Infertilità e sterilità

INDICE

 

 

L’infertilità (o subfertilità) è definita come la difficoltà di una coppia ad ottenere un concepimento dopo 12 mesi di rapporti liberi e non protetti.
Il termine infertilità  non si riferisce ad una condizione irreversibile ma ad una situazione che è generalmente risolvibile

La sterilità (assoluta) si presenta quando ci sono condizioni fisiche permanenti che rendono impossibile il concepimento una gravidanza

La percentuale di coppie sterili o affette da sterilità assoluta nel mondo occidentale è inferiore al 10%.

 

Cause dell’infertilità

Fattori ambientali
Infertilità,sterilità,coppiaLa qualità della salute si è deteriorata considerevolmente a causa dell’inquinamento crescente, esposizione ai rifiuti industriali, pesticidi tossici, aumento della temperatura, radiazioni e altri fattori. Questo colpisce la salute generale e in alcuni casi può avere un effetto diretto sulla fertilità di un uomo.

Fattori psicologici
I fattori psicologici (come stress, pressione del lavoro, responsabilità, avere a che fare con dei fallimenti e qualsiasi altra forza negativa) possono aggravare ulteriormente la situazione o causare un infertilità temporanea.

Fattori di salute
Ci sono molti fattori legati alla salute che influenzano questo problema.
Questi fattori riguardare l’uomo o la donna e sono:

Femminili

  • Problemi delle tube o della pelvi: ostruzione o chiusura delle tube di Falloppio, aderenze pelviche.
  • Endometriosi: il tessuto dell’endometrio si trova in altri organi (vescica, intestino, ecc.).
  • Problemi ovulatori e ormonali: mancanza o irregolarità dell’ovulazione, cicli irregolari, sindrome dell’ovaio policistico.
  • Problemi della cervice: il muco della cervice uterina può ostacolare il passaggio degli spermatozoi a causa di una carenza di estrogeni, infezioni, danni delle ghiandole cervicali o, molto raramente, perché la donna produce degli anticorpi contro gli spermatozoi.
  • Problemi dell’utero: malformazioni congenite dell’utero, miomi o di aderenze oppure di fattori infiammatori dell’endometrio (la mucosa di rivestimento della cavità uterina).
  • Problemi genetici: Sindrome di Turner o microdelezioni del cromosoma  X.
  • Anticorpi antispermatozoi: riducono la capacità di fecondazione degli spermatozoi e possono ostacolare il transito nelle vie genitali femminili.

Maschili

  • Problemi testicolari
    • Livelli alti di FSH (ormone follicolo-stimolante),
    • Doloregonfiore  e sviluppo imperfetto dei testicoli,
    • Dimensioni irregolari dei due testicoli,
    • Traumi e torsioni testicolari, che possono incidere sulla loro funzionalità ,
    • Eiaculazione precoce.
  • Problemi degli spermatozoi
    • Spermatozoi anormali
    • Oligospermia (riduzione del numero degli spermatozoi nel liquido seminale),
    • Tasso di mobilità spermatico basso.
  • Problemi ormonali
    • Produzione di testosterone bassa, alta o assente,
    • Impotenza,
    • Difficoltà nella funzionalità sessuale,
    • Insonnia.
  • Disfunzione erettile.
  • Farmaci: antitumorali, chemioterapici, per la cura dell’ipertensione e del colesterolo altro sono un fattore di rischio.
  • Malattie sessualmente trasmissibili: Sifilide, Gonorrea, ClamidiaPapilloma virus – HPV possono causare l’infertilità.
  • Infezioni uro-seminali: le infiammazioni e le infezioni delle vie seminali possono danneggiare gli spermatozoi, i canali seminali, la prostata e le vescicole seminali.
  • L’infertilità negli uomini può essere dovuta a disturbi come:

 

 

Fattori acquisiti o esterni
Ci sono alcuni fattori acquisiti che devono essere discussi. Tra questi ci sono delle scelte dell’uomo che si verifcano soprattutto in età giovanile. Qui ci sono alcune cause:

1. Fumo, Colpisce la qualità dello sperma.
2. Stile di vita malsano, Questo includere la mancanza di esercizio fisico, dieta non nutriente e malsana, cattive abitudini del sonno ecc.
3. Bicicletta, ci sono degli studi che mostrano una minor fertilità per i ciclisti che pedalano almeno 5 ore a settimana.

Infine l’infertilità può essere idiopatica, cioè non ci sono motivi che provocano questo disturbo.

Cause della sterilità

Sterilità femminile

  • Menopausa precoce,
  • Assenza di utero congenita.

