Sindrome da stanchezza cronica

INDICE

La sindrome da stanchezza cronica provoca fatica tutto il giorno, così grave da non riuscire a concentrarsi nelle attività quotidiane.
Questa malattia può colpire chiunque, in particolare interessa le donne tra i 20 e i 45 anni.
Nei bambini l’età più frequente è tra 13 e 15 anni, ma si può verificare anche prima.


 

Cause della sindrome da stanchezza cronica

L’apatia non ha una sola causa, ma ci possono essere diversi motivi.

Malattie
La stanchezza estrema può essere un sintomo di alcune malattie, per esempio:
1. Anemia
2. Diabete
3. Ipotiroidismo
4. Disturbi cardiaci
5. Problemi polmonari, renali o del fegato,
6. Un tumore in fase avanzata,
7. Lupus eritematoso sistemico
8. Mononucleosi infettiva,
9. Virus di Epstein Barr,
10. Malattie renali,
11. Epatite,
12. Influenza,
13. Broncopneumopatia cronica ostruttiva, (BPCO),
14. Fibromialgia,
15. Artrite reumatoide,
16. HIV,
17. Cancro.

Disturbi psicologici
Le persone che stanno attraversando una fase emotivamente difficile possono soffrire di stanchezza cronica. Tra le malattie che possono causare la perdita di forza o stanchezza ci sono:
1. Depressione
2. Ansia
3. Anoressia
4. Bulimia
5. Dolore
6. Stress

Farmaci
Tra i farmaci che causano fatica cronica ci sono:
1. Cortisonici
2. Antidepressivi
3. Farmaci anti-ansia
4. Sedativi
5. Farmaci anti-ipertensivi

Pessimo stile di vita
Una vita stressante e sempre di corsa non permette di dormire bene o di svolgere esercizio fisico.
Inoltre, la maggior parte delle persone non seguono una sana alimentazione.
Questi fattori influiscono negativamente sulle energie
Il cibo da fast food e le bevande contenenti caffeina possono essere molto dannose.
Tra le cause di debolezza cronica ci sono anche:
1. Fumo,
2. Droga,
3. Alcolici.
Il cambio di stagione può influire sul sonno e quindi può causare una stanchezza eccessiva.
In primavera ed estate le ore di sole aumentano e si dorme meno, inoltre il caldo causa una sudorazione notturna che può provocare il risveglio.

Stress sul posto di lavoro
La stanchezza può essere provocata anche da:

  • Stress nell’ambiente lavorativo,
  • Troppe ore di lavoro,
  • Mancanza di soddisfazione professionale,
  • Problemi di relazione con colleghi e superiori,
  • Paura di perdere il lavoro,
  • Il lavoro notturno.

Insonnia
L’apnea notturna è uno dei principali motivi dell’insonnia.
A causa del restringimento delle vie respiratorie, la persona non è in grado di respirare correttamente e russa durante il sonno.
Tra le altre cause di insonnia c’è lo stress, l’ansia e l’esofagite da reflusso.

Menopausa
La sindrome da stanchezza cronica si può verificare dopo la menopausa a causa del calo degli estrogeni.

Parto
La prima settimana post parto può essere caratterizzata da fatica estrema a causa di:

  • Sforzo per il travaglio,
  • Repentina variazione degli ormoni.

Di solito passa da sola, ma in alcuni casi può evolvere verso la depressione post-partum.


 

Sintomi della sindrome da stanchezza cronica

Altri sintomi di questa sindrome sono:

 

Sintomi di affaticamento estremo

Mancanza di respiro – I motivi della dispnea possono essere un’infezione, disturbi nervosi, asma o un’allergia.
Debolezza – la stanchezza colpisce i muscoli del corpo. Di solito, la debolezza muscolare si verifica a causa di disturbi del sonno, depressione, traumi, ecc.
Vertigini – I giramenti di testa e lo svenimento sono provocati dalla mancanza di riposo, pressione bassa, disidratazione, malattie cardiache, ecc.
Palpitazioni – le palpitazioni sono delle sensazioni che il cuore non batte come dovrebbe.
Tra le cause delle palpitazioni ci sono lo stress, l’ansia e alcuni farmaci.
Problemi cognitivi – la sindrome della stanchezza cronica influenza solo la memoria a breve termine, mentre quella a lungo termine rimane inalterata.
Depressione – gente comincia ad sempre depressa per l’impossibilità di eseguire delle attività elementari.

Altri sintomi che sono stati segnalati sono:


 

Diagnosi della sindrome da stanchezza cronica

Non c’è un singolo test per confermare la diagnosi della sindrome da stanchezza cronica.
Poiché i sintomi di questa malattia sono simili ad altre patologie, il medico deve effettuare dei test per escludere delle altre malattie.


 

Cause della stanchezza cronica dopo mangiato

Zucchero
Dopo un pasto con dei dolci si sente un picco di energia e poi un crollo.

Stanchezza mentale dopo un pasto abbondante
Dopo un pasto ricco di grassi il corpo devia il flusso di sangue verso il sistema digestivo, quindi si riduce l’apporto di ossigeno al resto del corpo.

Depressione
Le persone che soffrono di depressione a volte hanno una sensazione di fatica dopo aver mangiato.
Ecco come funziona, le persone depresse mangiano molto un gionro e il giorno dopo potrebbero digiunare.
Questa si verifica perché la ghiandola pituitaria va in tilt e non riesce a controllare le funzioni corporee.
La conseguenza è la fatica dopo mangiato.

