Punture di insetti

Le punture di insetti possono causare:

INDICE

Sebbene nella maggior parte dei casi le conseguenze sono lievi, alcune volte si sviluppano dei problemi seri.

 


Tipi di insetto 

Punture delle cimici dei letti
La cimice dei letti (Cimex lectularius) è un piccolo insetti parassita:

  • Di colore rosso-bruno
  • Delle dimensioni di una lenticchia.

Questi insetti stanno nei luoghi caldi delle abitazioni in particolare:

  • Nei materassi,
  • Nella biancheria di letti e i divani.

Non sono attratte dai luoghi sporchi, infatti si trovano anche nelle case pulite.
La cimice punge per succhiare il sangue e lascia le punture sulla pelle, spesso sotto forma di:

  • Linee dritte,
  • Grappoli.

Puntura di insetti
Da uno a molti giorni dopo la puntura, si possono sviluppare:

  • Un’eruzione cutanea
  • Delle macchie rosse leggermente gonfie, pruriginose e irritanti.

Se la dermatite continua a diffondersi, vuol dire che la cimice ha punto ancora.
L’area della puntura può rimanere gonfia per alcuni giorni, poi si sgonfia pian piano.
Non tutte le persone colpite dalle cimici manifestano gli stessi sintomi.
La maggior parte non sviluppa reazioni serie.
Tuttavia alcune persone possono avere:

  • La dermatite,
  • Delle bolle piene di liquido.

Le cimici si attaccano per succhiare il sangue soprattutto su:

  • Faccia,
  • Collo,
  • Mani,
  • Braccia.

Questi insetti possono essere molto fastidiosi ma non trasmettono malattie all’uomo.

Mosche della sabbia o pappataci
Questi insetti (dell’ordine dei ditteri) volano e si nutrono di sangue come le zanzare.
I pappataci si distinguono dalle zanzare perché:

  • Sono più piccoli, misurano 3-4 mm;
  • Sono quasi invisibili e dal color sabbia;
  • Sono silenziosi.

Si vedono in estate e pungono soprattutto al tramonto e di notte.

La puntura dei pappataci causa:

  • Dolore, prurito e fastidio nella zona punta,
  • Una bolla più grande rispetto alla puntura di zanzara.

Inoltre i pappataci possono trasmettere delle malattie gravi come:

  • La leishmanosi cutanea: malattie causata dal parassita Leishmania, si manifesta da 2 settimane a 2 mesi dopo la puntura dell’insetto e causa delle ulcere e cicatrici sulla pelle.
  • La febbre da pappataci, si tratta di una malattia con sintomi simili all’influenza, causata dalla puntura di pappataci.  Il sintomo principale è la febbre alta (40°) che dura circa tre giorni. La malattia passa da sola.

Puntura della zecca
Le zecche sono dei piccoli aracnidi parassiti che si nutrono sugli animali a sangue caldo e sull’uomo.
Hanno una bocca che aiuta a succhiare il sangue degli organismi ospiti.
Le zecche hanno dimensioni variabili da pochi millimetri a 1 cm.
Le zecche sono comuni nei mesi caldi e vivono negli ambienti esterni freschi e umidi, per esempio un giardino con il prato e le piante alte.

La puntura della zecca non causa dolore.
Questo animale può rimanere attaccata alla pelle per diversi giorni senza che la persona se ne accorga.
La zecca può trasmettere diverse malattie tra cui un’infezione batterica, come:

I sintomi frequenti che che si verificano dopo un morso di una zecca sono:

  • Eruzione cutanea circolare, assomiglia ad un occhio di bue,
  • Pelle arrossata e calda nella zona del morso, ma senza dolore e prurito,
  • Febbre,
  • Mal di testa
  • Stanchezza.

 

Puntura della pulce
La pulce è un piccolo insetto che punge gli uomini e gli animali per succhiare il sangue.