Sterilità maschile

  • Azoospermia (assenza di spermatozoi),
  • Vasectomia.

Sterilità di coppia
In alcuni casi, entrambi i partner possono essere sterili o subfertili, e la sterilità della coppia deriva dalla combinazione di queste condizioni.
In altri casi i partner sono entrambi fertili, ma la coppia non riesce a concepire senza l’assistenza medica; la causa si sospetta possa essere immunologica o genetica.

Insonnia e infertilità

Il desiderio sessuale scarso e i problemi di fertilità sono alcuni degli effetti collaterali più frequenti della privazione del sonno.
Nelle donne con il sonno interrotto si vedono degli squilibri ormonali.
Il sonno svolge un ruolo cruciale nella regolazione della leptina, un ormone che aumenta l’ovulazione.
La durata del sonno influenza i livelli della leptina.
Così, quando le donne non dormono abbastanza i livelli di leptina scendono.
L’ovulazione è soppressa e ci sono dei problemi di fertilità.
Le ovaie non funzionano correttamente senza un livello di leptina adeguato e questo può causare delle difficoltà a rimanere incinta.
Alcuni degli altri ormoni associati alla gravidanza che si riducono a causa della mancanza di sonno sono progesterone, estrogeno e ormone follicolo-stimolante (FSH).

Diabete e infertilità

Uno studio sui pazienti maschi diabetici è stato condotto con 27 uomini affetti dal diabete di tipo I (che si verifica naturalmente, come un disturbo autoimmune) e 29 pazienti di genere maschile sottoposti a delle terapie per l’infertilità. Nessun paziente era sia diabetico che sterile.
Lo studio ha scoperto che entrambi i gruppi avevano livelli simili per quanto riguarda il numero e la mobilità degli spermatozoi.
Gli uomini diabetici avevano un volume dello sperma leggermente più basso ma erano ancora entro i limiti accettabili.
La disparità è stata rivelata quando i ricercatori hanno esaminato lo sperma cercando dei danni al DNA degli spermatozoi.
Hanno scoperto che i campioni di sperma nel gruppo diabetico avevano più danni al DNA degli spermatozoi rispetto al gruppo che era sottoposto alle terapie per l’infertilità.
L’ovulo femminile è capace di riparare qualche danno allo sperma, ma il danno al DNA del gruppo diabetico era più grave.
Anche se non tutti gli spermatozoi dei campioni degli uomini diabetici erano danneggiati, era un segno chiaro di un sistema riproduttivo lesionato che può provocare l’infertilità o la sterilità.
Lo sperma degli uomini che non sono né diabetici né sottoposti a delle cure per l’infertilità è probabile che contenga degli spermatozoi molto più sani.

 

 


Sterilità secondaria

L’incapacità di concepire un bambino dopo aver avuto uno o più figli è definita come sterilità secondaria, mentre l’impossibilità di avere figli è detta sterilità primaria.

Cause della sterilità secondaria negli uomini
Anche nei maschi, l’aumento dell’età può essere il responsabile dell’infertilità. Dopo i 35 anni, negli uomini il tasso di fertilità diminuisce.
Un numero basso di spermatozoi può essere uno dei motivi principali dell’infertilità.
In alcuni casi gli spermatozoi muoiono o sono incapaci di nuotare, rendendo la fecondazione difficile o impossibile.
Alcune malattie e disturbi ormonali possono causare una risposta autoimmune in cui il corpo sviluppa degli anticorpi contro gli spermatozoi che di conseguenza muoiono.
I problemi di erezione ed eiaculazione possono essere un motivo della sterilità.
Ci può essere una diminuzione della qualità dello sperma che provoca l’infertilità. L’origine del problema possono essere le malattie, la dieta pessima e lo stile di vita.

Diagnosi dell’infertilità

Condotto deferente,epididimo,testicoloEsame fisico
Il medico a cui rivolgersi per i problemi di infertilità maschile è l’andrologo.
Il medico effettua un esame fisico accurato per valutare gli organi pelvici (pene, prostata, testicoli e scroto).

Esami diagnositici per l’infertilità e sterilità

Gli esami di laboratorio per l’uomo e per la donna  possono includere:

  • Esame batteriologico e analisi delle urine — Possono indicare la presenza di un’infezione.
  • Dosaggi ormonali FSH, LH— Gli esami ormonali valutano i livelli di testosterone e FSH (ormone follicolo-stimolante) per determinare l’equilibrio generale del sistema ormonale e lo stato specifico della produzione di sperma. Altri esami ormonali che si possono fare sono quelli per il siero LH e per la prolattina.

