terapia per rompere il ‘circolo vizioso del dolore.


 

Qual è la terapia per il vaginismo?

Di solito il trattamento comprende consulenza, formazione ed esercizi muscolari.

Gli esercizi di Kegel consistono nella contrazione ripetitiva e nel rilassamento dei muscoli pelvici.
Gli esercizi possono migliorare il controllo dei muscoli vaginali.
Gli esercizi di dilatazione vaginale utilizzano le dita del paziente o degli strumenti chiamati dilatatori.
Si inseriscono dei dilatatori di diverse dimensioni nella vagina, aumentando gradualmente il diametro del dilatatore.
Le donne dovrebbero svolgere gli esercizi di Kegel mentre i dilatatori sono nella vagina.

 

Quando il vaginismo è guarito si può avere una recidiva?
La guarigione dal vaginismo è permanente perché le abilità apprese durano tutta la vita.

La terapia funziona?
Il vaginismo è considerato il disturbo sessuale femminile con la miglior percentuale di guarigione.
Molti studi hanno dimostrato che le percentuali di successo della terapia si avvicinano al 100%.

Quanto tempo serve per guarire dal vaginismo? (prognosi)
La guarigione dal vaginismo in tempi ragionevoli è il normale risultato del trattamento.
Alcune donne riferiscono di aver risolto il vaginismo primario in meno di una settimana, anche dopo anni di rapporti apparentemente impossibili, mentre altre hanno segnalato che la durata del trattamento è di alcuni mesi, anche se il vaginismo sembrava meno grave all’inizio.