Le pulci:

  • Sono piatte,
  • Hanno un colore rosso-bruno o nero;
  • Hanno dimensioni molto piccole: 2-3 mm;
  • Non hanno le ali, ma saltano;

La puntura della pulce causa:

  • Un’eruzione cutanea sotto forma di bolle piccole e pruriginose che possono sanguinare.
  • Vescicole multiple: si formano delle macchie a forma di grappolo o linee perché di solito la pulce morde più volte.
  • Il prurito e l’infiammazione che possono continuare per molte settimane prima di diminuire.

Puntura di un’ape e una vespa
La puntura di vespa e d’ape possono causare:

  • Reazioni non allergiche: si verifica gonfiore, bruciore e dolore nella zona punta. Il gonfiore può aumentare fino a 24 ore dopo la puntura.
  • Delle reazioni allergiche gravi nelle persone che hanno l’allergia alla tossina iniettata dal pungiglione.

Si può sospettare una reazione allergica seria dovuta ad una puntura di ape o vespa quando ci sono dei sintomi come:

  1. Una eruzione cutanea  rossa e pruriginosa (orticaria) molto estesa,
  2. Battito cardiaco accelerato
  3. Vertigini
  4. Faccia o gola gonfie
  5.  Difficoltà a deglutire o a respirare.

Formica rossa
Questo insetto ha l’addome rosso.
Per difendersi può spruzzare un veleno (acido formico) molto irritante per l’uomo.

  • Un’eruzione cutanea provocata dalla formica rossa si può presentare sotto forma di pustole (simili ai brufoli) rosse che si possono infettare ed essere piene di pus. Di solito hanno una punta bianca, come un foruncolo.
  • Le pustole possono essere dolorose e potrebbero provocare una sensazione di bruciore sulla pelle e prurito.
  • Inoltre l’area punta può essere gonfia.

La puntura dei pidocchi
Quando si sente prurito intenso, è probabile che ci sia un problema legato ai pidocchi.
I pidocchi sono dei piccoli insetti grigio-marrone che si nutrono di sangue.
Le loro caratteristiche principali sono:

  • Dimensioni di 2-3 mm,
  • Non saltano e non volano, si spostano su superfici a contatto (es. contatto diretto tra testa e testa),

I pidocchi non provocano delle malattie e dei problemi seri.
Tuttavia, un’infestazione grave di pidocchi può causare prurito continuo sul cuoio capelluto.
Se il paziente si gratta continuamente potrebbe causare delle infezioni batteriche secondarie.

Puntura di tafano
Il tafano è un insetto simile a una mosca grande che provoca una lesione cutanea, quindi la zona della puntura può sanguinare.

 

 

Punture di insetti che causano gonfiore

Puntura della cimice dei letti
Le cimici sono dei piccoli insetti notturni che si trovano spesso nel letto e si nutrono di sangue umano.
Di solito le punture provocano un gonfiore localizzato, arrossamento della pelle e molto prurito.
Il gonfiore può causare la formazione di vesciche.

Puntura della tunga penetrans
La tunga penetrans è un artropode parassita simile alla pulce che si trova nelle aree tropicali. le punture sono caratterizzate da lesioni piccole (pustole) con un anello rosso intorno (infiammate) sulla pelle che provocano:

  • Prurito eccessivo
  • Lieve dolore.

Chi è allergico alle punture degli insetti può sviluppare il gonfiore nella zona colpita.

Puntura della pulce
A parte l’eruzione pruriginosa caratteristica, le punture delle pulci provocano un gonfiore localizzato.
I sintomi possono essere localizzati o generali a seconda della sensibilità di ognuno e possono continuare per molti giorni.

Puntura della zecca
Le punture delle zecche causano:

  • Rossore,
  • Prurito intorno all’area colpita.

Possono provocare anche la formazione di eruzioni cutanee e di vescicole sul corpo.
Di solito queste punture sono sotto forma di macchie rosse, e possono causare la trasmissione di diverse malattie.

 

Sintomi delle punture di insetti

Generalmente i sintomi sono localizzati sull’area punta, si può notare:

  1. Gonfiore,
  2. Rossore,
  3. Calore,
  4. Dolore,
  5. Prurito.

Raramente si forma un ematoma, in questo caso l’insetto ha rotto dei capillari.
Si può sviluppare un’infezione sulla zona della puntura.