Se una diagnosi non è evidente dopo la valutazione iniziale, possono essere necessari esami ulteriori.
Il medico può consigliare uno o più dei seguenti esami:

Per l’uomo:

  • Spermiogramma — La valutazione stima la mobilità, la forma e la maturità dello sperma, il volume, la densità dell’eiaculazione e il numero degli spermatozoi attuali.

Esame del fruttosio seminale — Per identificare se il fruttosio è aggiunto correttamente allo sperma dalle vescicole seminali

  • Analisi delle urine post-eiaculazione — Per determinare se esiste un’ostruzione o un’eiaculazione retrograda
  • Analisi dei leucociti nello sperma — Per identificare se ci sono dei globuli bianchi nel seme
  • Morfologia secondo Kruger e l’organizzazione mondiale della sanità (OMS) — Per esaminare più attentamente la forma e le caratteristiche dello sperma
  • Esame degli anticorpi anti-sperma — Per identificare la presenza di anticorpi che possono contribuire all’infertilità
  • Test della funzionalità spermatica — Per confermare la capacità dello sperma di fecondare
  • Ecografia prostato-vescicolare   — Per rilevare il varicocele (vene varicose) o le ostruzioni del condotto nella prostata, scroto, vescicole seminali e dotti eiaculatori
  • Biopsia testicolare — Per determinare se la produzione di spermatozoi è alterata o se è presente un blocco
  • Test genetico — Per individuare eventuali anomalie cromosomiche dell’individuo o per controllare la presenza della fibrosi cistica negli uomini a cui manca il dotto deferente.

Per la donna:

  • Ecografia pelvica transvaginale: per valutare l’anatomia dell’apparato riproduttivo femminile e la presenza di eventuali malformazioni, fibromi, ecc.
  • Tampone vaginale: per valutare la presenza di infezioni del tratto distale dell’apparato riproduttivo (vagina e collo dell’utero)
  • Isterosonografia: in questo esame si inietta una soluzione salina sterile nella cavità uterina per valutare la normalità o meno della cavità uterina e l’accessibilità delle tube.
  • Ecografia tridimensionale (eco 3D) dell’utero: è un’elaborazione del volume delle viscere che permette il riconoscimento di eventuali malformazioni congenite dell’utero.
  • Isterosalpingografia: Questo esame serve per mostrare delle malformazioni uterine. Si tratta di una radiografia dell’utero con il mezzo di contrasto.

Infertilità e sterilitàCome si cura? La terapia e i rimedi naturali per l’infertilità reversibile

Benefici della maca per la fertilità
La radice di maca è un integratore ricco di molte sostanze nutritive preziose.
Negli uomini e nelle donne aiuta a mantenere l’equilibrio ormonale e ad eliminare le cause dell’infertilità.

Il consumo regolare della polvere della radice di maca favorisce la remineralizzazione del corpo ed è quindi consigliata per le persone con corpi mal nutriti. Aiuta ad aumentare la libido incrementando l’energia.

Coloro che prendono regolarmente la maca possono notare un aumento notevole della resistenza.
Questo aiuta a combattere lo stress e la depressione e contribuisce indirettamente ad una fertilità maggiore.
La maca aiuta a godere di una maggior resistenza fisica abbassando gli effetti dei traumi e dell’ansia.
L’uso più importante della radice di maca è quello che favorisce l’equilibrio ormonale, essenziale per mantenere la fertilità. Aiuta il corpo a superare le carenze degli ormoni tramite la sintetizzazione. Le donne soffrono di cicli irregolari a causa di problemi legati agli ormoni.
La maca è la soluzione migliore per mantenere la regolarità dei cicli ed eliminare le cause dell’infertilità.
Visto che la maca è piena sostanze nutrienti, migliora il funzionamento di ogni sistema del corpo. Nei maschi, aiuta ad alleviare i problemi di disfunzione erettile, numero basso di spermatozoi, circolazione alterata dello sperma e migliora notevolmente il desiderio sessuale.

Agopuntura
Alcuni studi scientifici mostrano che l’agopuntura aumenta le probabilità di concepimento per le donne fertili, sia in caso di fecondazione in vitro sia in caso di fecondazione naturale.
L’agopuntura aiuta la donna che soffre di ansia e stress.