 

Stanchezza dopo aver mangiato cibi zuccherati

Squilibrio della serotonina
La serotonina è una sostanza chimica che trasmette segnali da una zona del cervello a altra. Essa influenza le cellule cerebrali che controllano le seguenti funzioni:
1. Sonno,
2. Appetito,
3. Memoria.
Quando aumentano i livelli di zucchero nel sangue, il pancreas rilascia più insulina.
In alcune persone, la produzione eccessiva di insulina causa un blocco della produzione dell’enzima triptofano idrossilasi che serve per formare la serotonina.
Uno squilibrio della serotonina può provocare stanchezza e sonnolenza.

Ipoglicemia reattiva
Se la stanchezza dopo aver mangiato è accompagnata da altri sintomi come palpitazioni, nervosismo, vertigini, capogiri, mal di testa, sudorazione, insonnia e attacchi di panico, la causa può essere l’ipoglicemia reattiva.

Prediabete
Un motivo per la stanchezza dopo aver mangiato lo zucchero potrebbe essere il prediabete.


 

Sindrome da stanchezza cronicaCause della fatica di mattina

Gravidanza
La gravidanza disturba il normale equilibrio ormonale nel corpo, tra le conseguenze ci sono: nausea mattutina e fatica.

Insonnia
La scarsa qualità del sonno è tra i principali motivi di stanchezza mattutina.

Dieta pessima
Un alimentazione non adeguata causa una sensazione di mancanza di energia al mattino.

Alcol
Una persona può essere molto stanca al mattino dopo una sbornia.

Morbo di Addison
Nel morbo di Addison, le ghiandole surrenali sopra i reni non funzionano correttamente, quindi non producono una quantità sufficiente di alcuni ormoni.

Gli ormoni surrenalici sono coinvolti nella sintesi di energia perché convertono i grassi e i carboidrati in zucchero necessario per il funzionamento delle cellule.
Quindi, la disfunzione delle ghiandole surrenali può causare fatica al mattino.

Fibromialgia
La fibromialgia provoca insonnia, fatica, dolori muscolari e rigidità.


Problemi di tiroide
Un disturbo della tiroide come l’ipotiroidismo può contribuire alla fatica di mattina perché significa che la tiroide non produce abbastanza ormoni che regolano il metabolismo.

Anemia
In questa malattia, il numero di globuli rossi nel corpo è ridotto (ematocrito basso) e può causare tanti effetti collaterali, tra cui stanchezza al risveglio, dolore toracico e difficoltà nella respirazione.

 

Stanchezza pomeridiana

Cause
1. Una persona che non ha dormito abbastanza la notte precedente si sente stanca tutto il giorno.
2. Un pranzo pesante, con molti grassi o zuccheri.
3. Saltare la colazione o il pranzo può provocare stanchezza.
4. Carenza di ferro nel sangue.


 

Terapia per la sindrome della stanchezza cronica

Non esiste una cura in grado di guarire da questa malattia, ma ci sono delle terapie per ridurre i sintomi.

Per il trattamento della fatica cronica il medico prescrive:

  1. Fisioterapia,
  2. Integratori alimentari,
  3. Farmaci antidepressivi,
  4. Medicine alternative e complementari
  5. Tra i trattamenti con effetti benefici scientificamente provati c’è solo la terapia cognitivo-comportamentale.


La terapia cognitivo-comportamentale è una cura psicologica che aiuta i pazienti a conoscere i sintomi e ad elaborare delle strategie per affrontarli.
È un trattamento abbastanza efficace per il disturbo da stanchezza cronica.

 

Terapia di esercizio fisico per la sindrome da stanchezza cronica

È un tipo di terapia fisica che comprende degli esercizi per ridurre gli effetti della fatica cronica nei pazienti.


 

Rimedi naturali per superare la stanchezza

È sempre meglio consultare un medico prima di iniziare qualsiasi trattamento.
Dopo aver capito la causa della fatica, il medico prescrive dei farmaci adatti.
Di seguito ci sono alcuni consigli aiutano a ridurre l’effetto della stanchezza.

1. Dormire bene è necessario all’organismo. Un adulto dovrebbe riposare almeno 7 ore di sonno ogni giorno.
2. Evitare gli alcolici e la caffeina.
3. Smettere di fumare.
4. Una corretta e sana alimentazione allevia la fatica e migliora la salute in generale.
5. La gestione dello stress è possibile con delle tecniche di rilassamento come lo yoga, lo shiatsu, il reiki e i massaggi rilassanti.
6. Una vita meno stressante, meno sedentaria e più all’aperto aiutano a combattere l’ansia e la depressione.

Alcune cure naturali per la sindrome da stanchezza cronica sono:

  • Iniezioni di magnesio intramuscolo per le persone che hanno il magnesio basso.
  • Una combinazione di olio di pesce ed olio di enotera,
  • Melatonina,
  • Nicotinamide adenin dinucleotide,
  • Carnitina.


Queste sostanze hanno avuto dei risultati incoraggianti negli studi preliminari. Tuttavia, molti di questi promettenti risultati iniziali non sono stati confermati dagli studi a lungo termine oppure le ricerche originali erano svolte su un campione insufficiente di soggetti.

Le vitamine contenute in questi integratori sono le seguenti:

Vitamina A – ottima contro l’anemia e le infezioni.
È un forte antiossidante, aiuta ad eliminare i radicali liberi e rafforza il sistema immunitario.

Vitamina B – regola il metabolismo del glucosio e l’attività degli ormoni, quindi combatte la fatica, gli sbalzi d’umore, la ritenzione idrica e i disturbi causati dalla sindrome pre-mestruale.

Vitamina C – serve contro le infezioni e le allergie, inoltre aiuta per l’assorbimento del ferro.

Vitamina E – ha proprietà antistaminiche.