Se l’insetto trasmette delle infezioni virali o parassitarie i sintomi iniziali possono essere:

 

Le punture degli insetti mentre si dorme

Mentre si dorme, alcuni insetti potrebbero mordere.

Come pugnono?
Gli insetti che solitamente pungono di notte sono:

  • Le cimici dei letti
  • Le zanzare.

Una cimice impianta la ventosa nella pelle per succhiare il sangue e impiega circa 5-10 minuti per riempire il corpo di liquido.
La zona punta si gonfia e provoca prurito forte per alcuni giorni.
Le persone che hanno la pelle molto sensibile possono avere delle eruzioni simili alle vesciche.
Alcuni individui possono sentire del dolore a causa delle punture e altri possono non sentirlo affatto.

Punture di insettiLe punture di insetto sono pericolose?

Generalmente, le punture di insetto non sono un problema di salute serio.
Tuttavia, quando si graffiano eccessivamente le eruzioni cutanee, si può sviluppare un’infezione. Per questo motivo non bisogna grattare la zona della puntura.

Le persone allergiche non dovrebbero trascurare la puntura di insetto e dovrebbero consultare il medico per una terapia adeguata.

 

Le reazioni allergiche alle punture di insetti

Le reazioni allergiche a causa delle punture di insetti capitano raramente.

Spesso le punture delle api, vespe e calabroni provocano delle reazioni allergiche lievi come:

  1. Rossore
  2. Gonfiore moderato
  3. Dolore sulla pelle
  4. Sensazione di bruciore sulla pelle
  5. Prurito intorno alla zona della puntura.

Il medico generalmente:

  • Somministra gli antistaminici e i cortisonici per ridurre l’edema (gonfiore).
  • Prescrive il Gentalyn beta che contiene cortisone più antibiotico.

Reazione allergica grave (anafilassi)
Se una persona ha l’allergia agli insetti può sviluppare una reazione anafilattica, è un evento raro ma può essere mortale.
Se non è curata, una reazione allergica grave può minacciare la vita e può interessare tutto il corpo in un arco di tempo breve, causando dei danni seri alla salute.
Visto che si diffonde in pochi minuti, servono delle cure mediche urgenti.

Quando si ritarda la terapia di emergenza si può verificare la perdita di conoscenza e persino un arresto cardiaco.
Di seguito ci sono i sintomi della reazione allergica grave:

  1. Gonfiore nella gola o viso (occhi e labbra gonfi)
  2. Ansia e agitazione
  3. Difficoltà di deglutizione
  4. Eruzione cutanea che si estende oltre l’area della puntura.
  5. Battito cardiaco rapido
  6. Problemi respiratori.

Una reazione allergica grave può diminuire la pressione sanguigna fino ad un livello allarmante.
Questo calo acuto della pressione arteriosa può essere pericoloso per la salute se non è curato in tempo.

 

Rimedi naturali per le punture di insetti

Questi rimedi si possono utilizzare anche in gravidanza.

  • Creare un impacco di ghiaccio da applicare immediatamente sulla zona interessata. Questo rimedio casalingo è la scelta migliore per ridurre la sensazione di bruciore.
    Le macchie rosse in rilievo scompaiono gradualmente.
  • Lavare le zone gonfie e pruriginose con una soluzione disinfettante.
  • Immergere un batuffolo di cotone nell’acqua ossigenata o nell’alcool
  • Strofinare delicatamente sulla zona colpita.
  • Lavare l’acqua ossigenata con dell’acqua fredda dopo due minuti.
  • Poi applicare una pomata antisettica da banco.

È possibile spalmare alcune sostanze naturali con effetto antinfiammatorio sopra le bolle, per esempio

  1. Il gel di aloe vera
  2. La calamina
  3. L’arnica montana.

Ripetere l’applicazione tre volte al giorno per migliorare.
Non si deve grattare la zona.

Tra i rimedi della nonna per le punture di insetti che causano un’orticaria c’è l’ammoniaca ma bisogna stare attenti perché può peggiorare l’irritazione della pelle.
Non utilizzare l’ammoniaca sui bambini e sui neonati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code