Alimentazione e dieta
È fondamentale mangiare cibi sani e non trasformati. Secondo la medicina naturale e l’igienismo di Shelton, il motivo principale per cui i medici lavorano il doppio rispetto a 100 anni fa è la pessima alimentazione ricca di zuccheri, latticini, carne, alcol e prodotti trasformati e raffinati.
L’alimentazione dell’uomo è cambiata con la nascita delle industrie alimentari e si è spostata dalla campagna alla fabbrica, ma il corpo è spesso carente di vitamine e minerali essenziali.
Si consiglia di mangiare frutta, verdura, noci, semi, legumi che sono ricchi di elementi antiossidanti (vitamina C, vitamina E, ecc.) e poche proteine animali.
In questo modo il corpo ha molte più energie e riesce a sopportare lo stress della vita quotidiana.
Inoltre, si è dimostrato che questo tipo di alimentazione è capace di migliorare alcune condizioni di infertilità meno gravi.

 

 

Secondo la dieta del gruppo sanguigno il principale colpevole dell’infertilità è il latte e i latticini.

Cristalli per la fertilità maschile

Pietersite blu
La pietersite di colore blu è uno dei cristalli più popolari per la fertilità dell’uomo. Indossare un ciondolo di pietersite può aiutare a risolvere i problemi sessuali come l’impotenza.

Pirite
Si dice che i cristalli di pirite evochino l’energia maschile e stimolino la fertilità. Si pensa che la pirite favorisca la guarigione nella riproduzione degli uomini. Si crede che sia un rimedio eccellente per l’infertilità maschile e l’impotenza.

Linga
Si dice che queste pietre a forma di uovo di colore marrone chiaro sono efficaci per curare l’infertilità e l’impotenza. Realizzate in quarzo, si dice che le pietre linga trasportino l’energia maschile, aumentino l’energia sessuale e aiutino a superare i problemi di fertilità.

Rubino in zoisite
Questa è una combinazione di rubino e zoisite.
Si crede che porti l’energia della fertilità.
Può contribuire a curare i problemi legati ai testicoli che possono ostacolare la fertilità. Questa combinazione è considerata una delle migliori per aumentare l’energia sessuale.

Utilizzo

  1. Uno dei modi più semplici di utilizzare questi cristalli è portarli con sè. Basta che siano in tasca per tutto il giorno e presto si può iniziare a notare un cambiamento positivo nella vita.
  2. Molti preferiscono tenere il cristallo consigliato sotto il cuscino appena prima di andare a letto. Quando si sceglie di indossare dei gioielli di cristallo, essi devono toccare la pelle per sentire l’energia.
  3. Mettere i cristalli nell’acqua della vasca da bagno è un altro modo per raccogliere i frutti delle proprietà curative.

Terapia farmacologica e chirurgica per l’infertilità

Le cure per l’infertilità comprendono:

Intervento chirurgico. Ad esempio, si può correggere un varicocele o riparare un dotto deferente ostruito tramite un’operazione chirurgica.
Curare le infezioni. L’antibiotico può curare un’infezione del tratto riproduttivo, ma non sempre ripristina la fertilità.
Terapia per i problemi nei rapporti sessuali. Farmaci o consulenze possono aiutare a migliorare la fertilità nelle malattie come disfunzione erettile o eiaculazione precoce.
Terapia farmacologica e ormonale. Il medico può consigliare la terapia ormonale sostitutiva o dei farmaci nei casi in cui l’infertilità è dovuta a livelli alti o bassi di alcuni ormoni o problemi con il modo in cui il corpo utilizza gli ormoni.

Tecnologie per la procreazione medicalmente per  assistita (PMA)

Esistono diversi gradi di Pma:

  • Il primo grado comprende i metodi che favoriscono il concepimento naturale, ossia la cosiddetta fecondazione “in vivo”.
    Ne fanno parte:

    • L’induzione dell’ovulazione
    • L’inseminazione intrauterina.
  • Il secondo e terzo grado comprendono le tecniche di fecondazione“in vitro”, ossia in cui l’incontro tra l’ovocita e lo spermatozoo, prelevati alla coppia, avviene in laboratorio.
    Le metodiche di fecondazione in vitro sono:

    • FIVET (fertilizzazione in vitro): gli ovociti e spermatozoi vengono messi insieme in una piastra con liquido di coltura  e si lascia che gli spermatozoi penetrino l’ovocita in modo naturale.
    • ICSI (iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo): è l’iniezione di un singolo spermatozoo direttamente all’interno dell’ovocita.

Prospettiva (prognosi) per il paziente con infertilità

1 coppia su 5 a cui è diagnosticata l’infertilità può avere una gravidanza senza la terapia.

Più della metà delle coppie fertili ha un bambino dopo la cura, senza includere le tecniche avanzate come la fertilizzazione in vitro (FIVET).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code